Domande dei visitatori

Riabilitazione dopo la rimozione dell'ernia ombelicale

Natasha:

Può un bambino di cinque anni essere portato in mare dopo un'operazione per un'ernia ombelicale?

Risposta del medico:

I bambini, di regola, possono facilmente subire interventi per l'ernia ombelicale, complicazioni dopo tali interventi sono estremamente rari. Di solito bastano due settimane perché il bambino ritorni pienamente al ritmo della vita che gli è familiare. Naturalmente, un altro paio di settimane è limitare l'attività fisica.

Nello stato normale della cicatrice postoperatoria, l'assenza di dolore, l'infiammazione nell'area di operazione dopo un mese, è abbastanza possibile portare il bambino al mare. Tuttavia, per una completa sicurezza, consultare il pediatra e il chirurgo pediatrico.

Riabilitazione dopo la rimozione dell'ernia

Una settimana dopo, al paziente vengono rimossi i punti e, dopo la completa guarigione della cicatrice, vengono prescritte varie procedure di restauro. I bambini piccoli e gli adulti nel periodo tardo di riabilitazione sono mostrati il ​​massaggio, gli esercizi terapeutici, gli antidolorifici e la fisioterapia allo scopo. Dopo aver rimosso la sutura, viene prescritta una benda postoperatoria, in cui è necessario camminare per diverse ore al giorno fino a quando il tessuto muscolare danneggiato viene ripristinato. Di solito ci vogliono circa due mesi, ma per ogni persona questo processo è individuale.

Ridurre il periodo di riabilitazione consente il rispetto di tutte le prescrizioni del medico, che include dieta, riduzione dell'attività fisica, riposo adeguato e limitazione delle situazioni stressanti.

Esiste un'ernia ombelicale e dopo l'intervento chirurgico, aiutata dalla scarsa cicatrizzazione delle cicatrici, dall'inosservanza delle misure preventive e dalle anomalie congenite del tessuto connettivo. Una recidiva della malattia è più spesso osservata in pazienti che si rifiutano di indossare una benda precoce, non seguono una dieta terapeutica e danno un'elevata attività fisica ai muscoli della parete addominale anteriore.

Nel primo periodo postoperatorio, è estremamente importante mangiare correttamente. La dieta è costruita su come prevenire la pressione intestinale nell'area operata. Questo può essere ottenuto eliminando i fissaggi e i prodotti che formano gas dalla dieta.

La benda postoperatoria veste il paziente non immediatamente, ma solo dopo la guarigione della ferita, ma in rari casi fa eccezioni che dipenderanno dalla scelta del medico curante.

Nel primo periodo dopo l'operazione dell'ernia ombelicale, il paziente può muoversi indipendentemente, ma solo in un corsetto di sostegno.

Il paziente viene dimesso il giorno 2-3 durante la chirurgia laparoscopica e il giorno 3-7 dopo l'ernioplastica aperta.

Caratteristiche di recupero nelle prime settimane dopo l'operazione sull'ernia ombelicale:

  • dopo la rimozione dell'ernia negli uomini, un esame regolare viene eseguito presso l'urologodopotutto, dopo l'intervento chirurgico, i problemi con il sistema genito-urinario possono
  • dieta dopo la rimozione dell'ernia ombelicale nelle donne e negli uomini, sarà rigoroso per i primi giorni, e per le complicazioni - per una settimana, quindi la dieta è diluita e integrata,
  • dopo la riparazione dell'erniala cicatricepuò essere rimosso con il metodo laser solo dopo la completa guarigione delle ferite e la riparazione dei tessuti,
  • dopo l'intervento chirurgico per eliminare diverse patologie del tratto gastrointestinale allo stesso tempo, la dieta viene selezionata individualmenteperché differisce a seconda dell'organo su cui si sta operando,
  • le misure terapeutiche sono prescritte esclusivamente dal medico curante e dal riabilitatoreea casa è possibile solo seguire gli appuntamenti e applicare metodi approvati da uno specialista,
  • l'educazione fisica e il lavoro fisico sono consentiti dopo la formazione della cicatrice, ma allo stesso tempo è necessario limitare i carichi per un anno, perché la guarigione dei tessuti è un processo lungo, e con un recupero incompleto c'è sempre il rischio di recidiva o lo sviluppo di ernia postoperatoria.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

La divergenza delle suture e lo sviluppo dell'ernia ventrale sono frequenti, ma non le uniche conseguenze della riparazione dell'ernia. Le complicazioni dopo l'intervento si verificano a causa di errori del paziente e più spesso del chirurgo.

