Toracico e cervicale

Tipi di chirurgia dell'ernia spinale

La chirurgia per rimuovere un'ernia spinale nella colonna lombare è una misura estrema. Il medico prende una tale decisione solo se il paziente ha forti dolori e disturbi neurologici che non sono suscettibili di trattamento con metodi terapeutici.

Con l'operazione, è possibile eliminare rapidamente dolore e disagio, tuttavia, questo metodo di trattamento ha i suoi svantaggi.

Poiché i pazienti sono operati solo in casi estremi, i medici devono lavorare con l'area infiammata o con un sistema muscolare indebolito.

In molti modi, l'ulteriore stato di una persona dipende non solo dal chirurgo, ma anche dal paziente stesso, che dovrebbe comportarsi di conseguenza durante il periodo di riabilitazione.

Tipi di operazioni

Non molto tempo fa, l'intervento radicale standard era l'unico modo per trattare un'ernia intervertebrale. Le conseguenze di tale azione sono molto gravi e comportano principalmente la comparsa di una massa di problemi.

Viene dedicato molto tempo alla guarigione, che porta all'indebolimento dei muscoli e al rischio di recidiva. Ecco perché, al momento, questo metodo viene usato molto raramente - gli specialisti stanno cercando di minimizzare le conseguenze dell'operazione trasferita.

A questo proposito, sempre più usando un microscopio chirurgico. Le operazioni che vengono eseguite con il suo uso sono chiamate rimozione intralaminare e si riferiscono alla microchirurgia. Questo metodo è ancora usato perché non ha conseguenze gravi.

Ora per i pazienti ci sono alcune opzioni per la rimozione di un'ernia utilizzando la microchirurgia, ma gli esperti stanno ancora sviluppando nuovi modi che potrebbero aiutare a ridurre le dimensioni della lesione che si verifica dopo l'intervento chirurgico.

Vaporizzazione laser

In questo caso, utilizzando un laser, viene introdotto un fascio di luce nel tessuto della cartilagine desiderata. Ha una temperatura elevata, quindi il disco intervertebrale inizia a riscaldarsi.

Sotto l'azione della temperatura, l'acqua evapora, con conseguente riduzione delle dimensioni del disco. Anche l'ernia dovuta a questo è molto ridotta.

La procedura laser è molto popolare, è pubblicizzata attivamente in cliniche retribuite, ma a causa della novità di questo metodo, non ci sono praticamente informazioni sulle possibili conseguenze.

Va notato che dopo questo metodo, la vertebra rianimata non mostrerà mai la sua attività passata.

Mikrodisketomiya

Questa operazione è neurochirurgica, è molto efficace e non comporta conseguenze gravi. I chirurghi lo tengono con un microscopio e una lente d'ingrandimento, che è attaccato alla fronte.

Pertanto, tutte le manipolazioni avvengono con un elevato ingrandimento, che riduce al minimo il rischio di errore medico. Questo metodo può essere utilizzato per rimuovere la malattia di qualsiasi complessità e in qualsiasi luogo.

Il paziente sarà in grado di muoversi dopo questa operazione il giorno successivo, e in ospedale non si troverà più di una settimana.

Rimozione endoscopica

Questo metodo è apparso relativamente di recente, quindi ci sono molte critiche a riguardo. Con l'aiuto di un endoscopio, è possibile ridurre il trauma operativo, ma ci sono molte restrizioni da usare in termini di posizione della patologia e complessità della malattia.

Il vantaggio principale dell'endoscopio è che l'incisione sarà di soli 3 cm. In questo senso, il recupero del paziente avviene molto rapidamente.

La prima mobilità può iniziare già dal giorno dell'operazione e il paziente viene solitamente dimesso dall'ospedale il terzo o il quarto giorno.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Dopo l'intervento, il trattamento continua.In alcuni casi, anche dopo di esso, è possibile la ripresa del dolore, la perdita di sensibilità e disturbi neurologici. La riabilitazione dopo la rimozione di un'ernia intervertebrale nella regione lombare avviene in 3 fasi:

  1. Eliminazione del dolore e dei sintomi disturbanti.
  2. Normalizzazione della salute ed eliminazione delle restrizioni di mobilità.
  3. Ripristina la forza del corpo.

Il recupero dopo la rimozione di un'ernia intervertebrale della colonna lombare dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo. Tale trattamento può richiedere da tre mesi a un anno.

Ciò dipende principalmente da quanto complicato è stato l'intervento chirurgico e da come la persona lo ha sofferto.

Il processo di recupero può includere il trattamento con farmaci necessari, lo scarico regolare della colonna vertebrale con l'aiuto di speciali simulatori e esercizi di fisioterapia.

I farmaci e la necessità di visitare i simulatori possono essere prescritti solo da un medico, mentre la terapia fisica è prescritta per quasi tutti i pazienti.

Il suo scopo è quello di rafforzare i muscoli che circondano la colonna vertebrale e il tono generale del corpo. Elenchiamo gli esercizi più comuni:

  1. È necessario allungare le braccia lungo il corpo mentre si è sdraiati sulla schiena, mentre le gambe devono essere piegate. Lo scopo dell'esercizio è la tensione dei muscoli addominali. Idealmente, dovresti sentire la stampa se ci metti la mano sopra. Eseguire raccomandato non più di 15 volte al giorno.
  2. La posizione iniziale è la stessa della versione precedente, solo qui è necessario alzare il corpo. Nello stato sollevato il corpo viene tenuto per 10 secondi, dopo di che viene abbassato e tutte le azioni vengono ripetute di nuovo. L'esercizio dovrebbe essere svolto da 10 a 15 volte.
  3. Avendo preso lo stesso stato iniziale delle versioni precedenti, posizioniamo la mano destra sul ginocchio sinistro. Iniziamo a piegare la gamba alla testa e allo stesso tempo resistere con la mano. Un approccio dovrebbe durare 10 secondi, dopo di che si consiglia di rilassarsi per lo stesso tempo e cambiare le mani, le gambe. Puoi ripetere non più di 10 volte.

L'ulteriore riabilitazione della salute di una persona dipende dalla riabilitazione dopo la rimozione di un'ernia lombare. Pertanto, non trascurare le raccomandazioni del medico, altrimenti potrebbero verificarsi recidive.

Una selezione dei miei materiali utili sulla salute della colonna vertebrale e delle articolazioni, che ti consiglio di guardare:

Guarda anche molti materiali aggiuntivi utili nelle mie comunità e account sui social network:

disconoscimento

Le informazioni contenute negli articoli sono destinate esclusivamente a informazioni generali e non devono essere utilizzate per l'autodiagnosi di problemi di salute o per scopi medici. Questo articolo non sostituisce il parere medico di un medico (neurologo, terapeuta). Si prega di consultare il medico prima di sapere esattamente la causa del tuo problema di salute.

Rimozione dell'ernia spinale: indicazioni, riabilitazione, conseguenze, recensioni

28 febbraio 2017

Molto spesso ci sono persone che si lamentano del mal di schiena. Si dice che il dolore si verifica a causa di uno sforzo fisico irregolare, una dura giornata o affaticamento. Ma è sempre così? Sfortunatamente, ci sono casi in cui tali dolori sono il risultato di un'ernia spinale. Quando viene mostrata la rimozione di un'ernia della colonna vertebrale, esamineremo questo articolo.

Sono stato impegnato nel trattamento di ernie e articolazioni malate per molti anni. Posso dire con certezza che qualsiasi ernia può essere curata sempre, anche nella più antica età.

Il nostro centro è stato il primo in Russia a ricevere l'accesso certificato all'ultima droga per il trattamento dell'ernia e del dolore alle articolazioni. Ti confesso quando ho sentito parlare di lui per la prima volta - ho solo riso, perché non credevo nella sua efficacia. Ma sono rimasto stupito quando abbiamo completato i test: 4 567 persone erano completamente guarite dai loro mali, questo è più del 94% di tutte le materie. Il 5,6% ha riscontrato miglioramenti significativi e solo lo 0,4% non ha notato miglioramenti.

Questo farmaco permette nel più breve tempo possibile, letteralmente da 4 giorni, di dimenticare l'ernia e il dolore alle articolazioni, e nel giro di un paio di mesi per curare anche casi molto difficili. Inoltre, nell'ambito del programma federale, ogni residente della Federazione Russa e della CSI può riceverlo. GRATUITO.

L'ernia della colonna vertebrale è estremamente pericolosa, a causa della quale una persona sperimenta un dolore costante e incessante e i suoi organi interni sono danneggiati. Una diagnosi errata può aggravare la situazione, quindi una diagnosi accurata è estremamente importante.

Che cosa è un'ernia della colonna lombare, i sintomi e il trattamento di questa patologia, consideriamo di seguito. Da altre malattie con sintomi simili, può essere determinato dalle seguenti caratteristiche:

  • ci sono forti e pronunciati dolori che non passano, nonostante il trattamento farmacologico,
  • il paziente non può tenere le feci e l'urina,
  • possibile comparsa di paralisi degli arti inferiori,
  • riducendo il livello di sensibilità in loro,
  • dopo un ciclo di trattamento di tre mesi, le condizioni del paziente non migliorano.

Se uno qualsiasi di questi sintomi è presente, è necessario consultare immediatamente un medico. Potrebbe essere necessario rimuovere urgentemente un'ernia della colonna vertebrale. Inoltre, dovrebbe essere prestata grande attenzione alla qualifica di uno specialista. Casi in cui un medico per negligenza, impreparazione, mancanza di professionalità rende la diagnosi sbagliata non rara. E la diagnosi errata più comune è la sciatica. Un errore in assenza di trattamento può portare alla paralisi di una persona.

Questo è quanto è pericoloso il rachide lombare. I sintomi e il suo trattamento, ovviamente, sono correlati.

Stai attento!

Prima di continuare a leggere, voglio avvertirti. La maggior parte dell'ernia "curante" che pubblicizza in TV e vende nelle farmacie è un divorzio completo. All'inizio può sembrare che la crema e l'unguento siano d'aiuto, ma in realtà rimuovono solo i sintomi della malattia.

In parole semplici, compri il solito anestetico e la malattia continua a svilupparsi in una fase più difficile.

Un'ernia comune può essere un sintomo di malattie più gravi:

  • Distrofia muscolare dei glutei, coscia e gamba,
  • Pizzico del nervo sciatico,
  • Seps - avvelenamento del sangue,
  • Violazione del tono della parete muscolare dei vasi sanguigni degli arti inferiori,
  • Sindrome di equiseto, spesso con conseguente paralisi degli arti inferiori.

Come essere? - chiedi.

Abbiamo studiato un'enorme quantità di materiali e, soprattutto, abbiamo verificato nella pratica la maggior parte dei trattamenti per l'ernia. Quindi, si è scoperto che l'unico farmaco che non elimina i sintomi, ma guarisce davvero un'ernia è Hondrexil.

Questo farmaco non è venduto in farmacia e non è pubblicizzato in TV e su Internet e, secondo il programma federale, ogni residente della Federazione Russa e della CSI può ricevere il pacchetto Hondreksil GRATIS!

In modo che non pensi di essere stato risucchiato dalla prossima "crema miracolosa", non descriverò che tipo di farmaco efficace è. Se interessati, leggi tutte le informazioni su Hondrexil. Ecco il link all'articolo.

  • esercizi terapeutici
  • trattamento farmacologico,
  • tecniche di terapia manuale
  • massaggio,
  • indossa un corsetto speciale per la schiena,
  • dieta,
  • metodi popolari
  • rimozione di ernia spinale.

