Ernia spinale

8 cause di ernia foraminale (l3, l4, l5, S1) vertebre

Lo spazio in cui si trovano le radici spinali è chiamato foraminal, e l'uscita della polpa del disco intervertebrale distrutto in essa conduce all'ernia foral. A seconda della direzione, vi è una sporgenza nel foro stesso, all'uscita o ingresso della radice, nel foro tra le vertebre. Isolato anche a seconda del lato della colonna vertebrale: la protrusione foraminale del lato sinistro e del lato destro. Più spesso, un tale processo patologico appare nel segmento spinale lombare a livello di L4 L5 o L5 S1.

La regione lombosacrale al livello L5 S1 è un punto vulnerabile in cui è più probabile che si verifichi un'ernia intervertebrale. Ciò è dovuto al fatto che ha il carico maggiore, le vertebre della regione lombare sono soggette a compressione, anche quando la persona è rilassata, mente e riposa, e la pressione massima si verifica durante l'esercizio, mentre si solleva e qualsiasi attività fisica.

Ernia foraminale non complicata del disco intervertebrale L4 L5 in frequenza al secondo posto, ma dà i sintomi più pronunciati.

Tale protrusione si manifesta con un forte dolore e una violazione degli arti inferiori, a partire da intorpidimento e formicolio, che termina con la patologia della sensibilità, completa atrofia e immobilizzazione dell'arto sinistro o destro, a seconda della radice interessata.

Cause e fattori di rischio

Tra le cause di ernia intervertebrale nel segmento lombare sono frequenti lesioni, alto stress e malattie croniche della colonna vertebrale. Il rigonfiamento foraminico di L4 L5 o L5 S1 si verifica durante ferite acute e urti, che si verificano quando si scuote la testa, durante la frenata d'emergenza di un'auto, durante una caduta da un'altezza e saltare con un atterraggio sui talloni.

Cause meno comuni possono essere identificate osteocondrosi cronica, terapia inadeguata di disturbi distruttivi nella colonna vertebrale, postura patologica.

Cause di ernia foraminale L4 L5 e L4 S1:

  1. La disfunzione delle articolazioni, la distorsione pelvica provocano l'ernia intervertebrale negli adulti,
  2. Le cattive abitudini stimolano la comparsa della patologia intervertebrale. Il fumo influisce sulla nutrizione dei tessuti, il disco non riceve abbastanza elementi importanti sullo sfondo di una ridotta saturazione del sangue con l'ossigeno. La dipendenza da caffè altera la circolazione sanguigna e l'alimentazione irregolare, in generale, impoverisce il corpo, il che porta a molti disturbi del sistema muscolo-scheletrico, tra cui l'ernia intervertebrale.
  3. Mancanza di adeguato carico necessario, lavoro sedentario, guida frequente di un'auto - tutto questo influenza la colonna vertebrale e porta gradualmente a un'ernia.

Manifestazioni cliniche

Il principale sintomo della protrusione intervertebrale è una forte sindrome del dolore. Una tipica ernia forale del disco L5 S1 o L4 L5 provoca dolori acuti, che possono essere fermati solo dagli analgesici narcotici. Il paziente prende costantemente una posizione comoda per se stesso, non può sedere, stare in piedi, camminare a lungo. Il dolore è accompagnato da segni neurologici e patologia dei riflessi tendinei. C'è una debolezza del piede, il paziente non può stare sul tallone. L'ernia dal lato sinistro porta a una violazione dell'arto sinistro e del lato destro, rispettivamente, della gamba destra.
Altri segni di ernia nello spazio foraminale del segmento lombare della schiena:

  1. Rigidità lombosacrale,
  2. Debolezza associata al piede,
  3. Dolore nella regione pelvica,
  4. Intorpidimento degli arti inferiori e sensazione di strisciamento
  5. Il dolore si diffonde su tutta la gamba, prima le ginocchia, poi le caviglie.

Con più difetti, diversi sintomi si sovrappongono e il trattamento tardivo può portare a effetti irreversibili.

