Osteocondrosi

Ernia nella spina lombosacrale

Che cosa è necessario sapere sull'ernia del disco del rachide lombosacrale? Un'ernia intervertebrale nella regione lombosacrale è il processo di caduta di una particella di un disco deformato nella zona in cui si trova il canale spinale, o più lontano. Nonostante il fatto che l'ernia raramente vada oltre il canale, questa possibilità non dovrebbe essere esclusa. Molto spesso, i sintomi clinici dell'ernia del disco della colonna vertebrale lombosacrale sono espressi nella compressione del canale spinale e situati vicino alla zona lesa delle radici nervose.

L'ernia del disco intervertebrale lombare è una malattia comune, poiché è quest'area che rappresenta il carico massimo durante la deambulazione e il movimento. Con il lavoro sedentario o il duro lavoro fisico, aumenta il rischio di ernia.

Cause di occorrenza

Tra le cause della malattia, il più comune è il sovraccarico fisico o, al contrario, la mancanza di esercizio fisico sufficiente in combinazione con uno stile di vita sedentario. Quando non vi è movimento sufficiente, si verifica la formazione cartilaginea intervertebrale trofica, che alla fine porta alla distruzione distrofica e all'indebolimento della parte fibrosa della vertebra. Sull'anello fibroso si trova il compito di preservare e proteggere il nucleo dai danni, così quando questo guscio si deforma, si verifica una grave violazione della struttura del tessuto spinale, nel peggiore dei casi ciò può comportare la perdita della funzione motoria.

Con un sovraccarico sistematico l'ernia si sviluppa abbastanza rapidamente. I legamenti della colonna vertebrale e dei dischi intervertebrali hanno un margine di sicurezza, che ogni persona ha il suo. Se li sfrutti con parsimonia, l'intera colonna vertebrale o parte di essa si consuma e si deforma. Il primo sintomo di un'ernia può essere avvertito proprio quando si lavora con oggetti pesanti: appaiono il dolore e il tiro caratteristici del pizzicamento. La presenza di eccesso di peso è anche pericolosa per la colonna vertebrale, perché la necessità di portare pesi pesanti ogni giorno è paragonabile a un lavoro fisico estenuante. Il carico sulla colonna vertebrale è enorme.

Un altro motivo per lo sviluppo dell'ernia della colonna vertebrale lombosacrale sono le lesioni meccaniche. Possono essere congeniti o acquisiti. La displasia dell'anca non trattata porta all'ernia, come molte altre malattie. Dopo lesioni alla regione lombare, fratture o anomalie nella parte inferiore del corpo, il rischio di ernia aumenta quando il carico è distribuito in modo non uniforme, il che porta alla deformità della colonna vertebrale.

Quando c'è un'ernia nella parte bassa della schiena, una persona può sperimentare una serie di sintomi che dipendono dal luogo in cui è stata formata e da quale fase di sviluppo è. La sindrome del dolore varia a seconda della presenza o dell'assenza di pizzicamento delle radici spinali. L'ernia non è necessariamente una, ce ne possono essere diverse, in diverse parti della colonna vertebrale. I sintomi in questo caso si sovrappongono e si sovrappongono. L'ernia dovrebbe essere diagnosticata da un neurologo, esamina attentamente la condizione delle vertebre e i sintomi presentati dal paziente e quindi prescrive un esame. Non vale la pena impegnarsi in auto-trattamento in caso di malattie del sistema muscolo-scheletrico - è pericoloso e almeno non porterà a nessun risultato.

Come riconoscere in una fase iniziale?

Se i dolori e la rigidità della zona lombare si verificano regolarmente durante i movimenti o gli sport, è necessario consultare un medico.

Non fare affidamento su unguenti venduti in farmacia e promettendo di sbarazzarsi di qualsiasi dolore. Ogni sintomo ha una causa, senza l'eliminazione di cui il recupero è impossibile.

Il dolore di un'ernia può essere dato al gluteo, alla coscia, all'articolazione del ginocchio. A causa della deformazione della vertebra e del pizzicore del nervo, la persona si sente insensibile e periodicamente formicolante. Con lo sviluppo di sintomi patologici manifestata una violazione delle capacità motorie nella parte inferiore del corpo. Un'ernia del disco lombare in uno stato trascurato può causare un disturbo negli organi pelvici, problemi con la minzione e lo scarico delle feci, il deterioramento della potenza, l'infiammazione degli organi genitali femminili e altri problemi. Se non tratti un'ernia o lo fai da solo, puoi portare il corpo in uno stato di perdita di capacità motoria e questo renderà inevitabile una persona disabile.

Diagnosi e trattamento

La risonanza magnetica viene utilizzata per determinare la condizione delle vertebre e la presenza di un'ernia. Permette di determinare con precisione la posizione della deformità e di valutare lo stato dei tessuti circostanti. Il metodo di trattamento di un ernia del disco dipende da molti fattori: lo stato dell'ernia, le caratteristiche individuali del paziente, la presenza di malattie concomitanti, la gravità dei sintomi clinici.

Come per altre malattie, la diagnosi precoce offre al medico una migliore possibilità di curare il paziente, oltre alla possibilità di scegliere i metodi di trattamento. Per le prime fasi, è possibile utilizzare un trattamento conservativo che non è associato all'intervento chirurgico. L'operazione è prescritta con una chiara minaccia per il canale spinale e la probabilità di rottura del nucleo gelatinoso situato nella vertebra.

Per il trattamento di pazienti con ernia lombosacrale applicare un trattamento complesso, che comprende:

  1. Terapia farmacologica finalizzata ad alleviare i sintomi, arrestare il processo infiammatorio e la riparazione dei tessuti.
  2. Fisioterapia, il cui compito è di alleviare i sintomi del dolore e ripristinare la mobilità.
  3. Ginnastica terapeutica Al paziente viene offerta una serie di esercizi per esercizi quotidiani per rinforzare il corsetto muscolare e rafforzare la circolazione sanguigna nella zona lesa.