Cosa può succedere dopo l'escissione dell'ernia ombelicale:

  • consumare cibo non programmato contribuisce alla stitichezza, che sarà un fattore nell'aspetto ernia postoperatoria o recidiva dell'ombelicale,
  • un ritorno precoce allo stress porterà a problemi di cucitura e ricaduta,
  • il fallimento della benda ombelicale può finire divergenza dei muscoli e ricorrenza della patologia nello stesso luogo,
  • ignorando la necessità di visitare il medico per le medicazioni e l'esame di routine minaccia infiammazione della ferita, sua suppurazione, che aggraverà la condizione e ritardare il recupero del corpo.

Massaggio e fisioterapia

Durante il periodo postoperatorio, il massaggio è prescritto principalmente ai bambini piccoli che hanno avuto un'ernia ombelicale congenita. Gli adulti raccomandavano anche un corso di massaggio terapeutico per accelerare la guarigione delle ferite stimolando i processi metabolici. La procedura può essere eseguita solo da un massaggiatore professionista che abbia familiarizzato con la storia della malattia. A casa, il massaggio è consentito dopo il pieno recupero del corpo.

La terapia fisica non sarà obbligatoria, ma una misura utile.

Il paziente può essere prescritto elettroforesi medicinale, terapia magnetica, terapia corrente. Agopuntura, irudoterapia e apiterapia saranno al sicuro da metodi di trattamento non tradizionali dopo l'intervento chirurgico.

Esercitare la terapia e la benda

La terapia fisica sarà una misura utile per la prevenzione della ricorrenza della patologia in tutti i pazienti, senza eccezioni. La ginnastica è prescritta dopo che la cicatrice è guarita e quando il paziente si libera delle sensazioni dolorose. Un prerequisito per l'inizio delle lezioni sarà l'assenza di un processo infiammatorio di qualsiasi localizzazione.

Gli esercizi vengono eseguiti a casa. Il complesso viene selezionato prima con il medico, poi adattato dal paziente stesso, a seconda delle sensazioni. È permesso fare semplici esercizi ginnici volti a rilassare e rafforzare i muscoli dell'addome, della schiena, dei glutei.

È raccomandato l'esercizio quotidiano. È meglio dividere il complesso di esercizi in diversi approcci, dando a ciascuno di essi 10-20 minuti.

I movimenti eseguiti non dovrebbero causare dolore e disagio. Se ci sono sensazioni spiacevoli, dovresti parlarne con il tuo medico. Un cambiamento di stato in peggio può indicare il verificarsi di complicazioni.

La benda postoperatoria è prescritta per diverse settimane. È necessario fare le cose di tutti i giorni, uscire, cioè indossare una cintura nei momenti di attività fisica. Di notte e durante il riposo, il corsetto viene rimosso. Devi portarlo tutto il tempo che dice il dottore. Se si abusa del suo uso, in futuro porterà alla debolezza muscolare.

Quale riabilitazione è necessaria dopo la rimozione dell'ernia ombelicale?

La riabilitazione dopo la rimozione dell'ernia ombelicale nelle donne, negli uomini e nei bambini non dipende dall'età della persona ammalata che ha subito l'operazione. Ed è per osservare i seguenti punti:

  • limitando la gravità delle cose sollevate fino a 2-3 kg, non più di
  • rifiuto da sforzo fisico, corsa e salto almeno per 2 mesi,
  • prestazioni di un complesso di terapia fisica,
  • indossa una fascia di supporto speciale,
  • mantenere una dieta bilanciata che escluda latticini, legumi e cavoli, così come tutti i cibi piccanti, carboidrati e grassi, dalla dieta del paziente.

Soffermiamoci sugli ultimi due punti.

La benda di supporto viene indossata dopo che la ferita è completamente guarita. E deve essere indossato costantemente per tutto quel periodo di tempo, che il medico curante designerà, rimuovendo il dispositivo solo mentre dorme o riposa. Spesso, il periodo di indossare una benda è di circa 30-45 giorni quando il cancello dell'ernia è chiuso con una rete e 3-4 mesi con la chirurgia plastica o l'inclinazione del paziente operato per guadagnare peso in eccesso. Il periodo di riabilitazione dopo la rimozione dell'ernia ombelicale in un bambino può essere leggermente ridotto a causa del fatto che l'elasticità e il tasso di crescita generale dei tessuti nei bambini sono molto più alti di quelli di una persona adulta.

