Osteocondrosi

Sintomi di un'ernia intervertebrale

Un'ernia intervertebrale può diventare la causa di condizioni di agonizzazione di lunga durata in cui una persona non trova un posto per se stessa, o si manifesta attraverso sintomi lievi che non interferiscono in modo particolare con la vita di prima.

Il pericolo è che il decorso cronico della malattia possa trasformarsi drammaticamente in uno stadio acuto. Sintomi lenti si alternano con una forte sindrome del dolore - questo continua fino a quando il paziente si rivolge agli specialisti per chiedere aiuto.

Più spesso si verifica un'ernia nella parte posteriore - la più mobile e non protetta dall'influenza esterna. È importante sapere in che modo l'ernia della colonna vertebrale si manifesta in diverse fasi al fine di evitare lo sviluppo di complicanze.

asintomatica

È possibile e tale sviluppo in cui il paziente non si rende conto che i processi distruttivi si verificano nella colonna vertebrale.

Un'ernia spinale potrebbe non manifestarsi fino a un certo tempo, fino a quando le strutture nervose e il midollo spinale non ne risentiranno.

Il fatto è che i tessuti ossei non sono dotati di terminazioni nervose e vasi sanguigni. In alcuni casi, la patologia si sviluppa su più vertebre contemporaneamente.

Il paziente può provare una sensazione di pesantezza nella sezione del paziente e una restrizione della mobilità, in cui si perde la flessibilità precedente della colonna vertebrale: quando il corpo si piega e si gira, si osserva una diminuzione dell'ampiezza dei movimenti.

Quando si è seduti in una posizione statica, c'è un desiderio involontario di cambiare la posizione del corpo - sdraiarsi, appoggiarsi all'indietro.

Con i muscoli della schiena deboli, la persona non si accorge che la posizione diritta della colonna vertebrale si curva dopo pochi minuti di lavoro.

Corso cronico

Il decorso cronico della malattia è determinato dai sintomi in cui le strutture nervose delle vertebre sono già colpite e la persona sperimenta sensazioni dolorose spiacevoli. Questo è:

  • L'aspetto del dolore, che non si ferma per diverse ore, che si attenua quando il corpo è in posizione orizzontale.
  • La sindrome del dolore può aumentare con lo sforzo fisico prolungato, lo sport, il lavoro sedentario, il lungo passatempo sulle gambe.
  • Durante il lavoro, i compiti a casa, una persona assume involontariamente quella posizione del corpo, in cui la pressione sulle radici nervose si riduce, e il disagio si riduce in gravità.
  • I movimenti affilati con una grande ampiezza possono causare un dolore acuto e penetrante nella zona interessata.
  • Quando si prova ad alzare una gamba dritta, aumenta il dolore nella regione lombare.

Questa condizione precede lo sviluppo di un attacco acuto se il trattamento è stato ignorato.

Quando l'ipotermia, il carico sui muscoli spinali durante il sollevamento pesi, il salto, la corsa, la flessione profonda può causare lo spostamento dei segmenti vertebrali o il grado di compressione della formazione erniaria degli aumenti delle terminazioni nervose. Sviluppare un processo infiammatorio acuto.

Malattia acuta

L'attacco, in contrasto con la forma pigra, non dura più di pochi giorni se il paziente ha ricevuto un trattamento medico competente, alleviando un attacco doloroso e fermando l'ulteriore sviluppo dell'infiammazione.

