Trattamento farmacologico

Trattamento con bifosfonati nell'osteoporosi: tipi di farmaci e uso

Nonostante il fatto che le persone soffrivano di osteoporosi in ogni momento, questa malattia fu descritta per la prima volta solo nel 1925. Tuttavia, non è stato possibile scoprire il meccanismo della sua comparsa per altri 40 anni, fino al 1965, quando Robert Heaney analizzò i possibili modi di sviluppare l'osteoporosi. Il fondatore della teoria moderna che spiega la natura della diluizione della densità ossea è William Albright, che lo propose nel 1984.

Per il trattamento dell'osteoporosi, i bifosfonati sono i farmaci di scelta, sono prescritti come trattamento principale per la malattia. Appartengono ai mezzi che sono in grado di rallentare e persino di fermare la perdita ossea, che è stata ripetutamente dimostrata da studi clinici internazionali. Inoltre, l'uso di bifosfonati per patologie accompagnate da fragilità ossea può ridurre significativamente il rischio di fratture.

Cosa sono i bifosfonati

Le strutture ossee del corpo umano sono continuamente aggiornate, mentre due tipi di cellule supportano l'autoregolazione. Osteoblasti (tradotti dal greco - germogliare, sparare) - nuove cellule ossee che si trovano sui siti distrutti e ripristinanti. I giovani osteoblasti ossei in sviluppo sono ricoperti da uno strato continuo.

Gli osteoclasti rimuovono le cellule ossee sciogliendo il componente minerale e distruggendo il collagene. Normalmente, il numero di osteoclasti è regolato dalla loro autodistruzione, ma a varie interruzioni del corpo, l'omeostasi viene disturbata e rallentata - di conseguenza, gli osteoclasti iniziano a dominare gli osteoblasti.

L'azione dei bifosfati ha lo scopo di stabilizzare l'omeostasi (autoregolazione) e ripristinare il normale rapporto tra recupero e distruzione. Quando ingeriti, questi farmaci agiscono come un analogo strutturale dei regolatori naturali del metabolismo del calcio e contribuiscono alla ritenzione di calcio nelle cellule. Inoltre, le reazioni chimiche dei bifosfonati e del calcio prevengono la deposizione di sali di calcio nelle articolazioni e nei tessuti molli.

Dopo aver assunto il farmaco, le molecole del principio attivo si legano agli ioni di calcio e penetrano nel tessuto osseo, dove si accumulano. Di conseguenza, l'attività degli osteoclasti viene soppressa e l'omeostasi viene normalizzata, grazie alla quale si preservano la densità minerale ossea e la capacità di guarire se stessa.

Tipi e classificazione

I farmaci sono fabbricati sulla base di due fosfonati di PO3 e possono essere integrati con atomi di azoto. Agiscono in modo diverso, ma con lo stesso risultato: la distruzione delle cellule osteoclastiche. I bisfosfonati non azotati sono farmaci di prima generazione e successivamente hanno iniziato a produrre agenti contenenti azoto. Le medicine moderne sono fatte sulla base di acidi ibandronici e zoledronici, ma non hanno ancora ricevuto la distribuzione di massa.

L'elenco dei fondi non azotati della prima generazione comprende i seguenti farmaci:

  • Tiludronat (Skelid),
  • Etidronato di sodio (Phospotech, Xidiphon, Pleostat, Didronel),
  • Clodronat (Klobir, Lodronat, Syndronat, Bonefos).

Attualmente, i bifosfonati contenenti azoto sono più comunemente usati per l'osteoporosi:

  • Acido zoledronico - Zoledronato-Teva, Aklast, Zometa, Veroklast, Blazter, Zoledrex, Resorba, Resoclastin, Zoleriks, Rezoscan, Zolendronic Rus4,
  • Acido ibandronico - Ibandronato, Bondronato, Bonviva,
  • Acido alendronico: Fosamax, Ostepar, Forosa, Ostalon, Alenthal, Strongos, Alendrocern.

La chiave per una terapia efficace dell'osteoporosi con bifosfonati è un inizio tempestivo, perché è sempre più facile prevenire la malattia che curarla. Questo è il motivo per cui viene dato un ruolo importante agli esami preventivi e alla nomina di BF ai pazienti del gruppo a maggior rischio di sviluppare osteoporosi e fratture.

A chi sono assegnati

Il trattamento dell'osteoporosi con i rimedi BF è sempre individuale e dipende dai risultati dell'esame del paziente. Fino a poco tempo fa, gli indicatori di densitometria venivano usati per prescrivere farmaci. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha sviluppato una classificazione dell'osteoporosi per le donne in postmenopausa, secondo la quale l'indicazione per l'uso di bisfosfonati è una diminuzione dell'indice T a -2.5 e inferiore.

Successivamente, la National Osteoporosis Foundation ha ampliato la testimonianza aggiungendo loro quanto segue:

  • frattura del collo o delle vertebre del femore, identificata con metodo clinico o morfologico,
  • fratture che erano tipiche dell'osteoporosi, verificatesi in precedenza su uno sfondo di ridotta massa ossea, a -1
  • riduzione dell'indice T a -2.5 e inferiore in assenza di OP secondario,
  • osteopenia in pazienti che sono ad alto rischio - pazienti a letto e persone che ricevono un trattamento ormonale.

Gli agenti contenenti azoto sono chiamati aminobifosfonati e sono i più efficaci per l'osteoporosi.

Acido zoledronico

I farmaci a base di acido zoledronico hanno molti nomi commerciali e hanno un effetto selettivo sul tessuto osseo, inibendo l'attività degli osteoclasti. Il vantaggio di questa sostanza è l'assenza di un effetto negativo sulla formazione, mineralizzazione e forza delle ossa.

Quando si utilizza zoledronato, il calcio viene rilasciato dal tessuto osseo e il ripristino delle aree danneggiate. Il farmaco viene prescritto sotto forma di infusioni endovenose per una lenta somministrazione. Lo schema terapeutico dipende dal grado di osteoporosi, ma per ottenere il massimo effetto, l'intervallo tra la prima e la seconda infusione non deve essere inferiore a 7 giorni.

Acido ibandronico

L'acido ibandronico è un inibitore del riassorbimento osseo ed è utilizzato principalmente nel trattamento dell'osteoporosi postmenopausale. Può essere usato sotto forma di compresse o per via endovenosa. Prendi le pillole per mezz'ora prima dei pasti e altri farmaci.

Dopo aver preso il farmaco si raccomanda di stare in piedi per un'ora. I pazienti con lesioni dell'esofago, che portano a un ritardo nel suo svuotamento, i farmaci con acido ibandronico sono somministrati per via endovenosa e solo in condizioni ospedaliere.

Acido alendronico

L'acido alendronico riduce l'attività degli osteoclasti e aumenta la densità minerale ossea, favorendo la formazione di nuove cellule. Il principale ingrediente attivo dei farmaci è l'alendronato sodico triidrato. La droga più famosa di questo gruppo è Alendronato, che è disponibile in forma di compresse.

Le compresse di Alendronat vengono assunte 1 volta al giorno 2 ore prima della colazione. È consentito assumere il farmaco dopo i pasti, ma non prima di 2 ore. Quando ingerito, circa l'80% dell'alendronato si lega alle proteine ​​del sangue ed è uniformemente distribuito nei tessuti molli, e quindi nelle ossa, dove si verifica l'accumulo. La concentrazione di sodio alendronato nel sangue diminuisce rapidamente e la sostanza entra nel tessuto osseo.

Il dosaggio raccomandato è di 10 mg al giorno o 70 mg a settimana. L'uso di Alendronato è efficace nell'osteoporosi nelle donne (postmenopausale) e negli uomini, nonché nella riduzione della densità ossea a seguito del trattamento con corticosteroidi.

Istruzioni per l'uso

È importante sapere che i bifosfonati per il trattamento dell'osteoporosi sono prescritti solo da un medico, l'auto-trattamento in questo caso è inaccettabile e può causare danni irreparabili per la salute. Le sostanze terapeutiche che fanno parte del BF possono causare effetti collaterali, quindi dovrebbero essere prese correttamente.

I preparativi sono presi al mattino a stomaco vuoto, non schiarendo, non masticando e lavando giù con acqua abbastanza semplice. Caffè, succhi di frutta e bevande al latte riducono l'efficacia dei farmaci di quasi la metà. Per almeno un'ora dopo aver preso le pillole, è necessario mantenere una posizione verticale per evitare effetti traumatici sulle mucose dell'esofago e dello stomaco.

In parallelo con i bisfosfonati, sono raccomandati calcio e / o vitamina D, ma è necessario ricordare l'intervallo di 2-3 ore tra l'assunzione di diversi farmaci. La somministrazione endovenosa di BF viene effettuata lentamente, con il metodo a goccia per diverse ore. Una somministrazione troppo rapida può causare insufficienza renale acuta, particolarmente pericolosa sullo sfondo dell'ipercalcemia.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Controindicazioni per l'uso di bifosfonati sono:

  • gravidanza e allattamento,
  • età fino a 18 anni
  • esacerbazione di malattie gastrointestinali,
  • insufficienza renale
  • intolleranza individuale.

Anche se si osservano il regime posologico e il regime terapeutico, possono verificarsi effetti collaterali dei farmaci. Il più spesso è notato:

  • gastrite ed emorragie gastriche, mal di stomaco e sintomi dispeptici (flatulenza, stitichezza),
  • ricorrenti articolari, muscolari e mal di testa,
  • ipocalcemia,
  • reazioni allergiche
  • rene anormale e funzionalità epatica con uso prolungato.

Le conseguenze più gravi sono la fibrillazione (desincronizzazione del ritmo cardiaco), l'osteonecrosi della mascella e la frattura dell'anca sovversiva. Il rischio di tali complicazioni è significativamente ridotto con uno schema terapeutico ben progettato basato su un esame approfondito.

