Dolore

I principali sintomi di infiammazione del midollo spinale

L'infiammazione del midollo spinale è chiamata mielite (dal greco "mielos"). È la risposta immunitaria del corpo umano ad un attacco infettivo, intossicazione o distruzione cellulare traumatica del tessuto nervoso. A seconda della larghezza della lesione e della sua posizione, la malattia può interrompere la connessione tra il corpo e il cervello o interrompere in modo permanente il controllo degli arti e il funzionamento degli organi interni.

Cause di

Le varietà di mielite sono divise in due gruppi principali, che sono formati sulla base dell'ordine di apparizione del processo della lesione:

  • Primaria. La patologia è il risultato di una lesione diretta (infezione, lesione) del midollo spinale del paziente.
  • Secondario. La malattia si sviluppa sullo sfondo di un'altra malattia o è la sua complicazione (cioè una conseguenza dell'infezione secondaria).

C'è un'infiammazione simultanea del cervello e del midollo spinale.

classificazione

Esiste una classificazione secondo il meccanismo di occorrenza del processo di infiammazione. A seconda di ciò, i mieliti si dividono nelle seguenti categorie:

  • traumatica,
  • infettiva,
  • idiopatico (eziologia poco chiara),
  • intossicazione.

Le infezioni di natura infettiva sono prodotte prevalentemente dal metodo ematogeno, mediante il sistema di rifornimento di sangue (tranne che per l'introduzione dell'infezione in una ferita aperta). Il metodo di penetrazione delle infezioni virali in mielite di tipo primario comporta l'ingresso diretto di virus attraverso il morso di persone e animali infetti, insetti succhiatori di sangue, strumenti medici non sterili nel sangue. Gli agenti causali più probabili della mielite infettiva primaria sono i virus neurotropi (con la capacità di infettare i neuroni) di tetano, influenza, morbillo, varicella, rabbia, parotite, privazione, poliomielite, vari tipi di herpes (citomegalovirus, herpes simplex, Epstein-Barr). In quale altro modo si verifica l'infiammazione del midollo spinale?

Fattori provocatori di infezione secondaria

I focolai di infezione di un'infezione di tipo secondario compaiono nel midollo spinale così come un risultato del movimento di batteri attraverso il sistema di rifornimento di sangue. Tali agenti patogeni sono noti:

  • fungino (Cryptococcus, Blastomyces, Aspergillus),
  • batteri (sifilide, tubercolosi),
  • parassiti (trematodi, elminti).

Fonti traumatiche di infiammazione:

  • radiazione (radiazione ad alta energia),
  • scossa elettrica,
  • malattia da decompressione.

  • anemia perniciosa (morte neuronale, demielinizzazione, carenza di vitamina B12), diabete,
  • malattia epatica cronica.

Oltre ai suddetti fattori, il processo infiammatorio nel midollo spinale può essere innescato da sostanze tossiche (inclusa l'anestesia durante l'intervento spinale), collagenosi (malattie dei tessuti connettivi), metalli pesanti, infiammazione delle meningi (aracnoiditi), malattie autoimmuni.

L'infiammazione del midollo spinale può essere causata dall'introduzione di un vaccino per una qualsiasi delle suddette malattie virali.

Caratteristiche di sviluppo

L'infezione penetra nel midollo spinale dall'esterno mediante mezzi ematogeni o linfatici dal fuoco primario (con linfa o sangue). Il secondo modo di introdurre è le guaine mieliniche o le fibre dei nervi del midollo spinale.

Innanzitutto, vi è un'infezione dello spazio tra e sotto le membrane, quindi i principali tessuti cerebrali sono interessati (sostanza bianca e grigia).

Il midollo spinale ha una divisione in segmenti che corrispondono alla dimensione delle vertebre. Ogni segmento è responsabile per i riflessi e trasmette i segnali da uno specifico gruppo muscolare o organo interno al cervello della testa e della schiena. A seconda del numero di segmenti infetti, la mielite è definita come limitata (localizzata), distribuita in segmenti (disseminati) o focali (in segmenti non correlati o adiacenti). Opticomielite è isolata separatamente quando mielite trasversale e neurite ottica sono combinati, che si distingue per demielinizzazione.

Per localizzazione

Secondo la localizzazione nel tronco cerebrale, i mieliti si dividono in:

  • trasversale (l'area interessata è materia bianca e grigia del cervello in un numero di segmenti contemporaneamente),
  • fronte (area interessata - sostanza bianca nella zona del solco mediano anteriore),
  • periferica (la sostanza bianca del cervello è interessata sui lati laterale e posteriore),
  • centrale (materia grigia esposta).

Per intensità

La malattia è determinata dall'intensità della reazione come:

  • Sviluppando rapidamente un danno tissutale profondo, possono esserci diversi punti focali di sviluppo.
  • Subacuta. Si sviluppa lentamente, accompagnato da dolori di genesi poco chiara, a partire dalle parti inferiori.
  • Cronica. Per diversi anni si sviluppa, accompagnato da difetti nella nutrizione dei tessuti. La causa principale della malattia: il primo tipo di virus T-linfotropo e l'infezione da HIV.

Il principale risultato dell'attività delle cellule del sistema immunitario è la degenerazione neuronale e la demielinizzazione dei nervi conduttori più vicini, che sono coinvolti nella sfera del processo di infiammazione. La necrotizzazione del tessuto nervoso si manifesta sotto forma di un aumento dei frammenti delle strutture cellulari nel liquido cerebrospinale.

L'infiammazione del midollo spinale è espressa sotto forma di gonfiore, gonfiore dei tessuti, bordo sfocato tra materia bianca e grigia (vista sulla risonanza magnetica). Se aumenti di molto, allora ci sono coaguli di sangue visibili nei capillari, emorragie al microscopio, distruzione delle pareti cellulari, disintegrazione della guaina mielinica neuronale.

La malattia più spesso (circa il 40% dei casi) colpisce la parte vertebrale toracica e la parte inferiore della colonna vertebrale. In termini di frequenza dell'infezione, il secondo è la metà superiore del torace, lombare e articolazione toracico-lombare. Il collo è infetto abbastanza raramente. Più spesso colpite sono le coppie adiacenti di vertebre o diversi reparti contemporaneamente (infiammazioni disseminate).

I sintomi e il trattamento dell'infiammazione del midollo spinale sono correlati.

I sintomi della mielite sono clinicamente diversi. La loro espressione è determinata dal grado e dal livello di infiammazione del midollo spinale. I principali sono i seguenti:

  • difetti di sensibilità
  • disagio del dolore,
  • disfunzione pelvica,
  • paralisi.

I primi sintomi di infiammazione del midollo spinale sono simili ai segni di qualsiasi processo infettivo: debolezza generale, brividi, febbre fino a 39˚. La presenza di una patologia neurologica è indicata dal mal di schiena, che può diffondersi ai tessuti vicini dalla zona interessata.

Un'infiammazione fortemente sviluppata della sostanza del midollo spinale porta ad una perdita delle funzioni sensoriali e motorie.

Funzioni diagnostiche

Riconoscere l'origine infettiva di mielite acuta può essere sulla base di segni caratteristici, confermare i suoi test neurologici. Per determinare le forme croniche e subacute meno pronunciate, è possibile utilizzare i metodi diagnostici di visualizzazione.

La tomografia computerizzata utilizzando un mezzo di contrasto o la risonanza magnetica sono le principali tecniche di imaging. Inoltre, viene utilizzata la mielografia (non un tipo così efficace di fluoroscopia).

Come viene determinato l'agente patogeno?

L'agente patogeno infettivo è determinato da analisi batteriologiche del liquido cerebrospinale, studi di essudati e sangue nell'area colpita. I campioni di fluido midollo spinale vengono controllati per la conta dei linfociti, il contenuto proteico e i cambiamenti fisici. Se i neutrofili sono in grandi quantità, questo indica la gravità della patologia.

Analisi e sintomi possono parlare di malattie simili nello sviluppo: tumori maligni, sclerosi multipla, epidurite (ascesso purulento epidurale), aracnoidite, polineuropatia, encefalomielite. Con l'aiuto della diagnosi differenziale, viene specificata la diagnosi.

È auspicabile trattare l'infiammazione del midollo spinale in un ospedale o sotto costante controllo medico. La corretta posizione del corpo umano a letto, una cura continua assicurerà danni minimi ai tessuti e alla pelle, poiché la mielite diventa spesso causa di disturbi trofici, che a loro volta provocano la comparsa di piaghe da decubito in un paziente.

I processi di infiammazione diventano stabili e vengono ridotti attraverso i farmaci ormonali (corticosteroidi). Il trattamento battericida e antivirale (antibiotici, sulfonamidi, immunostimolanti) fornisce una distruzione accelerata del patogeno infettivo.

Le procedure per migliorare il trofismo e la circolazione del sangue sono fatte per prevenire la comparsa di piaghe da decubito: irradiazione ultravioletta, medicazioni con unguenti curativi e lavaggio della pelle con permanganato di potassio.

Quando compaiono lesioni cancrenose, viene fornita la terapia per la chirurgia (il tessuto necrotico viene asportato).

Con difetti nella minzione, viene inserito un catetere. Per prevenire le malattie del sistema urinario, il lavaggio antisettico viene eseguito regolarmente. Gli agenti stimolanti aiutano il paziente a rafforzare il tessuto muscolare degradante. Contrazioni muscolari e tono elevato per la paralisi del tipo spastico sono mitigate dai rilassanti muscolari. Attraverso l'uso di farmaci anticolinesterasici migliora la conduttività nei motoneuroni dell'eccitazione nervosa.