La clinica presentata è tipica per un decorso tipico della malattia e ogni paziente ha segni individuali, a seconda delle caratteristiche dell'organismo e dei disturbi associati al sistema muscolo-scheletrico.

Come trattare?

Il trattamento di un'ernia foraminale inizia sempre con metodi conservativi e solo in assenza di efficacia viene prescritta un'operazione chirurgica per sostituire il disco interessato e liberare le radici nervose dalla pressione.

    1. Sollievo dal dolore, eliminazione del processo infiammatorio con preparazioni mediche e misure fisioterapeutiche,
    2. Eliminazione o riduzione dell'edema, stimolazione della circolazione sanguigna locale attraverso massaggi, terapia manuale e fisioterapia,
    3. Rafforzamento del corsetto muscolare naturale ed eliminazione dei fattori negativi che interessano la colonna vertebrale: indossare un corsetto, esercizi terapeutici, procedure idriche, trazione spinale,
    4. L'uso di materassi ortopedici, cuscini, solette,
    5. Ridurre la pressione sulle radici riducendo l'ernia: elettroforesi medica.

Indicazioni per il trattamento chirurgico:

  • dolore severo che non si risolve con i farmaci,
  • paralisi degli arti
  • trattamento conservativo inefficace per tre mesi,
  • difetto superiore a 1 cm.

Sono utilizzate diverse tecniche: microdiscectomia, laminectomia, distanziatori interossei.

I distanziatori interspinali sono impianti che si adattano tra i processi spinosi per ridurre la pressione sul midollo spinale, vengono utilizzati per vari tipi di ernia.

Descrizione generale e pericolosa patologia

La malattia, nota come ernia foraminale della colonna vertebrale, è una rottura dell'anello fibroso con una sporgenza del suo contenuto nelle divisioni laterali tra i processi ossei dei singoli segmenti vertebrali. Poiché a questo punto si forma un canale foraminale, con una lunghezza di circa 1,5 cm, in cui sono presenti radici nervose sensoriali, il rischio di schiacciamento è dell'80-100%. Ecco perché il principale pericolo dell'ernia foral è la formazione di sintomi neurologici persistenti:

  • riducendo la sensibilità di alcune parti del corpo,
  • rapida perdita della vista, udito,
  • paralisi o paresi degli arti,
  • disfunzioni degli organi interni.

In questo tipo di ernia della schiena, il quadro clinico è complicato da dolore acuto e sindromi neurologiche, che in breve tempo diventano irreversibili.

La gravità delle conseguenze e le complesse manifestazioni cliniche della malattia dipendono interamente dalla localizzazione del sito in cui si è verificata la distruzione dei tessuti cartilaginei del disco intervertebrale. Gli specialisti distinguono diversi tipi di patologia a seconda della posizione sulla colonna vertebrale: torace, ernia cervicale o lombare. Inoltre, la classificazione include 4 tipi di malattia, a seconda della posizione della protrusione:

  • posizione interoraminale o dorsale significa che la protrusione si trova all'interno del canale foraminale,
  • mezzi medi - un'ernia formata all'entrata del canale foraminal situato tra segmenti spinali adiacenti,
  • laterale significa che si forma un'ernia all'apertura di uscita del canale foramenale, nella sezione di radice degli archi vertebrali o all'esterno dell'apertura tra le vertebre,
  • paramedian significa che la sporgenza erniaria si è formata nel canale foramenale ed è diretta all'interno del canale spinale (il disco L5 S1 è più suscettibile alla formazione di una tale ernia).

Anche nella pratica clinica, ci sono ernie forali lato sinistro e lato destro. Tali sottospecie (tipi) di patologia sono considerate estremamente pericolose in termini di complicanze. Il grado di aggravamento dipenderà dalla posizione dell'ernia. Le conseguenze più gravi si osservano quando si formano nella regione cervicale e lombare.