Compatibilità farmacologica

Le caratteristiche relative all'interazione farmacologica sono le seguenti:

  • in combinazione con farmaci anti-infiammatori non steroidei BF aumenta gli effetti irritanti sulle mucose dell'apparato digerente,
  • la combinazione di BF e diuretici dell'ansa aumenta significativamente il rischio di ipocalcemia e ipomagnesiemia: si verifica una brusca diminuzione del livello di calcio e magnesio nel corpo,
  • gli agenti antibatterici del gruppo degli aminoglicosidi aumentano l'effetto tossico dei bisfosfonati sui reni.

Bifosfonati semplici

I bifosfonati semplici sono farmaci che non contengono azoto: Etidronato, Tiludronato e Clodronato. I mezzi appartengono alla prima generazione di BF e subiscono uno scambio intracellulare con la partecipazione di adenosina trifosfato (ATP). Questo acido è la principale fonte di energia cellulare. I bisfosfonati senza azoto inibiscono la produzione di enzimi cellulari ATP-dipendenti, che porta alla morte di osteoclasti.

Il tiludronato è disponibile in compresse da 400 mg, che per l'osteoporosi viene assunto ogni giorno per tre mesi ogni sei mesi. La reception viene effettuata 2 ore prima dei pasti o 2 ore dopo.

Clodronate rallenta significativamente il riassorbimento delle ossa, ha un effetto analgesico e riduce il rischio di fratture. È prescritto per l'osteoporosi, metastasi maligne delle ossa (indicazione principale). Disponibile in capsule per somministrazione orale e fiale per iniezione endovenosa. La compressa da 800 mg può essere divisa in due parti per facilitare la deglutizione, ma deve essere presa immediatamente. Il contenuto delle fiale è premiscelato con 500 ml di soluzione fisiologica o glucosio al 5%.

Le indicazioni per l'etidronato sono una violazione del metabolismo del calcio, dell'osteoporosi e della degenerazione ossea. Il farmaco è disponibile in compresse e fiale. Questo è uno dei pochi prodotti che possono essere utilizzati durante l'infanzia.

L'Etidronato viene generalmente prescritto in combinazione con preparazioni di calcio, vitamina D e magnesio. Le indicazioni per l'uso sono l'osteoporosi e una diminuzione della massa ossea in presenza di artrite reumatoide. Con l'osteoporosi, il corso terapeutico varia da due a tre mesi e dopo un mese e mezzo viene ripetuto.Il dosaggio è calcolato in base al peso del paziente - 5-7 mg / kg.

In caso di diminuzione della densità ossea minerale nell'artrite reumatoide, l'etidronato viene prescritto alla dose di 5-10 mg / kg e viene bevuto per almeno un anno. Durante il trattamento con il farmaco, si raccomanda di consumare una quantità sufficiente di prodotti contenenti calcio.

Il trattamento dell'osteoporosi richiede un approccio integrato e comprende diversi gruppi di farmaci. Tuttavia, i bifosfonati oggi sono i farmaci che vengono nominati per primi. La loro ricezione può non solo rallentare il riassorbimento osseo, ma anche arrestare il processo patologico.

Osteoporosi come malattia ossea

osteoporosi - questa è una condizione patologica in cui il tessuto osseo si assottiglia gradualmente, perdendo la sua densità, che porta ad una diminuzione della forza delle ossa e ad un aumento della loro tendenza alle fratture.

Il primo stadio della malattia è considerato una leggera perdita di forza, chiamata osteopenia, quindi progredisce e lo scheletro diventa anormalmente fragile, poroso, per cui è facilmente esposto a stress meccanico e viene ferito. L'osteoporosi porta a frequenti fratture ossee, anche con piccole goccioline e protuberanze.

I componenti principali che compongono lo scheletro sono responsabili della forza delle ossa:

Quando queste sostanze vengono lavate, l'equilibrio è disturbato e il rischio di lesioni, come le crepe - una frattura dell'osso pelvico e la distruzione - una frattura dovuta alla compressione delle vertebre, aumenta.

Ci sono casi in cui i pazienti per lungo tempo non sono a conoscenza della presenza della malattia. Spesso la malattia progredisce nel periodo postmenopausale nelle donne.

I seguenti sintomi possono indicare l'osteoporosi:

  • dolore costante localizzato nel punto della lesione
  • scoliosi, postura scorretta,
  • crescita ridotta
  • fratture frequenti derivanti da lieve esposizione si verificano principalmente nelle costole, polsi, bacino, colonna vertebrale, piedi, coxartrosi,
  • guarigione lenta del danno osseo.

Azione farmacologica dei bisfosfonati

I bifosfonati (difosfonati) sono chiamati così perché le molecole di queste sostanze contengono due fosfonati (PO3). Questi composti chimici sono i più simili ai pirofosfati naturali, che non vengono scissi dagli enzimi trovati nel corpo umano.

Lo scopo principale dei farmaci bifosfonati è quello di stabilizzare lo scheletro nelle malattie accompagnate da rapida perdita ossea.

Capiremo come ciò accadrà. Normalmente, il corpo produce due tipi di celle con funzioni diverse:

  1. Osteoclasti: contribuiscono al riassorbimento (distruzione) delle vecchie cellule scheletriche.
  2. Gli osteoblasti sono coinvolti nella formazione di un nuovo tessuto.

Con l'osteoporosi, questi ultimi semplicemente non affrontano il loro compito, nel frattempo gli osteoclasti continuano a sbarazzarsi regolarmente delle vecchie cellule.

La prevenzione dell'osteoporosi e del trattamento si basa sugli effetti dei bifosfonati sugli osteoclasti, che consiste nell'inibire la loro crescita e nell'avviare il processo di autodistruzione, in conseguenza del quale l'assottigliamento osseo è sospeso. Un altro punto importante: i farmaci mantengono nelle ossa tanto bisogno di calcio e fosforo.

Inoltre, i bifosfonati sono utilizzati nella complessa terapia dei pazienti oncologici nel trattamento e per prevenire l'insorgenza di metastasi affette da osso nei tumori della mammella, dei polmoni, della prostata, dei reni e della tiroide.
Entrando nel corpo e accumulando farmaci:

  • ridurre l'elevato calcio nel sangue - ipercalcemia, che è un segno concomitante di lesioni ossee metastatiche,
  • prevenire la formazione di nuovi focolai della malattia - metastasi,
  • avere un effetto analgesico

L'indubbio vantaggio è che questi farmaci non sono ormonali e non sovraccaricano il sistema cardiovascolare. Uno svantaggio significativo può essere chiamato scarsa solubilità, che complica l'assorbimento del corpo.

Gruppi e nomi di farmaci

Esistono due tipi principali di bifosfonati, che differiscono nel modo in cui influiscono sugli osteoclasti:

  • Senza gas, o mezzi della prima generazione.
    Tali farmaci come l'Etidronato, il Clodronato e il Tiludronato sono utilizzati in modo abbastanza attivo da questo gruppo. Hanno un effetto devastante sugli osteoclasti a causa del loro assorbimento da parte di questi ultimi. Etidronato e Clodronato sono utilizzati con successo nel complesso trattamento dell'oncologia.
  • Amminobisfosfonati, con un contenuto di azoto, farmaci di seconda generazione.
    Più efficaci a causa della loro selettività quando agiscono sugli osteoclasti e sull'azione prolungata che possono avere, perché non assorbito dagli osteoclasti, a differenza dell'azoto libero. Questi sono farmaci come il Pamidronato, l'Alendronato, il Binosto, l'Ostalon. Efficace per l'osteoporosi causata dalla menopausa nelle donne, nel trattamento di pazienti oncologici con metastasi ossee.

Al momento sono già stati introdotti agenti contenenti azoto, che gli esperti fanno riferimento alla terza generazione di bisfosfonati. I loro principi attivi sono l'acido ibandronico e l'acido zoledronico. Tra i più comuni, questi sono farmaci con i nomi Bonviva, Bondronat, Zometa.

Zometa (Zoledronato) ha una speciale struttura molecolare (la presenza di due atomi di azoto nella catena laterale), che determina il potenziale più elevato dell'acido zoledronico e causa un forte aumento dell'attività del farmaco rispetto ai farmaci della precedente generazione.

Cosa è necessario sapere quando si trattano i bifosfonati

Come sapete, tutto nel cucchiaio rappresenta una medicina in una tazza può diventare veleno. Pertanto, quando si usano bifosfonati, è importante seguire le istruzioni per il dosaggio e leggere attentamente l'elenco delle controindicazioni e altre informazioni necessarie specificate nell'annotazione. Per gli stessi motivi, l'autotrattamento è pericoloso.

I farmaci possono essere usati solo come indicato dal medico curante!

Funzionalità di ricezione

Poiché i bifosfonati sono farmaci abbastanza seri, carichi di effetti collaterali, si raccomanda di seguire alcune regole quando li si applica:

  1. Prendilo al mattino a stomaco vuoto, allo stesso tempo con abbondante acqua.
    Mangiare dopo questo è consentito non prima di un'ora.
  2. Lavare esclusivamente con acqua normale non gassata. Tutte le altre bevande inibiranno l'effetto del farmaco.
  3. Entro un'ora e mezza dalla ricezione, se possibile, mantenere una posizione verticale. Durante questo periodo, la medicina raggiungerà l'intestino, riducendo al minimo il suo effetto irritante sulle pareti dell'esofago e dello stomaco.
  4. Si consiglia di assumere calcio o vitamina D in parallelo con il corso del bisfosfonato, ma devono essere consumati in conformità con gli intervalli di tempo di due ore. La ricezione simultanea di questi fondi è esclusa.

I bifosfonati parenterali sono somministrati mediante infusione endovenosa (flebo) entro 2-3 ore.

Le restrizioni per l'assunzione di bifosfonati sono:

  • la gravidanza,
  • periodo di allattamento
  • età fino a 18 anni
  • intolleranza individuale,
  • insufficienza renale
  • malattie del tratto gastrointestinale nella fase acuta.

Se segui rigorosamente questi suggerimenti, puoi evitare complicazioni o mitigare i possibili effetti collaterali dei farmaci durante il trattamento.

Spesso, quando si modifica la posizione del corpo, si percepiscono suoni estranei nell'articolazione dell'anca: scricchiolii e scatti. A volte è accompagnato dal dolore. Leggi le ragioni nell'articolo.