In caso di malattie spinali, i condroprotettori sono ampiamente utilizzati per ripristinare la cartilagine e rafforzare l'osso sacro. Per eliminare l'ernia richiederà trattamento a lungo termine e recupero.

L'ernia del disco lombare fornisce molti sintomi spiacevoli che possono essere risolti solo eliminando la causa. La terapia manuale e l'agopuntura aiutano ad alleviare il dolore nella parte bassa della schiena con un'ernia. Lavorando con punti attivi sul corpo del paziente, lo specialista blocca la sindrome del dolore, restituendo mobilità alla zona lesa.

Cause di ernia del disco

Patologia lombosacrale si verifica a seguito di alterazioni degenerative-distrofiche, lesioni spinali, un forte aumento del carico o dell'impatto. Nel primo caso, la malattia si sviluppa lentamente e nel giro di pochi anni un'ernia del disco non può superare i 2-3 mm, ma in qualsiasi momento vi è il rischio di complicanze e sequestro dei tessuti.

Un prolasso del nucleo polposo di oltre 9 mm è già una condizione grave che richiede un intervento chirurgico.

Quindi può provocare un'ernia nella regione lombosacrale:

  1. Carichi elevati Sollevare pesi, praticare sport duri e svolgere attività fisica senza un allenamento adeguato può portare a malfunzionamenti del disco intervertebrale e alla deformità delle vertebre. Una spaccatura appare sul nucleo fibroso, e in qualsiasi momento un corpo gelatinoso può attraversarlo.
  2. Mancanza di attività e esercizio moderato. Questo è l'altro estremo quando la mancanza di movimento causa un fallimento di diffusione. Il potere del disco intervertebrale si verifica a causa dell'assorbimento di sostanze dai tessuti circostanti. Ciò accade soprattutto durante il movimento, quando i muscoli stanno lavorando attivamente.
  3. Osteocondrosi e vari disturbi posturali. Tali malattie fanno male a tutto il corpo. La deformazione e le patologie degenerative determinano una diminuzione dell'altezza del disco intervertebrale, motivo per cui le vertebre iniziano a esercitare pressione su di esse con maggiore forza. La compressione costante provoca una produzione ancora maggiore del nucleo pulpare. La curvatura della colonna vertebrale è accompagnata da una distribuzione non uniforme del carico sulla colonna vertebrale. Dato che il lombo-sacrale assume la più grande parte di esso, soffre più spesso.
  4. Lesione alla schiena traumatica. Un colpo brusco, una lussazione di una vertebra e una frattura da compressione della colonna vertebrale possono essere entrambi causa di una protrusione del disco intervertebrale e una conseguenza di questa malattia.

Oltre ai motivi principali, ci sono una serie di fattori di rischio che influenzano l'aspetto di un'ernia:

  • cattive abitudini (fumo, droghe, alcol) - influenzano la nutrizione dei tessuti della colonna vertebrale e la violazione di questo processo sarà il fattore iniziale per la comparsa di problemi alla schiena,
  • frequenti sedute e rischi professionali ad esso associati - guidare una macchina, lavorare in un ufficio influenzerà negativamente le condizioni del disco e delle vertebre, ma se non puoi evitarlo, è sufficiente fare abbastanza pause regolarmente,
  • identità sessuale - le donne hanno maggiori probabilità di affrontare questo problema,
  • età dopo 35 anni - questo fattore è associato all'invecchiamento naturale fisiologico del corpo, in particolare ai tessuti dell'apparato muscolo-scheletrico,
  • movimenti bruschi, lunga permanenza in una posa,
  • il corpo ipotermia - Questo porta ad una esacerbazione dei processi patologici nella colonna vertebrale e in tutto il corpo.

Impatto sulla colonna vertebrale allo stesso tempo diversi fattori aggravano le condizioni del paziente e la malattia progredisce più velocemente. Prima viene la protrusione. In questa fase, il processo patologico può interrompersi se solo il paziente, insieme al medico, seleziona lo schema di prevenzione ottimale che può essere seguito a lungo.

Brevi cicli di trattamento nel periodo di esacerbazione non daranno un risultato come la prevenzione quotidiana.

Nel primo caso, la terapia mirerà ad eliminare i sintomi della malattia. Se si esegue la profilassi, si verifica il recupero generale del corpo, che è estremamente importante nella patologia della colonna vertebrale.

Manifestazioni cliniche

I sintomi iniziali di un'ernia del disco sono i seguenti sintomi:

  • dolori doloranti nella regione lombare, lasciando il posto alla gamba,
  • aumento del dolore durante il movimento,
  • violazione della sensibilità della pelle delle gambe, perineo, glutei,
  • dolore durante la seduta prolungata, a piedi,
  • debolezza generale, stanchezza,
  • alcuni pazienti hanno irritabilità, apatia.

Mentre progredisce, la patologia nella regione lombosacrale porta alla compressione delle fibre nervose, che provoca un forte dolore e un complesso neurologico di sintomi. A poco a poco, il dolore moderato si sviluppa nel dolore acuto del tipo di lombalgia, che viene definita come sciatica.

Il paziente sperimenta sensazioni insopportabili non solo nell'area della patologia, ma anche sul lato interno della coscia, nei glutei e in altre parti della colonna vertebrale. Diventa difficile per il paziente muoversi, quando cammina, inizia a concentrarsi su una gamba. È ancora più difficile salire le scale e salire di quota. Nella regione lombare e sacrale si notano gonfiore dei tessuti e spasmi muscolari.

Con un ernia del disco, il paziente cerca di assumere una posizione comoda del corpo, che porta a una curvatura della colonna vertebrale, che devia verso l'assenza di dolore. Quindi c'è la scoliosi dell'ernia associata.

La diagnosi della malattia viene effettuata con metodi radiologici. Al paziente viene anche somministrata una TAC o una risonanza magnetica. La risonanza magnetica sarà il metodo più accurato, perché nelle immagini il medico vede il minimo cambiamento e può determinare la patologia quando è nella sua infanzia. Il paziente richiederà la consultazione di diversi specialisti: un neurochirurgo, un vertebrologo, un ortopedico, un neurologo.

