Osteocondrosi

Ernia spinale: sintomi di varietà comuni e decisione di interventi chirurgici o non chirurgici

L'ernia mediana (mediana) del disco intervertebrale è solitamente localizzata nella regione lombare o cervicale, meno spesso colpisce la colonna vertebrale toracica.

Questo tipo di deformità erniaria è considerato il più sfavorevole per il paziente, spesso accompagnato da alterazioni della funzione motoria e malfunzionamento degli organi interni. Ma questa patologia è davvero pericolosa ed è possibile evitare complicazioni?

Quello che devi sapere sulla malattia

La deformità erniaria della cartilagine intervertebrale è il rigonfiamento di una parte della struttura del disco oltre le vertebre. Ma poche persone pensano che il decorso della malattia sia influenzato non solo dalla dimensione del sacco erniario, ma anche dalla sua posizione sulla colonna vertebrale.

Il disco erniato mediano è localizzato sulla superficie posteriore della colonna vertebrale, dal retro.

La manifestazione più frequente è l'incapacità di raddrizzare la schiena, ei pazienti sono costretti a muoversi, piegando il busto in avanti. L'angolo di inclinazione può variare da lieve a forte (a volte fino a 90 °).

Quando localizzato nella regione cervicale (di regola, è un'ernia della linea mediana del disco C5-C6, meno spesso in altre parti del collo), i pazienti sono costretti a tenere la testa bassa e ad usare un cuscino alto per dormire.

Ma, oltre alle difficoltà di estensione, tale localizzazione comporta un ulteriore pericolo: i processi nervosi emergono dalla parte posteriore della colonna vertebrale, che può essere bloccata dalla protrusione del tessuto cartilagineo.

La costrizione del nervo provoca una perdita parziale o totale della funzione motoria e disturbi nel lavoro degli organi interni.

Classificazione della patologia

L'ernia mediana posteriore può essere localizzata rigorosamente al centro o leggermente spostata a destra oa sinistra. A seconda della posizione relativa alla vertebra, si distinguono i seguenti tipi:

  • Deformazione dorsale. Il difetto cartilagineo si trova rigorosamente nel mezzo della vertebra ed è considerato il meno grave. Ad esempio, l'ernia dorsale mediana del disco intervertebrale L4-L5 (la localizzazione più frequente della patologia lombare è il disco L4-L5) impedisce solo l'estensione del corpo, ma non c'è quasi nessuna compressione delle radici nervose.
  • Ernia del mid-paramediano lato sinistro. I cambiamenti deformativi si trovano leggermente a sinistra del centro della vertebra, e quando il nervo è bloccato, i disturbi motori o tattili sul lato sinistro del corpo, così come il funzionamento improprio degli organi, sono annotati sulla sinistra. Con la localizzazione del rigonfiamento erniario nelle regioni cervicale o toracica, tali pazienti possono avvertire dolore pseudo cardiaco e compromissione della funzione respiratoria.
  • L'ernia midparamedica di destra ha violato le funzioni del lato destro negli umani.

Oltre alla posizione relativa alla vertebra, il decorso della malattia è influenzato anche dalla direzione della protrusione. Potrebbe essere:

  • Verso l'esterno. La cartilagine deformata con una parte del nucleo polposo si estende oltre i limiti esterni della colonna vertebrale. La malattia ha un decorso favorevole e, in base alle raccomandazioni mediche, ha solo un impatto minore sulla qualità della vita umana. Nella maggior parte dei casi, i pazienti possono interrompere la progressione della malattia ed evitare complicazioni.
  • Dentro. La protrusione si verifica all'interno del canale spinale, e anche con piccole dimensioni di rigonfiamento della cartilagine, vi è compressione del midollo spinale e compromissione della funzione degli organi interni, perdita di sensibilità o indebolimento dell'attività motoria. Questo tipo di patologia è considerato il più pericoloso. Con esso, più spesso di altri tipi di deformazioni della cartilagine, l'intervento chirurgico viene utilizzato per eliminare la compressione del midollo spinale.

Nelle prime fasi, i rigonfiamenti del disco mediale rispondono con successo al trattamento conservativo e il malato può continuare a condurre uno stile di vita completo, limitando solo leggermente l'attività locomotoria e seguendo una dieta.

Le forme di gonfiore della cartilagine patologica avviate sono quasi sempre accompagnate da complicanze e l'uso della terapia conservativa non ha sempre l'effetto terapeutico necessario.

Motivo per sospettare di malattia spinale

In quali casi è possibile sospettare che sia emersa un'ernia della linea mediana posteriore del disco intervertebrale?

Non ci sono sintomi specifici per questa condizione, i sintomi sono simili ad altre malattie vertebrali, ma la ragione per controllare lo stato della colonna vertebrale dovrebbe essere la seguente:

  • Difficoltà movimenti estensori. I primi dolori potrebbero non essere ancora presenti, ma i pazienti noteranno che è difficile per loro gettare indietro la testa (se la regione cervicale è colpita) o fare un arco posteriore nella parte bassa della schiena.
  • Sindrome del dolore localizzata. La palpazione del dolore della colonna vertebrale si fa sentire dove c'è deformità del disco. È possibile l'irradiazione del dolore nell'arto o nelle aree posteriori vicine.
  • Sensibilità compromessa. Intorpidimento, formicolio, prurito o sensazione di bruciore su determinate aree della pelle.
  • L'indebolimento dei muscoli degli arti. La debolezza muscolare può variare da lieve a grave, causando gravi compromissioni della funzione motoria.
  • Fallimento degli organi interni. Il dolore al cuore, l'indigestione e persino l'impotenza, che sorgono senza una ragione apparente, richiedono il sospetto dell'ernia mediana posteriore.

Anche se si nota uno dei sintomi elencati, non è necessario posticipare la visita al medico, poiché un trattamento tempestivo avviato consentirà di evitare complicazioni.

Le deformità erniche mediane più spesso di altri tipi provocano la compressione delle radici nervose e causano varie complicanze.

Ma con la cura tempestiva dell'aiuto medico nella maggior parte dei casi, la progressione della malattia può essere rallentata e questi pazienti non perdono l'opportunità di condurre una vita piena.

Una selezione dei miei materiali utili sulla salute della colonna vertebrale e delle articolazioni, che ti consiglio di guardare:

Guarda anche molti materiali aggiuntivi utili nelle mie comunità e account sui social network:

disconoscimento

Le informazioni contenute negli articoli sono destinate esclusivamente a informazioni generali e non devono essere utilizzate per l'autodiagnosi di problemi di salute o per scopi medici. Questo articolo non sostituisce il parere medico di un medico (neurologo, terapeuta). Si prega di consultare il medico prima di sapere esattamente la causa del tuo problema di salute.

L'essenza della patologia

La colonna vertebrale umana è costituita da vertebre e dischi intervertebrali. Sono questi dischi che fungono da ammortizzatori, che prendono tutti i sobbalzi durante il movimento e forniscono la flessibilità della cresta.

Il disco è costituito da un anello fibroso che tiene in posizione il nucleo pulpare. Ma per qualche ragione, i rigonfiamenti del kernel e le mosse del disco. Così, si sviluppa l'ernia dei vertebrati.

Forma di ernie in 2 fasi:

  1. sporgenza. Scostamento del disco di oltre 4 mm. Le fibre interne dell'anello sono danneggiate e il suo guscio è ancora intatto. Il nucleo polposo è spostato, ma si trova all'interno dell'anulus.
  2. Entruziya. A causa del danneggiamento delle fibre dell'anello fibroso, il nucleo cade fuori dai suoi limiti. È in questa fase che si verifica un'ernia.

Questa patologia si riferisce alle malattie degenerative.

L'osteocondrosi è considerata la principale causa di formazione di ernia sulla colonna vertebrale. Come risultato dei processi degenerativo-distrofici, il disco intervertebrale perde la sua elasticità e si ferisce facilmente.

I fattori provocatori per lo sviluppo di un'ernia sono:

  • lavoro pesante associato al sollevamento pesi,
  • vita di oboz sedentario, lavoro sedentario,
  • cattiva postura, creando un carico eccessivo su qualsiasi parte della colonna vertebrale,
  • sovrappeso
  • malformazioni della colonna vertebrale,
  • lesioni.