L'esame convenzionale a raggi X può solo rivelare un forte grado di assottigliamento dell'osso, mentre la densitometria fornisce risultati accurati sullo stato dello scheletro, motivo per cui è così importante quando si diagnostica l'osteoporosi.

Effetti collaterali e danni

Tra gli effetti negativi di assunzione frequente di bifosfonati sono:

  1. nel sistema digestivo - irritazione della mucosa dello stomaco e del duodeno, gastrite, sanguinamento, nausea, mal di stomaco, flatulenza e stitichezza,
  2. mal di testa e dolori muscolari
  3. artralgia,
  4. malattie dei reni e del fegato a causa dell'accumulo di sostanze tossiche,
  5. ipocalcemia - mancanza di calcio nel sangue,
  6. sintomi allergici.

Se si usano i bifosfonati senza autorizzazione e senza controllo, sono possibili effetti avversi più significativi, come la fibrillazione - desincronizzazione della frequenza cardiaca, osteonecrosi della mascella e fratture del risvolto del femore.

Tuttavia, la manifestazione di tutti questi sintomi indesiderati non è stata osservata in tutti i pazienti. Il trattamento e l'aderenza calcolati correttamente aiutano ad evitare effetti collaterali e minimizzano il rischio di complicanze.

Bifosfonati per il trattamento dell'osteoporosi: complicanze durante l'assunzione

Le ossa sono in uno stato permanente di ricostruzione, ma dopo 30 anni nelle donne iniziano a sciogliersi più velocementeche può essere ripristinato. Di conseguenza, dopo la menopausa, il loro diradamento, la fragilità può svilupparsi, con alti rischi di fratture. I bifosfonati rallentano questo processo. Hanno un effetto diretto sugli osteoclasti, che porta all'interruzione della loro formazione, al metabolismo e all'attività funzionale, all'induzione della loro apoptosi e, di conseguenza, alla soppressione del riassorbimento osseo.

Il rapporto sul controllo di qualità fornisce poche indicazioni specifiche sull'uso a lungo termine dei bifosfonati. È indicato che la decisione di continuare o interrompere il trattamento deve essere basata su una valutazione individuale dei rischi discussi tra il paziente e il medico. Le donne con un basso rischio di fratture o vicino alla normale densità ossea possono essere candidate a interrompere la terapia dopo 3-5 anni. Ma nei pazienti più anziani con alto rischio di fratture e bassa densità ossea, la terapia può essere utile.

I bifosfonati sono spesso attribuiti a molte donne con una diagnosi di osteopenia. È improbabile che queste donne traggano beneficio da un trattamento a lungo termine, probabilmente dovrebbero interrompere l'assunzione del farmaco dopo circa tre anni, hanno detto i ricercatori.

Non è chiaro quante donne smetteranno di assumere farmaci in base a queste raccomandazioni. Ma ora molti di loro sono stanchi della terapia e smettono di prenderla da soli, in parte a causa di richieste scomode e nella maggior parte dei casi a causa di effetti collaterali. Tuttavia, i ricercatori ritengono che il 60-70% dei pazienti attuali possa essere candidato a interrompere il trattamento con bifosfonati dopo 3 anni di assunzione.

I principali effetti collaterali che si sviluppano durante l'assunzione di bifosfonati durante l'osteoporosi

Le raccomandazioni si basano sui risultati di due studi di settore condotti dall'Università della California e da San Francisco. Si sono concentrati sull'esplorazione dell'uso a lungo termine dei farmaci. Questi studi hanno mostrato una significativa riduzione del rischio di distruzione ossea durante i primi 3 anni di terapia e il deterioramento dei pazienti con un trattamento più lungo.

In uno studio, il 10,6% delle donne ha ricevuto una frattura durante i primi tre anni di trattamento con questi farmaci, il che è un buon risultato. Ma non c'è stato alcun miglioramento nelle donne che hanno continuato a prendere bifosfonati per i prossimi 5-10 anni.

Gli studi non hanno mostrato un aumento del rischio di gravi effetti collaterali con l'uso prolungato di bifosfonati. Gli esperti dicono che la ricerca non era semplicemente abbastanza ampia da rilevare tali casi. Tuttavia, ci sono state numerose segnalazioni di rotture insolite e altri effetti collaterali, che hanno suscitato preoccupazione diffusa sui rischi legati all'uso di tali farmaci.

Possibili effetti collaterali:

  • effetti negativi delle tossine sui reni,
  • gipokaltsiemiya,
  • osteonecrosi della mascella,
  • aumento della frequenza delle fratture dell'anca,
  • alto rischio di fibrillazione atriale,
  • sintomi dispeptici sotto forma di dolore epigastrico, stitichezza o diarrea, oltre a problemi di deglutizione (disfagia),
  • erosione dell'esofago,
  • febbre e dolore muscolare
  • debolezza generale e nausea
  • reazioni dermatologiche (eritema, eruzioni cutanee di vario genere),
  • influenza negativa sugli organi della vista (molto raramente manifest).

L'efficacia dei farmaci è minima, se il livello di testosterone è ridotto. Fornisce il grado necessario di assimilazione degli elementi per ripristinare la densità ossea. Il trattamento di tali disturbi dovrebbe essere complesso e con una carenza dell'ormone il testosterone dovrebbe essere finalizzato a reintegrarlo per mantenere il calcio nelle ossa.

Pertanto, il farmaco "Osteomed" è più efficace nel trattamento e nella prevenzione dell'osteoporosi in assenza di quegli effetti collaterali che accompagnano la ricezione dei bifosfonati. Questo integratore alimentare aiuterà a reintegrare il calcio nel corpo mantenendo i normali livelli di testosterone. "Osteomed" - un mezzo per il trattamento e la prevenzione dell'osteoporosi e di altre malattie associate alla perdita ossea. Contiene citrato di calcio. Il suo vantaggio rispetto ai bifosfonati è la presenza di una covata di droni.

Composizione e forma di rilascio

La composizione delle droghe dipende dalla loro classe. I componenti contenenti azoto includono quanto segue:

  • Alendronato di sodio Rivolto alla correzione del metabolismo nel tessuto osseo.
  • Acido zoledronico. Utilizzato nel trattamento dei processi oncologici e previene anche la distruzione delle ossa.
  • Acido ibandronico Previene lo sviluppo dell'ipercalcemia.
  • Sodio ibandronato Mirato a prevenire i processi distruttivi nel tessuto osseo.

I bifosfonati privi di azoto contengono le seguenti sostanze:

  • Clodronato. È usato nel trattamento delle metastasi ossee e previene anche l'ipercalcemia.
  • Etidronate. Utilizzato nel trattamento delle neoplasie maligne e della malattia di Paget.
  • Tiludronato di sodio È mirato a mineralization e rinforzo di ossa.

I bifosfonati sono prodotti sotto forma di compresse per somministrazione orale e soluzione iniettabile.

Proprietà farmacologiche

I preparati bifosfonati hanno lo scopo di stabilizzare lo stato dello scheletro durante i processi patologici, che sono accompagnati da una diminuzione della forza delle ossa.

I farmaci contribuiscono alla ritenzione di calcio e fosforo nelle ossa, oltre a prevenire il loro diradamento. Il meccanismo d'azione è influenzato dagli osteoclasti. I bifosfonati inibiscono la loro crescita e innescano il processo di autodistruzione.

I bifosfonati sono usati nel trattamento del cancro. Impediscono la crescita delle metastasi e stabilizzano le condizioni del paziente. Se usati regolarmente, hanno i seguenti effetti:

  • Contribuire all'eliminazione del dolore.
  • Prevenire la diffusione delle metastasi.
  • Elimina il calcio

Indicazioni per l'uso

I sintomi dell'osteoporosi più spesso non compaiono, le persone possono vivere per molti anni, inconsapevoli che tali processi avvengono nei loro corpi.

I bifosfonati sono usati in molte condizioni patologiche. Questi includono:

  • Osteoporosi.
  • Osteopenia di qualsiasi tipo.
  • La malattia di Paget.
  • Ai fini preventivi con la probabilità di fratture.
  • Trattamento e prevenzione delle metastasi ossee.
  • Riduzione dei sintomi nelle fasi iniziali del danno osseo nel cancro.
  • Terapia di neoplasmi maligni stessi.
  • Ipogonadismo nelle donne.

Nella maggior parte dei casi, i biofosfonati sono usati come parte della terapia complessa. Questo ti consente di ottenere i migliori risultati in un breve periodo di tempo.

Controindicazioni e restrizioni

La presenza di controindicazioni dipende dal particolare farmaco, quindi prima di iniziare il trattamento dovresti leggere attentamente le istruzioni per l'uso.Controindicazioni comuni includono:

  • Aumento dei livelli di calcio nel corpo.
  • Ipersensibilità o intolleranza individuale alle sostanze incluse nella composizione.
  • Gravidanza in qualsiasi momento e durante l'allattamento.
  • Grave disfunzione epatica.
  • Ulcera gastrica o duodenale in fase acuta.
  • Patologia nella ghiandola mammaria.
  • Malattie del sistema ematopoietico associato al rischio di coaguli di sangue.
  • Età da bambini fino a 14 anni.

In caso di malattia renale, l'uso di droghe è permesso, ma solo con cautela. In presenza di qualsiasi malattia cronica, così come in età avanzata, è necessario visitare regolarmente il medico curante e monitorare attentamente le proprie condizioni.

Effetti collaterali

Quando si utilizzano questi farmaci possono causare i seguenti effetti collaterali:

  • Reazioni allergiche
  • Stati depressivi, disturbi del sonno.
  • Abbassare la pressione sanguigna
  • Disturbi della frequenza cardiaca
  • Dolore all'addome.
  • Nausea, vomito.
  • La comparsa di crampi muscolari.
  • Necrosi del tessuto osseo.
  • Febbre, brividi (principalmente con iniezione).

Interazione con droghe e alcol

Alcol e droghe hanno spesso un effetto negativo sul corpo.