Buono a sapersi! Più spesso di altre varietà di ernia foraminale, viene diagnosticata la parte sinistra.

cause di

Due funzioni sono assegnate alla colonna vertebrale: supporto e smorzamento. A volte un sistema ben consolidato di vertebre formate da osso duro, i dischi intervertebrali formati da cartilagine elastica, legamenti e muscoli, dando stabilità alle articolazioni e flessibilità, fallisce. Il più delle volte ciò si verifica quando il carico sul retro viene ripetutamente superato, causando lesioni ai dischi intervertebrali. Può verificarsi a causa di:

  • esecuzione scorretta di esercizi sportivi
  • colpire, torcere o piegarsi eccessivamente alla schiena,
  • essere regolare e sistematico in una posizione
  • carenza di sostanze, a causa della quale si verifica il ripristino dei tessuti dei dischi,
  • assumere sostanze che possono influenzare la forza e l'elasticità dell'anello di fibrina,
  • mutazioni genetiche
  • processo di invecchiamento naturale
  • carico costante aumentato sul retro.

Inoltre, le abitudini di rischio per il verificarsi di ernia foranea sono cattive abitudini.

Il fumo, la tossicodipendenza e l'alcolismo portano inevitabilmente alla rottura dei processi metabolici, al progressivo assottigliamento dei tessuti della cartilagine e alla loro distruzione.

Sintomi e segni

Le manifestazioni cliniche della malattia nella maggior parte dei casi non lasciano dubbi sulla diagnosi, dal momento che riconoscono la comparsa di un'ernia foralina da sindrome del dolore acuto. È molte volte più intenso di altre patologie spinali.

Secondo le manifestazioni neurologiche, il medico può suggerire in quale dipartimento si sono verificati cambiamenti patologici:

  • in caso di danno ai dischi intervertebrali della regione cervicale (tra le vertebre C5, C6 e C7) - vola negli occhi, ridotta acuità visiva, alterata visione dei colori, tinnito, vertigini, intorpidimento delle dita, debolezza muscolare,
  • in caso di danni ai dischi nella regione toracica, compressione del dolore toracico, mancanza di respiro, aumento o battito cardiaco superficiale,
  • in caso di danno ai dischi nella colonna lombare, indebolimento della sensibilità delle gambe, disfunzione degli organi pelvici.

È importante! Più spesso di altri, c'è un'ernia foraminale nella parte bassa della schiena, poiché questa parte è la più vulnerabile.

Anche le prime manifestazioni della malattia sono acute e portano un notevole disagio ai pazienti. Il dolore può tormentare il paziente per diversi giorni e gli analgesici classici sono inefficaci, come altri metodi conservativi di anestesia.

Metodi diagnostici

Non è sufficiente fare una diagnosi dell'esame e dell'intervista del paziente, poiché l'ernia foranea ha sintomi simili ad altri problemi spinali. Pertanto, dopo aver raccolto l'anamnesi e compilato un questionario con reclami, viene effettuato un esame strumentale. I metodi principali e più efficaci per la diagnosi dell'ernia da foramina del dorso includono:

La risonanza magnetica è il gold standard per la diagnosi, il metodo è progettato per un esame dettagliato dei tessuti cartilaginei e consente di determinare con precisione vari cambiamenti nei tessuti molli, incluso il midollo spinale. Questo è oltre la potenza dei raggi X che vengono utilizzati nella tomografia computerizzata.

Formazione di ernia intervertebrale

L'obiettivo della terapia in caso di ernia forale è il ripristino delle funzioni di deprezzamento del disco, il ripristino della loro integrità e il rilascio delle radici nervose dalla compressione. Sono utilizzati diversi metodi: trattamento conservativo e chirurgia.

Metodi conservativi

Un approccio conservativo all'eliminazione della malattia è inefficace perché l'ernia foraminale è irreversibile e rapidamente progressiva. Questa è prevalentemente terapia e trattamento adiuvante nelle prime fasi della malattia, che è considerata una preparazione per la chirurgia.