Ginnastica e massaggio

La ginnastica dolce, così come il massaggio, migliorano i muscoli, riducono la tensione dell'apparato legamentoso durante l'infiammazione delle radici del midollo spinale. Durante il periodo di recupero dopo la stabilizzazione dei difetti di motilità, si consiglia al paziente di eseguire esercizi per ripristinare l'elasticità e la mobilità dei legamenti.

Il trattamento ricostruttivo complesso dell'infiammazione del midollo spinale coinvolge la fisioterapia: elettroforesi con sostanze e preparati biologicamente attivi, stimolazione elettrica nella regione vertebrale. Inoltre, sono raccomandate le procedure balneologiche (fanghi, bagni minerali).

Molti fattori influenzano la determinazione della prognosi patologica: la condizione e l'età del paziente, il tipo di malattia (secondaria o primaria, accompagnata da altri disturbi neurologici), l'insorgenza del processo infiammatorio e l'infezione. La dinamica positiva prevale nelle statistiche generali.

Prognosi della malattia

Durante l'infiammazione del midollo spinale, la sua prognosi è determinata dalla posizione della patologia, dalla sua forma e dalla gravità del decorso. Di norma, i medici danno una prognosi nettamente negativa solo per il tipo di infezione da meningococco. Altre specie possono essere trattate in modo abbastanza efficace.

Il processo di recupero dopo l'infiammazione del midollo spinale può richiedere un lungo periodo. Il paziente riceve un secondo gruppo di disabilità senza lavoro con ricertificazione medica ogni anno. Si ritiene che sia possibile ripristinare completamente la mobilità degli arti inferiori dopo la mielite del midollo spinale letteralmente 6-8 mesi dopo l'insorgenza della malattia. Con lesioni trasversali del midollo spinale di carattere ictus, si possono preservare paraplegia e paralisi. Può anche comportare un recupero assoluto.

Con una frequenza simile, ci sono casi che sono accompagnati da una graduale progressione dei sintomi, che termina con un esito fatale del paziente per 5-6 anni. La prognosi più sfavorevole, se il focus infiammatorio è localizzato nella regione lombosacrale. C'è anche un certo pericolo se la regione cervicale è interessata.

La più alta probabilità di recupero del paziente dopo la mielite è osservata con cure mediche tempestive. Quando il paziente si rivolge al medico nella fase di perdita di sensibilità alle estremità, la possibilità di un completo recupero diminuirà in modo significativo.

Ciò che viene chiamato infiammazione delle radici del midollo spinale, ora lo sappiamo.

prevenzione

Attualmente, le persone sono vaccinate, che le proteggono dalle patologie infettive che interessano il cervello e le guaine del midollo spinale:

  • poliomielite - un'infezione della funzione motoria del rachide cervicale vertebrale,
  • morbillo - una malattia i cui sintomi sono un'eruzione cutanea nella bocca e sulla pelle, tosse,
  • La parotite è un virus che colpisce le ghiandole salivari.

Tutte le altre cause della malattia sono difficili da prevedere e non possono essere prevenute. La cosa più importante è essere attenti alla propria salute, se qualcosa è inquietante, è necessario cercare aiuto dai medici in tempo e non auto-medicare.

Abbiamo esaminato i sintomi e il trattamento dell'infiammazione spinale.

Mielite focale acuta Modifica

Inizia relativamente bruscamente con malessere, debolezza generale. Poi c'è la febbre con i brividi. Leggero dolore alla schiena, al torace. Ci sono parestesie nelle gambe, che gradualmente si trasformano in intorpidimento con un rapido aumento della perdita di movimento, fino a completare la paralisi. Poiché la regione toracica del midollo spinale è interessata il più delle volte si sviluppa una paraplegia inferiore con perdita di sensibilità di tipo conduttivo. Con lo sviluppo acuto della malattia, la paralisi all'inizio ha un carattere pigro con perdita dei riflessi tendinei. Nel corso del tempo, la paralisi flaccida può diventare spastica. Nel caso di un processo non acuto, la paralisi può diventare immediatamente spastica. Se il processo non è localizzato nel midollo spinale toracico, l'immagine della paralisi sarà diversa. Con l'infiammazione nel mezzo segmento si osserverà la paralisi da Brown-Sekara. Esiste anche un disturbo delle funzioni degli organi pelvici sotto forma di ritenzione urinaria e feci, o viceversa nella debolezza degli sfinteri.

Mielite disseminata acuta Modifica

La malattia si sviluppa in modo acuto, i sintomi delle lesioni del midollo spinale compaiono nei primi giorni. In questo caso, il processo è localizzato da lesioni in diverse parti del midollo spinale, insieme a una grande lesione a un certo livello, ci sono un numero di focolai più piccoli di infiammazione in diversi segmenti. I focolai di infiammazione si trovano nella sostanza grigia e bianca del midollo spinale. Portano ulteriori sintomi al quadro clinico della malattia: un aumento del riflesso del ginocchio e l'assenza di Achille con la presenza simultanea di determinati riflessi patologici. L'irregolarità della lesione è indicata dalla diversa intensità dei disturbi motori, sensoriali e riflessi a destra e sinistra. In questi casi, ci sono lievi disturbi agli organi pelvici e disturbi trofici offuscati. Anche i disturbi sensibili possono essere pronunciati. La sensibilità profonda può soffrire più che superficialmente. Questo accade sia nel conduttore che nel tipo radicolare.

Modifica della mielite necrotizzante subacuta

La mielite necrotizzante subacuta è solitamente registrata negli anziani con un cuore polmonare cronico. Il quadro clinico è caratterizzato da un graduale aumento dei sintomi della paraplegia amiotrofica, disturbi di sensibilità variabile e disturbi pelvici. Danni alle parti inferiori del midollo spinale e la cauda equina tende a diffondersi verso l'alto e continua per diversi anni.Nel liquido cerebrospinale è marcata la dissociazione proteina-cellula con pleiocitosi moderata. La mielite necrotizzante subacuta si presenta solitamente come sindrome paraneoplastica. Quasi la metà dei casi non riesce a stabilire la causa della malattia. Molto spesso il processo infiammatorio nella mielite è localizzato nella regione toracica inferiore del midollo spinale.

Mielite flaccida acuta Modifica

La mielite acuta flaccida è considerata una malattia estremamente rara, simile ai sintomi della poliomielite. L'OBM colpisce la sostanza grigia del midollo spinale e in alcuni casi può causare paralisi muscolare permanente. A differenza della poliomielite, non esistono vaccini e farmaci per il trattamento e la prevenzione della mielite flaccida acuta. Gli agenti causali della malattia sono sconosciuti. I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie considerano i virus, le tossine e le malattie genetiche come possibili cause di malattia. Si nota inoltre che la mielite flaccida acuta non è contagiosa e non viene trasmessa da persona a persona. Nel 2014, è stato registrato per la prima volta un notevole aumento del numero di casi di OSM. L'incidenza di picco è stata in agosto - settembre. Nel 2018, la malattia cominciò a diffondersi più rapidamente. Nell'ottobre 2018, negli Stati Uniti sono stati registrati 127 casi di OBM. I bambini sotto i 18 anni sono stati esposti alla malattia, con un'età media di 4 anni.

Sintomi di malattia

I sintomi della mielite appaiono in modo incrementale. Le condizioni del paziente peggiorano ogni secondo. Tra le principali manifestazioni ci sono le seguenti:

  • un forte aumento della temperatura corporea
  • forti brividi, vertigini,
  • debolezza muscolare
  • mal di schiena.

Nei primi giorni della malattia compaiono i sintomi caratteristici di molte malattie, quindi compaiono sintomi meningei caratteristici, ma solo un medico può identificarli e trarre le giuste conclusioni.

Esistono molte varietà di mielite, a seconda della localizzazione del processo infiammatorio, del grado di danneggiamento delle membrane spinali. Ogni tipo di malattia ha i suoi sintomi. Il mal di schiena può verificarsi in diverse aree e reparti. Lo stadio di sviluppo della malattia ha anche un valore importante. Se nella fase iniziale il paziente ha una schiena molto brutta, non riesce a strappare la testa e il collo da una posizione prona, quindi dopo un paio di giorni si verifica la paralisi degli arti, incontinenza di feci e urina.

Cause della malattia

La mielite è primaria e secondaria. Nel primo caso, la materia grigia e bianca del midollo spinale viene inizialmente interessata. Nel secondo caso, l'infiammazione è una conseguenza di altri disturbi. Spesso gli agenti causali della mielite sono virus e batteri. Per i pazienti oncologici caratterizzati dalla cosiddetta mielite da radiazioni, che si sviluppa sullo sfondo della radioterapia. Si manifesta dopo 6-12 mesi dalla fine del trattamento della malattia di base. Spesso, pazienti e medici sono pronti per un tale risultato, quindi il trattamento del processo infiammatorio inizia in modo tempestivo, la terapia dà un risultato positivo.

L'ipotermia severa è un'altra causa di mielite. È impossibile "prendere freddo" nel midollo spinale, ma sotto l'influenza di basse temperature diminuisce la risposta immunitaria del corpo, quindi virus e batteri penetrano più velocemente nelle membrane del midollo spinale e si riproducono attivamente lì.

Diagnosi di infiammazione del midollo spinale

Diagnosi di infiammazione del midollo spinale in un ospedale. In primo luogo, il medico esamina il paziente, raccoglie l'anamnesi. Sono prescritti esami del sangue biochimici generali. Elevati globuli bianchi, aumento della VES - questi sono tipici indicatori nel periodo acuto della malattia. Una diagnosi accurata può essere fatta solo dopo la puntura spinale. L'esame del liquido cerebrospinale consente non solo di identificare l'infiammazione, ma anche i suoi agenti patogeni. Viene determinato quali microrganismi sono presenti nel fluido dal midollo spinale, viene controllata la loro sensibilità agli antibiotici al fine di selezionare i farmaci che saranno efficaci durante il processo di trattamento.