Interazione con altri farmaci e alcool individualmente per ogni farmaco. Di seguito sono comuni:

  • Incompatibile con altri preparati iniettabili che contengono calcio.
  • I FANS con uso simultaneo esacerbano l'irritazione del rivestimento dello stomaco.
  • La ranitidina aumenta l'assorbimento dei bifosfonati.
  • L'alcol aumenta gli effetti tossici sul corpo.

Prima di iniziare la terapia, è necessario informare il medico curante circa l'assunzione di ulteriori farmaci.

overdose

All'atto dell 'uso delle dosi aumentate l'apparizione dei sintomi seguenti è possibile:

  • Nausea, vomito.
  • Disturbi del tratto gastrointestinale, manifestati da diarrea.
  • Dolore allo stomaco
  • Mal di testa e vertigini.

Se compaiono sintomi di sovradosaggio, è necessario prendere carbone attivo e smettere di usare il farmaco.

Prezzo e analoghi

Il costo dei bifosfonati può variare da 700 a 9000 rubli. Tale grande differenza è causata dalla composizione e dal tipo di farmaco. I bisfosfonati privi di azoto sono più economici di quelli contenenti azoto. Il farmaco più popolare senza azoto è Klobir, il suo costo medio è di 3000 rubli. Gli analoghi sono i seguenti farmaci:

Il loro costo è leggermente inferiore e il principio di funzionamento è identico. Tra i preparati contenenti azoto, Bondronat è in particolare richiesta, il suo costo è di 7000 rubli. Le sue controparti sono:

Selezionare uno strumento simile può essere solo uno specialista. Controindicazioni ed effetti collaterali possono variare, quindi l'automedicazione non è strettamente raccomandata.

alendronato

Le compresse non possono essere masticate o rassasyvat

Il principio attivo è l'acido alendronico. Disponibile solo in forma di pillola.

L'uso di questo farmaco è finalizzato al ripristino e alla formazione di tessuto osseo sano, mentre la sua struttura istologica rimane naturale. Promuove la regolazione del metabolismo del calcio-fosforo. A causa di questa maggiore mineralizzazione e densità ossea.

È usato non solo per l'osteoporosi, ma anche per la malattia di Paget e sullo sfondo dell'uso prolungato di glucocorticosteroidi. Ha le seguenti controindicazioni:

  • Maggiore sensibilità ai componenti.
  • Periodo di gravidanza e allattamento.
  • Insufficienza renale cronica.
  • Se è impossibile mantenere una postura sedentaria e retta.

Il farmaco nella maggior parte dei casi è facilmente tollerabile, ma tra gli effetti collaterali sono possibili interruzioni del tratto gastrointestinale, reazioni allergiche e mal di testa.

Il dosaggio viene selezionato singolarmente, la dose media del farmaco è di 40 mg al giorno. Il costo medio è di 500 rubli.

risedronato

Il farmaco è disponibile in forma di pillola. È raccomandato per le donne con osteoporosi causate da cambiamenti ormonali nel corpo. Gli uomini prendono per ridurre la probabilità di fratture ossee.

Utilizzato efficacemente nella prevenzione dell'osteoporosi. In questo caso, il dosaggio dovrebbe essere minimo.

zoledronato

Contribuisce agli effetti sul processo metabolico nel tessuto osseo. È ampiamente usato non solo nel trattamento dell'osteoporosi, ma anche nel trattamento del cancro.

Il meccanismo d'azione non è ancora del tutto chiaro, ma i risultati dello studio hanno confermato che l'acido zoledronico aiuta ad aumentare la forza ossea e aumenta la loro mineralizzazione. Nel trattamento delle metastasi, è possibile ottenere un effetto terapeutico positivo in un periodo di tempo relativamente breve. Le controindicazioni sono le seguenti:

  • Maggiore sensibilità e intolleranza individuale ai componenti che compongono.
  • Grave disfunzione renale.
  • Insufficienza epatica
  • Periodo di gravidanza e allattamento.

L'elenco degli effetti collaterali è standard per questo gruppo di farmaci. Se si verificano sintomi negativi, il farmaco deve essere ritirato.

Il farmaco può essere somministrato per via intramuscolare, endovenosa e flebo. La somministrazione per via endovenosa aumenta il rischio di effetti collaterali come brividi e febbre.

Denosumab (Prolia)

A causa della sua esclusiva farmacocinetica, il denosumab presenta alcuni vantaggi rispetto ad altri farmaci usati nel trattamento dell'osteoporosi.

Il farmaco viene prodotto sotto forma di soluzione per somministrazione sottocutanea. L'azione è finalizzata a fermare i processi distruttivi nel tessuto osseo. Il farmaco ha un alto grado di assorbimento.

Il farmaco ha lo scopo di ripristinare la struttura delle ossa, aumentando la loro forza e mineralizzazione. Si raccomanda alle donne in menopausa di prevenire l'osteoporosi. Per scopi profilattici, il corso è breve, il dosaggio rimane minimo.

Il farmaco non ha praticamente controindicazioni. È vietato solo con elevati livelli di calcio nel sangue e intolleranza individuale ai componenti. Con cura è permesso donne incinte e d'alimentazione, a età da bambini, e anche a violazioni di funzionamento di un fegato e reni.

Gli effetti collaterali sono estremamente rari. Nella maggior parte dei casi, sono manifestati da reazioni allergiche e disturbi minori del tratto gastrointestinale. Dopo l'interruzione del farmaco, tutti gli effetti collaterali scompaiono indipendentemente e non richiedono un trattamento aggiuntivo.

Teriparatide (Forsteo)

Contiene aminoacidi dell'ormone paratiroideo. Rivolto alla normalizzazione dei processi metabolici nelle ossa e nella cartilagine. Aiuta anche a regolare il livello di calcio e fosforo nel tessuto osseo. Accelera l'escrezione di fosfato dai reni.

Quando si utilizza questo farmaco aumenta la mineralizzazione ossea, di conseguenza, la loro forza migliora. Pertanto, il farmaco è ampiamente usato per la prevenzione delle fratture nell'osteoporosi.

Se l'osteoporosi è assente, questo medicinale non viene utilizzato per prevenirne l'insorgenza, poiché ciò potrebbe aumentare la probabilità di sviluppare sarcoma osseo.

Non è raccomandato prendere insieme ai preparati di vitamina D. Il dosaggio e la durata della somministrazione sono individuali in ciascun caso. Lo schema di trattamento viene selezionato dallo specialista dopo che sono state prese tutte le misure diagnostiche necessarie. Con la comparsa di effetti collaterali e l'assenza di un effetto terapeutico, il farmaco viene completamente annullato.

Bifosfonati per l'osteoporosi

Il trattamento per l'osteoporosi non è mai stato facile e molto probabilmente non diventerà mai così ...

Questa dolorosa condizione si sviluppa gradualmente e il suo esito è la scarsità di tessuto osseo, che rende vulnerabile una persona malata, perché è soggetto a frequenti fratture di ossa tubolari lunghe - tibia, femore, ossa d'avambraccio - radiale e ulna ...

Ma non solo le lunghe ossa tubolari diventano fragili e fragili. Anche i corpi vertebrali diventano fragili ... Le donne predisposte geneticamente sono le più sensibili a questa malattia, specialmente nel periodo post-menopausale.

Se una donna sa che sua madre o sua nonna nella sua vecchiaia aveva le ossa rotte - dovrebbe stare in guardia e ai primi segni della menopausa, andare da un ginecologo e endocrinologo per ottenere un'adeguata terapia ormonale sostitutiva. Questo può salvare una donna da gravi problemi di salute.

Per quanto riguarda i bifosfonati ...

Per il trattamento dell'osteoporosi, da varie malattie associate ad una maggiore fragilità delle ossa, le medicine relative ai bifosfonati sono state utilizzate con successo per lungo tempo e con successo.

Quando i bifosfonati sono usati dalle donne che soffrono di osteoporosi, è possibile interrompere quasi completamente lo sviluppo del riassorbimento (cioè la rarefazione) delle ossa, oltre a contribuire al loro recupero.

È vero, va notato che il trattamento può durare anni e dovrebbe essere continuo. Ripeto, nel corpo di una donna durante la menopausa, i cambiamenti ormonali avvengono inevitabilmente, come conseguenza del quale l'equilibrio tra osteoclasti e osteoblasti è disturbato - queste sono le cellule che sono responsabili della creazione del secondo e il secondo per la distruzione del tessuto osseo.

Il risultato di un tale squilibrio tra di loro è la rarefazione rarefatta del tessuto osseo, a causa della quale le ossa (e gli avambracci, le spalle, le gambe, i fianchi e i corpi vertebrali) diventano fragili, il che prima o poi porta a fratture. A proposito, lo sviluppo dell'osteoporosi può essere una conseguenza dell'uso prolungato di glucocorticoidi.

Il meccanismo d'azione dei bifosfonati sul tessuto osseo è associato alla somiglianza della loro struttura chimica con la struttura dei pirofosfonati, che svolgono un ruolo importante nella regolazione del livello di calcio nel tessuto osseo.

Ripetendo la struttura del pirofosfonato, un gruppo di bifosfonati rallenta l'azione degli enzimi che possono utilizzare i pirofosfonati. Quindi, è grazie all'azione di questi gruppi fosfonati che il legame degli ioni calcio alle molecole dei bifosfonati avviene con il successivo "impianto" nel tessuto osseo.

Di norma, nei luoghi di rimodellamento osseo attivo, si osserva un assorbimento dei bifosfonati da parte degli osteoclasti (cellule di formazione delle ossa), in conseguenza del quale vengono attivati ​​e, di conseguenza, rallentando e persino terminando il processo di rarefazione della distruzione ossea. Alcuni farmaci del gruppo dei bifosfonati sono in grado di rallentare la formazione di osteoclasti (cellule creatrici), contribuendo alla loro distruzione o morte precoce, e possono anche modificare il sistema di interazione tra osteoclasti e osteoblasti, formando una specie di barriera chimica che impedisce agli osteoclasti di contattare il tessuto osseo.