L'uso di ciascuna di esse è dovuto alle caratteristiche individuali di ciascun paziente e alle sue condizioni generali. Ma il miglior trattamento si basa su tutti i metodi non controindicati, cioè complessi. Ed è possibile che a causa di questa rimozione dell'ernia della colonna vertebrale non è richiesto.

Indicazioni per la chirurgia dell'ernia

Le indicazioni per l'operazione per rimuovere un'ernia della colonna vertebrale possono essere relative e assolute. Nel primo caso, diventa obbligatorio. Inoltre, l'operazione deve essere eseguita il prima possibile.

Indicazioni relative indicano che il trattamento effettuato prima non ha avuto alcun effetto sullo spostamento verso il recupero e l'operazione è ancora necessaria, ma non così urgente. È nominata se dopo due mesi di trattamento non ci sono stati cambiamenti per il meglio.

La chirurgia dell'ernia spinale può essere eseguita in diversi modi. Li elenchiamo.

assoluto

  • gravi disturbi del funzionamento degli organi pelvici (sindrome dell'equiseto), caratterizzati dalla ritenzione urinaria o dalla sua maggiore frequenza, dai cambiamenti di erezione e dalla comparsa di stitichezza,
  • atrofia muscolare e paresi degli arti inferiori. Con tali complicazioni, l'estensione e la flessione dei piedi sono disturbate,
  • ernia vertebrale con sequestro, caratterizzata da prolasso del nucleo polposo. Questa forma di ernia viola le radici nervose, per questo motivo il paziente avverte un dolore forte e acuto.

Operazioni innovative

Il trattamento chirurgico dell'ernia intervertebrale ha i suoi lati negativi e positivi.

L'unico vantaggio dell'operazione è che la rimozione dell'ernia intervertebrale mediante intervento chirurgico dà un risultato immediato.

Dopo l'operazione, il paziente non sente rigidità nei suoi movimenti, non vi è alcuna sindrome dolorosa e altri segni di malattia, come mal di testa, vertigini, ecc.

Ai lati negativi Può essere attribuito al fatto che l'operazione viene eseguita su un'area infiammata con muscoli fortemente indeboliti, e questo, purtroppo, non esclude la formazione di nuove ernie, ulteriori recidive della malattia, protrusioni di dischi intervertebrali.

Le operazioni innovative includono:

I nostri lettori scrivono

Benvenuto! Mi chiamo
Lyudmila Petrovna, voglio esprimere la mia benevolenza a te e al tuo sito.

Alla fine, sono stato in grado di liberarmi del mal di schiena. Conduco uno stile di vita attivo, vivo e godo ogni momento!

A 45 anni, la mia schiena ha cominciato a ferire. Quando ho compiuto 58 anni, sono iniziate le complicazioni, questi terribili dolori, non riesci a immaginare come fossi tormentato, tutto era molto brutto.

Tutto è cambiato quando mia figlia mi ha dato un articolo su Internet. Non ho idea di quanto sono grato a lei. Questo articolo mi ha letteralmente sollevato dal letto. Non ci credo, ma in sole 2 settimane ho guarito completamente il mal di schiena e le articolazioni. Gli ultimi anni hanno cominciato a muoversi molto, in primavera e in estate vado in campagna tutti i giorni, coltivo pomodori e li vendo sul mercato. Le zie si chiedono come riesco a farlo, da dove provengono tutte le mie forze ed energie, non crederanno che io abbia 62 anni.

Chi vuole vivere una vita lunga e vigorosa senza dolore alla schiena e alle articolazioni, impiega 5 minuti e leggi questo articolo.

endoscopica

Tale operazione viene eseguita solo con l'uso di anestesia locale.

Nel processo di intervento chirurgico, l'endoscopio viene guidato sul disco intervertebrale dell'ernia attraverso una piccola incisione (non più di 0,5 cm), tutte le azioni eseguite vengono visualizzate su un monitor speciale.

Il chirurgo sotto questo "controllo" è impegnato a rimuovere l'ernia e i resti del nucleo pulpare del disco, ma anche una piccola parte della colonna vertebrale non viene rimossa.

questo l'operazione è considerata la meno traumatica. che consente di ridurre i rischi di complicanze postoperatorie e ridurre significativamente il periodo di riabilitazione. Nella maggior parte dei casi, l'operazione è completata trattando il sito operato con un laser di recupero.

La dimissione dall'ospedale viene eseguita 1-3 giorni dopo l'operazione con la possibilità di impegnarsi in attività "non pesanti" e dopo 2-6 settimane è consentito iniziare il lavoro fisico.

microchirurgica

Storie dei nostri lettori

Curato un mal di schiena a casa. Sono passati 2 mesi da quando ho dimenticato il mal di schiena. Oh, come ero solito soffrire, era un dolore terribile, ultimamente non riuscivo a camminare correttamente. Quante volte sono andato alle cliniche, ma erano prescritte solo compresse e unguenti costosi, da cui non serviva affatto.E ora la settima settimana è finita, non mi disturba più la schiena, vado alla mia casa di campagna in un giorno, e vado a 3 km dal bus, quindi generalmente vado facilmente! Tutto grazie a questo articolo. Chiunque abbia un mal di schiena è una lettura obbligata!

Leggi l'articolo completo >>>

Se è impossibile eseguire la chirurgia spinale endoscopica, ti verrà offerta la rimozione microchirurgica dell'ernia intervertebrale.

Quando si esegue una tale operazione, le incisioni non possono essere evitate.

Un microscopio interno fornisce un microscopio interno: si trova all'esterno del corpo, quindi l'immagine risultante non è perfetta come con la chirurgia endoscopica.

  • Il danno alle terminazioni nervose è minimo,
  • La posizione poco comoda dell'ernia non diventa un ostacolo
  • L'utilizzo di microtools riduce significativamente il rischio di infiammazione.
  • La quantità di lesioni è molto piccola.
  • Dopo l'intervento, il paziente può alzarsi in 2-3 giorni.

Metodi minimamente invasivi per trattare l'ernia intervertebrale

Una malattia come un'ernia intervertebrale richiede molto raramente un intervento chirurgico importante. Di norma, l'indicazione principale è lo sviluppo di complicanze neurologiche.

Nel caso in cui non ci sia una tale minaccia, sarà sufficiente rimuovere solo la sindrome del dolore. I moderni metodi di trattamento minimamente invasivi sono assolutamente sicuri e non richiedono un recupero a lungo termine.

Sono relativamente facili da trasportare e aiutano rapidamente:

  • alleviare il dolore,
  • ridurre il rigonfiamento
  • restituire la "luminosità" della vita.

Nucleoplastica a plasma freddo

Il plasma freddo rimuove il tessuto erniario.

Un plasma speciale viene alimentato attraverso l'ago nella regione intervertebrale, che agisce sulle cellule dell'ernia a basse temperature, distruggendole completamente.

Lo svantaggio di questo trattamento è che esiste un'alta probabilità di recidiva della malattia.

Tra i vantaggi si possono identificare:

  • i sintomi del dolore scompaiono immediatamente
  • tempo di procedura da 15 a 30 minuti
  • tutto è fatto su base ambulatoriale, quindi non è richiesta una sala operatoria,
  • Non è richiesta alcuna riabilitazione

Gidroplastika

Questo metodo di terapia consiste di nucleotomia con l'aiuto di cannula speciale nella cavità del disco intervertebrale.

Dopo di ciò, una soluzione salina viene iniettata sotto pressione, che lava tutti i tessuti danneggiati del disco, a causa della quale non si formano cicatrici.

Questa manipolazione non è altamente traumatica, impedisce la necrosi del disco intervertebrale e le consente di svolgere funzioni di deprezzamento.

L'idroplastica viene solitamente eseguita in caso di dolore locale nella regione lombare, nella diagnosi di un'ernia fino a 6 mm e in presenza di dolore, caratterizzata da irradiazione agli arti inferiori.

L'idroplastica è controindicata per grandi dimensioni di ernia, presenza di patologie tumorali, grave danno all'anello fibroso, infezione generalizzata o locale.

Blocco intraosseo

L'impatto sulla colonna vertebrale viene effettuato mediante puntura, utilizzando uno speciale ago cavo.

Introdotta una soluzione farmacologica specifica che allevia il dolore.

Con questa manipolazione, viene utilizzata l'anestesia locale.

  • effetto analgesico veloce
  • i farmaci vengono consegnati al punto giusto del dipartimento e non mettono in pericolo gli organi interni.
  • la persistenza dell'effetto in ciascun caso è individuale, l'anestesia di solito dura da 1,5 a 5 anni. Se la successiva crescita dell'ernia non viene osservata, se la salute del paziente non è minacciata da alcuna complicanza, è possibile applicare diversi cicli di blocco. Tali manipolazioni forniranno per molti anni senza dolore.
  • Non puoi alzarti immediatamente dopo la procedura. Circa 5-6 ore, il paziente deve trascorrere sdraiato al fine di evitare la diffusione di farmaci iniettati in organi e tessuti stretti.

Possibili complicazioni

Solo una parola "operazione" è già stressante per una persona, dal momento che non è così sicura.

La chirurgia per rimuovere un'ernia spinale può essere una varietà pericolosa di complicanze.

Sono suddivisi in: complicazioni derivanti durante l'intervento chirurgico e complicanze postoperatorie.

Il primo potrebbe apparire durante l'operazione. Ad esempio, danni involontari ai nervi, che in futuro minacciano di paralisi e paresi. Se il chirurgo, durante l'operazione, rileva il problema che si è presentato, sarà immediatamente suturato e, in caso contrario, il paziente sarà tormentato da forti mal di testa in futuro.

In generale, tutto dipende dagli strumenti, dal metodo operativo e dalla professionalità del chirurgo.

effetti

Possibili conseguenze di tale operazione possono essere:

  • invalidità temporanea,
  • recidiva della malattia
  • la necessità di un trattamento conservativo e l'eliminazione delle cause alla radice della malattia.

L'intervento chirurgico per rimuovere un'ernia intervertebrale nella regione lombare non elimina le cause che hanno provocato la comparsa di patologia. Elimina solo il dolore e ripristina la sensibilità del corpo del paziente.

Dopo la chirurgia, al paziente viene richiesto di prescrivere un trattamento conservativo aggiuntivo, il cui scopo è quello di ripristinare completamente la colonna vertebrale, oltre a regolare il processo associato al metabolismo del corpo.

Oltre ai farmaci, al paziente viene prescritto un complesso di misure riabilitative.

I pazienti sottoposti a intervento chirurgico devono essere regolarmente controllati da uno specialista. Durante il periodo di riabilitazione e dopo di esso, ai primi sintomi di deterioramento della salute, è necessario consultare immediatamente un medico.

Il costo dell'intervento chirurgico per rimuovere un'ernia nella colonna vertebrale è determinato dalla categoria di complessità e dal suo metodo. Per non essere in una posizione scomoda, è meglio specificare i dettagli dell'operazione con il medico.

Per riferimento, è possibile visualizzare il costo approssimativo di tali operazioni:

  • Rimozione microchirurgica di un'ernia nella regione cervicale - circa $ 5,000,
  • In assenza di fratture cervicali, la stabilizzazione anteriore delle vertebre è di circa $ 5000,
  • Rimozione di un'ernia nella regione lombosacrale - circa $ 5000,
  • Il blocco dei nervi periferici e dei plessi - circa $ 300 una sessione,

Il costo per rimuovere un'ernia della colonna vertebrale utilizzando un metodo laser è costituito da valori come il costo dell'operazione, il costo della camera con i pasti, il costo dei materiali di consumo che saranno necessari per l'operazione.