Un buon effetto terapeutico si ottiene quando si utilizza l'elettroforesi usando soluzioni farmacologiche. Inoltre, i medici raccomandano di indossare una benda speciale, dormendo su un materasso ortopedico.

È importante! Tali tipi di effetti conservativi come il massaggio e la terapia manuale sono controindicati per le ernie della schiena o sono usati con estrema cautela!

Intervento chirurgico

La chirurgia è l'unico modo efficace per risolvere il problema dell'ernia foral. Esistono quattro tecniche di intervento attualmente utilizzate in presenza di mal di schiena cronico, paralisi degli arti e paresi, e nel caso in cui la dimensione della protrusione erniaria superi i 10 mm di diametro. Come:

  • microdiscectomia - rimozione di un disco danneggiato con successiva fissazione delle vertebre con bretelle,
  • laminectomia - rimozione di un frammento del disco e una porzione di tessuto osseo nel canale,
  • installazione di impianti intervertebrali (spaziatori interspin) dopo la rimozione del disco,
  • Endoscopia trasformata - rimozione di una parte di un disco e sequestro usando un endoscopio (attraverso una puntura).

L'ultimo tipo di intervento chirurgico è considerato il meno traumatico, evita la formazione di cicatrici e allevia rapidamente i sintomi. Questo è il motivo per cui viene usato più spesso di altri.

Riabilitazione e conseguenze

È importante che il paziente conosca le caratteristiche del recupero dopo l'operazione e che vengano escluse le possibili conseguenze di natura negativa. Obiettivi delle attività di riabilitazione:

  • recupero dell'attività fisica
  • rafforzare i muscoli che trattengono la colonna vertebrale,
  • riducendo il rischio di recidiva della malattia.

Particolarmente utile nei primi mesi dopo l'operazione è il nuoto e la terapia fisica in piscina, indossando una benda speciale e una corretta distribuzione del carico sul retro.

Operated consiglia di alternare i carichi con il riposo e abbandonare le cattive abitudini. Per loro è importante mangiare bene e visitare regolarmente un medico.

È importante! Le attività fisiche attive, comprese quelle con un carico, sono autorizzate a praticare non prima di 30 giorni dopo l'intervento.

La mancata osservanza delle raccomandazioni aumenta il rischio di paralisi degli arti, disturbi irreversibili della disfunzione degli organi interni. Pertanto, durante l'intero periodo di riabilitazione, è importante consultare un riabilitologo specialista e un istruttore in terapia fisica.

Il quadro clinico della malattia

La malattia si sviluppa abbastanza rapidamente, ha manifestato chiaramente i sintomi e non è quasi suscettibile di trattamento medico. Le sensazioni dolorose si verificano improvvisamente e diventano immediatamente croniche e permanenti. Gli stupefacenti vengono spesso prescritti come antidolorifici, poiché gli analgesici convenzionali sono inefficaci. Come il sintomo più caratteristico che ha un'ernia parapharaminal, è considerato un prolasso o una debolezza dei riflessi tendinei. Per questo motivo, il paziente non può stare in punta o sul tallone.

Il forame forame si trova tra due vertebre interconnesse. Questo canale serve da sbocco per la radice spinale. Il risultato di questa formazione di ernia in questa zona è una sindrome del dolore pronunciata, a causa della mancanza di spazio per la diffusione di ernia. La lunghezza del forame foraminale è di soli 1,5 cm. Pertanto, la protrusione apparente inizia quasi immediatamente a influenzare le fibre nervose.

Trattamento chirurgico dell'ernia forale

I pazienti che rifiutano la chirurgia, di solito cambiano la loro decisione dopo solo 2-3 settimane di un ciclo di trattamento farmacologico. L'ernia mediale del disco viene trattata con accesso intralaminare. Le patologie laterali non possono essere rimosse, pertanto è necessario estrarre l'intera faccetta articolare.