I preparati a base di bifosfonati sono solitamente classificati in due gruppi a seconda della struttura chimica: bifosfonati semplici che non contengono azoto e aminobifosfonati contenenti azoto.

I bifosfonati non solo prevengono la perdita ossea e riducono il rischio di fratture ossee. Ma nei primi anni di utilizzo, aumentano effettivamente la forza delle ossa.

I bifosfonati sono il gruppo di farmaci più studiato per il trattamento dell'osteoporosi. Ma va notato che, come altri farmaci per il trattamento dell'osteoporosi, sono prescritti da un medico dopo un esame approfondito, in quanto vi sono controindicazioni all'uso di questo tipo di terapia.

Quando assume bifosfonati, è necessario seguire rigorosamente le istruzioni del medico e non deviare di un passo dalle istruzioni per l'uso contenute in ogni confezione di questo medicinale! Questo è molto importante da ricordare!

E qualche altra parola sui bifosfonati ...

Sono molto poco solubili, quindi è necessario seguire una serie di requisiti per migliorare l'assorbimento del farmaco e ridurre il rischio di effetti collaterali.:

1. I bifosfonati devono essere assunti al mattino, a stomaco vuoto, e non meno di un'ora e mezza prima dei pasti, con un bicchiere d'acqua (200-220 ml). È necessario lavare solo con acqua! Latte, tè, cacao, caffè, succhi di frutta o verdura impediscono l'assorbimento dei bifosfonati.
2. È necessario mantenere una posizione verticale (seduto o in piedi) per almeno un'ora e mezza dopo l'assunzione della pillola. Ciò contribuisce a un migliore passaggio della compressa attraverso l'esofago e previene l'irritazione della sua membrana mucosa.

E ora attenzione, amici miei! Qualche parola sulla nutrizione nell'osteoporosi ...

Menzionerò prodotti alimentari che contengono sostanze importanti per le ossa e il calcio. Un ottimo rapporto tra calcio, potassio, magnesio e fosforo distingue:
pane nero, barbabietole, polenta di grano saraceno, piselli, fagioli, mele, porri, cavoli, riso, lattuga, nocciole e uova di gallina.

Ma non puoi digerire le uova di gallina allo stato assolutamente "freddo" - devono essere cotti allo stato, che di solito è chiamato "nella borsa" - chi non sa cosa sia - dirò - questo è lo stato dell'uovo di pollo bollito quando il suo tuorlo è tra morbido e sodo ...

Irina Gennadievna, la consorte di Ilya Anatolyevich, conserva questo elenco di prodotti per te stesso e guarda di tanto in tanto.

Gruppo farmaci bifosfonati

bifosfonati - Questo è un gruppo di farmaci la cui azione è volta a prevenire il diradamento del tessuto osseo. Il nome di questa classe di farmaci ricevuti a causa del contenuto di due fosfanati. Nelle ossa, bloccano la distruzione dell'idrossiapatite, il principale componente minerale delle ossa.

Il principale vantaggio è l'effetto selettivo sicuro dei farmaci, grazie al quale gli ioni di calcio si accumulano solo nello scheletro. Questa capacità determina l'efficacia di questo gruppo di sostanze nel trattamento dell'osteoporosi.

Il meccanismo d'azione dei bifosfonati o i benefici del trattamento

La formula dei bifosfonati consiste di due composti organici del fosforo, i loro benefici per il trattamento:

  • Dopo aver avviato la pillola, queste sostanze entrano nella struttura ossea e interagiscono con il calcio.durante l'uso di droghe, mantengono l'elemento dentro e contribuiscono al suo accumulo nelle ossa, aumentando così la forza.
  • Penetrando nella composizione dello scheletro, i bifosfonati distruggono la funzionalità degli osteoclasti. Nello stato normale, queste cellule sono responsabili del riassorbimento della vecchia struttura ossea e cooperano con gli osteoblasti, il cui compito è la formazione di nuovi tessuti ossei.
  • Nello stato di osteoporosi, questa relazione è interrotta, facendo diventare lo scheletro poroso, permeabile e fragile.
  • Quando si usano i bifosfonati, l'attività di quest'ultimo diminuisce, la crescita rallenta, e il processo di autodistruzione sta accelerando. Il trattamento ha come risultato il rafforzamento delle ossa e il ripristino delle aree diluite.

L'attività comparativa dei bifosfonati è presentata nella tabella seguente.

Analisi e indicazioni per la nomina dei bifosfonati

Per il trattamento dell'osteoporosi, i bifosfonati sono prescritti come primo e principale mezzo. Quando viene a vedere un medico, inizia a compilare una storia medica e la prima cosa che fa è condurre un sondaggio. È anche importante determinare la causa della malattia. Poiché parte della terapia è l'eliminazione del fattore provocante.

Indicazioni per appuntamento

Di solito le cause dell'osteoporosi sono:

  • disturbi del tratto gastrointestinale associati all'assorbimento di Ca, una dieta squilibrata, che è gravemente priva di prodotti contenenti calcio,
  • mancanza di vitamina D nel corpo
  • malattie del sistema endocrino e l'inizio della menopausa precoce,
  • ridotto rapporto di massa corporea o sovrappeso, stile di vita sedentario,
  • difetti scheletrici cronici e acquisiti, necrosi del tessuto osseo in oncologia,
  • uso prolungato di farmaci ormonali
  • lungo periodo di recupero dopo la frattura.

Analisi e studi

Se si sospetta l'osteoporosi, sono prescritti i seguenti test:

  • densitometria - ultrasuoni o radiazioni a raggi x,
  • scansione radioisotopica dello scheletro,
  • trepanobiopsy: una procedura in cui una particella di tessuto osseo viene prelevata da un'area interessata,
  • determinazione del livello degli enzimi tiroidei.

Anche per la nomina di bifosfonati prescritti alla ricerca. Un esame del sangue offre l'opportunità di valutare il metabolismo del calcio-fosforo.

Il sangue viene prelevato da una vena e quindi procedere allo studio della lista di parametri:

  • osteocalcina - la principale sostanza di collagene, un livello elevato che indica la presenza della malattia.
  • Fosforo inorganico il cui contenuto è superato indica una violazione.
  • calcio - l'elemento principale del tessuto osseo, se il suo volume è superiore alla norma, allora il paziente ha iperparatiroidismo, se il contenuto è inferiore, allora questa è una manifestazione di rachitismo o osteomalacia.
  • D-Cross Laps mostra la quantità di sostanze fissili, livelli elevati sono un segno di osteopatia e osteoporosi.
  • Enzima fosfatasi alcalina nel valore che supera gli indicatori standard indica disturbi ossei.

L'analisi delle urine aiuta a determinare il fosforo inorganico e il DPID. L'eccesso indica un eccesso di vitamina D, rachitismo, sali nei reni, frattura. La diminuzione indica la presenza di processi atrofici, lesioni secondarie o acromegalia e la necessità di ricevere bifosfonati.

L'essenza di queste analisi è di determinare i dati sul metabolismo nelle ossa, i livelli ormonali delle ghiandole endocrine nel sangue e di identificare il volume degli oligoelementi del tessuto osseo nelle urine del paziente.

Assegna i test per la nomina di un medico bisfosfonato, in base ai risultati della densitometria, dei reclami, dei sintomi e delle manifestazioni della malattia. Gli studi biochimici sono uno dei metodi più istruttivi per diagnosticare e monitorare gli effetti terapeutici.

La prima generazione - senza azoto

Questi farmaci vengono prodotti e utilizzati sotto forma di soluzioni per iniezioni endovenose e intramuscolari e per somministrazione orale, nonché in forma di compresse. Farmacologia offre una vasta lista di analoghi. Si raccomanda di accompagnare la somministrazione di bifosfonati con complessi di calcio con magnesio e vitamina D.

Disodio tiludronato in compresse prende parte alla mineralizzazione della struttura ossea, aumenta la sua densità e forza. Promuove l'accumulo di fosforo e calcio rallenta il lavoro degli osteoblasti. preparazione Skelid prodotto sotto forma di compresse, il prezzo è da 450 a 600 rubli per confezione.

L'etidronato è usato principalmente nelle donne durante la menopausa, è anche usato nel trattamento delle metastasi nel cancro, aiuta a ripristinare e mantenere il tessuto osseo:

  • Fosfoteh - nella forma di una soluzione. Costo circa 800 rubli.
  • ksidifon - nella forma di una soluzione. Il prezzo è 550 - 760 rubli.
  • Ksikrem - sotto forma di crema. Il prezzo è da 480 a 535 rubli.

L'acido cloridrico migliora l'interazione tra fosforo e calcio, rinforza le ossa, ferma la distruzione e accelera la rigenerazione:

  • Sindronat - pillole. prezzo da 2000 a 10.000 rubli.
  • clodronato - capsule Costo di 3500 rubli.
  • Difosfonal - capsule Prezzo da 4 150 rubli.
  • bonefos - prezzo da 4750 a 7500 rubli .

La seconda generazione - contenenti azoto o aminobifosfonati

Bifosfonati moderni che differiscono dai loro predecessori per la seguente composizione.

Acido ibandronico- l'ultimo sviluppo rilasciato dall'industria farmaceutica non molto tempo fa:

  • Ibandronat - Teva - 3 compresse da 150 mg. costi da 1590 sfrega.
  • Bonviva - 1 siringa con 3 ml di soluzione. costi da 4960 rubli.
  • Bondronat - 28 compresse da 50 mg, 1 iniezione da 2 ml. Costo di da 5350 rubli.
  • Acido ibandronico sotto forma di polvere per preparazioni iniettabili. Costo di da1500 rubli.

L'acido zoledronico si distingue per un'azione selettiva che ha un effetto sul tessuto osseo, ha proprietà antitumorali, questa sostanza può essere trovata in tali preparati:

  • Zometa - fiale per iniezioni. Costo di 10100 rubli.
  • Zoledronato teva - Iniezioni. Costo di 1190 rubli.
  • Rezorba - sotto forma di iniezioni. Costo di da 5960 rubli.
  • Aklasta - Iniezioni. Sono in piedi 3850 rubli .