Indicazioni per la chirurgia di ernia intervertebrale

Le indicazioni per la correzione chirurgica sono le seguenti:

Sequestro dell'ernia (prolasso del disco) e pressione di compressione sul midollo spinale. Questa indicazione è assoluta per l'attuazione della chirurgia, in quanto alla fine porterà a interruzioni multiple del funzionamento degli organi pelvici e della paralisi degli arti. Tra questi: dolore pronunciato, localizzato nella parte posteriore della coscia e nella zona pelvica, il loro rafforzamento quando si tossisce, l'incontinenza fecale e nelle urine, i disturbi della funzione riproduttiva, l'impotenza. Un'altra condizione simile è caratterizzata dai medici, come la compressione degli equiseti.

Lo sviluppo di disturbi neurologici.

Dolore severo, che non può essere eliminato con l'aiuto dell'esposizione al farmaco.

La mancanza di effetto della terapia conservativa per quattro mesi.

La decisione se inviare un paziente specifico per un'operazione o meno è presa da diversi medici dopo aver ricevuto tutti i dati necessari sul suo stato di salute. In particolare, dopo radiografia, CT o RM, ECG e analisi del sangue.

Metodi di rimozione di ernia intervertebrale

Ci sono molti modi per rimuovere un'ernia intervertebrale, tra cui: laser, microchirurgia, rimozione endoscopica, così come alcune altre opzioni possibili per l'intervento chirurgico.

Ma ci sono anche tecniche moderne che si riferiscono a metodi moderni poco invasivi, tra cui la nucleoplastica a plasma freddo, il blocco idroplastico e intraosseo

Blocco intestinale

Consiste nel forare la parte vertebrale con uno speciale ago cavo attraverso il quale viene introdotta una soluzione medicinale che aiuta ad alleviare il dolore. Il paziente richiede solo l'anestesia locale.

Questo metodo ha sia vantaggi che svantaggi. L'effetto è raggiunto istantaneamente, gli organi interni non sono in pericolo, dal momento che i farmaci vengono iniettati al punto - questi sono punti positivi.

L'anestesia non può durare per sempre e, di regola, il disagio ritorna dopo 1,5 - 5 anni, a seconda delle caratteristiche dell'organismo. Dopo la procedura, il paziente dovrà giacere in posizione prona per 6 ore.

Rimozione microchirurgica dell'ernia intervertebrale

Il trattamento microchirurgico viene eseguito utilizzando strumenti speciali e un microscopio. Questo metodo consente di rimuovere completamente un'ernia, o parte di essa, che si trova nel canale spinale.

È necessario prepararsi per l'intervento in anticipo. Per fare questo, dovrai rinunciare al cibo per 8 ore, sottoporsi a una risonanza magnetica e ad un esame da parte di un anestesista.

L'essenza dell'operazione è la seguente: viene praticata un'incisione sulla pelle, l'accesso ai tessuti del disco intervertebrale viene eliminato, la sua parte sotto le radici nervose viene rimossa, l'irradiazione laser viene eseguita per prevenire possibili recidive e un rapido recupero. Quindi l'incisione viene suturata. Nella regione cervicale, è spesso necessario sostituire la cartilagine rimossa con una protesi.

Il paziente, dopo aver ripreso conoscenza, dovrà arrampicarsi e camminare. Entro 2 mesi avrà bisogno di indossare un corsetto semi-rigido, o un porta collo, a seconda di dove viene rimosso il disco. L'attività fisica è consentita un mese dopo l'intervento, non fisica - una o due settimane dopo.

Rimozione laser dell'ernia intervertebrale

La rimozione laser è finalizzata alla vaporizzazione o alla ricostruzione di dischi che hanno subito modifiche. Se parliamo di vaporizzazione, è diretta alla distruzione del selvaggio danneggiato dal raggio laser. A causa dell'evaporazione delle cellule del disco, diminuisce di dimensioni e non preme più sulle terminazioni nervose e sui tessuti. Questo metodo è applicabile ai giovani con ernia di età inferiore ai 50 anni.

Il limite di età è dovuto al fatto che in età avanzata, la persona subisce cambiamenti degenerativi nella colonna vertebrale e sul lato dei tessuti erniari, è semplicemente impossibile fermarli con un raggio laser. Anestesia - locale, il tempo dell'operazione - non più di un'ora. Il paziente dovrà rimanere in ospedale sotto la supervisione di un medico per circa due ore, dopo di che potrai andare a casa. Il vantaggio della vaporizzazione laser è che i tessuti connettivi si formano nel sito di rimozione, che inibisce ulteriormente la rigenerazione dell'ernia.

Ricostruzione del disco laser. Un'altra opzione per l'intervento chirurgico che utilizza un laser è la ricostruzione del disco. L'essenza dell'impatto si riduce al suo riscaldamento, a causa del quale si verifica la crescita della cartilagine. I tessuti riempiono le fessure e il dolore scompare. È consigliabile utilizzare questo metodo nelle prime fasi della malattia.

Endoscopia intervertebrale erniata

La rimozione endoscopica di un'ernia intervertebrale viene eseguita utilizzando un dispositivo speciale - un endoscopio. Viene rimosso attraverso il forame intervertebrale laterale per installare un tubo, viene praticata un'incisione sulla pelle, tutti i tessuti vengono allontanati per accedere al disco, tutto ciò che accade è riflesso sullo schermo del monitor, che consente al medico di monitorare l'intero processo. L'ernia e il nucleo pulpare del disco vengono rimossi senza alterare la colonna vertebrale, il sito operato viene trattato con un laser.

Metodo di anestesia locale anestesia - anestesia epidurale. Il tempo dell'operazione richiede in media 40 minuti, nei casi più gravi può arrivare fino a 2 ore. Il paziente in ospedale dovrà trascorrere fino a 3 giorni, quindi è dimesso e ha l'opportunità di iniziare un lavoro fisico leggero. Dopo un mese e mezzo, puoi tornare alla vita normale.

Distruzione dei nervi intervertebrali

Distruzione a radiofrequenza. È usato nella sindrome del faceto (dolore) e consiste nel blocco del nervo bloccato mediante esposizione ad esso con il metodo di termocoagulazione con elettrodi speciali.

Tra gli svantaggi di questo metodo è la ricorrenza di sensazioni dolorose, tuttavia, il metodo di esposizione dopo un certo tempo può essere ripetuto. In questo caso, il paziente viene spedito a casa solo un'ora dopo l'intervento. Tra le controindicazioni: dipendenza da droghe, alcol e droghe, disturbi circolatori, limiti di età (oltre 75 e sotto i 18 anni).

Vertebroplastica (indurimento) di un'ernia intervertebrale

La verteboplastica appartiene alla procedura a basso impatto, che consente di fermare la crescita di protudes e la loro trasformazione in ernia del disco intervertebrale. È importante eseguire l'indurimento fino a quando le fibre nervose non sono interessate.

L'anestesia ha bisogno di local L'essenza dell'operazione è l'introduzione attraverso il catetere spinale nell'area interessata della composizione di modellazione, che è stabilizzata dagli impulsi di un laser a infrarossi. La miscela indurisce, crepe e lacune vengono riempite e fissate.

La triplice scleroterapia dà una garanzia per 10 anni e oltre, tuttavia, una scansione MRI è raccomandata almeno una volta ogni 5 anni, poiché le ernie si possono formare in altri luoghi.

Laminectomy ernia intervertebrale

Questo tipo di chirurgia è ridotto al fatto che viene rimossa una sezione del tessuto osseo della vertebra, che si trova sotto la radice del nervo e parte del disco intervertebrale. Di conseguenza, la formazione di un grande spazio che circonda il nervo, il ripristino del suo apporto di sangue e l'eliminazione del dolore.

Per eseguire la tecnica richiederà l'introduzione dell'anestesia generale, l'operazione stessa può durare fino a 3 ore. Il controllo viene eseguito con l'aiuto dei raggi X. Il paziente può rimanere in ospedale fino a 5 giorni, il tempo per limitare la mobilità è negoziato individualmente, a seconda dell'età del paziente, della gravità dell'operazione, ecc.

Ernia del disco intervertebrale

La disectomia è un metodo classico per rimuovere una grande ernia, in presenza di frammenti o in violazione dell'innervazione degli organi pelvici con sequestro. Per l'implementazione della disectomia sarà necessaria l'introduzione dell'anestesia generale.

Molto spesso, i chirurghi rimuovono l'intero disco o la maggior parte di esso, che ha un effetto pronunciato sul midollo spinale e sulla conduzione dei nervi. Se lasci il disco distrutto, è irto di remissione. Per evitare che le vertebre perdano mobilità a causa dell'assenza di un disco, nel paziente vengono inserite protesi in leghe di titanio. Inoltre, il disco di plastica necessario dalle ossa (ileale).

Il paziente dovrà rimanere a letto per una media di cinque giorni. Cavalcando nel trasporto, esercizio fisico pesante, sollevamento pesi - tutto questo è vietato per 30 giorni. I primi giorni dopo l'intervento chirurgico, dovrai indossare un corsetto di sostegno, che contribuirà alla pronta guarigione.

Dovrebbe essere chiaro che la disectomia viene eseguita solo nel caso in cui i metodi conservativi siano impotenti e altre operazioni siano impossibili. Esiste il rischio di sanguinamento e infezione, inoltre, le vertebre crescono spesso insieme immobili, il che comporta il rischio di formazione di ernie in un altro reparto.

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e qualche altra parola, premi Ctrl + Invio

Quando e cosa si può fare dopo l'intervento chirurgico per rimuovere un'ernia intervertebrale?

Alla maggior parte dei pazienti prima e dopo l'intervento viene posta una serie di domande, le più popolari delle quali sono:

Quando posso sedermi dopo la rimozione di un'ernia intervertebrale? Per sedersi dopo l'operazione eseguita è più spesso permesso non prima di dopo 6 settimane. Una tale limitazione è dovuta al fatto che i tessuti danneggiati dovranno guarire, la stessa cicatrice dovrebbe guarire, le terminazioni nervose diventeranno sensibili durante questo periodo, le funzioni della colonna vertebrale saranno ripristinate al massimo. Pertanto, il paziente deve creare le condizioni più confortevoli per la parte lesa della schiena, senza carico aggiuntivo su di essa. Quando è permesso sedersi, è impossibile rimanere in questa posizione per più di mezz'ora. Dovrai fare delle pause in 10 minuti, durante i quali dovrai stare in piedi o sdraiarti.

Quando posso rimanere incinta dopo aver rimosso un'ernia intervertebrale? Le donne non dovrebbero preoccuparsi dell'impossibilità di rimanere incinta dopo la rimozione di un'ernia intervertebrale. Tuttavia, questo può essere fatto solo dopo il pieno recupero della sezione spinale. Di norma, il processo di riabilitazione dura fino a un anno. Dopo questo tempo, è necessario sottoporsi a un esame completo, compresa una TAC o una risonanza magnetica. Se la nuova educazione non è apparsa e il luogo dell'intervento chirurgico è guarito, possiamo pianificare la gravidanza nel prossimo futuro. Tuttavia, un anno è un periodo di tempo obbligatorio che deve trascorrere prima che una donna possa sopportare un bambino senza complicazioni.