Com'è il lombosacrale

Con l'ernia della colonna lombare e lombosacrale, il trattamento è finalizzato all'eliminazione del dolore e alla prevenzione di problemi con gli organi pelvici, il tratto gastrointestinale e gli arti inferiori. A tal fine, il medico curante seleziona una serie di misure, l'inefficacia di cui per diversi mesi, sarà la ragione per la nomina di un trattamento chirurgico.

Quando non ci sono segni di sequestro e complicanze, la terapia ernia lombosacrale comprende tecniche standard: farmaci, terapia manuale, massaggi, dieta, terapia fisica, ricette di medicina tradizionale, fisioterapia.

Cosa fare quando un'ernia del disco nella colonna vertebrale lombosacrale:

  1. Terapia farmacologica. Al paziente vengono mostrati farmaci antinfiammatori non steroidei, analgesici per somministrazione orale, somministrazione intramuscolare e blocco. Secondo le indicazioni, saranno prescritti condroprotettori, rilassanti muscolari, complessi vitaminici, mezzi locali. Il trattamento è prescritto da corsi nel periodo di esacerbazione e per la sua prevenzione.
  2. Terapia manuale. Trattamento alternativo La tecnica prevede la riabilitazione della colonna vertebrale per l'influenza delle mani di un medico, che esegue varie manipolazioni volte ad eliminare pinze, spasmi e dolore.
  3. massaggio. A differenza della terapia manuale, il massaggio è rilassante e generalmente si rafforza. Viene effettuato esclusivamente da uno specialista, perché il movimento sbagliato, la forte pressione e l'impatto sulle "zone a rischio" possono provocare un aggravamento del processo patologico.
  4. fisioterapia. L'elettroforesi e la fonoforesi medicinale vengono eseguite direttamente nella regione lombare. Le tecniche comportano l'introduzione di farmaci sotto l'influenza della corrente (elettroforesi) e degli ultrasuoni (fonoforesi).
  5. benda. Prima e dopo l'operazione, al paziente viene assegnato di indossare un corsetto di sostegno, che sarà una misura importante per prevenire la compressione dei tessuti molli. La cintura lombosacrale riduce il carico assumendo la funzione dei muscoli della parte bassa della schiena. Indossarlo a lungo è pericoloso e dà l'effetto opposto.
  6. Terapia fisica. La ginnastica è nominata in un certo periodo della malattia, quando non ci sono complicazioni e dolore. Un insieme speciale di esercizi ha contemporaneamente diversi effetti positivi: rafforzare i muscoli, stimolare il flusso sanguigno, alleviare gonfiore e spasmi muscolari, recupero generale e normalizzare lo stato psico-emotivo.

Indicazioni per la chirurgia

È necessario operare un'ernia secondo indizi severi. Quando la terapia farmacologica con trattamento concomitante con tecniche diverse non funziona e il complesso clinico cresce solo, viene considerata l'opzione di chirurgia radicale (dispectomia, laminectomia) o tecniche di rimozione dell'ernia minimamente invasive (endoscopia, vaporizzazione, microdiscectomia).

L'operazione verrà assegnata nel caso di sequestro del disco, quando il nucleo pulpare si stacca e inizia a vagare liberamente nel canale spinale.

Dopo l'intervento, inizia la riabilitazione, che durerà da 2 a 8 mesi. Include l'implementazione di tutte le raccomandazioni del medico curante e del chirurgo. Le regole di base per il recupero da un'ernia sono il riposo per la colonna vertebrale e l'eliminazione del dolore.

Dopo l'intervento chirurgico, c'è il rischio di conseguenze sotto forma di danni ai nervi, fino alla paresi e alla paralisi, quindi i rischi di intervento e inazione sono sempre confrontati. La prevenzione delle recidive e delle complicanze è una misura permanente, perché qualsiasi fattore di rischio può innescare la ricomparsa della malattia.

Ragioni principali

La colonna vertebrale lombosacrale consiste di 5 vertebre. Tra di loro ci sono dei dischi. Queste sono cartilagini comuni che forniscono il necessario deprezzamento delle vertebre per il movimento e sono responsabili della distribuzione del carico. Se per qualche motivo uno dei dischi inizia a subire un carico eccessivo e viene schiacciato in modo non uniforme, si verifica una protrusione. Questa è un'ernia, la patologia più comune della sezione sacrale. Sfondo favorevole per lo sviluppo di formazioni erniali sono:

I nostri lettori raccomandano

Per la prevenzione e il trattamento dell'ernia, il nostro lettore abituale usa il metodo sempre più popolare di trattamento SECONDARIO raccomandato dai principali ortopedici tedeschi e israeliani. Dopo averlo attentamente esaminato, abbiamo deciso di offrirlo alla vostra attenzione.

  • Scoliosi e osteocondrosi,
  • Lesioni spinali,
  • Cattive abitudini
  • Aumentare l'attività fisica
  • Stile di vita sedentario
  • Nutrizione impropria
  • Predisposizione ereditaria
  • La presenza di altre malattie della colonna vertebrale.

Sintomi correlati

Qualsiasi ernia intervertebrale causa dolore, che può apparire e scomparire, cambiare localizzazione e carattere. L'ernia intervertebrale nelle prime fasi di solito si manifesta come sensazioni dolorose nell'area del disco interessato. I dolori sono aggravati da movimenti improvvisi, carichi pesanti e uno stato di riposo prolungato, quando una persona non cambia posizione per molto tempo. Ci sono altri segni che indicano la presenza di patologia. Nelle prime fasi potresti notare:

  • Diverse temperature e arti indeboliti
  • Disagio durante lo squat
  • Rigidità nella parte bassa della schiena,
  • Dolori lancinanti, opachi e lancinanti nell'area della colonna vertebrale interessata.