Per evitare gravi conseguenze in caso di ernia foraminale di un disco intervertebrale fino a L4 L5, viene spesso utilizzato un nuovo e ben collaudato tipo di procedura chirurgica: rimozione endoscopica della formazione di ernia.Per effettuare tale intervento non è necessario un taglio di grandi dimensioni. Tutte le manipolazioni sono eseguite con l'aiuto di un endoscopio (un piccolo ago, attraverso il quale sono inseriti un tubo di lavoro e l'ottica).

Durante l'operazione, non viene rimosso l'intero disco, da cui è stata formata l'ernia foraminale del disco intervertebrale a L4 L5, ma solo la sua parte definita e il suo sequestro. Pertanto, è possibile preservare le funzioni ammortizzanti della colonna vertebrale e ridurre la pressione sulle terminazioni nervose. Poiché le manipolazioni vanno oltre i confini del canale spinale, non ci sono cambiamenti cicatriziali che possono influenzare le funzioni di base del corpo e la mobilità del paziente. L'assenza di incisione ed escissione del tessuto favorisce una rapida guarigione. Il periodo di riabilitazione in questo caso è ridotto al minimo.

Sintomi tipici della malattia

L'ernia di questo tipo ha una sintomatologia pronunciata. Prima di tutto è un forte dolore. Con la protrusione, che colpisce la colonna vertebrale lombare, la malattia può portare a un esaurimento della minzione e delle feci. Spesso con la sindrome del dolore c'è una mancanza di riflessi tendinei, è difficile per un paziente alzarsi sulle punte o stare in piedi. In quel momento il malato cerca di prendere una posizione comoda.

L'ernia del rachide cervicale porta ad una diminuzione della vista e dell'udito, mal di testa. Il lato sinistro dà sintomi all'estremo inferiore sinistro, rispettivamente, lato destro - a destra, meno spesso - al braccio: le sensazioni dolorose possono catturare il paziente in qualsiasi momento e torsione così tanto che è difficile per lui disfarsi. Non pensare che se il dolore scompare, non tornerà più. Questo non è il caso, quindi al primo segno è necessario visitare un medico e fare il test.

Diagnosi e trattamento della patologia

La diagnosi di patologia non è difficile. Molti dottori hanno una descrizione sufficiente dei sintomi, controllando i riflessi. Ma per chiarire la dimensione dell'estrusione si prescrive un computer o una tomografia magnetica. Con esso, è possibile individuare con precisione la posizione dell'ernia e lo stato delle radici nervose.

Per eliminare la patologia, il trattamento conservativo è il primo a essere prescritto, se è possibile fare a meno dell'intervento chirurgico. L'operazione viene eseguita solo quando ce ne sono tutti i presupposti.

  1. 1 Quando si usano farmaci infiammatori non steroidei, antidolorifici, farmaci per alleviare la tensione muscolare, c'è una diminuzione del dolore, dell'infiammazione, del gonfiore nei tessuti danneggiati e un miglioramento del flusso linfatico. Gli stessi risultati si traducono in farmaci che migliorano la nutrizione dei tessuti.
  2. 2 Corsetto o benda speciali aiutano a ridurre il fattore traumatico, rafforzano il sistema muscolare. Per questi scopi, raccomandano un massaggio speciale, l'agopuntura, le procedure dell'acqua, una speciale cultura fisica terapeutica. È auspicabile avere un materasso ortopedico che consenta l'estensione delle vertebre.
  3. 3 Per ridurre le dimensioni dell'ernia, utilizzare speciali iniezioni di blocco, elettroforesi con farmaci e procedure per l'allungamento delle vertebre.

  • impianti per tutti i tipi di ernia - distanziatori interossei,
  • rimozione del disco di ernia - microdiscectomia,
  • rimozione parziale dell'area danneggiata - laminectomia.

Tutti questi tipi di operazioni dovrebbero essere eseguiti da uno specialista esperto. Dopo l'intervento, è necessario un periodo di riabilitazione, che si svolge sotto la supervisione del medico curante.