Tipi di malattia

La classificazione della mielite è ampia. In misura maggiore, questa conoscenza è richiesta dai medici per diagnosticare correttamente il processo infiammatorio nel midollo spinale, per determinare la corretta strategia di trattamento. La mielite acuta, subacuta e cronica si distingue per la durata del corso. Ciò che conta è il grado di danneggiamento del midollo spinale. L'infiammazione può essere limitata, comune, focale. Mielite trasversa separata isolata. In questo caso, il processo infiammatorio si sviluppa in diverse aree adiacenti.

Altrettanto importante è la causa dello sviluppo della mielite. L'infiammazione si verifica sotto l'influenza di virus, batteri, radiazioni ionizzanti, lesioni, forti tossine. In rari casi, non è possibile stabilire la causa dello sviluppo del processo infiammatorio. Quindi la mielite è più difficile da trattare.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento della mielite viene sempre eseguito in ospedale. Questo problema è affrontato da un neurologo. Determina la localizzazione dell'infiammazione, il grado di danneggiamento della sostanza bianca e grigia del midollo spinale e il processo infiammatorio deve essere interrotto. Allo stesso tempo c'è una lotta con i sintomi della mielite.

Immediatamente nominato antidolorifici ormonali e farmaci anti-infiammatori. Nel nostro paese, l'uso attivo di farmaci basati sul prednisone. Sono efficaci nel trattamento della mielite. Questi farmaci entrano nell'organismo nelle dosi massime consentite.

Un paziente con mielite deve essere prescritto antibiotici ad ampio spettro anche nelle dosi massime consentite. Questi farmaci devono essere assunti, anche se la causa dell'infiammazione del midollo spinale è diventata un virus. Tali azioni mirano a ridurre la probabilità di gravi effetti avversi della mielite.

I diuretici sono necessariamente utilizzati per evitare il gonfiore dei tessuti. Spesso, nel trattamento della mielite, il paziente è già paralizzato, quindi vengono prese ulteriori misure per evitare le piaghe da decubito.

Riabilitazione dei pazienti dopo il trattamento

La mielite è la malattia più grave che colpisce il midollo osseo. Tutti sanno che questo corpo è responsabile dell'immunità umana, perché è qui che viene svolta la produzione di leucociti. Sebbene le moderne tecnologie mediche consentano il trattamento della mielite, è possibile eliminare completamente gli effetti dell'infiammazione del midollo spinale in unità di casi.

Il ripristino di tutte le funzioni e i sistemi del corpo viene effettuato entro 1-2 anni dal completamento del trattamento dell'infiammazione del midollo spinale. Durante questo periodo, il paziente è impegnato in terapia fisica, passa i corsi di riflessologia. La prognosi finale dipende dalla localizzazione dell'infiammazione, dal grado di danno tissutale. I pazienti ricevono spesso un gruppo di disabili, ma molti ritornano alla vita normale e persino al lavoro.

Chi è affetto da mielite?

È difficile determinare i segni di quei gruppi di persone che possono ottenere mielite. Decisamente impossibile determinare il sesso o la fascia di età dei potenziali pazienti. Tuttavia, un certo numero di ricercatori, dopo aver studiato queste statistiche, dice: il più delle volte la patologia è osservata in un periodo piuttosto giovane (dai 10 ai 20 anni) e in età avanzata.

Cause e classificazione

In base all'ordine di comparsa dell'infiammazione, le cause della mielite rientrano in una delle 2 categorie:

  • Primaria - a seguito di un impatto negativo diretto sul midollo spinale (infezione, lesione spinale),
  • Secondario - quando la mielite diventa una conseguenza di una complicazione di una patologia o appare sullo sfondo (infezione ripetuta).

L'infezione entra nel corpo attraverso il sistema circolatorio o attraverso una ferita aperta. In questo caso, i virus del gruppo neurotropico (varicella, lichene, poliomelite, herpes, parotite, influenza, morbillo, rabbia, tetano, ecc.) Sono patogeni probabili.

L'infezione secondaria si verifica a causa di:

  • Vari gruppi di funghi,
  • Parassiti (ad esempio, trematodi o elminti),
  • Alcuni batteri (patogeni della sifilide o della tubercolosi).

La classificazione di questa malattia neurologica, basata sul modo di apparizione, è la seguente:

  • Origine di intossicazione,
  • infettiva,
  • post-traumatico,
  • Eziologia non specificata (idiopatica).

Ci sono anche casi in cui la mielite è causata da una violazione dei processi metabolici: anemia del tipo pernicioso, diabete mellito e malattie epatiche croniche.

Ti consigliamo di leggere: neuroma spinale.

Progressione della malattia

Uno qualsiasi dei fattori (trauma, infezione), che è la causa della mielite, causa non solo l'infiammazione, ma anche il gonfiore del midollo spinale. Questo è il meccanismo che innesca lo sviluppo del processo patologico. A causa dell'edema nei tessuti circostanti, l'afflusso di sangue è disturbato dalla formazione di coaguli di sangue nei vasi. Questa condizione aumenta ulteriormente il gonfiore. Da ciò possiamo concludere che l'infiammazione del midollo spinale, come molte altre malattie neurologiche, si sviluppa ciclicamente.

Il deterioramento della circolazione sanguigna, così come la sua assenza in certe aree, porta ad ammorbidire e morte delle cellule nervose e dei tessuti del midollo spinale. La struttura morfologica dell'area interessata appare flaccida ed edematosa, la forma della caratteristica farfalla delle sfocature del midollo spinale. Quando si esamina il focus della necrosi al microscopio, si osservano segni caratteristici come la disintegrazione della mielina, edema grave, processo di infiltrazione, siti di emorragia.

Dopo il recupero, si forma una cicatrice formata dal tessuto connettivo al posto delle aree morte delle fibre nervose. Naturalmente, a causa delle peculiarità della struttura cellulare, la cicatrice non può funzionare come cluster di cellule nervose, pertanto, i disturbi che sono comparsi durante il periodo della malattia rimangono anche dopo la guarigione del paziente.

Le manifestazioni cliniche della mielite sono diverse, la loro gravità dipende dal livello e dal grado della lesione del midollo spinale. I principali sono:

  • Dolore spiacevole,
  • Sensibilità compromessa
  • paralisi,
  • Disfunzione pelvica, ecc

I primi segni sono simili ai sintomi di qualsiasi processo infettivo: brividi, debolezza generale e febbre fino a 39 gradi. La presenza di una malattia neurologica è segnalata dal mal di schiena, che può diffondersi dall'area interessata ai tessuti vicini.

La mielite fortemente sviluppata porta alla perdita della funzione motoria e sensibile del midollo spinale.

Trattamento della mielite

La scelta del complesso terapeutico dipende dall'eziologia della mielite, dai sintomi della malattia in un caso particolare, dalle caratteristiche dello sviluppo della patologia e dalle condizioni generali del paziente. Tra le misure per il trattamento della mielite sono considerate efficaci:

  • Somministrazione di farmaci (dosi piuttosto elevate di antibiotici ad ampio spettro, uroseptics, analgesici, farmaci antipiretici, rilassanti muscolari, farmaci antinfiammatori - principalmente glucocorticoidi),
  • L'esercizio fisico complesso,
  • Massaggio a percussione
  • Metodi fisioterapeutici di trattamento (principalmente UVB).

In caso di disfunzione urinaria, vengono eseguiti cateterismo e lavaggio della vescica e vengono prescritti i preparati del gruppo anticolinesterasico. La terapia vitaminica viene utilizzata per ripristinare il funzionamento delle cellule nervose dopo il trattamento e assumere le vitamine del gruppo B, è raccomandata sotto forma di soluzione iniettabile.

Per prevenire l'insorgere di piaghe da decubito può essere la seguente: sotto le sporgenze ossee, è possibile mettere un cerchio speciale o tamponi di cotone, periodicamente aiutare il paziente a cambiare la posizione del corpo, strofinare la pelle con una soluzione di sapone e alcool o alcol di canfora. Inoltre, applicare l'UV su caviglia, osso sacro e glutei.

Le fasi di corsa portano alla morte (infiammazione nella regione cervicale) o alla disabilità (mielite delle regioni toracica e lombare) del paziente. Pertanto, è importante essere esaminati e iniziare immediatamente la terapia.

Se la patologia procede favorevolmente e il trattamento viene eseguito correttamente, il recupero del paziente avviene al massimo dopo tre mesi e, dopo un anno o due, il paziente viene completamente ristabilito. Le cure sanitarie e di ricovero tempestive, prescritte e adeguate, possono velocizzare questi processi a volte.

Le cause della mielite

La classificazione della mielite si basa sui motivi della sua origine. La principale causa di infiammazione del midollo spinale è una ridotta attività del sistema immunitario. Questo rende il midollo spinale vulnerabile a danni secondari. È questo processo che causa il processo infiammatorio.

Una condizione di immunodeficienza può anche causare affaticamento, stress nervoso, malattie croniche degli organi interni, effetti termici (ipotermia o surriscaldamento), virus e infezioni, o gli effetti combinati di molti di questi fattori.