I sintomi possono cambiare all'aumentare dell'ernia sacrale. All'atto di aumento delle sue dimensioni c'è una spremitura di radici nervose e una copertura di un cervello. Ciò causa dolore, che è aggravato quando la testa è inclinata. In parallelo, si possono osservare dolori alla schiena, glutei, cosce e arti inferiori. Il paziente sta vivendo disagio, debolezza, debolezza. Spesso la progressione della malattia è accompagnata da incontinenza urinaria, problemi con la defecazione, un disturbo della potenza negli uomini e altri sintomi spiacevoli.
Nella sindrome spinale, caratteristica dell'ernia sacrale, il tessuto muscolare è coperto da spasmi. Ciò potrebbe compromettere il coordinamento e la postura. L'andatura può cambiare, diventa insicura e vacillare. La flessione e l'estensione della schiena sono accompagnate dal dolore.
L'ernia sacrale può essere accompagnata e la sindrome radicolare. I muscoli non ricevono la nutrizione e l'atrofia necessarie. Ciò causa debolezza e intorpidimento degli arti. La pelle nella zona dell'ernia perde sensibilità e si asciuga, la sudorazione aumenta. Ci sono frequenti casi di asimmetria della figura. Fenomeno estremamente raro - paralisi e completa disabilità.

Metodi di trattamento

Come trattare la malattia conosce solo il medico. Il corso del trattamento viene scelto in base all'età del paziente, alla gravità dei sintomi, allo stadio della malattia. Molto spesso, un'ernia della colonna vertebrale lombosacrale viene trattata senza intervento chirurgico. Nel 90% dei casi si aiutano metodi conservativi. Sono utilizzati in fasi:

  1. Il corso di trattamento inizia con il riposo completo e la limitazione dell'attività. Al paziente viene prescritto riposo a letto e terapia farmacologica. Nel trattamento dell'ernia della parte sacrale vengono prescritti agenti che stimolano il metabolismo nei tessuti e ripristinano la struttura del disco. Spesso usati farmaci non steroidei che alleviano l'infiammazione e il gonfiore. Le condizioni del paziente migliorano, ma questi farmaci possono interrompere il tratto gastrointestinale. Stitichezza o diarrea possono verificarsi. Per il dolore severo, sono prescritti antidolorifici.
  2. Il trattamento principale inizia dopo che il paziente è stato sollevato. Esercizio di terapia, massaggi, fisioterapia, blocchi, cure termali - queste procedure aggiuntive svolgono un ruolo enorme nel processo di trattamento. Aiutano il corpo ad adattarsi ai cambiamenti associati alla disfunzione della colonna vertebrale.
  3. I sintomi dell'ernia lombosacrale possono iniziare in modo doloroso e inaspettato. Il paziente perde la sua capacità di lavorare, è difficile per lui muoversi, il dolore si avverte costantemente. In questi casi gravi, quando l'ernia rilevata ha già raggiunto una grande dimensione ed è diventata una causa di compromissione della coordinazione e dell'attività motoria, l'intervento chirurgico diventa obbligatorio.


Rimuovere l'ernia sacrale può essere solo chirurgicamente. Qualsiasi, anche il più efficace metodo conservativo di trattamento, non salva il paziente dalla formazione patologica. L'ernia del disco intervertebrale non scompare, semplicemente diminuisce e non assomiglia a se stessa. Avendo imparato la diagnosi di ernia intervertebrale, il paziente deve essere preparato per il fatto che è quasi impossibile recuperare in breve tempo. È molto importante imparare come convivere con il problema e fare tutto il possibile per prevenire l'aggravamento della malattia. Dalle conseguenze salverà uno stile di vita sano, una dieta consolidata ed equilibrata, un esercizio ragionevole e incontri regolari con il medico.

Fattori e cause di rischio

L'ernia lombosacrale si verifica in genere a causa dei seguenti fattori:

  1. Eccessivo carico dinamico o statico sulla colonna vertebrale
  2. Ipodinia: mancanza di attività fisica
  3. Patologia congenita del sistema muscolo-scheletrico
  4. osteocondrosi
  5. Curvatura della colonna vertebrale
  6. Debolezza del sistema muscolare della schiena
  7. Lesioni a disco e vertebrali
  8. Fumare, con conseguente insufficiente apporto di sangue e innervazione dei dischi intervertebrali, legamenti e muscoli
  9. Genere maschile, età 30-50 anni
  10. Sovrappeso, obesità
  11. Lungo giro in macchina.

Fattori di rischio: infortuni e interventi sulla colonna vertebrale in precedenza, esercizio fisico eccessivo, sport professionale, allenamento intensivo dopo una lunga pausa, curvatura della colonna vertebrale a causa di attività professionali (lavoro d'ufficio, parrucchiere, ecc.).

Il video mostra l'operazione per rimuovere un'ernia intervertebrale lombare:

Un'ernia sul coccige si sviluppa in presenza di grandi cisti nel bacino, malattie croniche della vescica, spasmo dei muscoli glutei, tubercolosi, spondilite anchilosante. Tali patologie sono fattori provocatori e violano la funzione della spina sacro-coccigea, in presenza di influenze esterne si verifica la formazione di un'ernia.

Misure diagnostiche e terapeutiche

Diagnosi il medico inizia con la raccolta di storia e colloquio paziente. Quindi vai ai metodi strumentali di diagnosi. La diagnostica a raggi X è disponibile e semplice, ma non fornisce informazioni sullo stato di tessuti molli, dischi, muscoli, nervi. È adatto per fare una diagnosi preliminare. La tomografia computerizzata aiuta a stabilire le dimensioni, la forma, il contenuto del canale spinale e le condizioni dei tessuti molli che lo circondano. Questo metodo è molto più informativo della radiografia, ma può ancora causare difficoltà nella diagnosi.

Imaging a risonanza magnetica - il "gold standard" nella diagnosi di ernia. Questo metodo consente la visualizzazione del midollo spinale e dei dischi intervertebrali. Gli specialisti possono facilmente determinare dove si trovano l'ernia intervertebrale e il luogo della rottura dell'anulus. La mielografia viene utilizzata per determinare la presenza di strutture che comprimono il midollo spinale e i nervi. Questo metodo si basa sull'introduzione di una sostanza di contrasto nel canale spinale e sulla trasmissione dei raggi X attraverso di essa. L'elettromiografia consente di valutare la conduzione nervosa e determinare se ci sono danni ai nervi - questo è un metodo di ricerca aggiuntivo.