Intorpidimento della gamba dopo la rimozione dell'ernia intervertebrale. Spesso, la complicazione osservata dopo l'intervento chirurgico è intorpidimento dell'arto. È possibile che questa sensazione passerà quando il periodo di recupero è finito. In alternativa, la morte completa delle fibre sensibili potrebbe essersi verificata anche prima dell'intervento chirurgico, poiché la radice nervosa era stata schiacciata dall'ernia per un lungo periodo di tempo. Pertanto, se si presenta una sensazione di intorpidimento, è necessario sottoporsi a un ulteriore corso terapeutico, che può restituire la sensibilità persa. Questo può essere un ricevimento di neurostimolatori, fisioterapia, massaggio.

Quanto dura l'intervento? La risposta alla domanda su quanto dura l'operazione dipende dalla scelta di una particolare tecnica. Nucleoplastica plasmatica a freddo - non più di 30 minuti, idroplastica - fino a 20 minuti, blocco extratriale richiede meno di 25 minuti, rimozione laser di un'ernia - non più di 30 minuti, microdiscectomia ed endoscopia - fino a 2 ore, distruzione del nervo intervertebrale - non più di un'ora, verteboplastica - fino a un'ora, laminectomia e dispectomia - fino a 3 ore. A seconda della complessità dell'operazione, il tempo può essere ridotto o leggermente aumentato.

Quando puoi bagnare la cucitura? Il tempo in cui sarà possibile bagnare la sutura, di regola, è indicato dal medico curante. Tuttavia, questo non dovrebbe essere fatto prima di rimuovere la medicazione. Molto spesso, dopo due giorni, senza la presenza di complicanze, al paziente è permesso fare la doccia, senza il rischio di infezione. Tuttavia, per evitare lo sviluppo di possibili complicanze, devi prima consultare il tuo dottore.

Sesso e sport dopo la rimozione di un'ernia intervertebrale. Gli sport sono limitati, di regola, per un periodo fino a 3 mesi. In questo caso, non stiamo parlando di uno sforzo fisico pesante, che è proibito al paziente con un'ernia intervertebrale. Tuttavia, gli esercizi fisici minimi del complesso di terapia fisica dovrebbero essere avviati dopo pochi giorni. Tuttavia, devono essere rigorosamente regolamentati e misurati, il complesso stesso deve essere selezionato dal medico curante. Per quanto riguarda il sesso, l'ingresso in rapporti sessuali non forzati è possibile una settimana dopo l'intervento chirurgico.

La disabilità dà dopo la rimozione di un'ernia intervertebrale? La disabilità dopo l'intervento è possibile, ma è data in casi gravi.Cioè, non bisogna sperare che anche il terzo gruppo di disabilità sarà dato dopo, per esempio, un blocco intraosseo. Per fare ciò, il paziente dovrà sottoporsi a un MSE, al quale verrà inviato da un medico immediatamente dopo un'operazione grave. Tuttavia, anche se viene data la disabilità, non sarà permanente. Spesso, dopo un pieno recupero, la disabilità viene rimossa.

Riabilitazione dopo la rimozione di un'ernia intervertebrale

La riabilitazione dipende dalla complessità della chirurgia, nonché dalle condizioni del paziente. Tuttavia, non è necessario ignorare le misure di riabilitazione in ogni caso.

Le raccomandazioni generali si riducono al fatto che:

Al paziente è vietato sedere per almeno un mese e mezzo.

Evita movimenti improvvisi come: saltare, girare il busto, torcere, colpire

I viaggi di viaggio dovrebbero essere evitati, il tempo limite è di 3 mesi. Se non è possibile evitare il trasporto, il paziente deve sdraiarsi e la sua schiena deve essere sostenuta sotto forma di corsetto.

È vietato sollevare pesi. Limitazione: il peso è superiore a 2 chilogrammi, mentre il carico deve essere distribuito uniformemente su entrambe le mani

Non forzare la colonna vertebrale per più di mezz'ora. Assicurati di fare delle pause, con la transizione verso una posizione orizzontale

Il periodo di riabilitazione tardiva è ridotto all'implementazione di un complesso di terapia fisica, il passaggio di fisioterapia e viaggi al trattamento sanatorio-resort.

Corsetto dopo la rimozione di ernia intervertebrale

Il prodotto deve essere rigido e immobilizzante in modo che sia in grado di stabilizzare la colonna vertebrale e consentirne il completo recupero dopo la rimozione dell'ernia. Indossandolo non dovrebbe essere più lungo di 6 ore, se necessario, sdraiarsi, una benda rigida viene rimosso.

Prima di effettuare un acquisto, è necessario ottenere il consiglio più accurato dal proprio medico per quanto riguarda la scelta del prodotto.

Chirurgia di ernia intervertebrale: metodi e procedure, indicazioni, riabilitazione dopo

L'ernia intervertebrale è una patologia in cui una protrusione del nucleo pulpare del disco intervertebrale avviene attraverso fessure nel suo anello fibroso. Il rigonfiamento si verifica, di regola, nella parte posteriore e laterale, che porta alla spremitura delle radici nervose o del midollo spinale con lo sviluppo di sintomi neurologici persistenti: dolore, disturbi del movimento, sensibilità, problemi con la funzione di defecazione e minzione.

L'ernia intervertebrale si verifica nella maggior parte dei casi nella colonna lombare, meno spesso - nel cervicale ed estremamente raro - nel torace.

L'ernia intervertebrale è un fenomeno abbastanza comune, spesso spesso asintomatico. Ci sono anche molti metodi di trattamento non chirurgico dell'ernia del disco (che, ovviamente, non elimina l'ernia, ma piuttosto efficacemente e allevia i sintomi per molto tempo).

Si ritiene che solo nel 10% dei casi di ernia intervertebrale è proposto un intervento chirurgico. La chirurgia spinale è sempre un grosso rischio e poche garanzie. La colonna vertebrale è una struttura complessa, ogni componente morfologico in esso è molto importante e la rimozione del disco viola naturalmente la biomeccanica e le funzioni di base della colonna vertebrale.

Pertanto, nel caso di questa patologia, un'operazione viene proposta solo quando nessun altro metodo può eliminare i sintomi che tormentano il paziente. Inoltre, non vi è ancora consenso tra i medici circa le indicazioni per tale operazione.

In quali casi si propone di rimuovere chirurgicamente un'ernia intervertebrale?

Attualmente, si ritiene che la dimensione dell'ernia non influenzi la scelta del metodo di trattamento, questo è solo un fattore aggiuntivo nella decisione sull'operazione (maggiore è l'ernia in presenza di sintomi, più i chirurghi sono inclini al trattamento chirurgico).

Le principali indicazioni per la rimozione di ernia vertebrale sono la gravità dei sintomi clinici.

  • In caso di disfunzione degli organi pelvici (incontinenza o ritenzione di urina e feci). Questi sono sintomi di compressione della coda caudale del midollo spinale, l'operazione in questo caso viene effettuata urgentemente.
  • Dolore severo, che non è suscettibile di sollievo per 1,5-2 mesi, a volte richiede l'uso di analgesici narcotici.
  • Dolore, che aumenta di intensità, nonostante il trattamento conservativo.
  • Debolezza muscolare, alterazione del movimento in una o entrambe le gambe.
  • Erniazione discale sequestrata (cioè, perdita completa di un frammento del disco o nucleo pulpare). In questo caso, l'operazione viene proposta anche con sintomi non molto pronunciati.

Preparazione per la chirurgia di ernia intervertebrale

Per stabilire una diagnosi di ernia intervertebrale, determinare la sua dimensione esatta e il metodo di localizzazione viene utilizzata la risonanza magnetica della colonna vertebrale.

Immediatamente prima dell'operazione, il paziente viene esaminato:

  1. Analisi del sangue generale
  2. Analisi delle urine
  3. Coagulazione.
  4. Analisi biochimiche
  5. Radiografia dei polmoni
  6. Uno studio sui marcatori di malattie infettive.
  7. Esame di un terapeuta

L'operazione è controindicata in :

  • Malattie infettive acute
  • Malattie croniche scompensate.
  • Gravidanza.
  • Violazione del sistema di coagulazione del sangue.

Otto ore prima dell'operazione, è vietato mangiare o bere.

Periodo postoperatorio

Dopo una discectomia aperta, il riposo a letto rigoroso è prescritto per almeno 24 ore. Dopo un giorno, il drenaggio viene rimosso. Se necessario, prescritto antidolorifici e antibiotici.

Entro 3 settimane non è permesso sedersi, piegarsi, sollevare pesi. Si consiglia di andare in uno speciale corsetto lombare.

Dopo le operazioni microchirurgiche, ci si può alzare in poche ore, dopo alcuni giorni il paziente ritorna alle normali attività fisiche. Tuttavia, il sollevamento pesi e la flessione della colonna vertebrale sono ancora raccomandati per essere limitati a 4-6 settimane. Per lo stesso periodo si consiglia di fare una pausa nella guida di un'auto. Le donne non sono consigliate di rimanere incinta entro sei mesi dopo l'operazione.

Possibili complicazioni dopo l'intervento chirurgico:

  1. Bleeding.
  2. Infezione della ferita e delle guaine spinali.
  3. Danni alle membrane spinali, con la scadenza del liquido cerebrospinale.
  4. Danni alla radice nervosa o al midollo spinale.
  5. Ernia ricorrente del disco intervertebrale.

Purtroppo, Secondo le statistiche, l'operazione è efficace solo nell'80-85% dei casi. Le cause della recidiva del dolore dopo l'intervento chirurgico possono essere molto diverse:

  • Rimozione incompleta di un'ernia con una tecnica microchirurgica.
  • Il verificarsi di un'ernia in un altro disco a causa di un aumento del carico su di esso dopo la rimozione del successivo.
  • La causa del dolore non era originariamente nell'ernia del disco.

Fare o non avere un intervento chirurgico per un ernia del disco?

In caso di un'immagine nitida di compressione delle radici nervose o del midollo spinale, questa domanda di solito non vale la pena. In questo caso, l'operazione dovrebbe essere eseguita il prima possibile al fine di evitare cambiamenti irreversibili.

Dubbi possono sorgere in un paziente con una sindrome da dolore prolungato. Certamente, un'operazione è un rischio e una misura estrema. La stragrande maggioranza dei pazienti ha paura dell'operazione e cerca di ritardarla il più a lungo possibile.

Con un ernia del disco con dolore persistente, è necessario iniziare la terapia conservativa. Nell'80% dei casi, il dolore scompare. Ma il trattamento deve essere effettuato sotto la guida di un medico esperto con esperienza, preferibilmente un vertebrologo, evitando metodi "ciarlatani".

Se sono stati effettuati diversi cicli di trattamento, sono trascorsi 1,5-2 mesi e il dolore non scompare: si consiglia la chirurgia.

Che cosa è importante sapere al momento di decidere se essere d'accordo o in disaccordo su di esso?

  1. Non ci sono chiari criteri uniformi per le indicazioni per la rimozione di ernia da un intervento chirurgico. Cioè, il criterio principale sarà la percezione soggettiva del dolore da parte di ciascun paziente ("puoi sopportare il dolore - sopportalo, non puoi - operare").
  2. È meglio consultare molti medici, preferibilmente provenienti da diverse scuole cliniche. Quando riassumiamo le loro opinioni, arriviamo alla nostra decisione.
  3. Se ci sono sintomi di compressione delle radici nervose (debolezza muscolare, intorpidimento), la decisione deve essere presa entro 6 mesi. Si ritiene che dopo questo periodo l'operazione non risolverà questi problemi.
  4. Se vi sono dubbi sul costo dell'operazione, è necessario accettare il fatto che il costo del trattamento conservativo a lungo termine può superare di gran lunga il costo dell'operazione.
  5. È molto importante trovare recensioni su Internet per quelle persone che hanno già avuto questa operazione, è meglio parlare con loro nella corrispondenza personale. In generale, le revisioni di pazienti sottoposti a riparazione di ernia intervertebrale sono positive. Infatti, nell'80-90% dei casi, questa operazione è veramente efficace.