  • L'ernia, provocando l'infiammazione nella "coda di cavallo" (fascio di terminazioni nervose nella regione lombare, così chiamata per somiglianza esterna) e il pizzicore del nervo sciatico che ne emerge, provoca dolore acuto e palpitante nella regione lombare, glutei, cosce e gambe. La sindrome del dolore può anche essere sentita nei piedi.
  • L'attacco prende una persona, di regola, di sorpresa. Il paziente non può raddrizzare la schiena, perché il minimo movimento aumenta il dolore.
  • La pelle d'oca può diffondersi lungo la parte posteriore delle gambe, appare intorpidimento dei tessuti molli e le funzioni motorie dei piedi (paresi) vengono disturbate.
  • Se le strutture responsabili del lavoro degli organi pelvici sono compresse, l'incontinenza urinaria si sviluppa, non c'è sensazione durante la defecazione o il paziente non può eseguirlo, la potenza è disturbata.
  • Quando la stenosi del canale spinale, la rapida progressione del processo infiammatorio può sviluppare una paralisi parziale o completa degli arti inferiori.

Mentre i processi distruttivi influenzano il tessuto osseo della colonna vertebrale, il paziente non può indovinare la malattia, ma se l'ernia vertebrale è diretta verso il canale spinale, lo sviluppo di sintomi gravi può verificarsi molto rapidamente.

È importante eseguire misure diagnostiche in tempo utile per avere un'idea della natura della malattia e della localizzazione dell'infiammazione.

Molto pericoloso è una condizione in cui una parte del nucleo pulpare viene separata e reagisce con la sostanza del midollo spinale (il processo è chiamato sequestro).

Una reazione autoimmune simile a un attacco reumatico minaccia con conseguenze irreversibili se il paziente non fornisce assistenza medica di emergenza.

Gli avvertimenti dei medici che la mancata osservanza delle misure preventive porterà prima o poi allo sviluppo di patologie vertebrali sono ignorati da molti giovani.

Di conseguenza, questi "errori della gioventù" devono essere corretti in un'età più matura, quando le capacità del corpo non sono le stesse, e il carico di lavoro dei problemi di casa e lavoro non consente il riposo completo e il tempo trascorso a occuparsi della propria salute.

Uno stile di vita sano e l'assenza di cattive abitudini sono quei fattori che riducono significativamente il rischio di sviluppare malattie vertebrali. Questo dovrebbe sempre essere ricordato.

Una selezione dei miei materiali utili sulla salute della colonna vertebrale e delle articolazioni, che ti consiglio di guardare:

Guarda anche molti materiali aggiuntivi utili nelle mie comunità e account sui social network:

disconoscimento

Le informazioni contenute negli articoli sono destinate esclusivamente a informazioni generali e non devono essere utilizzate per l'autodiagnosi di problemi di salute o per scopi medici. Questo articolo non sostituisce il parere medico di un medico (neurologo, terapeuta). Si prega di consultare il medico prima di sapere esattamente la causa del tuo problema di salute.

I principali sintomi della malattia

Quando nel disco intervertebrale iniziano solo a formarsi una patologia, ci può essere una natura dolorante e una sensazione di disagio.

In questo caso, per prevenire lo sviluppo della malattia, è necessario rispettare alcune regole:

  • con l'aiuto degli sport e degli esercizi quotidiani, inizia a rinforzare i sistemi muscolari e legamentosi,
  • fare esercizi di stretching spinale,
  • per mantenere il giusto equilibrio di liquidi e importanti oligoelementi dovrebbe essere correttamente alimentato.

Il disagio alla schiena può essere causato da: stanchezza o ipotermia. Tuttavia, tali dolori scompaiono rapidamente e non si verificano più nella stessa area.

I primi segni di malattia

Quando si forma un'ernia, compaiono i primi segni:

  • sentimenti dolorosi acuti nella zona interessata, aggravanti con ogni movimento e placarsi in un soggiorno di calma,
  • può sviluppare cifosi o scoliosi. Tali segni sono caratteristici della zona toracica della cresta,
  • aumento della tensione muscolare e gonfiore nella zona della lesione,
  • con una progressione prolungata della malattia, possono verificarsi bruciore e formicolio nelle aree colpite.

In alcuni casi, possono verificarsi intorpidimento e paralisi parziale.

I sintomi delle lesioni cervicali

La patologia del rachide cervicale si forma a causa del danno o dello sviluppo di cambiamenti infiammatori in quest'area.