Il trattamento dell'ernia può essere chirurgico e conservativo. Se i sintomi e i dolori minori possono essere trattati a casa, nei casi più gravi il paziente viene inviato all'ospedale. In base al rapporto rischio-beneficio, i metodi conservativi sono suddivisi in indicato, controindicato e relativamente controindicato.

Questi metodi includono la fisioterapia, il trattamento farmacologico, la correzione dello stile di vita. La terapia fisica aiuta a sbarazzarsi dei fattori meccanici che interessano il disco intervertebrale e include procedure che alleviano temporaneamente il dolore: massaggio, elettrostimolazione, desiderio di muscoli e educazione del paziente nella corretta meccanica del corpo. La terapia farmacologica si basa sulla nomina di FANS, farmaci anti-infiammatori steroidei, l'introduzione di cortisone nello spazio epidurale. Correzione dello stile di vita - controllo del peso corporeo, smettere di fumare. Le controindicazioni sono la manipolazione della colonna vertebrale con ernie con deficit neurologico progressivo. La decompressione spinale non chirurgica è riconosciuta come un metodo controverso, pertanto sono indicati come metodi di trattamento relativamente controindicati.

Se la terapia conservativa è inefficace, o la malattia è troppo avanzata, il paziente viene chiamato per un intervento chirurgico. Lo scopo del trattamento chirurgico è l'eliminazione del pizzicore dei nervi, il sollievo dal dolore e il ripristino della normale funzione della colonna vertebrale. Molto spesso vengono eseguite le seguenti operazioni: laminectomia ed emilaminectomia, emocolutolisi, chirurgia del disco minimamente invasiva (IDET), sintesi lombare, sostituzione del disco artificiale, nucleoplastica.

Eziologia o meccanismo di sviluppo dell'ernia

Per ora, torniamo all'eziologia del processo distruttivo. In poche parole, comprenderemo il meccanismo di sviluppo di un ernia del disco, speriamo che questa conoscenza aiuti a rispettare le misure preventive e salvi almeno alcune decine di persone dalla necessità di un intervento chirurgico al fine di ripristinare l'innervazione compromessa degli arti inferiori e degli organi addominali.

Quindi, l'ernia è una protuberanza simile al sacchetto del nucleo polposo, che normalmente si trova nel centro e saldamente trattenuto dalle fibre di collageno circostanti. Il tessuto cartilagineo che si trova intorno ad esso è chiamato cartilagine fibrosa. Viene distrutto sotto l'influenza di una violazione del metabolismo diffuso nei tessuti sullo sfondo dell'osteocondrosi.

Vale la pena sapere che in uno stato normale è possibile solo un modo per trasportare fluido, ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti della cartilagine dei dischi intervertebrali. Questo è un metodo di scambio diffuso con le fibre muscolari circostanti. Il tessuto cartilagineo assorbe acqua, ossigeno e la parte posteriore fornisce ossidazione e prodotti di decomposizione, anidride carbonica esaurita. Se il tessuto muscolare non funziona regolarmente, allora si verifica la sua parziale distrofia. Di conseguenza, il processo di alimentazione diffusa è disturbato.

Il rigonfiamento del nucleo pulpare, che è essenzialmente un coagulo di fibre nervose, diventa possibile se l'anello fibroso perde le sue proprietà ammortizzanti. Questo è possibile solo con una protrusione totale.

Pertanto, un'ernia intervertebrale della colonna vertebrale lombosacrale può formarsi solo in un paziente che soffre da osteocondrosi e le sue complicanze per lungo tempo. Il trattamento dell'osteocondrosi è la misura più importante per la prevenzione tempestiva. Sebbene una persona che si preoccupa per la sua salute, può impedire lo sviluppo di una tale condizione patologica. Come si fa - ti dico un po 'più tardi, ma per ora torniamo ai motivi.

Cause di patologia

Il disco intervertebrale include un anello fibroso, al suo interno si trova un nucleo gelatinoso. La "costruzione" serve come ammortizzatore per le vertebre adiacenti. Sullo sfondo di vari fattori avversi, la superficie esterna del disco intervertebrale si incrina. Il processo patologico porta a una sporgenza del disco, interrompendo le sue singole parti.

Il danno al disco non guarisce, ma il dolore si attenua nel tempo. Durante la rottura dell'anello fibroso, il disagio si attenua, il dolore appare sullo sfondo della sciatica (formata a causa della spremitura del nervo sciatico). La mancanza prolungata di terapia porta a dolore cronico.

Un'ernia del disco vertebrale nella regione lombare è formata sullo sfondo di cambiamenti legati all'età. Nel tempo, il disco intervertebrale manca di liquidi, perde la sua elasticità, è facilmente distrutto. Questo processo è naturale, ma può essere rallentato con l'aiuto di manipolazioni preventive.

Oltre alla vecchiaia, la formazione di ernia intervertebrale è influenzata da fattori negativi:

  • il pavimento La patologia viene spesso diagnosticata in uomini tra i 30 ei 50 anni,
  • l'obesità. L'aumento del peso corporeo porta alla compressione dei dischi vertebrali, la formazione di un'ernia,
  • l'esercizio eccessivo o scorretto porta a sovraccarichi, cambiamenti negativi nei dischi intervertebrali,
  • stile di vita sedentario. La maggior parte dei problemi spinali sono associati a attività quotidiane monotone. Con il lavoro regolare al tavolo, allenare regolarmente i muscoli della schiena, rafforzandoli, prevenendo molti problemi diversi,
  • fumare. Un'abitudine dannosa altera la circolazione del sangue nei capillari, dischi intervertebrali, che porta alla loro distruzione.