Le cause comuni di sviluppo della patologia possono essere il sollevamento pesi. Allenarsi con il carico senza rispettare la sicurezza (scelta corretta del peso dell'utensile, uso di una cintura di sicurezza) aumenta il carico verticale sulla colonna vertebrale, il che porta a una rapida usura dei dischi intervertebrali.

Caratteristiche caratteristiche dell'ernia "popolare" della colonna vertebrale

Sono molto interessati alla domanda se l'osteocondrosi e l'ernia vertebrale siano correlate?

Sì, l'ernia formata nella colonna vertebrale è l'ultimo stadio della progressione dell'osteocondrosi, che è una alterazione degenerativa-patologica nel tessuto dell'anello fibroso del disco intervertebrale. Il verificarsi di crepe e rotture in esso porta al prolasso del disco oltre i limiti anatomicamente determinati.

Dovresti sapere che la sporgenza del disco a 1-3 mm è la norma, il gonfiore dell'anello a 5-6 mm non è un'ernia, ma la sua sporgenza - protrusione. Ernia vertebrale "classica" - 6 mm. Allo stesso tempo, una dimensione più significativa della protrusione, ad esempio di 15 mm, è sempre un'ernia vertebrale con un anello rotto.

Suggerimento: Nelle persone di età superiore a 60 anni, l'ernia vertebrale e l'instabilità spinale sono fenomeni abbastanza rari, e i casi di regressione spontanea, e persino la completa scomparsa della protrusione patologica dei dischi intervertebrali, si riscontrano spesso nei giovani sotto i 30 anni di età.

Se la diagnosi di osteocondrosi o di protrusione del disco intervertebrale è già stata fatta, allora si dovrebbe prestare attenzione alle seguenti violazioni con ernia della colonna vertebrale.

Ernia lombosacrale L5: S1

L'ernia vertebrale L5 C1 è il disco intervertebrale erniato più comune tra tutte le ernie spinali. Lettere e numeri indicano la sua posizione tra l'ultima vertebra lombare e la prima vertebra sacrale.

La superiorità dell'ernia lombosacrale è dovuta al fatto che è questo luogo che ha i carichi più grandi e l'articolazione stessa è abbastanza mobile.

Herniation L5: S1 è caratterizzato dalla seguente serie di manifestazioni:

  • sindrome da dolore incendiario costante, localizzata a livello di queste vertebre, aggravata dopo ipotermia, sforzo fisico o lunga permanenza in posizione statica,
  • radiazioni dolorose al gluteo, alla parte posteriore del piede, dolore al ginocchio, intorpidimento del piede,
  • cambiamento o mancanza di sensibilità della pelle in luoghi dolorosi, così come su caviglia e suola,
  • la comparsa di dolore acuto alla gamba quando starnutire e tossire è una "spinta per la tosse",
  • dopo una lunga seduta su tutta la superficie del piede, la "puntura di pelle d'oca" inizia a correre e il pollice è insensibile,
  • i muscoli della natica situati sul lato della sporgenza erniaria si indeboliscono gradualmente, diventa difficile piegare l'alluce,
  • il sintomo di Lasega - se, sdraiato sulla schiena, per sollevare una gamba dritta, c'è un forte dolore acuto sotto il ginocchio e nella parte bassa della schiena, e se pieghi il ginocchio, allora la sindrome del dolore si placa,
  • nei casi avanzati - una violazione dell'erezione, difficoltà con la ritenzione di urina e feci.

Ernia vertebrale 5 6 vertebra cervicale

Dietro questa diagnosi c'è il n. 2 nella classifica di tutte le ernie intervertebrali - l'ernia posteriore (media) o destra della regione cervicale, situata tra le vertebre C5 e C6. La rottura dell'anello fibroso in questo luogo porta alla costante violazione della sesta radice nervosa.

Per la pratica clinica, l'ernia dorsale vertebrale C5: C6 è importante, che provoca il restringimento dei canali intervertebrali e la stenosi spinale. In molti casi, è accompagnato da protrusioni e artrosi uncovertebrali nel segmento sopra - C4: C5, e nel segmento sottostante - C6: C7.

L'ernia cervicale C5: C6 può essere riconosciuta dalle seguenti caratteristiche:

  • la mobilità del collo è limitata, il che porta al retto cervicale,
  • scapola intorpidita e dolorante, collo, spalla esterna e avambraccio, mano, pollice e indice,
  • il dolore alla testa ha una natura costante, spezzata o dolorante ed è localizzato nella parte superiore del collo e nella regione occipitale.
  • diminuisce la gravità del riflesso bicipite della spalla,
  • è possibile - la mano è malamente obbedita quando viene ritirata di lato e rivolta verso l'interno, e anche il pennello è difficile da piegare.

Vertebre ernia lombare l4 l5

L'ernia vertebrale dorsale l5 o l'ernia vertebrale diffusa l4 - 7 mm, occupa la terza posizione in termini di prevalenza tra le ernie vertebrali (vedi Ernia lombare: formazione della patologia e metodi di trattamento). Le vertebre lombari possono essere denotate con lettere diverse - l, L, l o L. Lo stesso vale per la designazione delle vertebre degli altri reparti.

Questo è interessante La vertebra di ernia l7 è una patologia impossibile per l'uomo. La lettera l indica la vertebra lombare e il numero 7 il suo numero di serie. Se hai ascoltato questa terminologia in una conversazione, significa che i veterinari o gli amanti dei cani e dei gatti comunicano tra loro, dal momento che una persona ha solo 5 vertebre lombari.

I sintomi comuni per l'ernia lombare l4-l5 sono:

  • dolori costanti, doloranti e brucianti nell'area del segmento interessato,
  • l'aumento del dolore si verifica durante lo svuotamento o i movimenti, a volte durante un pasto, e il dolore si abbassa in posizione eretta,
  • gonfiore delle caviglie,
  • Sintomo di Lasegue (vedi sopra sintomi L5: S1)

Segni specifici di ernia foraminale L4: L5 (con una rottura dell'anello fibroso in avanti):

  • la sindrome del dolore è localizzata solo nel segmento,
  • durante la risata, tosse, starnuti, altri ceppi dei muscoli addominali, formicolio e pelle d'oca iniziano a scorrere giù per la pelle dell'addome.

I sintomi peculiari dell'ernia paramedica L4-L5 con compromissione laterale della radice nervosa, che alcune persone erroneamente chiamano ernia piramidale nella colonna vertebrale, si manifestano come segue:

  • il dolore si irradia al gluteo e si diffonde attraverso la parte posteriore della coscia fino alla parte inferiore della gamba,
  • la gamba spesso diventa insensibile.

L'ernia dorsale più pericolosa L4-L5 con una rottura o separazione dell'anello nella direzione del midollo spinale si manifesta inoltre con i seguenti sintomi:

  • la sensibilità di entrambe le gambe è disturbata, nei casi gravi i cretini del ginocchio sono disturbati e la paraparesi delle gambe è possibile,
  • ci sono difficoltà con la ritenzione di urina e feci,
  • negli uomini, la disfunzione erettile è possibile,
  • durante un periodo acuto, il dolore può essere aggravato da una leggera tosse o da un respiro profondo e acuto.

Ma l'ernia mediale l4-l5 di Schmorl, durante la quale avvengono cambiamenti all'interno del corpo vertebrale, viene scoperta per caso, perché procede senza conseguenze serie e senza altre manifestazioni aggiuntive.

È importante! Si noti che i suddetti gruppi di sintomi si riferiscono al decorso standard della malattia. Le caratteristiche individuali del corpo possono cambiare le sensazioni e il loro "set classico".

diagnostica

Il perfezionamento della diagnosi di ernia intervertebrale include:

  • controllando la sensibilità della pelle e dei riflessi neuromuscolari,
  • determinazione del livello di forza muscolare - elettromiografia (EMG) e stimolazione magnetica transcranica (TMS),
  • valutazione dei nervi periferici - elettroneurografia (NCS)
  • radiografia, mielogramma,
  • tomografia computerizzata (CT),
  • risonanza magnetica (MRI).

Vale la pena notare che la radiografia spinale con un'ernia - un'immagine normale, un mielogramma e una scansione TC, non rappresentano un valore diagnostico speciale. Questi esami non consentono di vedere la vera immagine dei cambiamenti nei dischi e nelle radici nervose.