Le migliori recensioni sui metodi minimamente invasivi sono la microdiscectomia, la discectomia endoscopica o la rimozione dell'ernia laser. Una simile operazione sulla colonna vertebrale risulta malsana e non così spaventosa come sembrava. I dolori scompaiono entro pochi giorni, non c'è bisogno di rispettare il riposo a letto, solo alcune restrizioni sono richieste nel carico sulla colonna vertebrale.

Disabilità dopo discectomia

Si ritiene che dopo la chirurgia spinale una persona si disabiliti. Non lo è. Dopotutto, l'operazione per rimuovere un'ernia di un disco nella maggior parte dei casi soddisfa il suo obiettivo: curare una persona e riportarla a svolgere un carico normale.

Il foglio dell'ospedale dopo la rimozione dell'ernia è stato esteso a 1,5-2 mesi. Con un decorso favorevole del paziente torna al lavoro.

Se il lavoro è associato a un pesante lavoro fisico (sollevamento pesi, lavoro con una pala, monotono flessione-estensione della schiena), tali pazienti possono ricevere un elenco di disabilità fino a 4 mesi, o attraverso una commissione VC viene rilasciato un certificato di lavoro facile.

Il paziente viene indirizzato alla commissione per la nomina della disabilità solo se non vi è alcun effetto dall'operazione: mentre la sindrome del dolore persiste, disfunzione neurologica.

Costo del funzionamento

La discectomia può essere eseguita gratuitamente secondo la politica OMS in qualsiasi reparto neurochirurgico. Se lo si desidera, è possibile operare in una clinica privata selezionando un medico, concordando sul metodo di funzionamento. Il costo delle operazioni per rimuovere un'ernia in diverse cliniche varia da 30 a 120 mila rubli.

Traccia conclusioni

Abbiamo condotto un'indagine, esaminato un mucchio di materiali e, cosa più importante, abbiamo controllato la maggior parte dei rimedi per il trattamento della schiena. Il verdetto è:

Tutti i farmaci hanno dato un risultato temporaneo, non appena il trattamento è stato interrotto, il dolore è immediatamente tornato.

Ricordate! NON CI SONO MEZZI che ti aiuteranno a curare la schiena se non applichi un trattamento complesso: dieta, regime, esercizio fisico, ecc.

Anche i rimedi di nuova generazione per i dolori alla schiena e alle articolazioni, che l'intero Internet è pieno, non hanno prodotto risultati. Come si è scoperto - tutto questo è un inganno di marketing che guadagna enormi soldi sul fatto che sei guidato dalla loro pubblicità.

L'unica droga che ha dato significativo
il risultato è condroxile

Chiedete, perché tutti quelli che soffrono di mal di schiena in un momento non se ne sono liberati?

La risposta è semplice, Hondreksil non è venduto in farmacia e non è pubblicizzato su Internet. E se fanno pubblicità - allora questo è un FALSO.

Ci sono buone notizie, siamo andati dai produttori e abbiamo condiviso con voi un link al sito ufficiale Hondreksil. A proposito, i produttori non cercano di trarre profitto in pubblico con mal di schiena o articolazioni, per una promozione, ogni residente della Federazione Russa e della CSI può ricevere un pacchetto del farmaco GRATIS!

Lo scopo dell'operazione e le indicazioni per la sua condotta

La ragione per la formazione di un'ernia è associata allo spostamento delle vertebre che schiaccia il disco, a causa del quale il suo contenuto influenza le fibre nervose, come mostrato nell'immagine.

Le operazioni sono eseguite sia nell'uomo che negli animali (ad esempio sul dorso di un cane o di un gatto). Le indicazioni per la loro condotta sono:

  1. L'inefficacia del trattamento conservativo (farmaci, fisioterapia, indossare un corsetto).
  2. Lo stato trascurato della malattia con sintomi gravi (la gamba inizia a contrarsi o perde completamente la sua sensibilità, dolore lungo e insopportabile, ecc.).
  3. Grave danno e conseguenze (incidenti, cadute, infortuni durante le attività sportive).
  4. Complicazioni postoperatorie

L'operazione può essere prescritta nelle prime fasi della malattia, se il chirurgo è chiaro che questo metodo di trattamento sarà il più efficace. In ogni caso, l'obiettivo dell'intervento è:

  • rimozione completa di ernia
  • rimozione delle parti danneggiate del disco, delle ossa vertebrali e dei tessuti molli,
  • eliminazione dei sintomi del dolore
  • eliminazione di processi infiammatori
  • il ritorno del paziente alla vita normale.

Controindicazioni per l'intervento

Di regola, l'operazione non ha controindicazioni, ma in alcuni casi il chirurgo può rifiutarsi di eseguirlo:

  • malattie oncologiche,
  • tumori benigni nell'area chirurgica,
  • problemi di coagulazione del sangue,
  • lesioni cutanee infettive,
  • condizione grave del paziente sullo sfondo di gravi malattie (malattie cardiache e vascolari, esacerbazione dell'osteocondrosi, ecc.).

Varietà di operazioni

La medicina moderna offre diversi approcci alle operazioni per rimuovere un'ernia della colonna lombare e di altre aree. Il disco danneggiato viene rimosso, rimosso dal laser, ripristinato dall'azione laser, ecc. La scelta di un particolare metodo di trattamento richiesto in questo caso è determinata dal chirurgo, in base alla diagnosi, alle condizioni del paziente e al grado di abbandono dell'ernia.

microdiscectomia

Questa operazione (in traduzione significa "escissione minima del disco") è considerata una delle più semplici, poiché può durare da 40 minuti a un'ora (meno spesso fino a 1,5-2 ore). La procedura viene spesso eseguita in anestesia locale, a volte in anestesia generale. Lo scopo principale dell'intervento è la completa rimozione del disco interessato insieme a una protrusione (cioè l'ernia stessa), che provoca la spremitura delle fibre nervose del midollo spinale e del dolore.

Il chirurgo esegue un'incisione (non più di 4 cm di lunghezza), dopodiché fissa i tessuti molli con un riavvolgitore e accede all'area dolente. Quindi la membrana viene rimossa al di sopra delle fibre nervose (viene chiamato il legamento giallo), così come il tessuto del disco intervertebrale stesso. Allo stesso tempo, la maggior parte delle articolazioni e dei tessuti molli rimane intatta, mentre l'intervento stesso viene monitorato al microscopio.

A causa della precisione di tutte le manipolazioni, la microdiscectomia è considerata una delle operazioni meno pericolose. La probabilità di complicanze postoperatorie in questo caso è minima e l'effetto dell'intervento è garantito nei primi giorni. Una persona che ha subito la procedura di solito viene dimessa dall'ospedale già in 2-3 giorni, e il periodo di recupero totale richiede fino a 2 mesi (meno spesso - fino a sei mesi).

Riparazione laser

L'ernia può essere rimossa con metodi diversi, ma spesso si pone la domanda sul ripristino del tessuto danneggiato. Per fare questo, utilizzare i cosiddetti dischi di recupero laser, che è considerato una delle procedure più moderne e sicure. Il più spesso è effettuato sotto anestesia locale, la durata è di fino a 1-2 ore.

Lo scopo dell'intervento è quello di irradiare la parte danneggiata con il laser dello spettro infrarosso. L'energia viene fornita in modalità a impulsi, mentre il riscaldamento non supera mai i 55 o C. La parte interessata viene riscaldata simultaneamente da tre fonti per 7 minuti. Di conseguenza, si formano bolle microscopiche nei tessuti, che stimolano le cellule cartilaginee del disco, a seguito delle quali iniziano a dividersi molto più attivamente.Pertanto, i tessuti vengono ripristinati in modo naturale e spesso usano farmaci e procedure fisioterapiche per accelerare la crescita.

La crescita del tessuto cartilagineo viene attivata immediatamente durante l'operazione e dura per diversi anni, a seconda delle caratteristiche di età del paziente. Allo stesso tempo, i dolori stessi scompaiono completamente dopo 2-3 mesi. Dopo la procedura, il paziente viene dimesso dall'ospedale lo stesso (o il giorno successivo) e può anche iniziare immediatamente il lavoro. Tuttavia, lo sforzo fisico e le attività sportive attive sono consentiti solo dopo 1-2 mesi.

Nucleoplastica a plasma freddo

Questo è uno dei moderni tipi di operazioni high-tech sulla colonna vertebrale, che, grazie alla precisione della manipolazione, consente di riparare un disco danneggiato e rimuovere un'ernia con un rischio minimo di complicazioni (in 1 caso su un migliaio). La procedura inizia con una piccola puntura nei tessuti molli (tutte le azioni sono eseguite in anestesia locale).

Attraverso questa puntura, viene inserito un piccolo ago con un diametro di 2 mm attraverso il quale entra il plasma freddo (temperatura fino a +50 ° C). Questo plasma riduce gradualmente il volume del disco, a causa del quale diminuisce anche la pressione delle ossa vertebrali su di esso. Insieme al trattamento al plasma, il chirurgo rimuove le parti danneggiate e poi ricuce il sito della puntura.

I metodi di trattamento descritti sono usati per rimuovere le ernie di diverse aree: la colonna vertebrale sacrale, il torace e altre. In questo caso, il danno si trova più spesso nella parte posteriore (ad esempio, il disco l5s1) e il sacro, che è associato al carico maggiore su questa sezione (meno spesso nel torace e nel collo). Particolarmente spesso questo si osserva nei casi in cui il danno è associato a tecniche di sollevamento pesi inadeguate, a una contropressione costante dovuta a un lavoro fisicamente attivo, a lesioni sportive, ecc.

Prognosi di recupero: 5 fattori importanti

Praticamente tutti i tipi di moderne operazioni di riparazione di ernia sono ad alta tecnologia. I tessuti danneggiati vengono rimossi rapidamente e le stesse manipolazioni sono particolarmente accurate, poiché tutte le azioni sono controllate al microscopio (su uno schermo video speciale). Pertanto, per molti aspetti il ​​processo di guarigione dipende da quanto attentamente il paziente stesso tratti la sua salute. Di solito la prognosi è favorevole se sono soddisfatte le seguenti condizioni:

  1. Trattamento tempestivo al medico. Già all'inizio dei primi sintomi (mal di schiena, intorpidimento della gamba, ecc.), È necessario sottoporsi a una diagnosi per identificare le cause dell'indisponibilità.
  2. Diagnosi accurata - preferibilmente essere esaminata usando i metodi più accurati e moderni (risonanza magnetica o tomografia computerizzata).
  3. Correzione dello stile di vita, sia prima che dopo l'intervento chirurgico. Questo non solo riduce il carico sulla schiena, ma anche l'uso di una dieta per il recupero accelerato dei tessuti ossei e cartilaginei.
  4. Esatta adesione alle raccomandazioni del medico durante il periodo di riabilitazione (uso di droghe, passaggio di fisioterapia, ginnastica medica).
  5. Interventi immediati in casi gravi (dopo un infortunio, in una posizione trascurata, ecc.). Per condurre un conto operazioni ad alta tecnologia per una tassa o per quota. Tuttavia, questo dovrebbe essere fatto il più rapidamente possibile, specialmente se c'è un caso grave.