A volte una combinazione di fattori negativi porta alla formazione di ernia vertebrale lombare, sindrome da dolore grave.

Impara le istruzioni per l'uso di antidolorifici Ksefokam per le malattie della colonna vertebrale.

Le caratteristiche e le regole dell'uso di pain pain per mal di schiena e mal di schiena possono essere viste in questo articolo.

Trattamento dell'ernia della colonna vertebrale lombosacrale

La tattica del trattamento dell'ernia della colonna vertebrale dipende in larga misura dalle dimensioni della formazione e dai sintomi clinici specifici. È chiaro che prima viene diagnosticata la patologia, più è probabile che la salute del paziente venga ripristinata con metodi esclusivamente conservativi. Nei casi avanzati, accompagnati da gravi disturbi neurologici e dal rischio di cambiamenti irreversibili nel midollo spinale e nelle radici nervose, è necessario ricorrere all'intervento chirurgico.

Il trattamento conservativo di un intervertebrale lombare è costituito da diverse fasi:

  • Eliminazione dei sintomi acuti della patologia. Il paziente viene mostrato riposo completo, indossando una cintura speciale, terapia antinfiammatoria e analgesica, incluso il blocco paravertebrale.
  • Miglioramenti nei dischi trofei intervertebrali. Per fare questo, utilizzare farmaci che stimolano i processi metabolici nei tessuti (ad es. Aktovegin), così come i condroprotettori per ripristinare la struttura del disco, perché è costituito da cartilagine.
  • Fisioterapia e terapia manuale. Questi metodi di trattamento sono mostrati già dopo l'estinzione del dolore acuto. Il loro obiettivo principale è ridurre ulteriormente l'infiammazione e il gonfiore dei tessuti paravertebrali, nonché la decompressione finale delle radici nervose pizzicate.
  • Trattamento riabilitativo, che ha lo scopo di consolidare l'effetto della terapia ricevuta dal paziente e rafforzare i muscoli della colonna lombare, cioè creando un corsetto naturale per la colonna vertebrale. Per questo, i medici di terapia fisica individualmente per ogni paziente sviluppano esercizi speciali.

Cause e fattori predisponenti per lo sviluppo della patologia

Perché l'ernia intervertebrale della colonna vertebrale lombosacrale si sviluppa più spesso, e in altre parti questa patologia è molto meno comune? La risposta a questa domanda sta nel fattore dell'uomo retto. L'anatomia della colonna vertebrale è tale che è più facile resistere al carico in una posizione orizzontale. Ma l'evoluzione decretò in modo tale che l'uomo si trovava sugli arti posteriori per liberare il fronte per il lavoro.

Mentre la schiena si raddrizzava nella colonna vertebrale, si formavano ispessimenti, aderenze e curve fisiologiche. Nella regione lombosacrale si trova il cosiddetto centro di gravità. In pratica, questo significa che il massimo carico di ammortamento durante il movimento, l'inclinazione, il salto, la corsa e persino la seduta, ricade su questo luogo.

Per sostenere la colonna vertebrale sono progettati numerosi gruppi muscolari che costituiscono una sorta di corsetto del corpo. Se sono sufficientemente sviluppati, viene fornito un nutrimento completo e diffuso di tessuto cartilagineo. In assenza di uno sforzo fisico regolare e di un cambiamento di postura, questo processo è disturbato. Queste sono le ragioni principali per l'insorgenza dell'osteocondrosi.

A proposito, negli ultimi decenni questa malattia è significativamente "diventata più giovane". Se alla fine del secolo scorso l'osteocondrosi era considerata esclusivamente malattia legata all'età, che si verifica solo dopo aver raggiunto i 45 anni di età, ora tutto è un po 'diverso.

I fattori predisponenti allo sviluppo dell'ernia del disco intervertebrale nella colonna vertebrale lombosacrale comprendono i seguenti aspetti:

  • stile di vita sedentario, in cui il corsetto muscolare non è abbastanza carico,
  • lavoro sedentario e luogo erroneamente organizzato per il riposo notturno,
  • sovrappeso ed errori nell'alimentazione,
  • fumare e bere alcol interrompe il processo di microcircolazione,
  • lesioni, tensioni muscolari, malattie infiammatorie associate.

In alcuni casi, la causa dell'ernia intervertebrale della colonna vertebrale lombosacrale può essere una curvatura della postura in questo reparto sotto l'influenza di salici esterni di fattori interni.

Riconoscere i sintomi di un'ernia lombosacrale erniata è facile!

In effetti, un medico esperto non sarà particolarmente difficile, anche senza studi speciali, per fare una diagnosi accurata. Riconoscere i sintomi caratteristici dell'ernia intervertebrale della colonna vertebrale lombosacrale con un certo livello di conoscenza è una persona abbastanza semplice e ordinaria. Di norma, il quadro clinico si sviluppa in modo piuttosto netto sullo sfondo di un aumento dello sforzo fisico o dopo una lunga permanenza del corpo in una posizione statica. Un attacco di dolore acuto può verificarsi dopo aver sollevato pesi, sollevato rapidamente il corpo, saltato o al mattino dopo essersi svegliato.

I segni principali di un'ernia del disco intervertebrale nella colonna vertebrale lombosacrale possono includere le seguenti manifestazioni:

  • lombodinia con dolore severo, aggravata da qualsiasi movimento,
  • postura forzata con livellamento della curvatura fisiologica della colonna vertebrale in questa sezione,
  • il dolore si arrende dal lato della lesione delle fibre nervose,
  • dolore al lampasso può verificarsi all'interno o all'esterno della coscia,
  • la mobilità è molto limitata
  • l'innervazione degli organi interni della cavità addominale può essere disturbata (stipsi, aumento della formazione di gas, ritenzione urinaria).