Tipi di protrusione forale

Esistono 4 tipi di ernia foraminica, che differiscono per localizzazione e sintomatologia:

  • all'ingresso del forame intervertebrale c'è un'ernia mediana del foraminal,
  • l'ernia laterale forale è localizzata all'uscita del forame intervertebrale,
  • per l'ernia intraforaminale è caratterizzata dalla posizione nel forame intervertebrale,
  • l'ernia extraforaminale è al di fuori del forame intervertebrale.

Il disco intervertebrale è una formazione di fibrocartilagine. Nel centro del disco è presente un nucleo gelatinoso, che ha una consistenza gelatinosa, che è limitata ad un anello fibroso denso. Sotto l'influenza di vari fattori avversi, le fibre ad anello fibroso vengono distrutte, appaiono crepe e lacrime. Questi difetti portano ad un nucleo morbido e gelatinoso, formando così una protuberanza del disco intervertebrale - un'ernia, che mette sotto pressione il midollo spinale o le sue radici.

Come appare la patologia

Ci sono molte ragioni per la sporgenza del disco intervertebrale. Tuttavia, in primo luogo dovrebbe essere detto sulla predisposizione a questa malattia. Nell'uomo esistono geni responsabili della produzione di fibre di collagene che costituiscono l'anello fibroso. Se si verificano mutazioni in questi geni, la sintesi delle normali fibre di collagene viene disturbata e la resistenza dell'anello fibroso diminuisce. Pertanto, l'ereditarietà gioca un ruolo importante nella formazione di un'ernia foraminale. Le persone che hanno osteocondrosi e ernia intervertebrale nella famiglia sono frequenti, dovrebbero prestare particolare attenzione.

Molti credono che il principale fattore che porta alla comparsa di un'ernia foraminale sia un forte sforzo fisico. Questo è vero, ma non dimenticare che la malattia si verifica molto più spesso con uno stile di vita sedentario.

Non ci sono vasi nei dischi intervertebrali, quindi l'ossigeno e i nutrienti necessari per mantenere la forza dell'anello fibroso si diffondono lì, cioè attraverso il trasporto passivo dai tessuti circostanti. La nutrizione si manifesta molto più attivamente se la pressione nei dischi fluttua, cioè quando si verificano movimenti nella colonna vertebrale.

Pertanto, quando l'ipodynamia nell'anello fibroso inizia processi distrofici e perde la sua forza. Inoltre, uno stile di vita sedentario, sovrappeso e indossare scarpe con tacchi danno un carico assiale costante sulla colonna vertebrale, quindi, sui dischi intervertebrali, che viola anche i loro trofei.

Le pulsioni di nutrizione soffre del deterioramento della circolazione sanguigna in tutto il corpo, che si osserva con l'invecchiamento. A questo proposito, nelle persone anziane il rischio di sviluppare la protrusione è molto più alto. La causa della malattia può essere il fumo, perché porta anche a un deterioramento della circolazione sanguigna. Non dimenticare che per mantenere la forza, una quantità sufficiente di liquidi e sostanze nutritive deve essere fornita all'anello fibroso, ma ciò diventa impossibile se una persona beve poco acqua ed è scarsamente nutrita.

Pertanto, è possibile identificare le cause principali dell'aspetto di un'ernia foraminale:

  • grave sforzo fisico, lesioni spinali,
  • stile di vita sedentario
  • indossare costantemente scarpe con tacchi,
  • piedi piatti,
  • sovrappeso
  • il fumo,
  • scarsa nutrizione e insufficiente assunzione di liquidi,
  • vecchiaia

Sintomi di ernia forale

L'ernia foraminale presenta sintomi molto luminosi, quindi di solito i malati vanno immediatamente dal medico. Il primo segno è un mal di schiena bruscamente sorto (nella parte della colonna vertebrale dove si trova la protrusione), costringendoli a prendere una posizione forzata. Tali dolori sono difficili da eliminare con analgesici convenzionali.