Tuttavia, durante la diagnosi iniziale, è necessario eseguirli, poiché utilizzando gli esami radiografici è possibile rilevare lesioni ossee, ad esempio "speroni".Inoltre, la scansione mielografica + TC consente di escludere la presenza di tumori benigni o maligni, in quanto il tumore spinale e l'ernia vertebrale presentano sintomi simili.

Consiglio. Nonostante il prezzo di un esame RM sia superiore ai metodi radiografici, seguire lo sviluppo di un'ernia, 1 volta in 3 mesi, è preferibile utilizzarlo in modo sicuro per la salute, a meno che il paziente non abbia controindicazioni - la presenza di protesi metalliche o un pacemaker.

Processo decisionale

Dopo una diagnosi, un'ernia vertebrale non dovrebbe immediatamente prendere il panico quando si sente parlare delle sue grandi dimensioni. Ad esempio, un'ernia foraminale da 5 mm del rachide cervicale è molto più pericolosa di un'ernia lombare paramediale da 7 mm, e le ernie ventricolari scoperte per caso non richiedono alcun trattamento.

In quali casi non prestare attenzione alle proposte del medico per la rimozione chirurgica dell'ernia e quando è necessario concordare immediatamente e non perdere tempo prezioso? L'ernia può essere trattata senza intervento chirurgico se la sua dimensione è di 2,5-6 mm, così come se non si esegue un esame RM.

L'intervento chirurgico è necessario in presenza di:

  • sindrome dell'equiseto nelle ernie lombari e lombosacrali - dolori acuti difficili lungo i nervi sciatico e femorale, intorpidimento del perineo, indebolimento dell'erezione, spasmi spontanei dei muscoli delle gambe, difficoltà di presa o incontinenza di urina e feci,
  • sintomi persistenti o crescenti dopo 6-12 settimane di trattamento conservativo,
  • deterioramento dopo una terapia complessa continua di 2 anni.

Movalis e ernia vertebrale

Questo farmaco oggi appartiene al primo scaglione di FANS. In confronto con altri farmaci antinfiammatori non steroidei, il suo uso non è limitato a 2 mesi, poiché la sua azione è più lieve e raramente causa effetti collaterali. Puoi sostituire movalis con rhewmoxicam.

Sulla nota I risultati eccellenti sono dati dalla combinazione di movalis orale e la sua introduzione di formopuntura sui punti di agopuntura. Tuttavia, molti esperti non vedono la fattibilità nell'introduzione simultanea di vitamine del gruppo B.

Mydocalm e ernia vertebrale

Mydocalm appartiene al gruppo di rilassanti muscolari - farmaci che alleviano lo spasmo o tensione eccessiva (iper-tono) dei muscoli scheletrici, oltre a migliorare parzialmente la circolazione sanguigna. Tuttavia, dovrebbe essere usato con cautela, perché rilassa tutti i muscoli, compresa la tensione "protettiva" delle fibre muscolari, che può portare ad un aumento del dolore. Puoi sostituire mydocalm con la medicina Sirdalud.

Questo strumento non tratta la stessa patologia, ma è usato per alleviare il gonfiore. Dopo che è stato preso, i tessuti molli comprimono meno la radice del nervo e ciò porta ad una parziale riduzione del dolore e ad un miglioramento del flusso sanguigno al disco intervertebrale.

Blocchi e farmaci ormonali

Istruzioni: 3-4 iniezioni epidurali sono posizionate nella regione del segmento interessato, che vengono eseguite non più di una volta alla settimana. Non è consigliabile fare più di 4 blocchi, senza una pausa di 3 mesi tra i corsi.

In alcuni casi, si ottiene un effetto positivo con l'aiuto di anestetici, ad esempio, novocaina o lidocaina. In condizioni severe, i farmaci corticosteroidi vengono aggiunti all'anestetico. In alcuni pazienti, tali iniezioni combinate possono alleviare il dolore fino a 3-4 settimane.

È importante! La tecnica dei blocchi medici epidurali intralaminari o transforaminali è piuttosto complessa, quindi dovresti prestare particolare attenzione quando scegli uno specialista che eseguirà tale anestesia.

Collagene e ernia vertebrale

L'anello polposo-fibroso del disco intervertebrale è costituito da fibre di collagene, pertanto, in caso di sua violazione primaria - osteocondrosi o protrusione, è consigliabile l'uso a lungo termine di condroprotettore.

Con le ernie - forti protrusioni e rotture dell'anello del disco, il collagene non aiuterà a ripristinare l'integrità del disco intervertebrale o a ridurre le dimensioni della sua protrusione. I condroprotettori di ricezione "hanno bisogno" di mantenere i dischi che si trovano nei segmenti vertebrali situati sopra e sotto l'interessato.

Fisioterapia e massaggio

Nonostante il fatto che uno sforzo fisico eccessivo durante l'ernia vertebrale e il sollevamento pesi sia categoricamente controindicato, le terapie giornaliere di esercizi e le sedute di terapia del massaggio non sono solo necessarie, ma obbligatorie.

Tuttavia, la foto e il video in questo articolo di ginnastica con ernia vertebrale non viene inserito. In contrasto con la terapia di esercizio in osteocondrosi e anche la terapia di esercizio in protuberanze di dischi, il complesso di esercizi per ernia intervertebrale deve essere compilato da un istruttore di ginnastica o medico sportivo (vedi ginnastica terapeutica per ernia della colonna lombare - regole generali e una serie approssimativa di esercizi).

Un laureato analizzerà innanzitutto la localizzazione del processo, la dimensione dell'ernia, la gravità delle manifestazioni, la salute generale e la presenza di altre malattie. Solo dopo verrà compilato un singolo complesso, in cui verrà determinata l'alternanza di esercizi statici, dinamici e post-isometrici, il numero iniziale di ripetizioni e lo schema di carichi crescenti.

L'unico modo per trattare l'ernia vertebrale che non richiede l'approvazione medica è visitare la piscina. È necessario nuotare per 40-45 minuti, 2-3 volte a settimana, dispensando il carico sul benessere. L'unica cosa che dovresti sapere è che con le ernie spinali non dovresti nuotare con lo stile Brass o Butterfly.

Terapia manuale

Attenzione! L'uso del trattamento manuale per le ernie con deficit neurologico progressivo è proibito dal protocollo dell'OMS

Nella pratica domestica, la terapia manuale è consentita, ma non solo con un chiropratico, ma con un terapeuta manuale con un'istruzione medica superiore. Allo stesso tempo, le manipolazioni eseguite dal medico dovrebbero essere estremamente delicate, il numero di sedute dovrebbe essere non più di 2-5, e la riduzione degli spostamenti delle articolazioni intervertebrali deve alternarsi al rilassamento postisometrico!

E in conclusione, è necessario aggiungere - il trattamento di un'ernia, senza chirurgia o dopo di esso, dovrebbe avvenire sullo sfondo di aderenza ad uno stile di vita sano, regime di bere ottimale, una dieta equilibrata e mantenere il peso corporeo nella gamma normale.

Caratteristiche dell'operazione nella colonna vertebrale toracica

La colonna vertebrale toracica è anatomicamente una struttura rigida costituita da vertebre, sterno e costole. È immobile, perché le sporgenze e i dischi intervertebrali erniati si formano in esso estremamente raramente e sono principalmente le conseguenze delle lesioni traumatiche.

Nonostante il miglioramento dei metodi chirurgici, delle attrezzature e delle attrezzature mediche, una varietà di accessi al sito patologico, durante le operazioni sulla regione toracica è quasi impossibile evitare la trazione del midollo spinale e delle radici nervose, nonché una significativa resezione delle strutture ossee. Ad esempio, i processi articolari remoti, le basi degli archi o le teste delle costole richiedono inoltre l'installazione obbligatoria di sistemi o impianti di stabilizzazione.

I processi articolari del segmento toracico sono localizzati medialmente (più vicini al centro) e le articolazioni intervertebrali sono posteriormente rispetto al sacco durale. Quindi, per raggiungere il bordo laterale (laterale) del sacco e delle radici spinali, è necessaria la resezione del processo articolare o la maggior parte di esso. Ma, anche con la rimozione completa dell'appendice per visualizzare un'ernia o un sequestro, è necessario muovere le radici con forza e, di conseguenza, il sacco durale e il midollo spinale.