Sintomi distintivi di questa patologia:

  • l'aspetto di formicolio e intorpidimento nelle mani,
  • dolori dolorosi delle mani, risultanti improvvisamente a causa di un pizzicamento dei nervi cervicali.

Molto spesso, il paziente ha una sensazione di dolore acuto che si diffonde lungo il braccio da una mano all'altra. I sintomi della malattia possono variare a seconda di dove si è verificata l'ernia nella colonna vertebrale. Se la patologia appare nella zona 5 del disco, il paziente ha braccia deboli che possono diffondersi alla zona della spalla.

Quali segni si verificano quando la malattia ha colpito il disco intervertebrale 6? Una sensazione di debolezza si sviluppa nel muscolo bicipite e nei polsi degli arti superiori. In questo caso, tende anche a sentire intorpidimento, formicolio e indisposizione dei pollici.

Con la sconfitta del 7 ° disco, il disturbo scorre con debolezza nei muscoli del tricipite che si estende alla zona dell'avambraccio. Allo stesso tempo soffre il dito medio.

Nel caso in cui la patologia si sia sviluppata nell'area dell'8 ° disco, la persona ha sentimenti di debolezza durante il serraggio della mano, dolore e formicolio che possono diffondersi lungo il braccio: dalla spalla al mignolo.

Segni di una ferita al torace

Quando si forma un'ernia tra le vertebre della regione toracica, le sensazioni dolorose si trovano nella zona superiore della cresta. Il dolore aumenta con starnuti o tosse prolungata. Tuttavia, la comparsa di tali sintomi può indicare non solo la formazione di un'ernia. Questi segni sono peculiari ad altre malattie degli organi interni.

I sintomi della malattia localizzati nell'area del torace dipendono direttamente dalla zona interessata e dalle dimensioni dell'ernia. Nel caso in cui la patologia si trova al centro, il dolore si sviluppa nella parte superiore della schiena. Tale lesione della colonna vertebrale può innescare lo sviluppo di disfunzione del midollo spinale, i processi nervosi e persino la paralisi delle gambe.

In alcuni casi, quando l'ernia si è verificata lateralmente, c'è disagio nello sterno o nella cavità addominale. Quando la patologia è sorto nella zona centrale-laterale, il dolore si verifica in varie parti della schiena.

I sintomi delle lesioni lombari

Quando l'ernia intervertebrale spinale lombare della colonna vertebrale, il disagio è sentito nella zona della vita e della schiena.

Nella fase iniziale della formazione, quando la protuberanza di piccole dimensioni, c'è una leggera pressione sulle radici del midollo spinale. Nello stesso momento ci stanno rapidamente scomparendo il dolore sordo. Dopo un certo periodo, dopo il carico di energia, riappare il dolore. Il dolore può aumentare non solo dopo l'attività fisica, ma anche con starnuti prolungati e tosse costante.

Nelle fasi successive dello sviluppo della malattia, la neoplasia aumenta di dimensioni, aumentando così il dolore. Il disagio può verificarsi nell'anca, nelle natiche o negli arti inferiori.

Il decorso cronico della malattia procede con dolori lancinanti e radicolite. Il dolore si sviluppa dopo l'esercizio o il sollevamento pesante.

Inoltre, i segni di danneggiamento della colonna lombare includono:

  1. Intorpidimento degli arti è la caratteristica principale.
  2. Sensazione di debolezza e formicolio alle gambe.

Il dolore intollerabile può provocare la paralisi. Poiché i muscoli della schiena sono in tensione costante e il paziente non è in grado di raddrizzarsi completamente.

È importante! Con la sconfitta della regione lombare, il paziente può sperimentare guasti funzionali nell'intestino o nell'enuresi. E nella metà maschile con la progressione della malattia cronica, può verificarsi impotenza.