La mielite acuta può iniziare dopo la penetrazione linfatica (da lifmotok), ematogena (dei vasi sanguigni) o dovuta alla comparsa nel corpo dei seguenti fattori di danno:

  • Infezioni virali (epatite virale, citomegalovirus, virus Epstein-Barr, Coxsackie, morbillo, rosolia, parotite),
  • Lesioni traumatiche della colonna vertebrale e del tessuto nervoso
  • Compressione (compressione da tumore, o ernia),
  • Effetti tossici (intossicazione acuta o cronica con sali di metalli pesanti, neurotossine, monossido di carbonio),
  • Esposizione alle radiazioni (o radiazione di un tumore che ha causato danni in quest'area),
  • Scarsa vaccinazione (il più delle volte di origine allergico-infettiva),
  • Il fallimento del sistema immunitario, che percepisce il midollo spinale come un tessuto estraneo, a cui produce anticorpi,

La mielite acuta, estremamente raramente può essere causata dalla gravidanza e dal parto. L'infiammazione del midollo spinale è sempre preceduta da un periodo prodromico caratterizzato da sintomi clinici comuni come debolezza, febbre, malessere e letargia. Se in questo stato, consultare un medico, quindi il corso della lesione sarà più piccolo.

L'infiammazione inizia a causa di gonfiore del midollo spinale, che è apparso a causa di questi motivi. Inoltre, l'afflusso di sangue è disturbato nei muscoli e i coaguli di sangue compaiono nei vasi. Aumenta il gonfiore. Questo è il cosiddetto "circolo vizioso". Di conseguenza, il tessuto del midollo spinale si ammorbidisce. Molti dei disturbi che compaiono nel corpo a causa della malattia persistono anche dopo il recupero.

I sintomi di infiammazione spinale

La manifestazione della mielite dipende dalla posizione della patologia. Nei primi giorni della comparsa della malattia, i sintomi della mielite ricordano il quadro clinico generale di qualsiasi malattia grave e si manifestano come debolezza muscolare, vertigini, brividi severi e brusco aumento della temperatura. Intorno a questo momento, inizia il dolore alla schiena.

Uno specialista di profili può vedere dietro l'immagine sfocata i sintomi caratteristici della mielite trasversa. Questi includono una maggiore sensibilità dolorosa a suoni leggeri e rumorosi, salti di pressione intracranica e spinale, vomito senza mangiare e alcuni riflessi muscolari. Mal di testa con infiammazione è grave, con una tendenza ad aumentare. Tutto questo continua fino all'inizio dei sintomi focali, direttamente correlato al livello al quale si è sviluppato il processo infiammatorio nel midollo spinale.

La prognosi e il successo del trattamento dipendono dalla posizione e dal grado di danno. La diagnosi tempestiva da parte di un medico qualificato è uno dei principali fattori per un trattamento efficace.

La mielite del rachide cervicale è accompagnata da paralisi flaccida delle mani e spastica - delle gambe, sono possibili disturbi bulbari, e spesso si verificano la sconfitta del nervo frenico e l'angoscia respiratoria.La patologia in questa zona della colonna vertebrale è la più pericolosa, in quanto può causare danni al nervo frenico e, di conseguenza, smettere di respirare.

La sezione toracica affetta porta a disfunzione degli organi addominali, paralisi delle gambe, ritenzione di urina e feci, passaggio nell'incontinenza dovuta al danneggiamento degli organi pelvici e si manifestano spesso riflessi patologici.

Nella regione lombosacrale con mielite, la paresi si verifica nelle gambe e la disfunzione degli organi pelvici. I muscoli gradualmente si atrofizzano a causa dell'innervazione nervosa e della mancanza di una normale regolazione.

Quando la reazione infiammatoria nel midollo spinale è una perdita di sensibilità. È tipico per qualsiasi luogo di localizzazione della mielite, nonché una completa violazione delle funzioni del midollo spinale.

Mielite del midollo spinale (infiammazione)

L'infiammazione del midollo spinale è una condizione pericolosa per la salute e la vita umana. In assenza di cure mediche tempestive porta a invalidità permanente a causa della perdita di mobilità degli arti superiori o inferiori.

La mielite del midollo spinale può svilupparsi sotto l'influenza di fattori patogeni esterni ed interni. Molto spesso, l'infiammazione asettica viene diagnosticata su uno sfondo di ernia sequestrata (strappando una parte del nucleo pulpare e il suo scivolamento nel canale spinale.

Può anche essere una lesione infettiva quando un agente patogeno penetra attraverso la via linfogena o ematogena. Con ferite penetranti alla schiena e al collo, può essere registrata una forma atipica dell'agente infettivo.

Casi meno comuni di mielite contro l'encefalite da zecche.

In questo materiale, ci proponiamo di analizzare i sintomi tipici dell'infiammazione del midollo spinale e dei metodi di trattamento, che consentono di dare una prognosi positiva per il recupero e il pieno ripristino della mobilità delle gambe e delle braccia.

Nella maggior parte dei casi, la comparsa di sintomi di mielite del midollo spinale non lascia dubbi nella diagnosi preliminare, quindi dopo una diagnosi speciale viene rapidamente prescritto un trattamento medico conservativo.

Si svolge nella fase iniziale solo in un ambiente ospedaliero specializzato. Dopo la dimissione dall'ospedale, il trattamento riabilitativo viene continuato su base ambulatoriale.

Perché succede questo e qual è la classificazione?

Le fibre nervose, che sono un fascio spesso che crea una connessione tra il corpo e il cervello, rappresentano il midollo spinale. Infiammato, non è che si indebolisce, ma perde di più le sue funzioni. Quindi, se i percorsi del midollo spinale sono danneggiati e forniscono il movimento delle mani, la persona avrà problemi a controllare i suoi arti superiori. Patologie dei percorsi dal cervello alle gambe causano paralisi e debolezza delle gambe, e c'è anche il pericolo di disturbare la funzionalità del tratto gastrointestinale e del sistema urinario.

La mielite è classificata secondo diversi criteri. La classificazione più semplice è considerata basata sul criterio per lo sviluppo della malattia: primaria e secondaria. Secondario è diverso dal primario in quanto la progressione della malattia si verifica in condizioni di altre malattie.

C'è un altro gruppo di mielite - secondo l'eziologia della malattia. Rappresenta una varietà di ragioni per lo sviluppo di questa malattia. Quindi, c'è un'infiammazione batterica, post-vaccinazione, virale, traumatica e tossica. Un caso comune di infiammazione spinale può essere chiamato mielite infettiva primaria, la cui causa può essere la rabbia e altre malattie.

I casi secondari di questa malattia sono di solito complicanze di gravi malattie infettive, tra cui il tifo, il morbillo, la scarlattina e la polmonite. Inoltre, le persone con sepsi di sangue sono a rischio di sviluppare questo tipo di patologia.

Considerando ulteriormente la tipologia della malattia del midollo spinale, vorrei ricordare che esiste una classificazione per prevalenza e sviluppo della malattia. Nel primo caso, la mielite è diffusa, multifocale e limitata. Nel secondo caso - acuto, subacuto o cronico.

Se parliamo di infiammazione trasversale acuta del cervello, allora questa malattia appartiene a un tipo limitato di mielite, perché c'è solo un focus di infiammazione, che ha una piccola dimensione.

Oltre ai motivi sopra esposti per la comparsa di mielite, ci sono fattori che contribuiscono alla sconfitta del midollo spinale. L'ipotermia è solo una di queste.

sintomatologia

La mielite è cervicale, toracica e lombare. Con lo sviluppo della malattia, il funzionamento delle terminazioni nervose viene interrotto, causando in seguito gravi problemi sia nei sistemi sensoriali che nei sistemi motori.

Fai attenzione! Un aumento della temperatura corporea fino a quaranta gradi, debolezza, brividi e gagging sono i principali segni della forma acuta della malattia.

Nella mielite, la prima cosa che il paziente affronta è la paresi delle gambe, delle braccia e dei sintomi di dolore di intensità moderata. Di seguito sono riportati i disturbi motori e sensoriali, che possono verificarsi in pochi giorni. Ci sono anche frequenti problemi nella zona pelvica (di regola, stiamo parlando di malfunzionamento dell'organo).

La caratteristica delle manifestazioni neurologiche varia a seconda del periodo di progressione del processo degenerativo e della posizione della fonte di infiammazione.

Se l'infiammazione si trova nella regione lombare, lo sviluppo della malattia si presenta come segue: prima compare la paresi delle gambe, accompagnata dall'atrofia muscolare. Dopo questo, le funzioni dei riflessi profondi vengono completamente disturbate o distrutte. Quindi - si verifica incontinenza di urina e feci, che è un chiaro segno del malfunzionamento degli organi pelvici.

Parlando dei sintomi della malattia, è necessario considerare il tempo della sua manifestazione e sviluppo. Dall'inizio della malattia allo sviluppo del suo picco, i segni di mielite si alternano. I sintomi primari (iniziali) praticamente non consentono una diagnosi corretta, perché non sono molto diversi dai segni di altre malattie infettive. Convenzionalmente, i segni standard di un processo degenerativo-distrofico sono un insorgenza inaspettata, debolezza, brividi e un aumento della temperatura corporea fino a quaranta gradi. Dopo aver superato questo stadio, la mielite inizia a manifestarsi e la prima cosa che inizia a tormentare il paziente sarà il dolore alla schiena, che è intenso. La particolarità di questo sintomo nella mielite in assenza di concentrazione in un unico luogo. Il mal di schiena colpisce anche le zone adiacenti del corpo. Spesso il dolore si irradia nella parte posteriore, nella parte superiore delle gambe o in altre parti del corpo vicine. Col passare del tempo, i segni diventano gradualmente più chiari e ciò può richiedere un paio d'ore e diversi giorni o addirittura settimane.

La terapia con la mielite dipende dall'estensione della lesione. Una lesione del midollo spinale nella regione cervicale superiore è considerata la più pericolosa rispetto ad altre specie, poiché vi è la possibilità di una possibile sconfitta del nervo frenico, che promette di interrompere la respirazione.