I moderni metodi di funzionamento della sezione toracica offrono una serie di interventi minimamente invasivi con resezione minima del tessuto osseo, che praticamente non violano la biomeccanica della colonna vertebrale e accelerano il periodo di riabilitazione del paziente.

I più promettenti oggi sono: accesso transpedicolare laterale (posterolaterale) e transfaciale postero-laterale (pediculosa), che esclude la resezione della radice o della base dell'arco vertebrale. Permettono di bypassare il sacco durale dal lato laterale o ventrale (peritoneale), escludere la trazione del midollo spinale e la rimozione dei processi articolari.

Data la scarsa visualizzazione del sito patologico durante l'operazione dell'ernia vertebrale della regione toracica, sono preferibili accessi laterali posteriori laterali, ventrale o minori laterali. In questo segmento, i fori intervertebrali, che sono delimitati sopra e sotto dalle basi delle braccia, si aprono lateralmente. Di conseguenza, con accesso chirurgico laterale e la stessa direzione dei fori, è possibile esaminare qualitativamente non solo il lato laterale del disco intervertebrale, ma anche la sua intera superficie posteriore.

Tipi di operazioni

La laminectomia classica è ampiamente conosciuta, abbastanza popolare in passato, ma rifiutata dagli specialisti a causa dell'elevata percentuale di esiti avversi. Non consente l'accesso diretto alla superficie anteriore del sacco durale e la visualizzazione della superficie posteriore del disco intervertebrale. Pertanto, la rimozione di piccole ernie laterali dei tessuti molli da una laminectomia è relativamente giustificata, ma l'eliminazione di formazioni ingombranti e ossificate non è completa senza deformazione del midollo spinale.

Nonostante tutti gli svantaggi della laminectomia, alcuni neurochirurghi preferiscono usarlo, poiché con un errore nel determinare la localizzazione della patologia, è possibile espandere la finestra di trepanning al segmento di motore vertebrale sottostante e sottostante.

La chirurgia anteriore transtoracica (intercostale) viene eseguita dal lato opposto alla posizione della protrusione. Un'incisione chirurgica viene solitamente praticata con 2 costole sopra l'area interessata. Questo accesso fornisce una buona visualizzazione del disco interessato ed è efficace nel posizionamento centrale e laterale dell'istruzione ed è anche applicabile al funzionamento di lesioni multiple e multi-livello. Con localizzazione centrale dell'ernia, la toracomia anterolaterale è più adatta e con ernia laterale, laterale laterale o posteriore.

Inoltre, dopo la formazione della finestra di trapanazione, viene eseguito un ulteriore controllo radiologico del livello interessato. Quindi la vena cava e l'aorta vengono spostate, i vasi segmentali vengono ligati, il disco viene gradualmente rimosso, il legamento longitudinale posteriore, l'ernia stessa e, se necessario, gli osteofiti. Lo spazio epidurale viene esaminato, il sequestro è escluso. Infine, viene installato un sistema di stabilizzazione (corpo intersomatico con 1 o 2 gabbie lunghe circa 20 mm e diametro da 12 a 14 mm).

L'approccio extracavitario laterale viene eseguito dal lato del disco erniato. Comprende la resezione della parte posteriore della costola, la sua testa del processo trasversale, la base dell'arco e il processo articolare. La pleura si stacca e viene rimossa, ma la cavità pleurica non viene aperta. L'accesso consente di tagliare ernie laterali e centrali, di dimensioni volumetriche e ossificate (calcinate, solide). In alcuni casi, le ernie ossificate sono strettamente fuse con il rivestimento del midollo spinale. Ciò richiede l'escissione della dura madre insieme alla formazione e alla sua plastica.

L'approccio transfaciale di conservazione del pediculo è giustamente considerato il più minimamente invasivo. È caratterizzato da una scheletrizzazione unilaterale degli archi spinosi e dei processi articolari. Quindi, viene rimossa la parte inferiore dell'arco sovrastante e la parte superiore dell'arco sottostante del livello di interesse, la resezione mediale o totale della faccetta (facetomia). Successivamente, vengono visualizzati la radice spinale e il sacco durale, dove si trova l'ernia. Il metodo è ottimale per rimuovere le ernie laterali molli.

L'accesso transpedicolare laterale consente di esaminare qualitativamente la superficie posteriore delle vertebre, è meno traumatico per le strutture muscolari-legamentose e ossee, non richiede il movimento del midollo spinale o delle radici e non influisce sulle arterie. Durante l'operazione, il paziente si trova sull'addome, l'incisione cutanea viene effettuata trasversalmente alla colonna vertebrale oa semicerchio, se è necessario l'accesso a diverse vertebre. Successivamente, il processo trasversale e la testa della costola vengono asportati, il fascio neurovascolare viene spostato leggermente e l'ernia viene rimossa.

Concetto e tipi

Ernia intervertebrale - il processo di spostamento del nucleo polposo nella regione del disco intervertebrale, accompagnato dallo sfondamento dell'anello fibroso. Il contenuto sporgente può mettere pressione sulle radici nervose e sul midollo spinale, che è irto dello sviluppo della paralisi. Pertanto, l'ernia intervertebrale richiede un trattamento per iniziare con urgenza.

I medici distinguono 4 fasi della progressione della malattia:

  • la presenza di degenerazione nell'anello fibroso,
  • comparsa di protrusione,
  • estrusione o anello fibroso innovativo,
  • sviluppo del danno sequestrato.

A seconda dell'area della cresta in cui si trova il danno, distinguono i seguenti tipi:

  • malattia cervicale,
  • disturbo toracico (meno comune di altri tipi),
  • che colpisce la regione lombosacrale (il tipo più comune).

A seconda della gravità, oltre al danno normale e non complicato alla colonna vertebrale, i medici distinguono tali varietà:

  1. Ernia intervertebrale sequestrata.
    È una malattia accompagnata dalla rottura dell'anello fibroso, con la completa perdita di contenuto di polpa. La presenza di ernia intervertebrale sequestrata - un'indicazione per la chirurgia.
  2. Patologia sequestrata errante.
    Questo è il processo di completa separazione del componente pulpal con la sua migrazione oltre il disco interessato. Questa patologia richiede un'operazione urgente in un istituto che abbia l'attrezzatura appropriata. È importante pre-fare non solo la risonanza magnetica, ma anche la TC. Quindi, durante l'operazione, il chirurgo non avrà spiacevoli sorprese per le quali non è pronto in termini materiali.
  3. Ernia intervertebrale calcificata.
    Questa è la presenza di componenti ossei che richiedono la rimozione. Di solito un tale problema richiede anche un intervento chirurgico.
  4. Patologia di Shmorlya.
    Questa è una patologia ereditaria, in cui la componente ossea non è all'altezza della struttura muscolare, in relazione alla quale si formano i vuoti nei corpi vertebrali. Il trattamento moderno di questa patologia si riduce all'osservazione delle sue dinamiche.

C'è anche una classificazione di tali malattie della colonna vertebrale, a seconda della posizione rispetto al legamento longitudinale:

  1. Anteriore.
    Questa è una delle patologie più semplici, il cui trattamento è generalmente conservativo. I sintomi della malattia sono spesso assenti e solitamente il problema viene scoperto casualmente.
  2. La parte posteriore.
    La perdita viene effettuata da dietro, nel lume del canale spinale. Questa è la posizione più comune della lesione. Il trattamento può essere conservativo. Tuttavia, se il risultato è assente entro 1 - 2 mesi, si consiglia la nomina dell'operazione.
  3. Mediana.
    La malattia è localizzata nella regione lombosacrale e si trova, in particolare, sulla vertebra transizionale (L5 / S1). Il trattamento è di solito radicale. L'operazione è prescritta in presenza di un'ampia sporgenza.
  4. Paramediano.
    Questo è il tipo più doloroso di malattia. I sintomi sono estremamente intensi, dal momento che la protrusione del contenuto della polpa si verifica nella zona della cuffia della radice nervosa ed è accompagnata dalla spremitura del sacco durale. Con questa disposizione, le lesioni spinali raccomandavano un intervento chirurgico.
  5. Laterale.
    I sintomi della malattia sono espressi dal dolore radiante.Molto spesso, la patologia si trova nella regione lombosacrale. Le sensazioni spiacevoli non possono essere completamente eliminate con analgesici. Tali sintomi pronunciati sono una conseguenza della perdita del contenuto della polpa nella tasca laterale. Il trattamento di questa patologia è un'operazione.
  6. Foraminale.
    La localizzazione può essere nella regione della colonna cervicale, toracica e lombosacrale. Allo stesso tempo, l'ernia è piccola e si gonfia in uno stretto forame forame.
  7. Extraforaminal.
    Questo danno alla colonna vertebrale è estremamente difficile da diagnosticare, è raro. Il trattamento di questa patologia spinale è chirurgico.