Il verificarsi dei suddetti segni indica lo sviluppo di un'ernia. Indipendentemente far fronte a questa malattia è impossibile per i seguenti motivi:

  • per un trattamento efficace è molto importante diagnosticare e stabilire la posizione dell'ernia,
  • specifiche sensazioni dolorose per questo disturbo non possono essere rimosse con l'aiuto di antidolorifici tradizionali,
  • eliminare il dolore non significa guarire un'ernia.

È importante! È severamente vietato impegnarsi nell'auto-trattamento per una diagnosi accurata. Alle prime sensazioni di disagio è necessario consultare uno specialista.

Tutti i segni della malattia richiedono l'intervento di un medico. Nelle prime fasi del trattamento, vengono principalmente utilizzati metodi di trattamento conservativo. Nelle fasi successive dello sviluppo della malattia, il medico ricorre alla chirurgia.

Necrosi del nervo spinale

Con questa patologia, si osservano i seguenti sintomi:

  • intorpidimento delle dita degli arti superiori, piedi,
  • debolezza dei muscoli flessori degli arti superiori,
  • atrofia muscolare e assottigliamento degli arti,
  • perdita del ginocchio e altri riflessi,
  • paralisi parziale degli arti superiori e inferiori.

Spremere il midollo spinale

Allo stesso tempo osservato:

  • patologia nella funzionalità degli organi interni del bacino nelle donne
  • patologie trofiche degli organi interni e degli arti,
  • paralisi delle braccia e delle gambe con perdita completa di suscettibilità.

Al fine di prevenire lo sviluppo di complicazioni negative, non iniziare la malattia ai primi sintomi, si dovrebbe consultare un medico, perché la malattia stessa non scomparirà.

Tipi di ernia intervertebrale

Tutte le ernie intervertebrali sono divise in primarie e secondarie. Primario si verifica dopo lesione spinale e sotto l'influenza di uno sforzo fisico pesante. A rischio può essere una persona completamente sana che non ha alcun prerequisito per l'insorgenza della malattia.

Quelli secondari si formano dopo un lungo processo degenerativo di dischi intervertebrali, patologie congenite, distruzione e secchezza delle membrane del disco.

In base alla localizzazione dell'ernia, produrre:

  • reparto cervicale (cervicale) di ernia,
  • Ernia toracica (toracica),
  • reparto di ernia lombare (lombare).

Dalla dimensione della parte dell'ernia che si estende oltre la vertebra, c'è una tale classificazione:

  • protusia (ernia non più di 3 mm di diametro, i sintomi possono essere assenti),
  • prolasso (l'ernia raggiunge 3-5 mm, accompagnata da sintomi pronunciati),
  • ernia sviluppata (la protrusione è superiore a 6 mm, accompagnata dalla rottura dell'anulus e dall'uscita del nucleo pulpare, può verificarsi il sequestro del disco).

La classificazione topografica dell'ernia consiste in:

  • posteriore (caratterizzato da gravi complicanze sulla colonna vertebrale, l'ernia rigonfia verso la regione del midollo spinale e provoca spremitura)
  • anteriore (la formazione erniaria va avanti, spesso non ha sintomi, risponde bene ai metodi conservativi di trattamento),
  • laterale o laterale (la protrusione avviene attraverso i fori nelle radici del canale spinale),
  • L'ernia di Schmorl (manifestata dall'uscita verticale del disco nella parte superiore o inferiore della vertebra).

Dal punto di vista anatomico, l'ernia intervertebrale è:

  • libero (connessione mantenuta del disco intervertebrale e struttura),
  • in movimento (l'ernia sotto l'influenza dello sforzo fisico può sia spostarsi e tornare al luogo),
  • sequestrato o errante (si riferisce al tipo più pericoloso, l'ernia perde completamente il contatto con il disco interessato, può spostarsi nel canale spinale e comprimere le terminazioni nervose).