È importante! La parte più "sofferente" della colonna vertebrale con mielite è considerata il torace. È la mielite toracica che è la vera causa principale dello sviluppo della paralisi spastica delle gambe. Questo tipo di paralisi porta inoltre a convulsioni croniche.

Spesso la lesione si trova nella regione lombosacrale. I sintomi in questo caso sono la paresi delle gambe, l'atrofia muscolare progressiva e problemi nel lavoro degli organi pelvici.

È importante notare che la sensibilità del paziente è sempre ridotta indipendentemente dal sito dello sviluppo dell'infiammazione. Esiste una regola non detta secondo la quale si verifica una violazione della sensibilità: questo accade appena sotto l'area interessata. Questi problemi risiedono non solo nel fatto che la sensibilità al dolore scompare in una persona, ma anche in una diminuzione della risposta ai cambiamenti di temperatura e al tatto, e possono anche esserci "false sensazioni" sotto forma di "pelle d'oca".

L'origine e lo sviluppo dell'infiammazione spinale

Come sapete, alcuni fattori possono scatenare la comparsa di mielite. Ad esempio, potrebbe essere un'infezione, una ferita. È qui che inizia il processo anomalo. L'infiammazione contribuisce a compromettere la circolazione sanguigna nei tessuti, che porta alla comparsa di coaguli di sangue nei vasi. A loro volta, portano ad un aumento dell'edema. Successivamente, è per questo motivo che i tessuti del midollo spinale si ammorbidiscono e subiscono la necrosi.

Alla fine della riabilitazione, si forma una cicatrice dal tessuto connettivo nella zona interessata. Non è invece in grado di sostituire le cellule nervose e la funzione. Molte delle difficoltà che sono sorte nel corso dello sviluppo della malattia rimangono dopo il corso della terapia.

Meccanismi di sviluppo

L'infezione penetra nel midollo spinale dall'esterno o dalla focalizzazione primaria in modo ematogeno (con sangue o linfa). La seconda via di introduzione è le fibre e le guaine mieliniche dei nervi spinali. In primo luogo, lo spazio sotto e tra le membrane è infetto, quindi i principali tessuti cerebrali (materia grigia e bianca) sono interessati.

Il midollo spinale è diviso in segmenti corrispondenti in dimensioni alle vertebre. Ogni segmento controlla i riflessi e trasmette segnali al cervello e ritorno da uno specifico organo interno o gruppo muscolare. A seconda del numero di segmenti infetti, la mielite viene definita localizzata (limitata), disseminata (distribuita su tutti i segmenti) o focale (in diversi segmenti adiacenti o non correlati). Opticomielite allocata separatamente - una combinazione di mielite trasversa e neurite ottica, accompagnata da demielinizzazione.

Secondo la localizzazione nel tronco cerebrale, i mieliti si dividono in:

  • anteriore (la lesione è sostanza bianca nel solco della linea mediana anteriore),
  • trasversale (area della lesione - materia grigia e bianca in diversi segmenti),
  • centrale (la materia grigia è interessata),
  • periferica (la sostanza bianca è interessata sul retro e sui lati).

La causa dell'infiammazione è la reazione del sistema immunitario alla presenza di un "fattore patogeno". Secondo l'intensità dello sviluppo della reazione, la malattia è definita come:

  • acuta (rapido sviluppo, danni ai tessuti profondi, possibile sviluppo in diversi focolai),
  • subacuta (si sviluppa lentamente, accompagnata da dolore non chiaro, inizia dai segmenti inferiori),
  • cronica (si sviluppa nel giro di pochi anni, è accompagnata da un malfunzionamento dei tessuti.La causa principale della malattia è l'infezione da HIV, tipo T-virus linfotropico 1).

Il principale risultato dell'attività delle cellule immunitarie è la degenerazione dei neuroni e la demielinizzazione dei nervi conduttori prossimali coinvolti nell'area del processo infiammatorio. La necrotizzazione del tessuto nervoso si manifesta con un aumento dei frammenti delle strutture cellulari nel liquido cerebrospinale (CSF).

L'infiammazione è espressa sotto forma di gonfiore dei tessuti, gonfiore, confine sfocato tra materia grigia e bianca (risonanza magnetica). Sotto forte aumento si osservano emorragie microscopiche, coaguli di sangue nei capillari, distruzione delle pareti cellulari, disintegrazione della guaina mielinica dei neuroni.

La malattia più spesso, fino al 40% di tutti i casi, colpisce la colonna vertebrale toracica, la parte inferiore. La seconda infezione più comune è la metà superiore della regione toracica (25-27%), l'articolazione toracico-lombare e il lombo (15%). La regione cervicale è infetta relativamente raramente, nel 6-7% dei casi. Più spesso, coppie adiacenti di vertebre o diverse sezioni sono interessate contemporaneamente (lesioni disseminate).
al contenuto ↑

A seconda della velocità di sviluppo e localizzazione nel tronco cerebrale, si distinguono diversi modelli sintomatici tipici.

Diffuso acuto o mielite focale appare entro 24 ore dall'infiltrazione di agenti patogeni nello spazio del canale spinale. La reazione immunitaria è accompagnata da sintomi tipici delle malattie infettive: un aumento della temperatura fino a 38-39 °, brividi, sudorazione, malessere. L'infiammazione causa gonfiore dei segmenti colpiti, che si manifesta in dolori di luce diffusa. La sindrome del dolore si riflette nelle parti del corpo con cui sono collegati i settori cerebrali infiammati.

I disturbi di sensibilità e capacità di gestire parti del corpo dipendenti (paresi e paralisi) si sviluppano gradualmente. In conformità con la sconfitta della violazione può essere asimmetrica, selettiva. Le disfunzioni motorie più gravi si verificano con mielite trasversa.

La sconfitta della regione toracica è espressa nei dolori al petto che circondano (si manifesta un danno alle radici dei nervi spinali). In futuro, la capacità di effettuare movimenti respiratori è compromessa. Il blocco dei segmenti sottostanti si manifesta nella perdita di sensibilità nella parte inferiore del corpo (inclusi gli organi interni), nella paralisi degli arti (paraplegia) e nel controllo alterato degli organi del sistema genito-urinario e digestivo (in particolare, delle funzioni escretorie). Sullo sfondo di una violazione dell'innervazione, possono svilupparsi lesioni infettive e infiammazioni degli organi del sistema urinario. Le fonti di infezione possono essere lesioni da decubito, vie urinarie, batteriemia.

La mielite cervicale nell'ispessimento spinale in caso di massiccio sviluppo acuto diventa la causa della tosse quadriplegia (paralisi di tutte le membra), respiratoria e del ritmo cardiaco. Flaccido paralizza quando i motoneuroni si bloccano nel midollo spinale e i nervi spinali (diasima) si trasformano in spastici:

  • aumentare il tono muscolare
  • l'incapacità di eseguire funzioni meccaniche, i movimenti riflessi,
  • ridotta forza muscolare.

Nello sviluppo della mielite acuta, si notano le seguenti fasi:

  • stadio di sviluppo acuto: gonfiore rapido dei segmenti affetti, sintomi neurologici (riflessi alterati, parestesia, paralisi) - da 2 ore a 10-14 giorni,
  • periodo di recupero precoce: dal momento della stabilizzazione dei sintomi neurologici - fino a 6 mesi,
  • periodo di recupero tardivo: fino a 1,5-2 anni dal completamento della fase precedente,
  • effetti residui (compromissione della conduzione dei neuroni): tempo indefinito.

Mielite subacuta necrotizzante causato da lesioni necrotiche delle membrane del midollo spinale (meningite purulenta). La malattia si sviluppa lentamente per diversi anni. La risalita viene dalle vertebre lombari nella regione toracica. La distruzione dei motoneuroni della sezione lombare del midollo spinale e della cauda equina è espressa nella crescente paraplegia degli arti inferiori, nelle disfunzioni degli organi pelvici e nella cavità addominale. Un'analisi del CSF mostra un aumento dei frammenti cellulari. La malattia colpisce gli anziani. Un'alta percentuale di decessi nello sviluppo della mielite alla sconfitta del midollo spinale toracico.

Optica più comune in Asia La lesione del midollo spinale (mielite trasversa) è accompagnata da neurite e demielinizzazione dei nervi ottici. La malattia si sviluppa simmetricamente (in entrambi gli occhi). Sintomi: alterata visione periferica, scotomi ("punti ciechi"), riduzione della vista ad una perdita completa.
al contenuto ↑

Eziologia e patogenesi

La patogenesi primaria della mielite del midollo spinale può essere basata sul sequestro di ernia intervertebrale con localizzazione dorsale. Quando ciò accade, si verifica l'uscita dell'intero corpo gelatinoso del nucleo polposo o della sua parte dal guscio dell'anello fibroso.

Questa sostanza ha una natura proteica. Pertanto, il sistema immunitario lo riconosce come estraneo e dirige i fattori di risposta infiammatoria al centro della sua introduzione.

L'infiammazione asettica delle membrane del midollo spinale si sviluppa, portando alla comparsa di marcati sintomi neurologici.

Il tipo di mielite e la sua prognosi dipendono dal tipo di alterazioni patologiche. La miurite da otticoneuro è la meno pericolosa perché è caratterizzata da un decorso piuttosto calmo senza marcate paralisi e lesioni dello stelo.

Opticomielite si verifica principalmente negli adulti, non è caratteristica dei bambini di età inferiore ai 7 anni. La sindrome di Devika ha un decorso lieve con una fase monofasica localmente limitata con un forte deterioramento e un conseguente movimento verso il recupero del paziente.

La prognosi per la vita e il recupero di tutte le funzioni in questi casi è sempre positiva.

I tipi secondari di mielite correlata ai tipi reattivi sono comuni. Sorgono in risposta a forti processi infettivi in ​​altri organi e sistemi.