Le lesioni più comuni della regione lombosacrale della cresta (fino al 96% dei casi). Il secondo posto in termini di incidenza sono le ernie della regione cervicale (fino al 5% dei casi), e le più rare sono le lesioni della colonna vertebrale toracica (fino al 2% dei casi). La più rara è la patologia toracica dei dischi intervertebrali.

Consiglio importante dell'editore!

Se si verificano problemi con la condizione dei capelli, un'attenzione particolare deve essere rivolta agli shampoo che si utilizzano. Statistiche spaventose - nel 97% delle famose marche di shampoo sono componenti che avvelenano il nostro corpo. Sostanze per le quali tutti i problemi nella composizione sono indicati come sodio lauril / laureth solfato, coco solfato, PEG, DEA, MEA.

Questi componenti chimici distruggono la struttura dei riccioli, i capelli diventano fragili, perdono elasticità e forza, il colore sfuma. Inoltre, questa sostanza entra nel fegato, nel cuore, nei polmoni, si accumula negli organi e può causare varie malattie. Raccomandiamo di non usare i prodotti che contengono questa chimica. Recentemente, i nostri esperti hanno condotto analisi di shampoo, in cui il primo posto è stato preso dai fondi dell'azienda Mulsan Cosmetic.

Cos'è l'ernia del disco

Ci sono dischi tra le vertebre. Queste formazioni sono costituite da tessuto cartilagineo e fibre di collagene che formano la base dell'anulus. Al centro è il nucleo gelatinoso (polposo), che funge da ammortizzatore. Sotto l'influenza di fattori sfavorevoli, questo nucleo inizia a gonfiarsi nel canale intervertebrale, ma viene trattenuto dall'anello fibroso. Appare la protrusione. Non appena si è verificata una rottura dell'anello, si forma una protuberanza erniaria.

Fattori che contribuiscono alla comparsa di un'ernia:

  • cambiamenti di età
  • caratteristiche del sistema muscolo-scheletrico: scoliosi, debolezza dei muscoli della schiena,
  • carichi eccessivi: sollevamento pesante, movimenti improvvisi, posture scomode durante il lavoro,
  • malattie della colonna vertebrale: osteocondrosi, infezioni, lesioni.

Quanto manifesto

Per un'ernia della colonna vertebrale toracica sono caratterizzati da denunce di dolore sul fronte, sul lato del torace e nella regione interscapolare. Il dolore può essere l'herpes zoster. Qualsiasi movimento: girare, piegarsi, starnutire, respirare profondamente - provoca sofferenza. Dalla natura del dolore può essere bruciore, dolorante, lancinante e sotto forma di lombaggine.

Ma questo non è limitato a questo. Poiché l'ernia supera i limiti del disco intervertebrale, si verifica una compressione delle strutture vicine: radici nervose o midollo spinale. Le manifestazioni cliniche dipendono da dove va la protrusione erniaria.

  1. Ernia anterolaterale per lungo tempo asintomatica, ma se esposta al legamento longitudinale anteriore contribuisce allo sviluppo del dolore.
  2. Laterale (ernia laterale) può spremere le radici, che si manifesta con il dolore all'addome e al torace.
  3. L'ernia posteriore (mediana) è la più pericolosa: man mano che cresce, si osservano segni di compressione del midollo spinale. La disfunzione di organi situati nella piccola pelvi e nelle estremità inferiori viene aggiunta al dolore intenso.

Come stabilire la diagnosi

Se hai dolore nella colonna vertebrale toracica e nella zona precordiale, devi consultare immediatamente un medico. Ciò è necessario al fine di escludere la cardiopatia, che può simulare l'ernia intervertebrale.

La diagnosi è fatta sulla base di reclami, esame e dati di metodi speciali di ricerca. I più informativi sono:

  • radiografia di una specifica colonna vertebrale,
  • tomografia computerizzata (CT),
  • la risonanza magnetica (MRI) consente di impostare la posizione, la dimensione dell'ernia e le condizioni di altre strutture della colonna vertebrale e dei tessuti molli,
  • La mielografia è uno studio a raggi X che utilizza un agente di contrasto che consente di valutare lo stato del midollo spinale.

La diagnosi tempestiva della malattia consente di evitare gravi conseguenze.

farmaci

  1. Farmaci usati che riducono il dolore e hanno un effetto antinfiammatorio: Nimesulide, Meloxicam, Ksefokam, Arkoksia.
  2. Unguenti, creme o gel applicati localmente nella zona interessata. Questi sono mezzi come gel Nise, crema Aertal, unguento Indomethacin, gel Fastum. I farmaci che hanno un effetto riscaldante dovrebbero essere evitati.
  3. I rilassanti muscolari sono farmaci che riducono lo spasmo muscolare, che accompagna la sindrome del dolore e contribuisce alla comparsa di sensazioni dolorose. Può verificarsi in modo riflessivo. Questi includono: Sirdalud, Mydocalm e Baklosan.
  4. Migliora le condizioni delle vitamine del sistema nervoso B, che vengono utilizzate sotto forma di iniezioni o pillole. Questi sono Milgamma, Kombilipen, Kompligam V.
  5. Se il dolore è insopportabile, allora il blocco con Novocaina o Lidocaina può alleviare la condizione.
  6. La sindrome del dolore cronica richiede antidepressivi.

Non automedicare. Tutti i farmaci presi solo dopo aver consultato un medico.

Effetti non farmacologici

  • Dormi su una superficie dura.
  • Fai alcuni esercizi che formano il sistema muscolare e aiuta a mantenere la spina dorsale nella posizione corretta. Questi sono compiti di fisioterapia.
  • Massaggio e terapia manuale.
  • Fisioterapia con DDT ed elettroforesi.
  • Digitopressione e agopuntura.
  • Trattamento non chirurgico di ernia con l'uso di dispositivi speciali.

Se i metodi conservativi non danno un risultato positivo (il dolore persiste per diversi mesi, diventa più intenso, compaiono complicazioni sotto forma di paralisi), quindi si ricorre al trattamento chirurgico. Il disco situato tra le vertebre può essere rimosso completamente o parzialmente (microdiscectomia). Forse l'effetto laser, che evapora il nucleo gelatinoso. Come risultato di questa procedura, il disco è di dimensioni ridotte.

Per ottenere un effetto a lungo termine delle misure terapeutiche, è necessario identificare ed eliminare tutte le possibili cause che potrebbero contribuire allo sviluppo della malattia. Altrimenti, un problema simile potrebbe apparire altrove.

Come prevenire l'ernia

La prevenzione principale è seguire semplici regole:

  • evitare pesanti sforzi fisici, posture scomode e movimenti scomodi,
  • fare sport regolarmente,
  • trattare tempestivamente le malattie spinali,
  • aderire ad uno stile di vita sano.

Nonostante il fatto che le ernie tra le vertebre toraciche siano meno comuni rispetto alla regione lombare o al collo, causano non meno problemi. I sintomi della malattia sono rilevati principalmente nelle persone di età giovane e matura, che sono ancora pieni di forza e conducono uno stile di vita attivo. Se non ti prendi cura della tua salute in tempo, puoi in seguito essere disabilitato.

Scelta dell'accesso chirurgico

Determinare l'approccio per la rimozione di un'ernia di dischi intervertebrali dipende da:

  • localizzazione della protrusione (mediale, paramediale, laterale),
  • la dimensione dell'ernia e il grado di compressione del midollo spinale,
  • qualità (coerenza) dell'istruzione (magcotta o ossificata).