L'alendronato di sodio è un regolatore metabolico non steroideo nelle ossa che assicura uno sviluppo scheletrico adeguato, analoghi:

  • alendronato - in compresse. Costo di da 300 a 500 rubli.
  • FOSAMAX - in compresse. Costo di da 500 rubli.
  • Tevanat - pillole. Costo di da 890 rubli.
  • Osterepar - in compresse. Costo di 380 rubli.

La droga Denosumab

Il denosumab è un farmaco costituito interamente da anticorpi umani (lgG2) ed è sostituito dai bisfosfonati. Il meccanismo d'azione di questa sostanza ha la capacità di inibire la funzionalità degli osteoclasti che distruggono la vecchia struttura ossea.

Farmaci a base di Denosumab:

  • Rende più forte lo scheletro, aumenta la densità, proteggendo così le ossa dalle fratture. Prodotto con il nome di Proli, nello stato di Puerto Rico, il costo del farmaco in Russia è in media 15580 rubli.
  • Il trattamento viene effettuato introducendo una soluzione sotto la pelle. intorno all'anca e all'addome, il corso è ogni sei mesi.
  • È usato ad alto rischio di fratture., nei casi in cui l'uso di altri mezzi è impossibile.

Compatibilità con altre sostanze

Compatibilità dei bifosfonati con farmaci:

  • Compresse anti-infiammatorie non ormonali aumentare la probabilità di irritazione e sanguinamento del tratto gastrointestinale.
  • Ciclo di farmaci diuretici può causare una diminuzione della quantità di magnesio e calcio nel sangue.
  • Aminoglikodizy aumentare gli effetti tossici sul fegato e sui reni.
  • Prodotti alcolici in combinazione con bifosfonati minaccia lo sviluppo di complicanze.

Trattamento dell'osteoporosi senza bifosfonati

L'obiettivo principale della terapia dell'osteoporosi è ridurre la distruzione del tessuto osseo e migliorare il suo recupero:

  • Per il trattamento vengono usati farmaci ormonali. vitamine - complessi minerali, calcitonina.
  • Per aumentare la crescita della struttura ossea, si raccomandano i bioflavonoidi, Calcio D3, composti di stronzio e fluoro. La calcitonina e gli estrogeni bloccano la distruzione dello scheletro.
  • Gli agenti di tipo ormonale sono selezionati individualmente, tenendo conto del sesso, dell'età e delle caratteristiche del paziente.
  • La ginnastica medica viene assegnata come misure di supporto aggiuntive. e dieta speciale compresi prodotti contenenti calcio, fosforo, vitamina D.

Dr. Myasnikov sui biofosfonati

Il Dr. Alexander Myasnikov conferma l'efficacia dei bifosfonati nel trattamento dell'osteoporosi e ne consiglia l'uso in caso di malattia. Aiutano a rafforzare le ossa, inibiscono la loro distruzione, ma il trattamento deve essere supportato dall'assunzione di calcio sotto forma di compresse, così come con il cibo.

Uso di bifosfonati per l'osteoporosi

I bifosfonati sono una classe di farmaci che prevengono la perdita ossea e sono usati per trattare l'osteoporosi e malattie simili. Studi clinici hanno dimostrato che l'uso dei bifosfonati inibisce la distruzione ossea e riduce il rischio di fratture nell'osteoporosi.

I bifosfonati sono preparati sintetici contenenti un gruppo bifosfonato non idrolizzabile, contengono due fosfonati (PO3). Furono prima sintetizzati in Germania nel 19 ° secolo.Questi farmaci sono stati a lungo utilizzati nei settori industriali, nella produzione di concimi minerali, tessuti e nella raffinazione.

A metà del 20 ° secolo, un farmaco a base di bifosfonati fu sviluppato per il trattamento del tessuto osseo e dei denti. Al giorno d'oggi, i bifosfonati sono uno degli strumenti principali nel trattamento dell'osteoporosi e malattie simili in cui le ossa sono rotte.

Ho curato le articolazioni doloranti per molti anni. Posso dire con certezza che le articolazioni possono sempre essere trattate, anche nella più profonda vecchiaia.

Il nostro centro è stato il primo in Russia a ricevere l'accesso certificato all'ultimo farmaco per l'osteocondrosi e il dolore alle articolazioni. Ti confesso quando ho sentito parlare di lui per la prima volta - ho solo riso, perché non credevo nella sua efficacia. Ma sono rimasto stupito quando abbiamo completato i test: 4 567 persone erano completamente guarite dai loro mali, questo è più del 94% di tutte le materie. Il 5,6% ha riscontrato miglioramenti significativi e solo lo 0,4% non ha notato miglioramenti.

Questo farmaco permette nel più breve tempo possibile, letteralmente da 4 giorni, di dimenticare il dolore alla schiena e alle articolazioni, e nel giro di un paio di mesi per curare anche casi molto complessi. Inoltre, nell'ambito del programma federale, ogni residente della Federazione Russa e della CSI può riceverlo. GRATUITO.

I bifosfonati sono usati nel trattamento delle malattie:

  1. mieloma
  2. La malattia di Paget
  3. Formazione ossea alterata (osteogenesi)
  4. Iperparatiroidismo primitivo
  5. Tumori ossei maligni associati a sindrome da ipercalcemia

Come agiscono i bifosfonati nell'osteoporosi

I bifosfonati, che sono prescritti per l'osteoporosi, sono analoghi sintetici dei pirofosfati naturali che sono resistenti all'azione degli enzimi corporei. La matrice ossea compilata dai bifosfonati sopprime il processo di distruzione di massa ossea (riassorbimento osseo).

Non è stato possibile studiare a fondo l'intero meccanismo che contribuisce alla soppressione del riassorbimento osseo. È noto solo che i farmaci si legano alle aree idrossiapatite delle ossa, a causa di ciò cambiano la curvatura dell'osso e riducono la concentrazione di fosfatasi alcalina e idrossiprolina nel sangue.

Il gruppo dei bifosfonati viene utilizzato nel complesso trattamento dell'osteoporosi e ha un effetto analgesico e antitumorale. I farmaci vengono utilizzati attivamente per eliminare il riassorbimento osseo e influenzano anche lo stato delle cellule tumorali nelle patologie.

Bifosfonati utilizzati nel trattamento dell'osteoporosi

Stai attento!

Prima di continuare a leggere, voglio avvertirti. La maggior parte delle articolazioni "trattanti", che pubblicizzano in TV e vendono nelle farmacie, questo è un divorzio completo. All'inizio può sembrare che la crema e l'unguento siano d'aiuto, ma in realtà rimuovono solo i sintomi della malattia.

In parole semplici, compri il solito anestetico e la malattia continua a svilupparsi in una fase più difficile.

Il comune dolore articolare può essere un sintomo di malattie più gravi:

  • Artrite suppurativa acuta,
  • Osteomielite - infiammazione ossea,
  • Seps - avvelenamento del sangue,
  • Contrattura - limitazione della mobilità articolare,
  • Dislocazione patologica - uscita della testa dell'articolazione dalla fossa articolare.

Come essere? - chiedi.

Abbiamo studiato una grande quantità di materiali e, soprattutto, abbiamo verificato nella pratica la maggior parte dei mezzi per il trattamento delle articolazioni. Quindi, si è scoperto che l'unico farmaco che non elimina i sintomi, ma che tratta veramente le articolazioni è Hondrexil.

Questo farmaco non è venduto in farmacia e non è pubblicizzato in TV e su Internet e, secondo il programma federale, ogni residente della Federazione Russa e della CSI può ricevere il pacchetto Hondreksil GRATIS!

In modo che non pensi di essere stato risucchiato dalla prossima "crema miracolosa", non descriverò che tipo di farmaco efficace è. Se interessati, leggi tutte le informazioni su Hondrexil. Ecco il link all'articolo.

I bifosfonati utilizzati nell'osteoporosi possono essere suddivisi in due gruppi:

  • aminobifosfonati
  • Bifosfonati semplici

Gli aminobisfosfonati sono controindicati, quindi è necessario consultare il proprio medico prima dell'uso.

  • Zoledronato - ha un effetto selettivo sul tessuto osseo e inibisce l'attività degli osteoclasti. È efficace nel trattamento, quindi è spesso prescritto a pazienti con osteoporosi. Il farmaco non influenza l'osso in modo negativo.
  • Bondronat. La preparazione include acido ibandronico. È prescritto per la prevenzione dell'osteoporosi nelle donne durante la menopausa e negli uomini solo durante l'esame. Modulo di rilascio bonondron: compresse e iniezioni. Il prezzo delle compresse di origine svizzera nel range di 11.000 - 15.000 mila rubli, e il prezzo del concentrato per iniezioni di origine tedesca da 4000 mila (2 ml) a 9000 (6 ml) di rubli. Viene anche prescritto quando si riscontra l'ipercalcemia.
  • Acido alendronico - regola il metabolismo osseo. Droga non ormonale. Questo farmaco regola il processo di riassorbimento osseo, forma l'osso della struttura corretta. È usato per prevenire le fratture durante la menopausa e l'ipercalcemia maligna.
  • L'acido cloridrico è un bisfosfonato utilizzato per la distruzione selettiva dei macrofagi nella medicina sperimentale. In pratica, agisce da inibitore del riassorbimento osseo. Questi sono farmaci seri (Clodron, Bonefos) che non possono essere prescritti per se stessi, perché questo è irto di gravi conseguenze. Il trattamento dell'osteoporosi, dell'ipercalcemia e delle metastasi del cancro viene effettuato sotto la guida del medico curante.
  • L'etidronato di sodio è prescritto per l'osteoporosi, l'ipercalcemia, la malattia di Paget, che si verificano sullo sfondo del cancro.
  • Clodronato previene l'osteolisi e la distruzione di Ca. È prescritto per metastasi e tumori maligni formati da sangue.
  • Tiludronat è preso con le ossa molli, in quanto può aumentare la loro densità.
  • L'ibandronato di sodio è un farmaco di terza generazione che viene prescritto alla metà femminile durante la cessazione delle mestruazioni, se si osserva l'osteoporosi. Il farmaco può essere prescritto al posto degli ormoni.