Nonostante il gran numero di ernia, nella pratica medica spesso ci sono tipi misti di protrusioni. Ciò rende difficile diagnosticare la malattia, poiché i sintomi possono accumularsi e si verificano malattie concomitanti. Al fine di effettuare una diagnosi accurata e selezionare il trattamento necessario, è necessario sottoporsi a un esame completo della colonna vertebrale e dell'intero sistema muscolo-scheletrico.

L'ernia intervertebrale può procedere di nascosto, nelle prime fasi dello sviluppo della malattia, i sintomi sono quasi assenti, il paziente non sente alcun disagio e continua a condurre una vita normale.Man mano che l'ernia si sviluppa, cresce e danneggia le parti del canale spinale, il paziente inizia a lamentarsi del dolore, dell'affaticamento generale e della perdita di sensibilità nella parte interessata della colonna vertebrale. A seconda della posizione della formazione, i sintomi di un'ernia spinale possono variare.

I sintomi di un'ernia del rachide cervicale si manifestano con costante mal di testa, vertigini, salti di pressione sono possibili (un forte aumento o diminuzione). Il dolore fastidioso, in costante aumento nell'articolazione della spalla e del braccio, intorpidimento delle dita delle mani indica processi patologici nella colonna vertebrale.

L'ernia della colonna vertebrale toracica si manifesta con dolore al petto quando si piega, angoli acuti del corpo, a lungo rimangono in una posizione. Sullo sfondo di un'ernia, si possono sviluppare scoliosi o cifoscoliosi.

Con l'ernia della colonna lombare, il sintomo principale è un dolore doloroso prolungato nella parte bassa della schiena, che può durare per diversi mesi, aggravato da carichi sulla colonna vertebrale. Spesso, questo segno del paziente incolpa la fatica e non ha fretta di andare dal dottore. Con la sconfitta delle fibre nervose e un aumento di ernia, il dolore si diffonde agli arti inferiori: si manifesta intorpidimento delle dita dei piedi, il dolore si diffonde lungo la superficie laterale posteriore della coscia e scende al piede. Inoltre, il paziente lamenta intorpidimento della zona inguinale. Una forma di esecuzione di un'ernia intervertebrale può dare complicazioni al sistema urogenitale. Il paziente ha difficoltà a urinare (incontinenza urinaria o ritardo), si osserva intorpidimento del perineo.

cause di

L'ernia intervertebrale può verificarsi a seguito di una suscettibilità genetica alla malattia e sotto l'influenza di fattori esterni: lesioni, stress, cattive scelte di vita. Le cause principali dell'ernia spinale sono:

  • osteocondrosi,
  • spondilite (infezione dei tessuti spinali),
  • difetti alla nascita, scoliosi, curvatura della colonna vertebrale,
  • stile di vita sedentario, lavoro sedentario, pesante sforzo fisico,
  • infortuni sportivi e conseguenze di incidenti,
  • fumare (i fumatori riducono il livello di ossigeno nel sangue, questo previene il nutrimento dei tessuti corporei),
  • obesità (sovrappeso provoca ulteriore stress sulla colonna lombare),
  • alto (uomini, con altezza sopra 180 cm e donne da 170 cm sono a rischio).

diagnostica

Quando compaiono i primi sintomi di ernia della colonna vertebrale, è necessario sottoporsi ad un esame ed esame completo da un vertebrologo, un neurologo e un neurochirurgo. Dopo aver esaminato la natura della sindrome del dolore, identificando la posizione del corpo che più spesso provoca disagio ed escludendo le malattie associate, vengono prescritte ulteriori misure diagnostiche.

La diagnosi più accurata consente di installare la terapia di risonanza magnetica. Questo metodo è abbastanza nuovo ed è stato utilizzato in diagnostica per circa venti anni, ma nonostante ciò, consente di determinare con precisione la localizzazione della formazione erniaria, la dimensione e la presenza di strutture nervose danneggiate.

La tomografia computerizzata della colonna vertebrale consente di vedere lo stato del tessuto osseo in una forma tridimensionale, ma è praticamente inutile vedere le fibre muscolari. Questo metodo viene eseguito utilizzando radiazioni ionizzanti.