Pertanto, l'esame qualitativo approfondito consente non solo di effettuare la diagnosi corretta, ma anche di pianificare un intervento chirurgico. Dopo un esame RM, è consigliabile sottoporsi a una TAC, che aiuterà a determinare se l'ernia è ossificata e la mielografia con un agente di contrasto può determinare più accuratamente il livello interessato.

L'approccio extracavitario transtoracico o laterale è più giustificato per il posizionamento mediano delle ernie. Formazioni massive, mediane, ossificate che richiedono una decompressione estesa con il metodo della corporazione richiedono l'accesso transtoracico. Dopo di esso è possibile installare i sistemi di fissaggio.

Mediana, morbida, e in alcuni casi protrusioni volumetriche, è più logico rimuovere l'approccio postero-laterale con l'angolo di inclinazione massimo necessario (metodo extracavitario laterale). Ossificato (solido) posto lateralmente, ernie ottimamente curetis nella via laterale transpedicolare. Laterali, tessuti morbidi e di dimensioni più piccole sono meglio rimossi usando il metodo transponderante di conservazione dei pedicers.

Tutte le operazioni di cui sopra richiedono l'uso di un microscopio chirurgico con un ingrandimento da 8 a 10 volte e strumenti microchirurgici e, in alcuni casi, un endoscopio con monitoraggio video.

Classificazione di ernia

  1. Le ernie circolari (appaiono uniformi, attorno alla circonferenza dell'anulus, protrusione del corpo gelatinoso del nucleo).
  2. Le ernie di Schmorl. Altrimenti sono anche chiamati "ernia dei corpi vertebrali". Questa è una manifestazione speciale della degenerazione del periostio. Attraverso i micropori formati in esso, la sostanza gelatinosa del nucleo permea il tessuto osseo spugnoso che costituisce il corpo vertebrale. Un tale cambiamento totale in tutte le parti della colonna vertebrale è possibile con anomalie ereditarie (malattia di Scheuermann-Mau). Una singola lesione di questo tipo è possibile con lesione spinale o osteocondrosi.
  3. Anterolaterale (si trovano oltre il bordo del semicerchio anteriore del contorno del corpo vertebrale con possibile danno al legamento longitudinale anteriore).
  4. Laterale posteriore (oltre il contorno del semicerchio posteriore). Tra loro ci sono anche sottospecie distinte:
  • mediale (linea mediana),
  • paramediale (vicino),
  • laterale (laterale).

Di regola, la dimensione dell'ernia non supera più di 4 mm.

Sintomi di ernia intervertebrale

Ci sono tre principali sintomi ovvi:

  • dolore (specialmente dopo l'esercizio)
  • debolezza alla gamba
  • intorpidimento degli arti inferiori.

Ma se consideriamo le manifestazioni in maggiore dettaglio, i sintomi possono essere divisi in due tipi, e ogni tipo è caratterizzato da un certo stadio della malattia.

Fase 1 Sviluppo dell'ernia:
La comparsa di un processo degenerativo-distrofico in una certa parte della colonna vertebrale, che, a sua volta, porta ad una diminuzione della forza del disco intervertebrale, si formano delle crepe.
Sintomi della fase 1:

  • disturbi circolatori
  • la formazione di edema.

Stadio 2 Sviluppo dell'ernia

  • cambiando la natura del dolore,
  • dolore acuto
  • debolezza muscolare
  • perdita di sensibilità della zona per la quale la radice nervosa interessata è responsabile,
  • pelle secca nel sito di ernia,
  • violazione della sudorazione.

Inoltre, a seconda della posizione dell'ernia, i sintomi della malattia appaiono in modo diverso:

1. Cervicale

  • intorpidimento delle dita,
  • dolore alla spalla
  • dolore al braccio
  • vertigini,
  • combinazione di vertigini e mal di testa,
  • picchi di pressione.

2. Dipartimento di Thoracic

  • dolore costante nella regione toracica,
  • combinazione di dolore nella colonna vertebrale toracica con scoliosi e cifoscoliosi.

3. La regione lombare

  • intorpidimento delle dita dei piedi,
  • dolore isolato nella parte inferiore della gamba o del piede
  • intorpidimento all'inguine
  • dolore regolare (3 mesi e più) nella regione lombare,
  • dolore alla gamba, che è meno comune sul davanti, spesso sul lato e sul retro della coscia.

In quali casi vengono utilizzati i metodi di terapia di interferenza?

Nel nostro centro di riabilitazione "New Step", questo metodo viene utilizzato nel periodo post-traumatico acuto, nel periodo postoperatorio per alleviare gonfiore, dolore e anche per accelerare i processi di rigenerazione.

Neurostimolante - stimola la conduttività delle terminazioni nervose

Analgesico - anestetico. Allevia il dolore

Tropico: migliora la funzione nutrizionale dei muscoli

Smazmolitichesky - rimuove spasmi, riduzioni spastiche

Vasodilatatore: ripristina il tono dei vasi sanguigni. Migliora l'apporto di sangue nei tessuti

Indicazioni per l'applicazione del metodo di terapia di interferenza

Controindicazioni all'uso del metodo della terapia di interferenza

Malattie e lesioni del sistema muscolo-scheletrico

Cos'è un'ernia spinale sequestrata?

La colonna vertebrale è il componente principale dell'intero sistema scheletrico del corpo umano e porta con sé il carico principale di supporto. Grazie alla sua struttura anatomica, ha un ampio margine di sicurezza.

La colonna vertebrale è composta da tre dozzine di ossa separate - vertebre, unite insieme da forti dischi intervertebrali. Il disco è costituito da due parti principali. Intorno alla vertebra c'è una forte formazione del tessuto connettivo: l'anello fibroso. Dentro c'è la consistenza gelatinosa del nucleo polposo.

Nel complesso, il disco intervertebrale è una struttura molto solida in grado di assorbire impatti sufficientemente forti.

L'ernia spinale sequestrata è un termine medico per il processo patologico nel disco intervertebrale, che porta all'uscita delle sue strutture oltre la colonna vertebrale con successive alterazioni degenerative.

Cause e fattori di sviluppo

Il disco intervertebrale ha un ampio margine di sicurezza, pertanto il sequestro dell'ernia si sviluppa gradualmente. Il primo stadio è il diradamento e la rottura dell'anello fibroso. Il nucleo polposo, sotto pressione dalla massa sovrastante delle vertebre, forma una protrusione - protrusione. A seconda della posizione del difetto dell'anello fibroso, la protrusione si verifica nella direzione del canale spinale e del midollo spinale o nell'opposto.

Il secondo stadio nella formazione di un'ernia sequestrata è una svolta del nucleo polposo delle meningi. Con questo processo patologico, il midollo spinale e le radici nervose sono inevitabilmente influenzati, il che porta a compromissione della funzione motoria e sensoriale.

Il terzo stadio è il sequestro effettivo dell'ernia - l'uscita del nucleo pulpare oltre la colonna vertebrale, che di solito è accompagnata da un forte dolore.

L'erniazione sequestrata del disco intervertebrale passa attraverso tre fasi del suo sviluppo.

I fattori che contribuiscono a danneggiare il disco intervertebrale e la rottura dell'annulus includono:

  • anomalie anatomiche congenite della struttura delle vertebre e delle loro articolazioni,
  • perdita di elasticità del tessuto discale intervertebrale a causa di vari motivi
  • interruzione cronica del metabolismo dei carboidrati nel corpo
    (Diabete),
  • diminuzione della produzione di ormoni nella tiroide (ipotiroidismo),
  • precedenti lesioni spinali (contusioni, fratture, compresa la compressione),
  • cambiamenti patologici nella configurazione delle curve fisiologiche della colonna vertebrale (scoliosi),
  • sollevamento pesi
  • tipo di attività lavorativa sedentaria inattiva
  • mancanza di un corsetto muscolare sviluppato,

Quadro clinico

Non in tutti i casi il sequestro dell'ernia della colonna vertebrale è accompagnato da manifestazioni cliniche rapide. A volte questo processo viene rilevato casualmente con piccole dimensioni del focus patologico.