In un certo numero di pazienti, i sintomi di ernia intervertebrale nella regione lombosacrale imitano il quadro clinico della colica renale ed epatica. Le donne possono avvertire dolore nella cavità pelvica, negli uomini - nella zona inguinale. A questo proposito, è necessaria un'attenta diagnosi differenziale. Un esame ecografico degli organi interni (rene, fegato, cistifellea, sistema riproduttivo, pancreas) è obbligatorio. Per chiarire la posizione dell'ernia, è necessario creare un'immagine radiografica in 3 proiezioni. Quando non è efficace, viene prescritta la tomografia computerizzata.

Se si verificano questi sintomi, è necessario consultare un neurologo o ortopedico. Solo uno specialista può prescrivere un trattamento adeguato di tali patologie.

Metodi moderni di trattamento dell'ernia intervertebrale lombosacrale

Oltre alla sindrome del dolore, vi è un'alta probabilità di danno delle fibre nervose e paralisi parziale degli arti inferiori. A volte è necessario un intervento chirurgico di emergenza per ripristinare la normale innervazione degli organi addominali.

Pertanto, il trattamento dell'ernia intervertebrale della regione lombosacrale deve essere iniziato il più presto possibile, prevenendo le recidive in un lontano futuro. I moderni metodi di terapia comprendono molte aree, le cui principali sono rivolte ad un effetto conservativo.

Il trattamento inizia con la nomina di farmaci anti-infiammatori non steroidei in combinazione con rilassanti muscolari. Questi farmaci farmacologici sono progettati per eliminare il gonfiore dei tessuti e alleviare la tensione delle fibre muscolari che non consentono al disco spostato di "ritornare" al suo posto.

Vengono comunemente usati Ortofen, Baralgin, Diclofenac e Mydocalm. Sono somministrati per via intramuscolare 1-2 volte al giorno, a seconda dell'intensità della sindrome del dolore. Dopo la rimozione dell'attacco richiede l'immediata abolizione di questi farmaci, perché possono avere un impatto negativo sulla condizione dei sistemi digestivo e ematopoietico.

Nel trattamento di un posto speciale è il ripristino della circolazione sanguigna alterata nelle fibre muscolari e la nutrizione delle fibre nervose. A tale scopo vengono utilizzati Pentoxifyllin, Trental, Mexidol, Nicotinic Acid, Nikoshpan, Milgamma Compositum e alcuni altri complessi preparati vitaminici ad azione neurologica. Lo schema più semplice di terapia in questa direzione include iniezioni intramuscolari di bromuro di tiamina e piridossina cloridrato (sono posizionate a giorni alterni a turno), acido nicotinico.

I condroprotettori sono utilizzati per ripristinare la struttura del tessuto cartilagineo. Nel periodo acuto, Alflutop viene somministrato per via intramuscolare in una dose di 2 ml 1-2 volte al giorno per 14 giorni. Quindi è necessario ricevere condroprotettori in capsule. I risultati ottimali sono dimostrati dalla ricezione a lungo termine (almeno 3 mesi) di mezzi come "Struktum", "Dona", "Artrocels" e "Teraflex".

Fisioterapia, terapia manuale e ginnastica terapeutica svolgono un ruolo enorme nel trattamento dell'ernia intervertebrale della regione lombosacrale. Con l'aiuto della fisioterapia è possibile aumentare il metabolismo nell'area delle lesioni traumatiche. La terapia manuale offre ai pazienti un rapido sollievo dal dolore con l'aiuto dell'osteopatia e dello stiramento della trazione della colonna vertebrale. Il sollievo arriva dopo la prima sessione. Corsi di massaggio regolari, ginnastica medica e riflessologia aiuteranno a migliorare ulteriormente i risultati della terapia e ad accelerare il recupero.

In assenza di un effetto positivo, l'ultima possibilità è sempre la chirurgia per ridurre l'ernia intervertebrale della colonna vertebrale lombosacrale, anche se le recidive della patologia dopo tale intervento rappresentano oltre il 52% dei casi.

Trattamento chirurgico

La chirurgia per l'ernia vertebrale è l'ultima misura, che è un medico in assenza dell'effetto del trattamento conservativo. Se il paziente arriva dal medico con gravi disturbi neurologici che stanno progredendo o con una grande ernia intervertebrale che comprime il midollo spinale, la chirurgia viene eseguita senza l'osservazione preventiva e tenta di correggere la situazione con metodi conservativi.

Oggi ci sono 3 opzioni per le operazioni sull'ernia intervertebrale:

  • Discectomia regolare, in cui la formazione dell'ernia viene rimossa attraverso l'accesso aperto e la giunzione intervertebrale è stabilizzata. Questo metodo è usato raramente ultimamente.
  • Discectomia endoscopica. L'operazione viene eseguita utilizzando apparecchiature endoscopiche, viene inserita nel corpo del paziente attraverso piccoli fori.
  • Microdiscectomia. Questa procedura chirurgica viene eseguita al microscopio, che riduce al minimo la probabilità di danni al tessuto, ai vasi e alle strutture nervose circostanti.

prevenzione

Affinché i dischi tra la colonna lombare e le vertebre sacrale eseguano pienamente la loro funzione e non si consumino prematuramente, è necessario muoversi costantemente e attivamente: camminare, fare esercizi mattutini, nuotare, ecc. Tali misure non solo aiuteranno a migliorare la microcircolazione nei tessuti spinali, ma contribuiranno anche alla perdita di peso.

Quadro clinico

È importante capire che in presenza di ernia lombare, il quadro clinico può essere del tutto assente, poiché la patologia non è provocata dal pizzicamento del disco, ma da uno spasmo dei muscoli profondi, edema successivo, un processo infiammatorio.

Durante la ricerca, un'ernia intervertebrale nella parte bassa della schiena può non essere rilevata, ma il paziente lamenta un grave disagio o viceversa (ci sono lesioni multiple, ma nessun dolore).

Sintomi di ernia intervertebrale nella regione lombare:

  • le sensazioni spiacevoli sono spesso tese lungo tutta la lunghezza del nervo sciatico, interessando la parte bassa della schiena, il gluteo, raggiungendo il piede,
  • c'è debolezza muscolare, intorpidimento o bruciore degli arti inferiori,
  • nei casi avanzati è doloroso per il paziente camminare, sedersi o addirittura sdraiarsi,
  • la mancanza di terapia porta a problemi nel lavoro dell'intestino, nel sistema escretore, e i medici sono a conoscenza dei casi di paralisi degli arti inferiori sullo sfondo dell'ernia intervertebrale nella regione lombare.