La tubercolosi più comune, il morbillo, la pertosse e le forme di herpes di infiammazione del midollo spinale. L'eziologia di questa malattia può essere asettica.

Questo è di solito osservato come il risultato di gravi lesioni alla schiena, spesso associate alla compressione dei corpi vertebrali, alle loro fessure, alle protrusioni dei dischi intervertebrali e ad altri spiacevoli cambiamenti patologici.

Transverse e altri tipi di malattia

Con il danno selettivo selettivo alla sostanza del midollo spinale da parte di forme neurotropiche di agenti patogeni, inizia la mielite primaria. Tipicamente, questo tipo è dovuto ad un'infezione virale che si diffonde attraverso il corpo attraverso il sangue o il fluido linfatico.

Per il tipo secondario di mielite del midollo spinale è caratterizzata da infezione della microflora batterica patogena.

Può anche essere diffuso in modo ematogeno e può anche penetrare per contatto quando ferito in violazione dell'integrità dei tessuti epiteliali della schiena nella colonna vertebrale.

Ci sono casi di sviluppo di mielite secondaria del midollo spinale dopo una caduta sul cane e nella regione della colonna vertebrale si è formato un graffio piuttosto profondo sulla pelle. Aveva già cominciato a cicatrizzare quando si verificavano effetti negativi sotto forma di sintomi caratteristici di infiammazione del midollo spinale.

Nella diagnosi iniziale, il medico deve determinare non solo il fattore della forma primaria e secondaria del processo infiammatorio. È anche importante registrare il tipo del decorso della malattia. E può essere acuto o cronico, subacuto e ricorrente. La fase successiva della classificazione consiste nel determinare la localizzazione delle modifiche principali. Ecco le seguenti opzioni:

  • mielite trasversa del midollo spinale con interessamento di sezioni di fibre nervose parallele e trasversali l'una all'altra nella distruzione dei tessuti,
  • un processo locale chiaramente limitato è più spesso osservato quando l'ernia del disco è intervertebrale
  • le specie disseminate o diffuse si distinguono per la localizzazione diffusa di numerosi focolai della reazione infiammatoria,
  • la mielite diffusa è la forma più pericolosa, cattura l'intera parte posteriore del cervello e porta rapidamente a danni al tronco cerebrale.

Ci sono altre caratteristiche che sono presenti nella trama della diagnosi medica. È necessario indicare il luogo di presenza dei patologi in relazione alla colonna vertebrale. Può essere localizzata cervicale, toracica, lombare o sacrale.

E per la nomina di un trattamento adeguato ed efficace, è importante stabilire l'eziologia dell'infiammazione del midollo spinale, perché non solo la velocità di recupero della salute del paziente, ma spesso anche la sua vita dipende dalla correttezza della terapia etiotropica. Pertanto, è necessario sapere che la malattia può essere scatenata dai seguenti fattori patogenetici:

  • effetti infettivi di varie forme di microflora batterica, micotica, virale e parassitaria,
  • infiammazione post-traumatica, in particolare associata a compressione e separazione delle singole parti della struttura vertebrale,
  • la mielite da radiazioni si verifica dopo la radioterapia,
  • la forma tossica è una risposta alla intossicazione totale nel corpo,
  • tipo associato al vaccino,
  • eziologia o idiopatica non specificata.

Tutti questi fattori sono essenziali per fare una previsione e prescrivere un trattamento efficace e tempestivo della malattia.

Le principali cause di infiammazione del midollo spinale

Ci sono varie ragioni per lo sviluppo dell'infiammazione del midollo spinale, ma la mielite potrebbe non essere sempre dovuta alla penetrazione della microflora patogena.

Ci sono situazioni in cui, durante la diagnosi differenziale di un paziente, sono state rilevate lesioni organiche associate alle strutture della colonna vertebrale, che hanno causato lesioni permanenti al sacco durale del midollo spinale.

Di conseguenza, si sono sviluppati sintomi di mielite pigra con patogenesi cronica ricorrente.

Le principali cause di mielite del midollo spinale possono includere i seguenti fattori:

  • infezione da meningococco, che provoca lo sviluppo di gravi forme purulente, spesso diagnosticate in bambini di età inferiore ai 10 anni,
  • complicazione delle infezioni virali (coxsackie, influenza, herpes),
  • lesione del midollo spinale con alterazioni comminute della struttura ossea,
  • radioterapia durante i processi autosomici e oncologici,
  • risposta vaccinale,
  • prontezza allergica del corpo,
  • disordini metabolici,
  • immunodeficienza delle forme primarie e secondarie,
  • astenia generale e ridotta vitalità,
  • influenza stressante di fattori ambientali negativi, ad esempio, ipotermia o colpo di calore.

L'esclusione della causa è la base per il trattamento rapido e di successo di questa patologia. Pertanto, è importante trovare sempre fattori negativi di primaria influenza e, per quanto possibile, eliminarli completamente.

Sintomi clinici dell'infiammazione della membrana e delle radici del midollo spinale

Nella maggior parte dei casi, i sintomi di infiammazione del midollo spinale appaiono improvvisamente, senza uno stadio di prodroma. Questo periodo di sintomi primari acuti può durare da due settimane a un mese.

In questo momento, i sintomi clinici della mielite del midollo spinale possono portare a conseguenze disastrose.

Sensibilità e mobilità degli arti inferiori o superiori si perdono, si verificano forti dolori e convulsioni, la temperatura corporea aumenta bruscamente.

Il prossimo stadio di infiammazione mielitica del midollo spinale può durare per circa 5-6 mesi. Durante questo periodo, viene ripristinata la funzione principale persa. In questo modo, i pazienti iniziano a imparare nuovamente a camminare, a sviluppare abilità motorie delle mani, ecc.

Il successo della riabilitazione effettuata in questo momento dipende dalla prognosi per il completo ripristino della funzione del corpo danneggiato. Questo è seguito da un periodo tardivo di riabilitazione, nel cui proseguimento ci sono ancora cambiamenti patologici. Ma all'inizio della fase successiva dei fenomeni residui, di solito tutti i segni scompaiono.

Il recupero completo di solito richiede 2-3 anni.

Il quadro clinico della mielite si sviluppa secondo il seguente schema:

  • nei primi 3-4 giorni il paziente è preoccupato per debolezza generale con alta temperatura corporea e dolore muscolare,
  • il giorno 5-6 iniziano a formarsi i siti di parestesia (mancanza di sensibilità cutanea),
  • allo stesso tempo, il paziente nota la manifestazione di crampi, formicolio in diverse parti del corpo, tremante,
  • una settimana dopo l'inizio della malattia, si forma una clinica di paralisi secondaria o paresi,
  • allo stesso tempo, l'intestino e la vescica sono compromessi (i pazienti possono provare incontinenza di urina e feci),
  • gli arti inferiori o superiori perdono la capacità di muoversi,
  • c'è uno spasmo dei muscoli della parete addominale anteriore (l'addome diventa duro come una tavola) e muscoli intercostali,
  • un forte dolore alla schiena è presente nei primi 10 giorni, poi la sindrome del dolore è completamente livellata,
  • il paziente perde la capacità di qualsiasi movimento,
  • piaghe da decubito e ulcere trofiche si formano.

La clinica per la mielite può svilupparsi altrettanto rapidamente (entro 12 ore) o molto lentamente (entro 30-40 giorni). Nella forma secondaria della malattia, è quasi impossibile cogliere il punto di inizio dell'infiammazione del midollo spinale. L'inizio coincide con il momento di miglioramento dell'infezione principale.

Ci sono caratteristiche delle manifestazioni cliniche di varie forme di questa patologia. Quindi, per il corso subacuto è caratterizzato dalla conservazione della salute e del funzionamento di tutti gli organi e sistemi. Tuttavia, il paziente sperimenta mal di schiena persistente.

L'aumento della paralisi con incontinenza fecale e lo svuotamento arbitrario della vescica è caratteristico della localizzazione focale del processo infiammatorio. E per la mielite diffusa, l'asimmetria dei segni clinici è tipica.

Il decorso dell'ictus è presente solo nell'infiammazione acuta trasversale del midollo spinale, non è caratteristica di altre forme della malattia.

Per la diagnosi è necessario prendere il liquido cerebrospinale al fine di identificare la sua composizione di liquore e la presenza di corpuscoli di sangue in esso. È anche possibile condurre la semina per analisi batteriologiche. La mielografia e la radiografia della colonna vertebrale consentono di stabilire la lesione di RM e TC per chiarire la diagnosi.

La diagnosi differenziale dovrebbe escludere i processi tumorali e le conseguenze degli effetti traumatici. La polineuropatia di Guillain-Barre, l'ictus spinale e l'epiduritis dovrebbero essere esclusi. È importante analizzare la borreliosi e l'encefalite trasmessa da zecche. A lungo termine, possono dare sintomi clinici simili.

Prognosi per la mielite del midollo spinale per ripristinare la mobilità delle gambe

La prognosi per la mielite del midollo spinale dipende dalla forma della patologia, dalla posizione della sua posizione e dalla gravità del decorso. Di norma, i medici danno una prognosi nettamente negativa solo se il pus è una forma meningococcica dell'infezione. Tutte le altre specie sono abbastanza curabili con successo.

Il processo di recupero dopo la mielite del midollo spinale può richiedere molto tempo. Al paziente viene assegnato il secondo gruppo non funzionante di disabilità con una ricertificazione medica annuale. Si ritiene che il ripristino completo della mobilità delle gambe dopo la mielite del midollo spinale sia possibile già dopo 6-8 mesi dall'esordio della malattia.