L'analisi a raggi X consente di ottenere un'istantanea della colonna vertebrale in posizione eretta, mentre mostra solo lo stato delle ossa, questo metodo non viene utilizzato per i tessuti molli. I raggi X sono prescritti per eliminare o confermare i sospetti sulla presenza di altre malattie che potrebbero provocare un'ernia.

Lo scopo principale della diagnosi non è solo quello di studiare la protrusione, ma anche di identificare le cause della malattia, poiché è prima necessario eliminare il fattore scatenante.

Cercando tempestivamente aiuto medico e iniziando un trattamento completo di ernia della colonna vertebrale, puoi fare senza la chirurgia. Ernia perfettamente suscettibile di metodi conservativi di trattamento, l'importante è eseguire con attenzione gli appuntamenti medici. Nell'80% di tutti i casi di diagnosi di ernia intervertebrale, la malattia scompare "da sola", perché con il passare del tempo l'ernia tende ad asciugarsi e ridursi di dimensioni. Questo è un processo naturale nel corpo umano che dura da sei mesi a un anno. Non è possibile accelerare se il paziente è preoccupato per il disagio alla schiena o se si verifica un dolore grave, i medici prescrivono farmaci, esercizi speciali e massaggi.

Trattamento farmacologico

Il trattamento dell'ernia della colonna vertebrale inizia con l'assunzione di farmaci che aiuteranno ad alleviare i principali sintomi della malattia e ad alleviare il dolore. Spesso si verifica un'ernia in parallelo a processi infiammatori o infezioni. La durata del trattamento farmacologico non supera un mese. Le seguenti medicine sono prescritte ai pazienti:

1non steroidei farmaci anti-infiammatori (FANS). Aiuta ad alleviare l'infiammazione e una sensazione di costrizione nella colonna vertebrale. I FANS alleviano il dolore moderato, sono inutili in caso di sindrome da dolore acuto.

2corticosteroidi. Assegnare per ridurre il gonfiore dei tessuti molli sul sito di lesione. Il termine di assumere tali farmaci non è più di un mese.

3Rilassanti muscolari. Usato per alleviare gli spasmi muscolari. Dopo essere entrati nel corpo, bloccano gli impulsi neuromuscolari, con conseguente rilassamento dei muscoli striati.

Sindrome del dolore nell'ernia intervertebrale

Nascente da ernia spinale la sindrome del dolore è una delle prime manifestazioni della malattia e nella maggior parte dei casi è il sollievo dal dolore che è l'elemento principale nel trattamento della malattia, in ogni caso è di fondamentale importanza per il paziente. Molto spesso, l'efficacia del trattamento è valutata dalla rapidità e dalla completa gestione dell'eliminazione della sindrome del dolore.

Il dolore discogenico può verificarsi anche quando il disco stesso è danneggiato (o meglio, le sue placche terminali) anche se non vi è alcuna rottura completa dell'anello fibroso, così come quando i legamenti longitudinali sono tesi o strappati. La causa del dolore può anche essere cambiamenti patologici nelle faccette articolari e nei legamenti gialli. Bene, e, naturalmente, il classico meccanismo della sindrome del dolore è l'irritazione della radice spinale con una protrusione erniaria o altre strutture durante la stenosi del canale spinale. Va notato che oltre all'irritazione meccanica della colonna vertebrale con protrusione erniaria, anche l'edema che si verifica durante le reazioni infiammatorie svolge un ruolo significativo.

Sintomi neurologici del disco intervertebrale erniato

Oltre al dolore, i cambiamenti patologici nel disco intervertebrale e nelle sue strutture circostanti possono causare una varietà di sintomi neurologici.

A seconda della localizzazione del processo patologico, possono verificarsi una violazione della sensibilità, debolezza muscolare, disfunzione di organi innervati dal corrispondente segmento del midollo spinale e la radice spinale associata. Quindi, per esempio, se le radici sono danneggiate a livello della colonna vertebrale lombosacrale, può verificarsi una disfunzione degli organi pelvici.