Blocco controllato dai raggi X.

Il metodo di anestesia è usato in caso di inefficacia di altre manipolazioni medicinali. L'essenza della tecnologia sta nel fatto che, sotto il controllo dei raggi X, una soluzione di agenti ormonali e analgesici viene iniettata attraverso un ago speciale al sito di spremitura della radice del nervo.

La procedura viene eseguita in anestesia locale, la vittima vede l'intero processo sul monitor, viene scaricato poche ore dopo le manipolazioni. Durante questo periodo, i medici valutano l'efficacia degli antidolorifici. Nella metà dei pazienti, un blocco controllato dai raggi X è il primo passo verso il pieno recupero. Tali manipolazioni possono essere eseguite fino a tre volte.

L'impatto locale sul sito del processo patologico consente a lungo tempo di controllare il disagio senza ricorrere all'intervento chirurgico. In alcuni casi, questo metodo guarisce completamente il paziente, la necessità di un intervento chirurgico scompare.

Opzioni di trattamento alternative

Metodi di trattamento dell'ernia intervertebrale senza chirurgia:

  • trazione spinale. Esistono molte tecniche per questa manipolazione (trazione subacquea, l'uso di un apparato speciale). Prima della procedura, al paziente viene mostrata la risonanza magnetica,
  • indossare i corsetti. Il dispositivo aiuterà ad arrestare la sindrome del dolore. Indossare un corsetto a lungo può indebolire i muscoli della colonna vertebrale, il recupero è in ritardo. Questo metodo è efficace nell'instabilità della colonna vertebrale,
  • terapia manuale. È stato a lungo utilizzato per trattare patologie dell'apparato muscolo-scheletrico, ha un effetto positivo sulle condizioni del paziente, praticamente non ha controindicazioni, appartiene alla medicina alternativa,
  • agopuntura (agopuntura). Gli speciali aghi sono inseriti nei punti speciali sotto la pelle, che riducono il dolore, favoriscono il rilassamento muscolare,
  • ultrasuoni, elettroforesi, magnetoterapia mostra buoni risultati, ma richiede un'esposizione prolungata al corpo per ottenere il risultato desiderato,
  • rimozione dell'ernia laser. Questo metodo non viene spesso utilizzato, ma presenta diversi vantaggi (rischio minimo di infezione, un breve periodo di riabilitazione) prima dell'intervento chirurgico.

Intervento operativo

La chirurgia intervertebrale di ernia è utilizzata nel 10% dei casi quando altri metodi sono stati inefficaci. Un metodo popolare è la microdiscectomia. L'operazione dura mezz'ora, gli specialisti usano microtools e un microscopio. Il medico rimuove l'ernia senza ferire i tessuti circostanti. La dichiarazione è consentita entro pochi giorni dopo l'operazione, il periodo di recupero richiede un paio di settimane.

Pericolo e possibili complicazioni

L'ernia intervertebrale lombare è pericolosa per il gentil sesso: il processo patologico distrugge la normale circolazione sanguigna negli organi pelvici, aumenta il rischio di formazione di malattie ginecologiche. Le malattie sono accompagnate da interruzione del sistema urinario, fallimento del ciclo mestruale.

L'ernia porta a una tensione costante nei muscoli, il corpo cerca di mantenere il segmento danneggiato in uno stato stazionario, la colonna vertebrale viene gradualmente piegata, il paziente si dimena. Spremere il nervo sciatico porta alla desquamazione dell'epidermide sullo sfondo di ridotta sensibilità nella regione lombare.

La patologia spesso diventa la causa della lombaggine nella parte bassa della schiena (il paziente avverte un dolore acuto, che aumenta durante il movimento). Questa condizione può durare fino a due settimane. Il mal di schiena nella parte posteriore deve essere immediatamente interrotto con preparazioni speciali. Puoi chiamare la squadra di pronto soccorso, non sarai in grado di gestire da solo il problema.

Un'altra complicazione è la limitazione della mobilità nella parte bassa della schiena in caso di ernia intervertebrale. In alcuni casi, la mobilità è compromessa, una persona perde la capacità di sedersi e sdraiarsi. La patologia più grave è la paralisi degli arti inferiori.

Come trattare l'ernia di Schmorl e cos'è? Leggi le informazioni utili.

Scopri i sintomi tipici e i metodi efficaci di trattamento dell'osteoporosi della colonna cervicale in questo articolo.

Vai a http://vse-o-spine.com/bolezni/osteohondroz/poyasnichnyj-hondroz.html e leggi le informazioni sulle cause dello sviluppo della condrosi acuta lombare e sulle caratteristiche della terapia della malattia.

Linee guida di prevenzione

Il rispetto delle raccomandazioni utili aiuterà a prevenire la distruzione del disco intervertebrale:

  • fare sport ricreativi (yoga, nuoto, pilates). Queste classi non sovraccaricano i muscoli, contribuiscono al loro rilassamento,
  • mentre cammini e stai seduto, tieni la schiena dritta, prova a controllare costantemente la tua postura,
  • iscriviti periodicamente per un massaggio terapeutico, visita un medico a scopo preventivo,
  • mentre si lavora al computer, appoggiarsi allo schienale della sedia, mettere le gambe sul supporto per mantenere una deflessione naturale nella parte bassa della schiena,
  • scegli di dormire un materasso ortopedico,
  • smetti di fumare
  • durante la gravidanza per ridurre il carico sui muscoli indossare un corsetto speciale, eseguire la ginnastica per le donne in posizione.

Video sulle cause dell'ernia intervertebrale e sulle caratteristiche della terapia educativa:

Guarda il video: Ernia L4-L5 o L5-S1: ecco come curarsi consigli ed esercizi (Marzo 2020).

Loading...