La preservazione della paralisi e della paraplegia è possibile con l'infiammazione trasversale del midollo spinale con un decorso ictus. Il risultato è anche possibile in pieno recupero. E con una frequenza simile, ci sono casi accompagnati da una graduale progressione di tutti i sintomi clinici, che alla fine portano alla morte del paziente entro 5-6 anni.

La prognosi più sfavorevole per la localizzazione lombo-sacrale del fuoco infiammatorio. C'è anche un certo pericolo nella sconfitta della regione cervicale.

mielite - Il nome comune per qualsiasi processo infiammatorio del midollo spinale. I sintomi dipendono direttamente dal livello e dal grado di danno, più spesso sono il dolore (la sua irradiazione), la paralisi, il disturbo pelvico, la sensibilità compromessa e altri.

La diagnosi di mielite comprende un esame neurologico e una valutazione dei parametri del liquido cerebrospinale prelevati per l'analisi mediante puntura lombare. Inoltre, possono essere prescritti CT o RM del midollo spinale e della mielografia.

Il trattamento prevede la nomina di antibiotici, farmaci antinfiammatori, analgesici, rilassanti muscolari, nonché terapia fisica, massaggi e procedure di fisioterapia.

La mielite è il nome generico di tutte le infiammazioni del midollo spinale, che possono interessare sia la materia grigia che quella bianca. Cioè, la mielite è chiamata qualsiasi processo infiammatorio spinale.

A seconda della forma e della prevalenza dell'infiammazione, la gravità dei sintomi può variare considerevolmente, ma la malattia rimane ancora piuttosto grave. La mielite dà un'alta percentuale di complicanze ed è difficile da trattare.

Questa malattia difficilmente può essere chiamata diffusa, si verifica in non più di 5 casi per 1 milione di persone.

È impossibile individuare singolarità nella struttura dell'incidenza di mielite, sesso o età praticamente non influenzano il rischio di sviluppare la malattia. Alcuni ricercatori citano prove che il più delle volte mielite si verifica in persone di età compresa tra 10 e 20 anni e persone anziane.

Cause dello sviluppo e classificazione della mielite

A volte non è possibile stabilire la causa esatta della mielite, ma nella maggior parte dei casi, i principali "fattori scatenanti" sono ancora noti.

L'unica classificazione della mielite utilizzata nella neurologia clinica si basa proprio sull'eziologia, cioè sulla causa della sua insorgenza.

Secondo questa classificazione, ci sono tre varianti della malattia: infettiva, traumatica e intossicazione.

Mielite infettiva. Fa quasi la metà di tutti i casi. Questa specie, a sua volta, è divisa in due gruppi: primario (se inizialmente l'infezione penetrava solo nel midollo spinale) e secondaria (se l'infiammazione si è manifestata dopo l'infezione da altri fuochi nel midollo spinale).

Le cause della mielite infettiva sono più spesso: virus herpes simplex di tipo I e II, infezione da citomegalovirus, micoplasma, sifilide, HIV, infezioni da enterovirus. Più raramente, l'infezione da meningococco e la borella possono essere il fattore eziologico.

La mielite infettiva secondaria si verifica prevalentemente nell'osteomielite della colonna vertebrale e quando l'infezione viene trasportata con il sangue.

Traumatico, intossicazione e altri tipi di mielite. Mielite intossicazione si verifica sotto l'influenza di veleni tropici alle cellule del midollo spinale. Tale infiammazione può verificarsi sia nell'avvelenamento acuto (ad esempio, un certo numero di farmaci e psicofarmaci), sia nell'azione cronica di una sostanza tossica (il più delle volte si tratta di produzione dannosa).

La mielite, causata da lesioni spinali, ha due componenti. In primo luogo, l'azione meccanica diretta sul midollo spinale porta inevitabilmente alla violazione delle sue funzioni. In secondo luogo, quando feriti, i microrganismi possono entrare nel midollo spinale attraverso una ferita.

Inoltre, l'infiammazione spinale può essere causata da alcune malattie sistemiche. Molto spesso, è possibile incontrare mielite sullo sfondo della sclerosi multipla (in questo caso, la mielite può essere giustamente definita un sintomo della malattia di base), un certo numero di malattie autoimmuni e vasculite.

Inoltre, la mielite si sviluppa spesso come componente della sindrome paraneoplastica che si verifica nelle prime fasi di crescita di un tumore maligno.

Patogenesi della mielite

Un fattore provocante - sia che si tratti di un'infezione o di un trauma - provoca edema spinale. Questo può essere considerato il punto di partenza da cui inizia l'intero processo patologico. L'edema interrompe la circolazione sanguigna nei tessuti, si verifica il trombi vascolare. Questo, a sua volta, aumenta il gonfiore.

Il meccanismo di sviluppo della mielite è il cosiddetto "circolo vizioso", così caratteristico di molte malattie neurologiche. Il disturbo della circolazione del sangue (o anche la sua cessazione in certe aree) causa alla fine il rammollimento e la necrosi dei tessuti del midollo spinale.

Dopo il recupero, il posto della necrosi è pieno di tessuto connettivo - si forma una cicatrice.

Naturalmente, il tessuto cicatriziale non può svolgere le funzioni inerenti alle cellule nervose, quindi molti dei disturbi che si sono verificati durante la malattia possono persistere anche dopo il recupero.

Patologicamente, la sostanza del midollo spinale sembra gonfia, flaccida, la caratteristica "farfalla" ha contorni sfocati. La microscopia rivela aree di emorragia, gonfiore, rottura della mielina e un processo infiltrativo.

Il quadro clinico della mielite dipende interamente dalla posizione dell'infiammazione.Il livello di danno è determinato da segmenti o divisioni del midollo spinale (ognuno dei quali ha diversi segmenti).

Ad esempio, la mielite può essere toracica, collo superiore, lombare, ecc. Di regola, la mielite copre il segmento del midollo spinale attraverso l'intero diametro, interrompendo il funzionamento di tutti i sistemi di conduzione.

Ciò significa che entrambe le sfere sono violate: sia motorie che sensibili.

Descrivere i sintomi della mielite è dato il momento del loro verificarsi. Dall'insorgenza della malattia all'altezza delle manifestazioni cliniche della malattia variano considerevolmente. I primi segni di mielite infettiva sono completamente non specifici e differiscono poco dalle altre malattie infettive.

Insorgenza acuta, un forte aumento della temperatura corporea a 38-39 ° C, brividi, debolezza - tutti i segni "standard" di qualsiasi processo infiammatorio. Inoltre, la malattia inizia ad acquisire le sue caratteristiche. Il primo sintomo neurologico è solitamente il mal di schiena. Può essere molto intenso (questo è individuale).

Il dolore nella mielite non è localizzato in un'area: il dolore si diffonde ad aree adiacenti del corpo. La sua irradiazione (in realtà, la diffusione del dolore) è un segno di danno alle radici del midollo spinale (sciatica). Il dolore può "dare" alla schiena, al perineo, alla coscia, ecc. Tutto dipende dal livello della lesione.

I sintomi diventano più pronunciati nel tempo e in alcuni casi questa "evoluzione dei sintomi" può verificarsi per diverse ore o giorni.

Come già accennato, la clinica mielite varia a seconda del livello di infiammazione. La mielite dei segmenti superiori del midollo spinale cervicale è caratterizzata da tetraparesi spastica. È molto pericoloso: c'è sempre la possibilità di danneggiare il nervo frenico. Questo, a sua volta, minaccia di smettere di respirare.

La diffusione dell'infiammazione dai segmenti cervicali superiori alle strutture del midollo allungato può portare a disturbi bulbari. La mielite a livello di ispessimento cervicale si manifesta con una combinazione di paresi flaccida delle mani con paresi spastica delle gambe. I segmenti inferiori della regione cervicale sono più spesso colpiti rispetto a quelli superiori e la loro infiammazione non è così pericolosa.

In alcuni casi, minaccia con persistenti alterazioni motorie (di regola, la mielite non reca pericolo alla vita).

La regione toracica del midollo spinale soffre, forse, più spesso. La sconfitta di quest'area causa lo sviluppo della paralisi spastica delle gambe. Quest'ultimo è una tensione paralizzante. Allo stesso tempo, i muscoli acquisiscono un tono eccessivo e possono comparire delle convulsioni.

La risposta al controllo dei riflessi del ginocchio e di Achille nella mielite mammaria è sempre troppo attiva.

Vale la pena ricordare che con una mielite trasversa in rapido sviluppo si può prima osservare un tono muscolare ridotto, quindi, dopo qualche tempo, il disturbo acquisisce il carattere della paralisi spastica.

Il midollo spinale lombosacrale è anche spesso colpito da mielite. La sintomatologia mielitica di questa localizzazione comprende la paresi periferica nelle gambe e una disfunzione delle funzioni pelviche del tipo di incontinenza delle urine e delle feci. In parallelo con questo, i muscoli che sono innervati dai nervi interessati, privati ​​della normale regolazione e della nutrizione, gradualmente si atrofizzano.

La sensibilità alterata è osservata in qualsiasi variante della mielite. L'unica regola costante: questo tipo di disordine si verifica sempre al di sotto del sito di lesione.

Le violazioni sensibili sono la riduzione o l'assenza di sensibilità al dolore, riduzione della reazione al tatto, freddo, ecc.

Possono verificarsi parestesie - "sensazioni inesistenti", come "pelle d'oca", freddezza o sensazione di vento.

Non ci sono metodi non traumatici per la diagnosi di mielite (ovviamente, se è necessario stabilire la causa esatta, non una diagnosi preliminare). L'informazione più completa è data dalla puntura lombare. Nel processo acuto sono prescritti CT o RM della colonna vertebrale e della mielografia.