Vale la pena notare che il danno alle radici spinali è tutt'altro che manifestato da dolore e sintomi neurologici dal corrispondente segmento del midollo spinale e della radice. Spesso, il dolore e i sintomi di una lesione dello stesso livello possono provenire dai segmenti sottostanti, ad esempio una lesione del disco tra 4 e 5 vertebre lombari (L4-L5) può causare dolore al sito di innervazione corrispondente a 2 vertebre lombari. Tutto ciò può causare notevoli difficoltà nella diagnosi.

Manifestazioni tipiche di ernia intervertebrale

Le principali manifestazioni dell'ernia intervertebrale sono il dolore, che ha un'intensità diversa. È associato alla compressione delle radici nervose. Sullo sfondo di questa irritazione, gli impulsi del dolore vengono inviati al sistema nervoso, che si manifesta con il dolore. A seconda del sito di lesione della colonna vertebrale, si osserva una localizzazione caratteristica del dolore.

Oltre al dolore, si sviluppano le sindromi da perdita, che dipendono dalla compressione di un nervo. Possono cadere entrambe le funzioni sensoriali e motorie in quelle aree per le quali il nervo pizzicato è responsabile. Ciò è dovuto al fatto che le fibre motorie e sensoriali passano attraverso il nervo e possono diffondersi in aree diverse.

Pertanto, le manifestazioni cliniche dell'ernia intervertebrale includono:

  • sindrome del dolore (a causa della violazione della radice nervosa),
  • paralisi dei muscoli che sono innervati dal nervo interessato,
  • violazione della sensibilità nella zona di innervazione,
  • disfunzione degli organi pelvici, che si manifesta con l'incontinenza di gas e urine, portando a seri problemi psicologici.

La natura della sindrome del dolore può variare a seconda della fase del processo patologico. Pertanto, ci sono due fasi nella comparsa del dolore. Il primo stadio è caratterizzato dallo sviluppo di uno spasmo muscolare compensatorio sul lato interessato a causa di danni al disco intervertebrale. Di conseguenza, questo porta a una curvatura della colonna vertebrale sopra la lesione patologicamente cambiata.

Il dolore è più associato alla tensione muscolare. Nel secondo stadio, il dolore è associato alla compressione della spina dorsale che fuoriesce dal midollo spinale e alla sua tensione. In questo momento appare l'edema del nervo interessato, la microcircolazione è disturbata, ecc.

Manifestazioni specifiche di ernia del disco nella colonna lombare

Molto spesso, lo sviluppo di un'ernia appare nell'area della connessione della quarta e quinta vertebra lombare, meno spesso ci sono ernie tra la quinta lombare e la prima vertebra sacrale. La formazione di un'ernia con uno spostamento del nucleo pulpare si verifica nella direzione in cui le radici nervose passano da vicino, quindi il dolore si verifica molto presto.

Il dolore si verifica sia nella parte posteriore che in quella inferiore. Il mal di schiena (lombalgia) nella fase iniziale della malattia può verificarsi solo periodicamente, e poi sempre più spesso, diventando permanente. Di solito tali dolori hanno un carattere noioso. La gravità del dolore aumenta quando una persona si piega di lato, quando starnutisce e tossisce, corre, ecc.

Tuttavia, se non trattata, la malattia progredisce e il dolore diventa più comune, già colpendo l'arto inferiore (natica, coscia, tibia, piede). Ciò corrisponde allo stadio della radicolite, che si unisce alla lombalgia già esistente. Tali dolori hanno un carattere leggermente diverso - sono forti nel tipo di lombaggine, per esempio, quando viene premuto il nervo sciatico (sciatica). L'aspetto di tale dolore è solitamente associato ad un brusco cambiamento nella posizione del corpo. Parallelamente al dolore, in alcuni punti c'è intorpidimento.