Complicazioni durante l'assunzione di bifosfonati

Ogni anno diminuisce la densità ossea, a causa della quale si verificano le fratture

I farmaci hanno un risultato positivo nel trattamento dell'osteoporosi e del cancro con metastasi ossee. Aiutano ad eliminare l'ipercalcemia, se il dosaggio viene rispettato, altrimenti potrebbero verificarsi complicanze. Le preparazioni di bifosfonati sono utilizzate nel complesso trattamento delle fratture derivanti dalla bassa densità ossea. Nonostante il fatto che i farmaci siano utili, ma possono anche danneggiare.

I principali effetti collaterali che si sviluppano durante l'assunzione di farmaci:

  1. Le tossine si depositano nei reni.
  2. Lo sviluppo dell'ipercalcemia, non permettendo al farmaco di entrare nella vena.
  3. Lo sviluppo dell'osteonecrosi della mascella dagli aminobifosfonati.
  4. Aumento dell'incidenza delle fratture dell'anca durante l'assunzione di zoledronato. Ciò è dovuto al fatto che se c'è un cancro dell'osso, il restauro del tessuto osseo viene bloccato.
  5. Ci può essere un rischio di fibrillazione atriale, che può apparire sullo sfondo del danno organico al muscolo cardiaco.
  6. Possono verificarsi dolore epigastrico, stitichezza o diarrea e anche la deglutizione può rompersi. C'è la probabilità di erosione dell'esofago.
  7. Con l'introduzione del farmaco può essere dolore nei muscoli.
  8. Nausea e debolezza sono possibili.
  9. Potrebbe comparire un'eruzione cutanea.
  10. In rari casi, i farmaci hanno un effetto negativo sugli occhi.

L'elenco degli effetti collaterali che causano i bifosfonati nell'osteoporosi, dice che il trattamento senza la supervisione di un medico è proibito!

I nostri lettori scrivono

Benvenuto! Mi chiamo
Lyudmila Petrovna, voglio esprimere la mia benevolenza a te e al tuo sito.

Alla fine, sono stato in grado di liberarmi dal dolore alle articolazioni. Conduco uno stile di vita attivo, vivo e godo ogni momento!

Dall'età di 45 anni, le articolazioni, le ginocchia, le dita e soprattutto la schiena cominciarono a far male.Quando ho compiuto 58 anni, praticamente non potevo camminare, e questi terribili dolori, non riesci a immaginare come fossi tormentato, era tutto molto brutto.

Tutto è cambiato quando mia figlia mi ha dato un articolo su Internet. Non ho idea di quanto sono grato a lei. Questo articolo mi ha letteralmente sollevato dal letto. Non ci credo, ma in sole 2 settimane ho guarito completamente il mal di schiena e le articolazioni. Gli ultimi anni hanno cominciato a muoversi molto, in primavera e in estate vado in campagna tutti i giorni, coltivo pomodori e li vendo sul mercato. Le zie si chiedono come riesco a farlo, da dove provengono tutte le mie forze ed energie, non crederanno che io abbia 62 anni.

Chi vuole vivere una vita lunga e vigorosa senza dolore alla schiena e alle articolazioni, impiega 5 minuti e leggi questo articolo.

Cosa sono i bifosfonati e in quali casi non si può fare a meno di loro?

Bifosfonati: cos'è? Perché abbiamo bisogno di tali farmaci? Questo gruppo di strumenti aiuta a far fronte a una varietà di patologie ossee a causa della loro capacità di sopprimere i processi della loro distruzione. Ma il trattamento con questi farmaci dovrebbe essere controllato da un medico, perché i farmaci hanno molti gravi effetti collaterali.

I bifosfonati sono una combinazione di farmaci, che è un rimedio efficace per l'osteoporosi, un'efficace medicina preventiva per le donne durante la postmenopausa. Sono indispensabili per i pazienti con rapida perdita di tessuto osseo, con disturbi, circostanze caratterizzate dalla distruzione delle ossa. I bisfosfonati sono prescritti alle donne che hanno attraversato il traguardo di 45 anni, che per un motivo o l'altro non possono ricevere estrogeni. Anche se i bifosfonati differiscono dagli estrogeni nella struttura, i loro effetti sul corpo, ma hanno un effetto simile - fermano la lisciviazione del calcio dalle ossa.

Gli stessi strumenti sono usati nel trattamento della malattia di Paget. mieloma multiplo, metastasi ossee, iperparatiroidismo primitivo e altre patologie che portano alla distruzione ossea. Nonostante i bifosfonati oggi siano i farmaci più prescritti per l'osteoporosi. Tuttavia, hanno molti inconvenienti. È importante capire che la loro ricezione nel corso degli anni non sarà sempre giustamente utile, e dopo 3 anni di utilizzo è meglio pensare a un mezzo alternativo. Naturalmente, se l'effetto collaterale dei farmaci ti permette di resistere per tutto questo tempo.

Il principio di azione delle droghe in questo gruppo

La struttura chimica di tali agenti è correlata a minerali naturali che contrastano il metabolismo osseo. Combina due fenomeni polari: la formazione del tessuto e il suo riassorbimento (distruzione). Le molecole di bifosfonati sono incorporate nel tessuto osseo e questo riduce la sua sensibilità agli effetti degli osteoclasti, che contribuiscono alla distruzione ossea (riassorbimento). Sotto l'azione dei bifosfonati, si verifica il rafforzamento osseo. e sembrano soccombere al "congelamento metabolico".

La stabilizzazione delle ossa nelle loro varie patologie distruttive non è sempre considerata come il risultato desiderato. Il fatto è che un tale processo impedisce sia il riassorbimento che il recupero della massa ossea persa. Ma spesso nelle istruzioni di preparazione che accompagnano si dice solo sulla distruzione delle ossa. Questo è il motivo per cui i bifosfonati sono adatti solo per il trattamento di casi gravi di osteoporosi e il loro ricevimento è giustificato per coloro la cui distruzione prevale in modo significativo sulla formazione dell'osso.

Va notato che dopo che il farmaco è entrato nel corpo, lascia il corpo relativamente rapidamente attraverso i reni. Tuttavia, la piccola parte che penetra nelle ossa, interagisce fortemente con i minerali e ha buone probabilità di rimanere lì per sempre. L'osso, legato con particelle di bifosfonati, è immune dagli effetti degli osteoclasti (eliminando le cellule ossee per fornire il controllo sul suo volume).

Classificazione dei farmaci

I mezzi del gruppo bifosfonato, usati in caso di fragilità ossea dovuta allo sviluppo dell'osteoporosi, nonché in altre patologie caratterizzate da riassorbimento osseo, sono spesso suddivisi in due sottogruppi: con contenuto di azoto e preparati senza inclusione di azoto. Tra i farmaci contenenti azoto in udienza tutti hanno i nomi dei seguenti farmaci:

  • acido alendronico,
  • Bondronat,
  • zoledronato,
  • acido clodronico.

Se consideriamo l'acido alendronico, vale la pena notare che questo è un correttore efficace del metabolismo osseo, che oltre a specifici inibitori non ormonali del riassorbimento osteoclastico. Il farmaco è molto efficace nello stimolare i processi rigenerativi della struttura ossea, fornisce un naturale equilibrio tra i fenomeni distruttivi e di restauro, ma garantisce anche la formazione di materia ossea di una vera struttura istologica. Lo strumento viene spesso prescritto per l'osteoporosi senile e post-menopausale al fine di evitare fratture o deformazione da osteite, ipercalcemia maligna.

Storie dei nostri lettori

Giunti malati curati a casa. Sono passati 2 mesi da quando ho dimenticato il dolore alle articolazioni. Oh, come ero solito soffrire, le ginocchia e la schiena mi facevano male, ultimamente non riuscivo a camminare correttamente. Quante volte sono andato alle cliniche, ma erano prescritte solo compresse e unguenti costosi, da cui non serviva affatto. E ora sono andato alla settimana 7, non mi infastidiscono le articolazioni, vado in campagna ogni due giorni, e cammino a 3 km dal bus, quindi generalmente vado facilmente! Tutto grazie a questo articolo. Tutti quelli che hanno dolori alle articolazioni - assicurati di leggere!

Leggi l'articolo completo >>>

Il Bondronato, di cui l'acido ibandronico è un componente, è apprezzato per il suo effetto terapeutico particolarmente pronunciato nel trattamento dell'osteoporosi. Inoltre, il farmaco può essere usato come misura preventiva per questa malattia. Questo farmaco è più spesso prescritto alle donne durante la menopausa. Se parliamo di uomini, allora viene loro mostrato solo in studi clinici o con elevate concentrazioni di calcio nel sangue.

Per quanto riguarda lo Zoledronato, influisce molto selettivamente sulla sostanza ossea, inibendo l'azione degli osteoclini. Il farmaco viene spesso prescritto a persone che soffrono di osteoporosi. Una caratteristica distintiva di questo farmaco è che sopprime la distruzione delle ossa, sospendendo l'attività degli osteoclasti, ma non inibisce il processo di mineralizzazione ossea e non influenza le proprietà meccaniche della fibra ossea.

L'acido cloridrico è tra i bisfosfonati utilizzati per la distruzione selettiva dei macrofagi. Nella pratica terapeutica, è usato come inibitore del riassorbimento osseo. Rilasciare la sostanza medicinale sotto nomi come Clodron o Bonefos. Inoltre, questi farmaci riducono ancora la probabilità di fratture ossee e hanno un effetto analgesico.

Se parliamo di besfosfonatov senza l'inclusione dell'azoto, allora includono:

  • sodio ibandronato,
  • clodronato,
  • tiludronate,
  • sodio etidronato.

Il primo agente appartiene ai bifosfonati di terza generazione. È spesso raccomandato per le donne che soffrono di osteoporosi post menopausa. Inoltre, i farmaci possono essere prescritti sullo sfondo della terapia ormonale sostitutiva durante la menopausa. In relazione al farmaco Clodronata, va detto che contrasta l'osteolisi, la distruzione dei cristalli di calcio. È questo farmaco che viene solitamente utilizzato per le metastasi nelle ossa, i tumori maligni con la genesi delle cellule del sangue o l'ambiente che forma il sangue.