Il quadro clinico del sequestro dell'ernia spinale comprende i seguenti sintomi:

  • dolore severo, localizzato a seconda della posizione del disco intervertebrale nel collo, torace, parte bassa della schiena, La principale causa della sindrome del dolore è la compressione della protrusione erniaria della radice nervosa.
  • diminuzione dell'intensità del dolore in una posizione supina rilassata,
  • restrizione della mobilità nella colonna vertebrale interessata,
  • inclinazione patologica forzata del collo o del tronco dovuta alla formazione di un aumento del tono muscolare,
  • la comparsa di gonfiore doloroso nel sito di ernia sequestrata,
  • alterata funzione motoria e sensoriale
  • disuria e movimenti intestinali,

Metodi diagnostici

Le seguenti misure sono prese per stabilire la diagnosi:

  • esame da parte di un neurologo per identificare tutti i dettagli della malattia,
  • la palpazione della regione lombare consente di identificare il dolore nell'ernia sequestrata localizzata e lungo i tronchi nervosi,
  • controllare la mobilità delle articolazioni spinali rivela dolore durante la flessione, l'inflessione della schiena e la rotazione del corpo,
  • L'esame radiografico della colonna vertebrale nelle posizioni dirette e laterali è effettuato al fine di identificare la localizzazione dell'ernia sequestrata, Radiografia spinale: il principale metodo utilizzato per diagnosticare la malattia
  • la risonanza magnetica consente non solo di identificare un difetto nel disco intervertebrale, ma aiuta anche a determinare il danno associato ai corpi vertebrali e alle radici nervose del midollo spinale. Le dimensioni di un'ernia sequestrata possono variare da pochi millimetri a pochi centimetri, Imaging a risonanza magnetica - un metodo per una diagnosi accurata e dettagliata dell'ernia spinale sequestrata
  • l'elettroneuromiografia consente di vedere visivamente il passaggio di un segnale elettrico lungo il nervo e le fibre muscolari,

L'ernia sequestrata è differenziata con le seguenti malattie:

  • tumore del midollo spinale
  • anomalia anatomica del corpo vertebrale,
  • infiammazione delle radici nervose (sciatica),
  • processo infiammatorio del nervo (neurite),
  • infiammazione delle membrane del midollo spinale (epiduriti, meningiti),

Opzioni di trattamento

Il trattamento dell'ernia sequestrata della colonna vertebrale viene eseguito sotto la supervisione di un neurologo e comprende una serie di misure mediche e fisioterapiche, se necessario, di natura operativa. Nei casi non complicati, la terapia viene eseguita su base ambulatoriale. Lo sviluppo di complicanze può richiedere il ricovero in ospedale nel reparto specializzato dell'ospedale.

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica è utilizzata nel periodo acuto della malattia ed è finalizzata all'eliminazione del dolore. I preparativi sono selezionati individualmente da un medico. Per il trattamento di farmaci usati dal gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei: Ketorol, Diclofenac, Meloxicam.

Questi farmaci hanno un potente effetto analgesico, antiedemico e anti-infiammatorio. Le forme di rilascio di farmaci differiscono in una varietà che consente al medico di scegliere il metodo più appropriato di somministrazione di farmaci per il focus patologico a seconda dell'intensità della sindrome del dolore. Queste forme includono: iniezione, pillole, cerotto medico, unguento, gel.

Per migliorare la nutrizione del tessuto nervoso del midollo spinale vengono utilizzate vitamine del gruppo B: tiamina, piridossina, riboflavina.

fisioterapia

Le tecniche di fisioterapia sono parte integrante della complessa terapia della malattia. Le procedure terapeutiche sono utilizzate per eliminare il dolore, migliorare la nutrizione del tessuto nervoso, alleviare lo spasmo muscolare. Sono applicati i seguenti tipi di procedure:

  • L'elettroforesi comporta l'uso di corrente elettrica diretta di bassa intensità per l'erogazione di farmaci direttamente al centro patologico. Uno dei principali farmaci usati in questa procedura è lidaza: una sostanza specifica simile a quella contenuta nel tessuto del disco intervertebrale,
  • la terapia magnetica si basa sul pronunciato effetto antinfiammatorio di un campo magnetico alternato,
  • la terapia decimeter utilizza l'effetto antinfiammatorio delle oscillazioni ad alta frequenza del campo elettrico,
  • la terapia ad ultrasuoni ha un effetto benefico sulla circolazione del sangue nel tessuto muscolare e nervoso,
  • la laserterapia ha un marcato effetto antinfiammatorio, stimola i processi di rinnovamento tissutale,
  • i bagni di idrogeno solforato hanno un effetto positivo sui processi di rinnovamento cellulare, incluso il nervo,

Complesso approssimativo di ginnastica terapeutica a Bubnovsky

  1. Lo stretching efficace della colonna vertebrale si ottiene nel seguente modo: sdraiati sulla schiena, tira le dita dei piedi allungati. La durata dell'esercizio è di 5-10 secondi, il numero di ripetizioni è 3-4.
  2. Al fine di allungare la colonna vertebrale, è necessario prendere una posizione prona sulla schiena, alternativamente portando la gamba piegata al ginocchio al petto. La durata dell'esercizio è di diversi secondi, il numero di ripetizioni è 3-5 volte.
  3. Per rafforzare i muscoli addominali viene utilizzato sollevando il corpo da una posizione prona sull'addome. Durata dell'esercitazione 2-3 secondi, il numero di ripetizioni 3 volte.
  4. Il rafforzamento dei muscoli della schiena contribuisce all'abduzione sequenziale di una gamba dritta dalla posizione del ginocchio-polso. La durata dell'esercizio su un lato è di 3 secondi, il numero di ripetizioni è 5-10 volte.

Dopo aver appreso gli esercizi, la ginnastica viene eseguita dal paziente a casa.

Trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico è indicato per un'ernia sequestrata nei seguenti casi:

  • sindrome da dolore grave, che limita significativamente l'attività fisica,
  • rapida progressione della malattia con lo sviluppo di sintomi neurologici delle funzioni motorie e sensoriali,
  • l'inefficacia dei metodi conservativi di trattamento per sei mesi,

L'essenza dell'intervento chirurgico è rimuovere il disco intervertebrale interessato e quindi sostituirlo con un disegno speciale. L'accesso alla colonna vertebrale avviene dai processi delle vertebre e del canale spinale. Le moderne attrezzature consentono di eseguire l'operazione senza tagli attraverso forature individuali utilizzando il monitoraggio video e la tecnologia laser. Il tipo di anestesia viene selezionato individualmente dal medico in base al tipo di intervento previsto.

agopuntura

L'agopuntura (agopuntura) è un antico metodo di trattamento comprovato. La base di questo metodo di terapia è l'avvistamento dei punti attivi del corpo impostando speciali aghi. La durata della sessione da 20 a 30 minuti.

Agopuntura (agopuntura) - un metodo di targeting del focus della malattia

Il massaggio terapeutico viene utilizzato dopo la scomparsa del dolore. La procedura aiuta a migliorare il deflusso del fluido tissutale - linfa - e migliora la circolazione sanguigna del tessuto nervoso e muscolare. Inoltre, il massaggio normalizza il tono muscolare.

Il massaggio è il metodo migliore per correggere il tono patologico del muscolo vertebrale.

Auto-liquidazione del processo patologico

Il riassorbimento spontaneo di un'ernia sequestrata è un fatto scientificamente provato. Non sono forniti dati convincenti sulla frequenza di tale risultato del processo patologico nella letteratura medica. I principali meccanismi di auto-distruzione dell'ernia sono apparentemente i seguenti:

  • riduzione indipendente di ernia,
  • la disintegrazione dell'area patologica e il suo successivo riassorbimento sotto l'influenza di proteine ​​specifiche, enzimi del corpo,

Prognosi e complicanze

La prognosi del trattamento dipende dalla gravità della lesione del processo patologico del midollo spinale e delle radici nervose. La durata di un ciclo di terapia conservativa può arrivare fino a diversi mesi.

Il periodo di riabilitazione dopo il trattamento chirurgico di ernia sequestrata della colonna vertebrale può essere di diversi mesi. Nel periodo postoperatorio, viene applicato un complesso metodo di trattamento, tra cui fisioterapia, fisioterapia, massaggio, agopuntura, indossando una cintura di fissaggio (corsetto).