Di norma, anamnesi, la conoscenza dei sintomi e dei risultati dell'analisi del liquido cerebrospinale è sufficiente per una diagnosi accurata.

La puntura del liquore consente anche di condurre una diagnosi differenziale, cioè di chiarire la diagnosi confrontando i dati ottenuti con i segni di malattie simili nella clinica.

La mielite deve essere differenziata dalla sindrome di Guillain-Barré, ematomielia, epiduriti, tumori e compromissione acuta della circolazione sanguigna nel midollo spinale.

Mielite: una descrizione della malattia

L'agente eziologico e / o le sue tossine penetrano nel midollo spinale e provocano l'infiammazione in quest'ultimo. In questo caso, i corpi e i processi delle cellule nervose sono interessati, le membrane, i tronchi nervosi e le radici possono essere danneggiati.

In neurologia, ci sono diversi tipi di mielite del midollo spinale, ognuno dei quali ha i suoi sintomi, gravità delle manifestazioni e prognosi.

Per esempio, la mielite da otticoneuroma (opticomielite, malattia di Devika (sindrome)) è atipica per i bambini, e se si sviluppa nei bambini, quindi, a differenza degli adulti, ha un carattere monofase recidivante e ha anche una prognosi favorevole.

D'altra parte, prima della vaccinazione di massa nei bambini, molto più spesso degli adulti, si è verificata una patologia come la poliomielite, provocata da un particolare virus e con un'alta probabilità di morte e disabilità.

Le malattie che sono comuni a questa età giocano un ruolo importante nello sviluppo della patologia della mielite secondaria nei bambini: morbillo, pertosse, varicella e altri.

Cause di mielite

Mielite purulenta ? Questa è un'infezione batterica, più spesso innescata dal meningococco.

Quasi il 40% dei casi di malattia si trova nelle forme virali della malattia causate dai virus di Coxsackie, influenza, rabbia e altri.

Mielite traumatica ? una conseguenza della lesione spinale con conseguente complicanza.

Il risultato di avvelenamento chimico (piombo, mercurio, ecc.)? mielite tossicain cui anche i nervi e le radici nervose sono spesso influenzati.

Ha una natura allergica mielite post-vaccinazione, che si sviluppa dopo la vaccinazione in presenza di una certa predisposizione (inclusa VAP (polio associato a vaccino) quando si utilizza la forma orale del vaccino).

Radioterapia per il cancro della faringe, della laringe, dell'esofago, ecc. potrebbe provocare lo sviluppo radiazioni mielite.

Nel caso in cui è impossibile stabilire la causa della patologia, ne parlano mielite idiopatica. Si presume che il fattore principale nello sviluppo di tali episodi sia il fallimento del sistema immunitario.

Fattori contributivi:

  • debole immunità
  • ipotermia.

Sintomi e segni di mielite spinale

Il processo di mielite consiste in stadi condizionali:

  • manifestazioni acute
  • protesi precoce (dura circa sei mesi dal momento di stabilizzazione dello stato),
  • restauro tardivo (fino a due anni),
  • manifestazioni residue (due anni dopo).

I sintomi della mielite primaria cambiano in questo modo:

  • prima c'è un periodo prodromico (da due a tre giorni) con segni simili all'influenza (dolori muscolari, cattiva salute generale, febbre, mal di testa),
  • poi formicolio, "pelle d'oca" negli arti, dolori circondanti,
  • quando il dolore diminuisce, aumentano i segni di lesioni spinali (debolezza delle gambe, diminuzione della sensibilità, tensione negli addominali, flatulenza, difficoltà nella defecazione e minzione),
  • poi c'è un rapido sviluppo di ulcere trofiche, piaghe da decubito (quasi indipendentemente dalla qualità della cura del paziente).

Un quadro simile potrebbe svilupparsi in un paio di minuti, ma c'è anche un graduale aumento dei segnali nel corso di un mese o anche di più.

Il corso più difficile? nella mielite toracica inferiore, lombosacrale, cervicale.

Segni di mielite secondaria può apparire al culmine della malattia sottostante o già durante il recupero. Quindi, con la varicella, il deterioramento dovuto alla mielite può verificarsi nel 3 ° - 5 ° giorno, per il morbillo - il 5 °? 7 °.

In un processo primario cronico, la mielite può svilupparsi in qualsiasi momento. La mielite secondaria ha un decorso subacuto e le manifestazioni negative aumentano nel corso delle settimane.

Caratteristiche di manifestazione per diversi tipi

sintomi mielite trasversa acuta con sviluppo simile a un ictus, sono caratterizzati da un ridotto tono muscolare (letargia) per un paio di settimane. Se la malattia non progredisce rapidamente, la disfunzione degli organi pelvici si verifica successivamente.

Mielite focale acuta:

  • c'è un leggero dolore alla schiena e al torace con un generale peggioramento della salute,
  • la sensibilità è disturbata nelle gambe, intorpidimento, formicolio, si sentono "pelle d'oca",
  • sviluppare incontinenza urinaria e / o feci o difficoltà a urinare e / o urinare.

Per la caratteristica della mielite comune acuta:

  • disuguaglianza dei sintomi da diversi lati del corpo,
  • disturbi minori degli organi pelvici.

La forma cronica, così come quella subacuta, ha le seguenti caratteristiche:

  • deboli dolori alla schiena in violazione del benessere generale,
  • lo sviluppo della patologia al di sotto della localizzazione delle lesioni,
  • violazione della sensibilità e della funzione del bacino, paralisi,
  • lieve paralisi all'inizio della malattia e il loro successivo progresso verso uno stato spasmodico,
  • malnutrizione e afflusso di sangue ai tessuti con formazione di piaghe da decubito,
  • unendo bakinfektsii, avvelenamento del sangue.

Quando la mielite da radiazioni:

  • i primi segni sono annotati dopo 6 - 48 mesi dal momento dell'irradiazione,
  • il tipo sintomatico dipende dalla posizione della lesione,
  • funzione dell'arto prevalentemente compromessa.

Diagnostica differenziale

La mielite è differenziata da:

  • compressione traumatica del midollo spinale,
  • lesioni metastatiche della colonna vertebrale,
  • ictus spinale e / o aracnoidite,
  • Polineuropatia di Guillain-Barre,
  • epidurit e così via.

La mielite viene curata in ospedale.

Terapia farmacologica

  • agenti antibatterici
  • glucocorticosteroidi (prednisolone in dosi giornaliere fino a 120 g) in forme virali, allergiche e idiopatiche,
  • ormoni adrenocorticotropo,
  • orotato di potassio,
  • farmaci anticolinesterasici, spesso con miorilassanti con tono aumentato,
  • diuretici (furosemide, ecc.),
  • antipiretico in caso di febbre,
  • analgesici (non narcotici, narcotici),
  • glucosio con esammina.

In caso di paralisi risultante dall'aumento del tono, vengono mostrate le procedure termiche (bagni, paraffina, ecc.) E in caso di paralisi flaccida viene mostrata elettrostimolazione.

Tecniche terapeutiche

  • disintossicazione,
  • degidratattsiya,
  • garantendo lo svuotamento continuo della vescica,
  • avvertenza dolorosa
  • Ventilazione meccanica con paralisi dei muscoli respiratori
  • styling ortopedico.

Alla fine della fase acuta si svolgono:

  • terapia vitaminica (può essere prescritta nel periodo acuto),
  • fisioterapia (UHF può essere usato all'inizio della malattia),
  • massaggio,
  • terapia di esercizi complessi,
  • trattamento in sanatori, resort.

Trattamento chirurgico

Nell'ultimo stadio della malattia, con marcata compromissione motoria dovuta a un elevato tono, può essere eseguita un'operazione neurochirurgica.

Nella fase acuta, la terapia chirurgica è implementata con:

  • presenza di focolai purulenti,
  • manifestazioni significative causate dalla compressione del midollo spinale.

Trattamento non tradizionale di mielite

Il trattamento con mielite con rimedi popolari viene effettuato dopo la comunicazione consultiva con un medico e comprende le compresse:

  • dalle patate con miele,
  • sul collo di una miscela di vodka, senape, aloe, propoli.

Il trattamento omeopatico viene eseguito da uno specialista in questo campo sulla base delle manifestazioni osservate (le prescrizioni vengono adeguate al variare dei sintomi) e le caratteristiche del paziente. Descritti episodi di utilizzo per mielite di Picricum acidum, Lathyrus sativus, allumina nella diluizione richiesta.

L'Hirudoterapia appartiene anche a metodi non tradizionali di trattamento della mielite.

Il video mostra cosa trattano le sanguisughe e come una sessione di hirudoterapia aiuterà:

Predizione e recupero dopo la malattia

La mielite può svilupparsi con:

  • stabilizzazione e riduzione graduale dei sintomi,
  • conservazione delle manifestazioni per la vita senza deterioramento (tipico per la mielite trasversa acuta),
  • la progressione della patologia, la diffusione dell'infiammazione nella parte inferiore del cervello.

Mielite del torace inferiore e lombosacrale (a causa di alterazioni delle funzioni pelviche), così come cervicale (a causa della vicinanza dei muscoli responsabili della respirazione, ecc.) - la prognosi è scarsa.

La mielite purulenta spesso termina con la morte.

Implicazioni e misure preventive

Grave danno spinale nelle forme purulente della malattia porta alla paralisi delle braccia e / o delle gambe.

Anche dopo un lieve decorso di patologia, violazioni della sensibilità, crampi alle gambe, persistono problemi con le azioni motorie.

Le complicanze comuni della mielite comprendono la formazione di piaghe da decubito e la compromissione della mobilità delle articolazioni dell'arto ferito.

Guarda il video: 09 Patologie infiammatorie del midollo spinale. Alessandro Stecco (Settembre 2019).

Loading...