Il preparato Tiludronat è particolarmente efficace per ammorbidire le ossa, così come la loro deformazione, fratture, poiché aumenta significativamente la densità ossea.L'etidronato di sodio (Pleostat o Ksidifon) è prescritto a pazienti con osteoporosi, morbo di Paget, ipercalcinazione, provocata da patologie oncologiche.

Specificità di ricevere bifosfonati

Dal momento che ci sono un numero enorme di effetti collaterali durante l'assunzione di bifosfonati, la terapia in ciascun caso deve essere prescritta da un medico. Spesso questi farmaci sono prodotti sotto forma di compresse, ma sono sotto forma di iniezioni. Poiché i farmaci possono provocare irritazione del tratto gastrointestinale, devono essere assunti con acqua, al mattino a stomaco vuoto o durante il giorno 30 minuti prima di un pasto o 2 ore dopo.

Un tale schema è molto importante in modo che nulla impedisca la loro rapida assimilazione. Inoltre, le persone che assumono il farmaco devono rimanere in piedi per mezz'ora per evitare l'erosione del tubo esofageo superiore. Per quanto riguarda la durata della ricezione dei fondi, vengono presi da 3 a 5 anni per l'osteoporosi, basandosi sull'effetto del farmaco, ma con la malattia di Paget, la terapia richiede meno tempo.

Effetti collaterali durante l'assunzione di bifosfonati

Questo gruppo di farmaci, come i bifosfonati, ha un eccellente effetto terapeutico nell'osteoporosi, riduce il dolore nei tumori che si verificano con le metastasi ossee ed elimina l'ipercalcemia. Inoltre, tali farmaci con un adeguato controllo di qualità strumentale e di laboratorio della terapia applicata possono essere utilizzati come parte del complesso trattamento delle fratture causato da patologia ossea o da una diminuzione della sua densità. Tuttavia, il dosaggio scorretto di questi farmaci può innescare gravi complicazioni.

Tra i principali effetti collaterali che si verificano nel processo di ricezione dei bifosfonati, è necessario evidenziare:

  • erosione dell'esofago,
  • effetto tossico sui reni,
  • osteonecrosi bifosfonata della mascella,
  • problemi della pelle (varie eruzioni cutanee, eritema),
  • debolezza generale, nausea,
  • disfagia, dolore epigastrico, stitichezza o diarrea,
  • problemi di vista, così come sclerite, congiuntivite, dolore,
  • ipocalcemia che si verifica quando entri nella droga per via endovenosa,
  • febbre, dolore muscolare dovuto all'eccessiva attivazione dei linfociti T,
  • aumento della probabilità di frattura dell'anca dovuta all'assunzione di Zoledronato, a causa del blocco del restauro della fibra ossea nel cancro,
  • alto rischio di fibrillazione atriale, che è ulteriormente migliorato se c'è una lesione organica del cuore, così come il suo sistema di conduzione.

Considerati tutti i possibili effetti collaterali di questi farmaci, derivanti dal loro ammissione, è opportuno sottolineare ancora una volta che il trattamento con bifosfonati deve essere supervisionato da uno specialista, con stretta osservanza delle dosi, sotto attento controllo di laboratorio.

Aminobisfosfonati: una forma più avanzata di droghe

Tra gli aminobifosfonati più spesso prescritti:

  1. Acido zoledronico (Zoledronate, Aklast, Zometa) influenza selettivamente il tessuto osseo, inibisce l'attività osteoclasti che causano la lisi ossea. Pertanto, è usato con successo nei pazienti con osteoporosi. La caratteristica principale dello zoledronato è che sopprime il riassorbimento della materia ossea e allo stesso tempo non mostra un effetto indesiderato sul processo di formazione e mineralizzazione del tessuto osseo, sulle sue proprietà meccaniche. Assegnare sotto forma di infusioni endovenose lenta. Il regime di trattamento dipende dalla gravità della malattia, ma affinché l'effetto terapeutico della prima dose sia massimale, il secondo sistema può essere impostato solo dopo una settimana.
  2. ibandronato (sinonimi Bondronat, Bonviva). Questo bisfosfonato è prescritto per il trattamento e la prevenzione dell'osteoporosi. compreso durante la menopausa, per la prevenzione delle fratture ossee, metastasi ossee. un eccesso di calcio causato dal cancro.
    Le forme di dosaggio per via orale vengono assunte un'ora prima dei pasti, prendendo medicine o liquidi (eccetto acqua naturale).Dopo l'assunzione di farmaci sulla base di ibandronato, è necessario essere in una posizione verticale per 1 ora. Non permettere il loro ricevimento di notte.
    Le iniezioni endovenose sono consentite solo nell'ambientazione ospedaliera. È necessario assicurarsi che il principio attivo non penetri nell'arteria e nei tessuti adiacenti quando è presente la flebo.
  3. Acido alendronico (Fosamax, Ostepar, Foroza, Strongos, Ostalon, Alenthal) è un inibitore non ormonale riassorbimento osseo, normalizza il metabolismo nel tessuto osseo, attiva l'osteogenesi, controlla l'equilibrio tra i processi di distruzione e restauro, stimola la formazione del tessuto osseo di una normale struttura istologica. Assegnare con osteoporosi postmenopausale e senile per prevenire le fratture, con la malattia di Paget e l'ipercalcemia maligna.
  4. risedronato (sinonimi Rizendros, Actonel, Rizarteva) includono nel regime di trattamento dell'osteoporosi e osteite deformante. Disponibile in compresse.

Possibili complicazioni durante il trattamento con bifosfonati

Questi composti mostrano un alto effetto nell'osteoporosi, alleviare il dolore nei tumori maligni che accompagnano le metastasi nell'osso, rimuovere l'ipercalcemia associata al cancro, ma hanno molti effetti collaterali indesiderati.

Tra i principali effetti negativi osservati durante il trattamento con bifosfonati, dovrebbero essere cancellati:

  • tossicità renale ,
  • ipocalcemia. derivanti dall'uso di forme di dosaggio per via endovenosa,
  • osteonecrosi della mascella. sviluppando nel trattamento dei bifosfonati contenenti azoto,
  • alto rischio di fratture dell'anca sullo sfondo del trattamento con zoledronato, che è associato al blocco dei processi rigenerativi nelle ossa dei malati di cancro,
  • fibrillazione atriale. specialmente in pazienti con patologie dell'apparato cardiovascolare,
  • disturbi dispeptici. gastralgia, stitichezza o feci molli, nausea, disfagia,
  • ulcere dell'apparato digerente ,
  • febbre, mialgia e altri sintomi simil-influenzali. che sono dovuti all'attivazione dei linfociti T,
  • reazioni cutanee (eruzione cutanea, eritema),
  • debolezza generale ,
  • perdita della vista, dolore agli occhi, congiuntivite e sclerite ,
  • reazioni allergiche. orticaria, shock anafilattico.

Compatibilità con altri farmaci

Va ricordato che mentre la nomina dei bifosfonati e:

  • FANS aumenta il rischio di effetti avversi sul sistema digestivo,
  • con ricezione parallela con diuretici ad anello aumenta la probabilità di ipocalcemia e ipomagnesiemia,
  • in combinazione con aminoglicosidi gli effetti tossici sui reni sono migliorati,
  • con trattamento con bifosfonati non permettere di bere alcolici .

È impossibile mescolare forme iniettabili con altri farmaci in una siringa.

Opinione delle persone

Ho l'osteoporosi postmenopausale, una volta all'anno prendo l'acido zoledronico. Per la prima volta in 3 giorni ci sono stati sintomi simil-influenzali, il paracetamolo ha visto eliminarli.

Le successive infusioni hanno tollerato bene. Mi sottopongo regolarmente alla densitometria ossea. il dottore ha notato una tendenza positiva.

Cosa pensano i dottori

I bifosfonati sono utilizzati con successo nel trattamento di vari tipi di osteoporosi, riducono la probabilità di fratture, comprese le articolazioni dell'anca.

Ma, sfortunatamente, hanno alcune controindicazioni da usare e una serie di effetti collaterali piuttosto gravi, quindi, possono essere trattati solo sotto stretto controllo medico e con l'obbligo di considerare i parametri di laboratorio. È necessario aderire strettamente al regime di trattamento prescritto.

Maria Alexandrovna, reumatologa

I bifosfonati sono disponibili rigorosamente su modulo di prescrizione. Conservali in un luogo buio, fuori dalla portata dei bambini, a una temperatura non superiore a 25 gradi.

Traccia conclusioni

Abbiamo condotto un'indagine, esaminato un mucchio di materiali e, cosa più importante, abbiamo controllato la maggior parte dei rimedi per il dolore alle articolazioni. Il verdetto è:

Tutti i farmaci hanno dato un risultato temporaneo, non appena il trattamento è stato interrotto, il dolore è immediatamente tornato.

Ricordate! NON C'È NESSUN MEZZO per aiutarti a guarire le tue articolazioni se non usi un trattamento complesso: dieta, regime, esercizio fisico, ecc.

Anche i mezzi moderni per le articolazioni, che sono pieni di Internet, non hanno prodotto risultati. Come si è scoperto - tutto questo è un inganno di marketing che guadagna enormi soldi sul fatto che sei guidato dalla loro pubblicità.

L'unica droga che ha dato significativo
il risultato è condroxile

Chiedete, perché chiunque soffre di dolori alle articolazioni, in un momento non se ne è liberato?

La risposta è semplice, Hondreksil non è venduto in farmacia e non è pubblicizzato su Internet. E se fanno pubblicità - allora questo è un FALSO.

Ci sono buone notizie, siamo andati dai produttori e abbiamo condiviso con voi un link al sito ufficiale Hondreksil. A proposito, i produttori non cercano di trarre profitto in pubblico con articolazioni doloranti, in base alla promozione, ogni residente della Federazione Russa e della CSI può ricevere un pacchetto del farmaco GRATIS!

Loading...