Il recupero di solito si verifica a casa, almeno - in ospedale. La riabilitazione in un sanatorio è anche possibile, i buoni possono essere acquistati di solito, meno spesso vengono rilasciati gratuitamente.

Possibili conseguenze e complicazioni dopo l'intervento

Le complicanze si verificano meno frequentemente (meno del 5-10% dei casi) e di solito non rappresentano una minaccia per la salute o la vita umana. Fondamentalmente, gli effetti postoperatori possono avere i seguenti effetti negativi:

  • recidiva dell'ernia (di solito richiede un intervento ripetuto),
  • sviluppo dell'infezione
  • reazioni allergiche cutanee
  • intorpidimento dei piedi o delle mani
  • dolori regolari e non sistematici,
  • limitazioni della mobilità e dell'esercizio fisico,
  • emicrania del midollo spinale.

Quando si individuano sintomi estranei, il paziente non deve auto-medicare - si consiglia di contattare immediatamente il medico.

Caratteristiche e regole del periodo di riabilitazione

Se i medici possono dimettersi dall'ospedale diversi giorni dopo la procedura, il periodo di riabilitazione di solito dura 1-2 mesi. In alcuni casi (malattia avanzata, condizione grave, età del paziente) possono essere necessari fino a 6 mesi e anche fino a 1 anno. In questo caso, una persona ritorna alla vita normale dopo alcune settimane. Tuttavia, in ogni caso, è necessario per lui curare la colonna vertebrale fino alla fine, seguendo le raccomandazioni del medico (compilate su un opuscolo speciale):

  1. La formazione di un'ernia può verificarsi a causa di uno sforzo fisico eccessivo, pertanto, nelle prime settimane di attività fisica, il sollevamento pesi è completamente escluso.
  2. Allo stesso tempo, il paziente usa farmaci antinfiammatori, analgesici e condroprotettori prescritti da un medico.
  3. Allo stesso tempo mostra le procedure di massaggio e fisioterapia.
  4. Quasi dai primi giorni il paziente si sottopone al recupero con l'aiuto di esercizi di fisioterapia.
  5. Anche la correzione dello stile di vita in termini di nutrizione è molto importante: il medico prescrive una dieta arricchita con calcio, vitamina D e altre sostanze che contribuiscono al rapido ripristino del tessuto osseo e cartilagineo.

Cliniche e costo della chirurgia

Vari tipi di procedure descritte sono eseguite sia in Russia che all'estero (Germania, Israele, Ucraina, Cina, USA, ecc.). Il costo della chirurgia dell'ernia spinale dipende dalla diagnosi specifica, così come dalla clinica stessa. Tali interventi sono condotti in diverse città della Russia. Diverse offerte di prezzo sono descritte nella tabella.

Tipi di operazioni

Se le indicazioni per le operazioni sono chiare, la scelta del tipo di chirurgia è più complicata. Il tipo di intervento chirurgico per l'ernia della colonna lombare dipende da una serie di fattori, che sono determinati da una diagnosi approfondita:

  • Dimensioni di ernia
  • La grandezza della sporgenza del nucleo pulpare.
  • Classificazione ed estensione della rottura dell'anello fibroso del segmento danneggiato.
  • In quale direzione c'era una sporgenza.
  • La gravità del processo patologico, a seconda delle caratteristiche del pizzicamento dei nervi e dei vasi sanguigni nella colonna vertebrale.

Inoltre, nella maggior parte dei casi, a causa della grande varietà di metodi chirurgici (il disco viene rimosso o ripristinato), si deve scegliere tra diverse opzioni. In questo caso, il desiderio del paziente, l'attrezzatura della clinica, il costo dell'operazione diventano un argomento pesante.

Prima di eseguire l'operazione o nella fase di scelta del tipo di intervento chirurgico, il medico deve consigliare il paziente sullo specifico dell'operazione, sulle possibili conseguenze, sulle complicazioni e su altre cose.

Per avere una comprensione più dettagliata dei metodi di trattamento chirurgico dell'ernia lombare, vale la pena considerare separatamente ogni tipo di chirurgia.

Rimozione interlaminare

L'ernia del disco interlaminare nella colonna lombare comporta la realizzazione di un'incisione al fine di asportare ulteriormente l'area dell'ernia comprimendo le terminazioni nervose. La rimozione avviene esclusivamente nell'area tra le vertebre, dopodiché viene installato un impianto a questo punto, evitando un'ulteriore pressione sulle terminazioni nervose.

La decisione di condurre tale operazione è presa in oltre l'80% dei casi di ernia intervertebrale. Ma questo metodo ha un serio svantaggio: il recupero dura un mese dopo l'operazione, si stima 3-4, e in alcuni casi cinque mesi.

L'efficacia dell'operazione

Nonostante il fatto che l'operazione per rimuovere un'ernia della colonna lombare viene eseguita solo nei casi in cui non ci sono altre opzioni, l'efficacia di quasi tutti i metodi di intervento chirurgico è alta.

Naturalmente, è necessario prendere in considerazione il tipo specifico di procedura, che dovrebbe corrispondere al caso specifico del processo patologico. Se è necessario agire rapidamente, la chirurgia è l'opzione migliore, perché è un modo per risolvere fondamentalmente il problema, salvare rapidamente il paziente dal dolore e il rischio di gravi complicazioni.

Possibili conseguenze dell'operazione

Intervento chirurgico, se prendiamo in considerazione i metodi moderni, nel 95% dei casi ha un impatto positivo, senza complicazioni. I pazienti annotano la rapida eliminazione del dolore, seguita da un completo recupero.

Tuttavia, invadere i sistemi biologici del corpo umano è sempre un rischio, e talvolta tali procedure hanno una serie di conseguenze negative:

  • Ricorrenza di ernia (spesso contribuisce alle azioni incuranti del paziente, che non ha aspettato un recupero completo).
  • Danni alle terminazioni nervose o ad altre strutture durante l'intervento (estremamente rari).
  • La formazione di aderenze o cicatrici, che provocano ulteriore dolore.

È importante capire che i tre punti descritti sono l'eccezione alla regola piuttosto che le complicazioni spesso incontrate, hanno paura dell'operazione, se davvero ne hai bisogno, non dovresti.

Caratteristiche di riabilitazione

Come già sapete dalla descrizione dei metodi di intervento chirurgico, la maggior parte richiede una riabilitazione minima, che richiede da 2-3 giorni a 2-3 settimane.

Ma in alcuni casi, deve ancora recuperare per un lungo periodo di tempo, che richiede da 3-4 mesi a un anno. I numeri dipendono da molti fattori:

  • Stadio di progressione del processo patologico.
  • Dimensioni di ernia
  • Complicazioni.
  • L'età del paziente.
  • Il suo peso e altro ancora.

Ma qui è importante capire che quando la riabilitazione necessaria, è necessario seguire rigorosamente tutte le istruzioni del dottore. Recupero a lungo termine, con un ciclo di terapia farmacologica, fisioterapia, diverse fasi della terapia fisica - il processo scrupoloso. Ma dopo aver completamente riabilitato, ti libererai dell'ernia, del dolore, e tutto ciò che ti viene richiesto è prendersi cura della tua salute e mantenere una forma fisica ottimale per prevenire l'emergere di nuove ernie.

discotomy

La discectomia è il tipo di chirurgia più obsoleto. Consiste nel fatto che sulla pelle della schiena, in anestesia generale, viene praticata un'incisione approssimativamente uguale a otto centimetri. Dopo di ciò, attraverso di esso, il disco interessato della colonna vertebrale viene completamente rimosso, o, se possibile, solo una parte di esso.

Il principale svantaggio di questo tipo di operazione è che dopo di esso il rischio di processi infiammatori è estremamente elevato. Per prevenirli, il paziente deve essere tenuto sotto osservazione in un ospedale per almeno dieci giorni e sottoposto a terapia antibiotica.

A giudicare dalle opinioni degli specialisti, le funzioni muscoloscheletriche spinali dopo l'operazione tornano alla normalità molto più lentamente che con altri tipi di intervento chirurgico, a causa del fatto che durante essa vengono inflitte lesioni piuttosto estese.

Tuttavia, questa operazione non ha solo svantaggi. I vantaggi includono una piccola percentuale di recidive (3%). Ciò è dovuto al fatto che il disco interessato, o parte di esso, è completamente rimosso.

Riabilitazione dopo la rimozione di un'ernia spinale

Dopo che è trascorso un po 'di tempo dall'intervento chirurgico e le suture sono state rimosse, il trattamento del paziente non sarà ancora completato. Una nuova fase di azioni inizierà, piuttosto ampia, ei risultati dell'operazione dipenderanno in una certa misura da questo:

  • Il paziente dovrebbe impegnarsi regolarmente nella terapia fisica, aderire al regime quotidiano, indossare un corsetto speciale per la schiena.Tuttavia, non è possibile impegnarsi in attività fisica immediatamente dopo l'intervento chirurgico. All'inizio è necessario alzarsi con cautela, evitando movimenti inutili e improvvisi.
  • Durante il mese non è consigliabile sedersi, in modo che l'ernia non si formi di nuovo e non ci sia compressione dei dischi vertebrali. All'inizio è anche impossibile camminare e stare in piedi a lungo. Ogni ora o due hai bisogno di riposarti, sdraiati per 15 minuti.
  • Il sollevamento pesi non è permesso.
  • E le misure da ripristinare riguardano il letto. Abbiamo bisogno di un materasso ortopedico speciale e resistente.
  • Nella doccia si può andare solo tre giorni dopo l'operazione, il bagno non è raccomandato per essere preso nel primo mese dopo aver rimosso i punti.
  • Non ignorare i controlli di routine presso il medico.

Va ricordato che la recidiva non si verifica necessariamente immediatamente dopo l'intervento chirurgico. Può accadere dopo molto tempo dopo di esso.

Come fare ginnastica?

La ginnastica è molto importante dopo la rimozione di un'ernia della colonna vertebrale. Consiste dei seguenti esercizi:

  1. Sollevamenti lenti delle ginocchia piegati in posizione supina.
  2. Alzando il bacino sulle ginocchia piegate, sdraiati sulla schiena.
  3. Gambe piegate in posizione sul retro. Girare lentamente le gambe in una direzione e nell'altra. Devi cercare di mettere le ginocchia a terra.
  4. Inginocchiandosi, appoggiandosi sulle braccia, tira lentamente indietro una gamba dritta, tieni premuto per 30 secondi e cambia gamba.
  5. Stare sdraiati sullo stomaco, alternativamente sollevare e tenere le gambe.

Recensioni ed effetti della chirurgia di ernia

Secondo numerose revisioni di pazienti, le operazioni descritte, di regola, vanno bene. Le complicazioni sono rare. Il periodo di recupero dura circa sei mesi, dopo di che puoi ancora una volta vivere e lavorare.

Secondo gli esperti, se vengono seguite tutte le precauzioni e vengono seguite tutte le raccomandazioni del medico, le conseguenze dell'asportazione dell'ernia della colonna vertebrale saranno minime. Certo, molto dipende dalla qualità dell'operazione, in quanto vi è una probabilità di una ricaduta. Ma il più delle volte tutto finisce bene.

Che cosa dice la forma del naso della tua personalità? Molti esperti credono che guardando il naso, si possa dire molto sulla personalità di una persona. Pertanto, quando incontri per la prima volta, presta attenzione al naso sconosciuto.