I sintomi rimanenti dipendono in gran parte dalla parte della colonna vertebrale in cui è sorto l'ernia, dalla sua ampiezza e dalla spremitura del midollo spinale, delle sue radici o delle arterie. Se la protrusione è localizzata nella regione lombare, c'è una violazione della funzione motoria del piede o dell'intero arto, così come l'innervazione di una o entrambe le gambe (è impossibile stare in piedi o sul tallone). A volte ci sono disturbi delle feci e della minzione. L'ernia foraminale del rachide cervicale è caratterizzata da forti mal di testa, visione offuscata e udito.

Come rilevare l'ernia forale

La diagnosi di questa patologia di solito non è difficile, spesso il medico lamenta e prova alcuni riflessi. Ma al fine di stimare la dimensione della protrusione, per stabilire la sua esatta localizzazione e per determinare la posizione relativa a strutture importanti (midollo spinale, radici nervose, vasi), è necessario utilizzare ulteriori metodi di ricerca, computer o risonanza magnetica aiuta in questo.

Trattamento di ernia forale

La terapia conservativa può dare buoni risultati, i pazienti che rispettano tutte le istruzioni del medico, eliminare i sintomi della malattia e, talvolta, dimenticare di avere un'ernia intervertebrale.

Ma dovrebbe essere chiaro che nessuno dei metodi di tale trattamento non permetterà di eliminare completamente la protrusione del disco intervertebrale, se è già stato formato. Pertanto, non si può credere a massaggiatori o chiropratici che promettono di correggere un'ernia.

Il trattamento conservativo consiste nel rimuovere la riacutizzazione. Per fare questo, il medico prescrive antidolorifici, farmaci antinfiammatori, rilassanti muscolari e vitamine.

In questa fase è importante osservare il riposo a letto. Quando la riacutizzazione è finita e il dolore scompare, è necessario adottare una serie di misure per aiutare a fermare il processo di ulteriore aumento della protrusione, prevenire le riacutizzazioni e lo sviluppo di complicanze.

L'esercizio terapeutico aiuta a rafforzare i muscoli della schiena e quindi alleviare parte del carico sulla colonna vertebrale e migliorare la nutrizione dei dischi intervertebrali. Tuttavia, uno specialista dovrebbe raccomandare la ginnastica, alcuni dei soliti esercizi sono vietati (ad esempio, torcendo).

La terapia manuale, il massaggio, l'agopuntura, le procedure dell'acqua e l'elettroforesi aiutano a rilassare i muscoli della schiena e normalizzano la circolazione sanguigna nei tessuti. Dovrai sicuramente smettere di fumare, eliminare l'eccesso di peso, evitare uno sforzo fisico pesante, regolare la nutrizione e consumare abbastanza liquidi.

Il trattamento chirurgico di un'ernia foraminale viene eseguito solo con grande necessità, quando il lavoro degli arti inferiori e degli organi pelvici viene gravemente compromesso, l'ernia raggiunge grandi dimensioni, è impossibile fermare il dolore anche con analgesici narcotici.

Il fatto è che tali operazioni comportano determinati rischi. La rimozione di una parte del disco intervertebrale viola il deprezzamento, inoltre, al fine di ottenere l'accesso all'ernia, a volte è necessario rimuovere la faccetta articolare della vertebra, questo porta alla destabilizzazione dell'intera colonna vertebrale, lo sviluppo delle sue curvature.

Tecniche chirurgiche più delicate comportano l'uso di impianti speciali che possono ridurre la pressione di un'ernia sul midollo spinale. Oltre a questi metodi, la protrusione endoscopica può essere rimossa attraverso piccole punture. In alcune cliniche viene effettuato un trattamento laser, questo metodo è finalizzato ad evaporare il liquido dalla protrusione, a causa del quale diminuisce di dimensione.

Tuttavia, queste operazioni richiedono l'uso di attrezzature costose e la formazione di specialisti, quindi non è sempre possibile realizzarle.