L'aspetto di alcuni sintomi specifici è correlato al tipo di nervo che è compresso, dal momento che ogni tronco nervoso è responsabile per l'innervazione di una determinata area. Quindi, la compressione del nervo nella quinta vertebra lombare si manifesta con i seguenti sintomi:

  • l'apparenza di una sensazione di debolezza quando si sposta la prima punta del piede,
  • debolezza può anche apparire nella zona della caviglia,
  • intorpidimento appare nella coscia, che è combinato con debolezza nella stessa area,
  • dolore all'anca, che si irradia su tutta la gamba,
  • il dolore aumenta con le pieghe del busto, così come quando si solleva la gamba raddrizzata,
  • il dolore può anche essere dato al gluteo.

La compressione della radice nervosa a livello della prima vertebra sacrale è caratterizzata dalle seguenti manifestazioni:

  • perdita di sensibilità nella zona della caviglia,
  • attività motoria disturbata delle dita dei piedi,
  • c'è una sensazione di debolezza nella gamba,
  • intorpidimento della gamba e del piede
  • il dolore può catturare completamente l'intero arto inferiore, lasciando intatto solo il piede,
  • andatura instabile dovuta alla mobilità di innervazione.

L'osteocondrosi lombare è caratterizzata dalla stagionalità della malattia, cioè c'è un picco di esacerbazione nel periodo autunno-invernale, cioè nella stagione fredda. Le esacerbazioni si manifestano con dolore, intorpidimento dei glutei e delle cosce, lombalgia, ecc.

In assenza di trattamento tempestivo, può svilupparsi instabilità di una delle vertebre lombari, poiché l'apparato legamentoso perde completamente la sua funzione. La vertebra instabile è un fattore di rischio per il danneggiamento degli organi adiacenti.

Manifestazioni radiografiche di ernia intervertebrale

L'esame a raggi X fornisce un'assistenza preziosa nella diagnosi di questa condizione. Sulla radiografia ha rivelato uno spostamento delle vertebre l'uno rispetto all'altro, riducendo l'altezza dei dischi intervertebrali e cambiando la loro struttura. Nei casi complessi, la tomografia computerizzata e la risonanza nucleare magnetica vengono in soccorso. Con l'aiuto di ulteriori metodi di ricerca, è possibile determinare le indicazioni per il trattamento chirurgico.

In conclusione, si dovrebbe notare che i segni di intorpidimento dipendono fortemente da quelle radici nervose che sono state compresse. Basato su questa diagnosi topica (basata sul luogo) della malattia. Ulteriori metodi di esame, che includono l'esame a raggi X, la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica, aiutano a confermare la diagnosi.

Metodi diagnostici per l'ernia intervertebrale

Un metodo per selezionare la diagnosi dei dischi intervertebrali erniati è la risonanza magnetica (MRI). In alcuni casi, viene utilizzata la tomografia computerizzata (TC), solitamente in combinazione con la mielografia (con l'introduzione del contrasto nel canale spinale per rilevare la sua stenosi). La radiografia funzionale può essere utilizzata per determinare l'instabilità e la mobilità patologica della colonna vertebrale. In alcuni casi, viene mostrato l'uso di metodi diagnostici funzionali - elettromiografia, termografia e test di laboratorio (livello di calcio nel sangue, attività della fosfatasi acida e alcalina, livello di glucosio, ecc.).

La scelta di questi o di altri metodi diagnostici dipende dalla specifica situazione clinica, la nostra clinica è dotata di tutte le attrezzature necessarie per questo. I nostri specialisti hanno una vasta esperienza nella diagnosi dell'ernia intervertebrale, sia sulla base di sintomi appropriati che utilizzando diverse apparecchiature diagnostiche, che è molto importante per una scelta adeguata dei metodi di trattamento, perché, come sapete, una diagnosi correttamente stabilita è la metà del successo in trattamento.

Loading...