Contrariamente a tutti gli stereotipi: una ragazza con un raro disordine genetico conquista il mondo della moda Il nome di questa ragazza è Melanie Gaidos, e irrompe rapidamente nel mondo della moda, scioccando, ispirando e distruggendo stupidi stereotipi.

Errori imperdonabili nei film che probabilmente non hai mai notato, probabilmente ci sono pochissime persone a cui non piacerebbe guardare i film. Tuttavia, anche nel miglior film ci sono errori che lo spettatore potrebbe notare.

Non farlo mai in chiesa! Se non sei sicuro di comportarti correttamente in una chiesa o meno, probabilmente non stai facendo la cosa giusta. Ecco una lista di terribili.

I nostri antenati non hanno dormito come noi. Cosa stiamo sbagliando? Questo è difficile da credere, ma gli scienziati e molti storici sono inclini a credere che l'uomo moderno non dorme affatto come i suoi antichi antenati. Inizialmente.

7 parti del corpo che non devono essere toccate: pensa al tuo corpo come a un tempio: puoi usarlo, ma ci sono alcuni luoghi sacri che non possono essere toccati. Gli studi mostrano.

Chirurgia per rimuovere un'ernia spinale: tipi, dove viene eseguita, recensioni dei pazienti e costi

Il trattamento delle ernie spinali non è sempre possibile in modo conservativo. Con l'inefficacia del trattamento tradizionale, l'ernia spinale viene rimossa chirurgicamente. Grazie all'operazione per rimuovere un'ernia della colonna vertebrale, è possibile fermare la progressione della malattia, per evitare l'ultimo pesante, per eliminare il dolore dovuto alla compressione del midollo spinale e alle sue radici.

Fattori e sintomi dei dischi intervertebrali erniati

Le ernie spinali si sviluppano più spesso dopo uno sforzo fisico eccessivo sulle vertebre e varie malattie degenerative-distrofiche:

  • esercizio eccessivo,
  • lesioni spinali
  • displasia delle articolazioni dell'anca,
  • regolare postura uniforme forzata,
  • patologia posturale,
  • cattive abitudini
  • osteocondrosi della colonna vertebrale.

Il fattore più significativo dell'ernia spinale sono le varie lesioni che i pazienti ricevono nella vita di tutti i giorni e al lavoro. Questa patologia si trova spesso negli atleti. Un tipo pericoloso è "colpo di frusta" in caso di incidente: uno spostamento brusco della colonna vertebrale in direzioni opposte.

L'osteocondrosi si manifesta con la degenerazione del tessuto cartilagineo del disco, che porta alla perdita della loro elasticità, restringendo il gap intervertebrale. Di conseguenza, diventa un luogo di alta pressione, che provoca lo sviluppo di un ernia del disco.

Nella displasia dell'anca congenita si verifica una distorsione cronica delle ossa dell'anca. Ciò a sua volta causa un carico non uniforme sulla colonna vertebrale ed è la causa delle ernie spinali.

Le ernie soffrono di persone con uno stile di vita sedentario, con un lavoro sedentario quotidiano. Il carico moderato regolare sulla schiena è importante per la prevenzione delle malattie della colonna vertebrale. Un fattore provocatorio è una posizione lunga e scomoda nelle persone con determinati tipi di professioni.

Il fumo, l'abuso di alcol e altre dipendenze non sono la causa diretta dell'ernia. Interrompono il metabolismo, la circolazione sanguigna, l'apporto di ossigeno ai tessuti, che contribuiscono anche alla formazione di ernie.

In misura maggiore, la colonna lombare si carica su se stessa, quindi è più spesso affetta da ernie. La maggiore pressione di solito si verifica tra la vertebra 4-5 lombare o tra il primo sacrale e l'estrema lombare.

Tuttavia, questa patologia può svilupparsi in tutta la colonna vertebrale.

I sintomi tipici sono:

  • sindrome del dolore
  • cambiamento di sensibilità
  • indebolimento e distrofia dei muscoli.

L'ernia preme sul canale spinale, danneggiando il midollo spinale e le sue radici. Fa sì che il dolore da moderato all'inizio della malattia a insopportabile, immobilizzando il paziente.

A seconda del sito dell'ernia, il dolore può restituire alla spalla, al braccio, alla regione ascellare, alla coscia, alle natiche, diffondersi al piede. La deformazione del disco causa rigidità nell'area interessata.

Una sensazione di strisciamento sgradevole appare negli arti. Il paziente è preoccupato per la sensazione di freddo e intorpidimento delle dita delle mani o dei piedi. Questi reclami sono aggravati dopo una seduta prolungata o in piedi.

Le ernie del rachide cervicale causano disturbi nella funzione degli organi interni. Questo può manifestarsi in malfunzionamento cardiaco, patologia del tratto gastrointestinale, polmoni.

La formazione di ernia nella regione lombosacrale si manifesta con dolore nella regione del ginocchio che si irradia nella coscia e nella caviglia. A causa di innervazione muscolare alterata, si indeboliscono.

Recensioni dei pazienti

"I problemi alla schiena erano da 16 anni, e ora ho 40 anni. Qualche anno fa ho avuto una forte schiena dopo il gioco dell'hockey e la situazione è peggiorata ogni anno. Farmaci e massaggi non aiutavano, tormentati da forti dolori, non potevano camminare a causa di ciò che era d'accordo con l'operazione. Dopo l'operazione, si alzò in piedi il giorno dopo, fu dimesso dopo 6 giorni e andò a lavorare in un mese. Mi sento bene dopo un anno. "

"Il problema con la colonna vertebrale è peggiorato dopo la gravidanza. Cominciò con dolore nella parte bassa della schiena, ma a causa del dolore non riuscì a reggersi in piedi. Iniezioni e pillole quasi non hanno aiutato. Il blocco di novoca ha portato solo un miglioramento temporaneo. Le sue gambe erano insensibili e la schiena le doleva insopportabilmente. È stato operato da Baklanov. Dopo l'operazione, è diventato immediatamente più facile. Il dolore è stato disturbato per qualche tempo, ma sono stato in grado di camminare.Sono passati 3 mesi, il dolore è passato, cammino con i bambini, vado in piscina "

La chirurgia della microdiscectomia a Mosca viene eseguita:

  1. Il centro delle malattie della colonna vertebrale Baklanova ha attrezzature moderne. I dipendenti hanno sviluppato una vasta esperienza nella rimozione di ernia intervertebrale. Il trattamento viene eseguito in anestesia epidurale. Il prezzo di 86.000 rubli. incluso mrt e consumabili.
  2. Centri medici "Open Clinic". Ha una vasta esperienza nel trattamento del sistema muscolo-scheletrico e attrezzature moderne. Il costo del trattamento è di 70.000 rubli.
  3. Family Clinic è una rete di centri con il proprio laboratorio e attrezzatura diagnostica. La maggior parte dei medici con la più alta categoria e titoli accademici. Il costo dell'operazione è di 65.000 rubli.

Le moderne operazioni di rimozione dell'ernia spinale sono meno traumatiche ed efficaci. Il paziente si sente subito meglio e ritorna rapidamente al suo solito stile di vita.

Riparazione dell'ernia della colonna vertebrale - tipi di operazioni

L'ernia intervertebrale è una delle complicanze più comuni e gravi dell'osteocondrosi. Dopo tutto, la formazione di una protuberanza erniaria è accompagnata da una sindrome del dolore pronunciata e sintomi neurologici - intorpidimento e formicolio agli arti, iperezione e defecazione compromesse e disfunzione erettile. L'età dei pazienti affetti dalla malattia è di 30-60 anni, il che significa che il recupero e il ripristino della capacità lavorativa dovrebbero essere una priorità nel trattamento dell'osteocondrosi.

I metodi di trattamento per l'ernia spinale sono conservativi e operativi. I metodi conservativi includono farmaci, fisioterapia, massaggi, esercizi terapeutici. Il corso del trattamento è piuttosto lungo, ma efficace.

Trattamento chirurgico

In alcune situazioni, non è possibile evitare l'intervento del chirurgo. Il trattamento chirurgico è mostrato nelle seguenti situazioni:

  • l'ernia è grande e sequestrata, cioè c'è una completa perdita e separazione del nucleo,
  • compressione del midollo spinale e sintomi neurologici sotto forma di disturbi della sensibilità e disturbi degli organi pelvici,
  • forte dolore, che è poco alleviato dagli antidolorifici,
  • mancanza di effetto dalla terapia conservativa per due mesi.

Oggi, tutti i tipi di chirurgia dell'ernia spinale sono suddivisi in tradizionali e non traumatici. La scelta del metodo di intervento chirurgico dipende dall'età e dalle condizioni del paziente, dai sintomi della malattia, dalla sua influenza sulla vita quotidiana e dalle prestazioni umane.

Modi classici

I tipi tradizionali di operazioni di ernia intervertebrale includono:

  1. Discectomia - rimozione completa del disco spinale insieme all'ernia della colonna vertebrale, che comprime le radici del midollo spinale. Invece della cartilagine rimossa, viene installata una protesi in titanio che garantisce la stabilità delle vertebre. In futuro, le vertebre adiacenti crescono insieme. Questo tipo di intervento presenta degli svantaggi: la ferita è piuttosto grande e il recupero dopo l'intervento è lungo.
  2. Laminectomia - rimozione di una parte della vertebra interessata - i suoi archi. Questo elimina la compressione del midollo spinale o delle sue radici. Uno svantaggio significativo di questo tipo di intervento è l'instabilità delle vertebre, danni alle articolazioni tra le vertebre, un alto rischio di formazione di ernia ricorrente.

Queste operazioni sono eseguite in anestesia generale. Lo scarico dall'ospedale dopo gli interventi tradizionali avviene dopo una o due settimane, quindi per due mesi sono vietati la seduta e il travaglio e lo sforzo fisico è controindicato per un massimo di tre mesi. I primi mesi dopo l'intervento chirurgico, si raccomanda ai pazienti di indossare un corsetto.

Chirurgia mini-invasiva

Discectomia microchirurgica: rimozione del disco tra le vertebre mediante un microscopio operatorio. Tale tecnica è ottimale per la chirurgia dell'ernia spinale.Infatti, la probabilità di lesioni ai tronchi nervosi durante l'intervento chirurgico e l'instabilità spinale durante la microdiscectomia è minima, la scarica è possibile già da 2 a 5 giorni, e dopo due settimane il paziente ritorna al lavoro leggero.

La microdiscectomia endoscopica viene eseguita da strumenti speciali sotto il controllo visivo di una telecamera in miniatura - un endoscopio. L'accesso all'ernia viene effettuato attraverso una piccola puntura, il che significa che l'operazione è praticamente non traumatica. Il rischio di complicanze è ridotto e il periodo di recupero dopo l'intervento è minimo. Il paziente lascia la clinica il giorno successivo all'intervento e quasi immediatamente è pronto per iniziare il lavoro. E lo sforzo fisico e il sollevamento pesi sono possibili in 2-4 settimane.

Distruzione dei nervi delle articolazioni intervertebrali (nervi sfaccettati) - manipolazione microchirurgica. I nervi sono inattivati ​​dalle onde a radiofrequenza. La procedura si svolge in anestesia locale, non dura più di mezz'ora. Dopo l'intervento chirurgico, la sindrome del dolore viene immediatamente sollevata e il paziente può tornare a casa.

Chirurgia laser

La distruzione laser del disco intervertebrale è efficace nella fase iniziale inalterata della malattia. Il raggio laser produce l'evaporazione (vaporizzazione) del disco, la pressione in esso diminuisce, l'ernia diminuisce di dimensione. Il metodo è particolarmente adatto per i pazienti giovani.