Gri lesioni alle radici nervose nel collo

L'ernia cervicale di foramina è meno comune. Sono formati nei dischi c5, c6 e c7. Si manifestano con mal di testa di varia intensità, vertigini, diminuzione dell'udito e della vista (una mosca davanti agli occhi), debolezza muscolare, intorpidimento delle dita e anche una sensazione di disagio nella zona interessata. Raramente osservati disturbi del linguaggio e cambiamenti nell'andatura. Lesioni al collo, che possono portare al verificarsi di tali patologie, possono essere il risultato di un impatto diretto (ad esempio, lesioni in un incidente d'auto o durante una brusca immersione nell'acqua sottosopra).

Lesione nervosa dolorosa nella regione lombosacrale

Le più frequenti sono le protrusioni nelle spine lombari e sacrale-lombari, poiché è su questa area che viene creato il carico massimo. Gli esperti designano le aree considerate dello scheletro delle abbreviazioni posteriori l5-s1. A seconda delle vertebre tra le quali vi era una violazione dell'integrità dell'area dell'anello fibroso, tale malattia è accompagnata da una designazione numerica. Ad esempio, l'ernia l3-l4 è caratterizzata dalla presenza di patologia nella regione lombare tra la terza e la quarta vertebra.

Tra i sintomi, i pazienti notano:

  • Dolore intenso improvviso nella zona interessata, che può essere alleviato solo da un forte antidolorifico, in alcuni casi anche da narcotico. Cambiare la posizione del corpo non porta sollievo
  • Forte diminuzione della sensibilità delle gambe. Durante la protrusione, il paziente non può stare in punta o sul tallone. Con il rilascio dell'anello oltre il disco, è possibile immobilizzare completamente gli arti inferiori,
  • Diminuzione dell'attività a causa della perdita o dell'indebolimento dei riflessi tendinei.

Va notato che l'ernia foraminale del disco intervertebrale ha un esordio acuto ed è scarsamente trattabile dalla terapia analgesica. Il dolore non si ferma per un lungo periodo. I metodi di trattamento conservativi sono inefficaci. Le ernie l5-s1, l3-l4 e l4-l5 vengono eliminate esclusivamente chirurgicamente.

Terapia conservativa

Nelle fasi iniziali, al paziente verrà offerta una terapia conservativa, inclusi analgesici e farmaci antinfiammatori non steroidei. Tutti i farmaci riducono la tensione del sistema muscolare, alleviano il dolore e il gonfiore e migliorano la nutrizione dei tessuti nell'area danneggiata. Come terapia ausiliaria, lo specialista prescriverà massaggi, agopuntura, consulenza con un chiropratico e terapia fisica.

Tutte le attività mireranno a distendere la colonna vertebrale per liberare le terminazioni nervose e ridurre la soglia del dolore. Aiuta ad indossare una benda speciale. Dormire preferibilmente su una superficie dura. Se puoi, è meglio comprare un materasso ortopedico.

Per ridurre le dimensioni della neoplasia, l'elettroforesi viene utilizzata con iniezioni di farmaci.

chirurgia

L'intervento chirurgico è mostrato nel caso in cui un centinaio di giorni di procedure tradizionali non hanno portato un sollievo significativo, e il dolore è diventato cronico. Un'operazione è anche prescritta se il tumore ha più di 10 mm di dimensioni e vi è una paralisi degli arti.

La procedura viene eseguita da neurochirurghi in clinica. Esistono quattro tecniche di intervento:

  • Microdiscectomia. Il disco intervertebrale viene rimosso con l'eliminazione della pressione sulle terminazioni nervose,
  • Laminectomia. Le aree del disco intervertebrale e parte dell'osso nell'area danneggiata vengono eliminate
  • Distanziatori interspondi. La tecnica è quella di installare impianti che aiutano a ridurre la pressione sulle radici strangolate,
  • Endoscopia Trasformata. È effettuato da una puntura con l'introduzione di un ago e la successiva rimozione di una piccola parte del disco e del sequestro. Ciò consente di ripristinare le funzioni di deprezzamento della vertebra con l'eliminazione del dolore.

Guarda il video: Ernia L4-L5 o L5-S1: ecco come curarsi consigli ed esercizi (Dicembre 2019).

Loading...