Nella malattia grave possono svilupparsi i seguenti tipi di complicanze:

  • sindrome da dolore intenso
  • disturbo del movimento
  • disturbo della sensibilità
  • diminuzione della massa muscolare (atrofia),
  • violazione degli organi interni (intestino, vescica),

prevenzione

Per la prevenzione della formazione di ernia spinale sequestrata, vengono utilizzate le seguenti misure:

  • dieta sana
  • esercizio misurato,
  • ginnastica industriale
  • luogo di lavoro confortevole
  • applicazione per il sollevamento di oggetti pesanti di dispositivi speciali,
  • Osservazione di un medico nello sport a livello amatoriale e professionale

Il sequestro di un ernia del disco è una malattia grave che, se non diagnosticata correttamente, porta alla paralisi dei muscoli delle estremità e al danneggiamento degli organi interni. Il trattamento della malattia è un processo lungo e testardo. L'attuazione disciplinata di tutte le raccomandazioni mediche è la chiave principale per il successo del trattamento di questa patologia.

Sviluppo dell'osteocondrosi

L'osteocondrosi può essere riconosciuta dal dolore alla regione lombare e al collo, da vertigini, quando una persona inizia ad allungarsi. Dopo un periodo di riposo, appare uno scricchiolio al minimo movimento. Non ci sono vasi sanguigni nei dischi intervertebrali, per il normale funzionamento i dischi sono tutti ottenuti dai muscoli spinali. I muscoli deboli e l'inattività fisica portano all'interruzione dell'afflusso di sangue al tessuto cartilagineo, che causa distruzione. L'involucro dei dischi perde la sua forza, appaiono rigonfiamenti che hanno un peculiare termine medico "protrusione". Le crepe appaiono sul disco spinale e si verifica un gonfiore. Come risultato di ciò, la scoliosi spinale si sviluppa in una persona.

Cause di ernia

Dopo movimenti improvvisi e sollevamento pesi, c'è una forte pressione sul disco deformato. Allo stesso tempo può fuoriuscire la sostanza che la riempie. Questo è un fenomeno pericoloso e doloroso, per evitare che si verifichi, bisogna sapere che può provocare osteocondrosi e un'ernia.

Se, tuttavia, non era possibile proteggersi, almeno uno dovrebbe stare molto attento e studiare i segni di un'ernia della colonna vertebrale, quei sintomi con cui si può riconoscere la malattia nella fase iniziale. Quindi sarà più facile affrontarlo e prescrivere il trattamento corretto.

Cause di malattia

Cosa può iniziare lo sviluppo di una malattia sgradevole e le sue complicanze:

  • L'immobilità prolungata contribuisce alla violazione del flusso sanguigno nei muscoli, che provoca ristagno nei vasi sanguigni. Una persona trascorre la maggior parte del tempo seduta: alla sua scrivania, in classe, al lavoro, a casa sul divano, al computer.
  • Il corpo ha poche vitamine e minerali necessari per il corpo. Non c'è abbastanza iodio, zinco, vitamine della categoria B e altri componenti importanti per il normale funzionamento di tutti gli organi umani.
  • Set di letti abbinati errati. Le persone che tengono il collo per lungo tempo in uno stato di tensione e coloro che lavorano al computer non dovrebbero dormire su cuscini alti. Sentendosi a disagio, cambiano la superficie per abbassarsi. Ma questo rapido cambiamento colpisce la colonna vertebrale in modo estremamente negativo.
  • L'ereditarietà è una delle cause principali delle malattie della colonna vertebrale.
  • Come risultato della ferita che gli atleti possono ottenere, sollevando attrezzature sportive pesanti.

Sintomi sintomatici

Il dolore nell'ernia intervertebrale è un sintomo pronunciato nel caso in cui si verifichi la violazione delle terminazioni nervose. Questo dolore si manifesta e diventa forte con il movimento. Pertanto, il paziente cerca di muoversi con attenzione. I muscoli sono in uno stato di stress, è difficile per un malato raddrizzare la schiena, anche inclinare la testa può ferirlo. Se l'ernia della colonna cervicale si sviluppa rapidamente, il dolore sarà più pronunciato. Potresti anche provare mancanza di respiro e problemi a urinare e svuotare l'intestino. In una persona malata diminuisce le prestazioni.

L'ernia può apparire in qualsiasi parte della colonna vertebrale, per questo la natura del dolore e i sintomi della malattia possono manifestarsi in modi diversi.

Dolore in diverse parti della colonna vertebrale

La regione lombare è danneggiata, il che significa che la parte bassa della schiena fa male, è data alla coscia, allo stinco e ai piedi. A volte le dita dei piedi sono intorpidite, ci sono disagio nella zona inguinale. I dolori sono attutiti. Il mal di schiena non può fermarsi per diversi mesi. La colonna vertebrale lombare è considerata la più comune, come osservato nell'80% dei pazienti che si sono rivolti all'ospedale per chiedere aiuto.

Se la parte vertebrale del collo è danneggiata, molto spesso il paziente lamenta dolore alla testa, perdita di pressione, svenimento, vertigini, mani spesso insensibili, dolore al braccio, spalla. In alcuni casi, i pazienti lamentano una parziale perdita di udito, visione e squilibrio.

Il formicolio alle dita è particolarmente sentito, il torpore nei palmi.

La colonna vertebrale toracica è colpita più spesso nelle donne, hanno dolore al petto e sotto le scapole.

Come riconoscere i sintomi di ernia e osteocondrosi e distinguerli?

L'osteocondrosi è caratterizzata da una dolorosa sensazione di intorpidimento alla schiena, difficoltà nel movimento, dolore al collo e alla parte bassa della schiena. Può verificarsi lo stesso intorpidimento delle estremità come nell'ernia. È molto difficile distinguere tra i sintomi di due malattie correlate della colonna vertebrale, quindi, al minimo sospetto di segni simili, si dovrebbe consultare immediatamente un medico. La patologia dei dischi sarà chiaramente visibile sulla radiografia e sarà chiaro al medico quanto si sviluppa l'ernia.

Per iniziare il trattamento, è meglio condurre ulteriori ricerche con metodi moderni. Questi includono la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica.

Nell'immagine radiografica, l'immagine apparirà chiara, ma non è affatto sicura, contrariamente ai nuovi metodi diagnostici. La risonanza magnetica esclude assolutamente l'esposizione a radiazioni pericolose ed è in grado di fornire informazioni sulla condizione dei tessuti, della cartilagine e della colonna vertebrale nel suo insieme.

L'automedicazione è vietata

Non si deve considerare che l'ernia intervertebrale è una malattia innocua che non ha violazioni chiaramente espresse di alcune parti vertebrali. Questo disturbo non costa nulla a rendere una persona invalida e costretta a letto per molti anni.

Se i sintomi sono chiaramente espressi, lo stesso, in nessun caso non può iniziare l'automedicazione. Dopo tutto, molte malattie sono difficili da riconoscere da sole, possono avere sintomi simili.

Un medico esperto prescriverà il trattamento corretto.

Un medico dovrebbe sempre essere trattato ai primi sintomi. La malattia tende a svilupparsi. Un neurologo esperto può aiutare in questo caso. Al primo ricevimento, il paziente dice di cosa si lamenta. È disturbato da un piccolo carico sulla colonna vertebrale, seduto al tavolo o sente dolore mentre giace a letto.

Dopo i reclami del paziente, il medico, conoscendo i sintomi della malattia, prescrive un esame, e già quando riceve i risultati, le immagini e le analisi - il piano di trattamento. Ma un medico esperto è già allertato da pelle secca e sudorazione anormale nel sito dell'ernia. La malattia si verifica e si sviluppa in uomini e donne, non risparmiando nessuno.

Le donne incinte, che hanno un feto, ricevono un carico enorme sulla colonna vertebrale, e questo può causare lo spostamento del disco, che è irto della comparsa di un'ernia intervertebrale. Pertanto, è necessario iniziare la lotta contro questa malattia, il più presto possibile, nella sua fase iniziale, dopo aver notato uno dei sintomi di cui sopra.Un esame completo aiuterà a fare la diagnosi più accurata e determinare il regime di trattamento.