Ripristino del disco laser: irradiazione delle strutture intervertebrali in una modalità speciale, a seguito della quale le cellule della cartilagine iniziano a crescere e a dividersi. La condizione del disco migliora, il dolore si ferma. La procedura è efficace dopo il trattamento chirurgico, per la prevenzione della ricorrenza della protrusione erniaria.

A proposito, potresti anche essere interessato a quanto segue GRATIS materiali:

  • Libro gratis "TOP-7 esercizi dannosi per esercizi mattutini, che dovresti evitare"
  • Restauro delle articolazioni del ginocchio e dell'anca in caso di artrosi - video gratuito del webinar, che è stato condotto dal medico di terapia fisica e medicina sportiva - Alexander Bonin
  • Lezioni gratuite per il trattamento del mal di schiena da un medico certificato di terapia fisica. Questo medico ha sviluppato un sistema di recupero unico per tutte le parti della colonna vertebrale e ha già aiutato. più di 2000 clienti con vari problemi alla schiena e al collo!
  • Vuoi imparare come trattare un nervo sciatico? Quindi guarda attentamente il video a questo link.
  • 10 componenti nutrizionali essenziali per una colonna vertebrale sana - in questo rapporto imparerai quale dovrebbe essere la tua dieta quotidiana in modo che tu e la tua colonna vertebrale siete sempre in un corpo e uno spirito sani. Informazioni molto utili!
  • Hai l'osteocondrosi? Quindi raccomandare di esplorare efficaci trattamenti lombari. osteocondrosi cervicale e toracica senza farmaci.

    Inserisci la tua e-mail per ottenere un libro gratuito "7 semplici passi per una colonna vertebrale sana"

    Quali pazienti necessitano di un intervento chirurgico?

    Le indicazioni per il trattamento chirurgico sono divise in due gruppi. Se è impossibile fare qualcosa senza un'operazione di ernia, saranno le letture assolute:

    • dolori gravi che non possono essere rimossi con altri metodi,
    • cambiamenti seri negli organi pelvici, che portano all'incapacità di trattenere le urine e le feci.

    Quando l'operazione non ha ancora una necessità assoluta, il paziente può rifiutare l'intervento chirurgico. Sebbene ci siano alcuni sintomi che indicano la presenza di protrusione nello spazio intervertebrale. Queste saranno letture relative:

    • dolori in qualsiasi parte della colonna vertebrale che il paziente è ancora in grado di sopportare,
    • interruzione parziale dell'attività motoria degli arti inferiori, ad esempio, paralisi del piede,
    • debolezza nei muscoli delle gambe, che porta all'atrofia sullo sfondo dei disturbi di innervazione,
    • la mancanza di cambiamenti positivi dopo 3 mesi di trattamento con metodi conservativi.

    Moderni tipi di chirurgia delle ernie intervertebrali

    Le moderne tecniche chirurgiche più comunemente usate includono:

    1. microdiscectomia

    Il "gold standard" per il trattamento dei difetti intervertebrali è l'intervento neurochirurgico, durante il quale viene rimossa l'ernia del disco. Questa è una chirurgia a basso impatto attraverso una piccola incisione. A causa di ciò, il recupero rapido dopo la riparazione dell'ernia è raggiunto, e il paziente non è quasi disturbato dal dolore.

    La chirurgia dell'ernia vertebrale viene eseguita sotto il controllo visivo di un microscopio utilizzando un set di strumenti microchirurgici. Allo stesso tempo, le ossa adiacenti della colonna vertebrale non sono danneggiate e la compressione dei nervi spinali viene eliminata.

    Dopo l'intervento, il paziente può sedersi. La riabilitazione non richiede più di 2-3 settimane. Successivamente, si consiglia al paziente di indossare un corsetto speciale per un massimo di 3 mesi.

    1. Chirurgia endoscopica

    La rimozione di un'ernia del disco mediante endoscopia è diventata possibile negli ultimi anni, quando le tecnologie a fibra ottica hanno iniziato a essere ampiamente utilizzate in medicina. Speciali strumenti neurochirurgici sono in grado di visualizzare la formazione tra le vertebre con danni minimi alla pelle nel sito chirurgico.

    L'operazione stessa per rimuovere un'ernia intervertebrale è quasi la stessa di una microdiscectomia convenzionale. La dimensione dell'incisione cutanea non è superiore a 2,5 cm L'intero ciclo dell'intervento viene visualizzato sul monitor.

    Un giorno dopo l'intervento, il paziente può camminare e lo scarico dall'ospedale viene effettuato il giorno 4. Il rischio di complicanze postoperatorie e la durata del periodo di recupero sono ridotti più volte.

    La rimozione dell'ernia vertebrale con un laser si riferisce ai moderni metodi di trattamento dei problemi della colonna vertebrale. Il metodo ha alcune limitazioni, ma può sostituire l'intervento radicale.

    Con l'aiuto di una puntura, una guida di luce di punta è inserita attraverso un ago speciale. Con il suo aiuto, la formazione erniaria viene riscaldata in diversi punti fino a 70 gradi. Non consente la distruzione della struttura del disco. A causa dell'evaporazione del liquido, la dimensione diminuisce e vengono stimolati i processi riparativi dello spazio intervertebrale.

    Il periodo di recupero dopo l'irradiazione laser richiede molto più tempo. Il dolore alla colonna vertebrale del paziente scompare completamente dopo pochi mesi.

    La rimozione di un'ernia intervertebrale, come procedura convenzionale, può essere completata con la terapia laser. Aiuta a rafforzare il tessuto osseo della colonna vertebrale, riduce la probabilità di distruzione del disco e impedisce la possibilità di ricorrenza della protrusione.

    1. Distruzione dei nervi intervertebrali

    Lo scopo principale della tecnica è di alleviare il dolore in un paziente causato da danni alle superfici articolari della colonna vertebrale. Innanzitutto, è necessario bloccare i recettori dello spazio intervertebrale conducendo il blocco periarticolare con un anestetico. Dopo di ciò, il chirurgo può vedere che la causa del dolore grave non è affatto un'ernia, l'intervento chirurgico per rimuoverlo non darà il risultato desiderato ed è necessario applicare il metodo di distruzione dei nervi.

    La tecnica è buona quando il trattamento chirurgico non è temporaneamente richiesto e il paziente è preoccupato per il dolore pronunciato durante i movimenti dell'estensore del flessore nella colonna vertebrale.

    In caso di danno alle ossa e necessità di rafforzare la colonna vertebrale, viene utilizzato il metodo della vertebroplastica. La chirurgia per rimuovere un'ernia intervertebrale non risolve tutti i problemi se il paziente ha una frattura delle vertebre a causa dell'osteoporosi, dopo un infortunio o se il paziente ha un tumore.

    Il rafforzamento delle superfici ossee con uno speciale cemento plastico o osseo aiuta a prevenire ulteriori deformazioni dei dischi intervertebrali e a stabilizzare la colonna vertebrale.

    I vantaggi delle tecniche chirurgiche

    Rimozione operatoria dell'ernia intervertebrale consente con un alto grado di probabilità per garantire il recupero del paziente.Quali sono gli effetti positivi dei moderni metodi di trattamento chirurgico:

    1. rapido sollievo dal dolore in un paziente che utilizza tecniche standard ed endoscopiche,
    2. tempo minimo trascorso in ospedale
    3. alta probabilità di recupero completo,
    4. la riabilitazione dopo l'intervento richiede un po 'di tempo, il che consente un recupero relativamente veloce.

    Ogni metodo ha i suoi svantaggi.

    La rimozione di un'ernia vertebrale, come qualsiasi intervento chirurgico, può portare a complicazioni. Alcuni di questi sono associati al fatto di effetti chirurgici sul corpo umano. Le complicanze più gravi dopo l'intervento chirurgico per le protrusioni del disco erniario saranno:

    • processi infettivi-infiammatori (epidurito, spondilite, osteomielite), che sono prevenuti dall'introduzione tempestiva di farmaci antibatterici,
    • la formazione di cicatrici e aderenze nel canale spinale, che altera significativamente e allunga il recupero e la riabilitazione dei pazienti,
    • deterioramento delle vertebre, con conseguente ulteriore subsidenza di esse in relazione l'una con l'altra,
    • disturbi del movimento negli arti inferiori, che sono possibili se il tessuto del midollo spinale viene danneggiato durante l'intervento chirurgico,
    • cambiamenti nella funzione degli organi pelvici, di conseguenza - lesioni dei nervi spinali.

    Qual è la probabilità di una recidiva dopo l'intervento chirurgico per rimuovere un'ernia?

    Questa è una delle domande più importanti e frequenti che si presentano in un paziente dopo l'intervento chirurgico.

    Fortunatamente, secondo le statistiche, la percentuale di recidive dopo l'intervento chirurgico non supera il 5%. La formazione ripetuta di ernia è possibile nell'area dello stesso disco, ma d'altra parte. Se il difetto erniario si forma nuovamente, allora questa è un'indicazione per il ricovero e il trattamento chirurgico ripetuto.

    La rimozione chirurgica dell'ernia intervertebrale della colonna vertebrale con la stretta considerazione di tutte le indicazioni e controindicazioni è un metodo di trattamento efficace. Dovrebbe essere compreso che l'effetto ideale dell'operazione non sarà.

    Dopo il trattamento chirurgico, sono necessarie misure di riabilitazione e riabilitazione. Indossare un corsetto è necessario per consolidare l'effetto positivo dell'operazione. In futuro, il paziente dovrebbe ricordare che un forte sforzo fisico e movimenti improvvisi del corpo possono portare alla ri-formazione della formazione erniaria in qualsiasi spazio intervertebrale. In questo caso, l'insorgenza di recidiva non dipende dalla quantità di tempo trascorso dopo l'operazione.

    Cause di ernia

    L'ernia sequestrata si sviluppa a lungo, a seguito di alterazioni degenerative nel disco intervertebrale. Le cause principali della patologia:

    • osteocondrosi spinale,
    • mancanza di esercizio fisico,
    • eccesso di peso
    • forti carichi dinamici e statici sulla colonna vertebrale,
    • violazione dei processi metabolici,
    • la presenza di difetti anatomici della colonna vertebrale, ecc.

    Per provocare lo sviluppo della malattia possono: ipotermia, sollevamento pesi, stress mentale e fisico, cattive abitudini, scarsa nutrizione, predisposizione genetica.

    Le manifestazioni cliniche della malattia dipendono dalla posizione dell'ernia. Il più delle volte si trova nella colonna lombare, al livello del disco l4 l5 e l5 s1.

    Il sintomo principale di un'ernia sequestrata è un dolore acuto che si verifica durante il sollevamento pesi, una brusca rotazione del corpo, ecc.

    Spesso sviluppa la sindrome dell'equiseto, manifestata sotto forma di disfunzione degli organi pelvici. Il paziente non è in grado di controllare la minzione e la defecazione, la sensibilità degli arti inferiori viene persa.

    Metodi di rimozione di ernia

    La rimozione dell'ernia sequestrata viene eseguita in diversi modi. La scelta del metodo richiesto viene eseguita dal medico dopo un esame completo del paziente (radiografia, imaging a risonanza magnetica o computazionale, ecc.).Si tiene conto della localizzazione della protrusione patologica, delle sue dimensioni, della presenza o dell'assenza di complicazioni.

    La rimozione classica viene eseguita utilizzando la discectomia, quando l'intero elemento viene rimosso insieme all'ernia e la laminectomia - resezione degli archi della vertebra interessata.

    Loading...