La dieta, oltre alle eccezioni di cui sopra, implica una maggiore quantità di zuppe, pappe, verdure in umido e frutta fresca nella sua dieta. Sono questi prodotti che contribuiscono ad una maggiore contrazione delle pareti degli organi dell'apparato digerente e facilitano la rimozione dei prodotti di scarto dal corpo umano. Il paziente sottoposto a riabilitazione è vietato bere bevande alcoliche di qualsiasi forza e consumare cibi in scatola. Si raccomanda inoltre di limitare il consumo di caffè.

Nel periodo postoperatorio è molto utile usare all'interno i decotti di erbe medicinali: la corteccia di quercia, camomilla, salvia, achillea o rosa canina. Non solo aiutano ad aumentare l'immunità, ma riducono anche l'infiammazione e riducono il dolore.

Durante le prime due settimane di riabilitazione dopo un'operazione per rimuovere un'ernia ombelicale, un paziente di qualsiasi età deve osservare strettamente il regime giornaliero. I primi due giorni possono solo sdraiarsi e dormire sulla schiena. Nei prossimi due giorni, è già possibile e necessario alzarsi e camminare. Per tutto il resto si consiglia di spostarsi il più spesso possibile, ma allo stesso tempo è sensibile al controllo del corpo e, alle prime "campane" sulla fatica, concedetevi un po 'di riposo.

Durante il periodo di riabilitazione dopo l'operazione di rimozione dell'ernia ombelicale negli uomini, un urologo viene anche regolarmente esaminato per evitare problemi con il sistema genito-urinario.

A partire dalla terza settimana, quando viene finalmente formata la cicatrice postoperatoria, vale la pena iniziare a prestare attenzione e tempo a fare ginnastica speciale.

Il complesso terapeutico è una delle misure più utili ed efficaci per prevenire il ripetersi della patologia in tutti i pazienti sottoposti a intervento chirurgico, indipendentemente dall'età e dalle condizioni fisiche. Grazie agli esercizi, la cicatrice postoperatoria guarirà più velocemente e il recupero sarà molte volte più facile.

Cosa può fare esercizi di terapia fisica?

Esercizi ginnici elementari, rilassanti e rinforzanti i muscoli dell'addome, della schiena e dei fianchi, possono essere inclusi nel complesso di terapia fisica finalizzato al rapido recupero del corpo dopo l'intervento chirurgico. Proibito tutti gli esercizi sulla rotativa.

È necessario fare una tale ginnastica ogni giorno, dividendo l'intero complesso in diversi approcci, ognuno dei quali dura per 15-20 minuti.

Di seguito sono riportati esempi di vari esercizi, ma eventuali esercizi sono meglio coordinati con il medico:

Come condurre gli esercizi: da solo o con uno specialista?

Gli esercizi specifici inclusi nel complesso di formazione medica e fisica sono selezionati dal medico curante, e quindi il paziente stesso può regolarli per adattarli ai suoi sentimenti e alle sue capacità.

Se durante l'esecuzione di un esercizio da un complesso prescritto da uno specialista il paziente avverte disagio o dolore, deve essere segnalato al medico. Tali sentimenti negativi possono essere un segno di complicanze post-operatorie.

Oltre al complesso ginnico, uno specialista prescrive spesso un massaggio. È particolarmente indicato durante la riabilitazione dopo la rimozione di un'ernia ombelicale nei neonati e nei bambini con un difetto congenito dell'apparato muscolo-legamentoso, ma anche per le donne e gli uomini adulti non è meno utile.

Il massaggio regolare aiuta le suture a stringere più velocemente e migliora la circolazione del sangue nel luogo in cui è stata eseguita l'operazione.

Oltre alla terapia di massaggio, il medico curante può offrire ulteriori procedure quali: trattamento con radiazioni ultraviolette o impulsi elettrici, terapia magnetica. Tra i metodi non convenzionali, i più sicuri dopo una tale operazione sono: agopuntura, irudoterapia e apiterapia. Tutti mirano alla normalizzazione della microcircolazione del sangue, all'anestesia dell'ombelico e alla prevenzione dei processi infiammatori.

Eziologia dell'ernia ombelicale

La frequenza di insorgenza di questa patologia è del 4%. È diagnosticato, di regola, allo stadio neonatale.

Perché si forma un'ernia ombelicale? Il motivo principale è la compromissione della guarigione della ferita ombelicale dopo che i residui del cordone ombelicale sono caduti. Normalmente, l'anello ombelicale si chiude e la ferita si chiude completamente. Tuttavia, le caratteristiche strutturali di quest'area contribuiscono alla comparsa della protrusione erniaria.

L'anello ombelicale è ben chiuso solo nella parte inferiore, dove passano le arterie ombelicali e il condotto urinario. Queste formazioni sono necessarie solo nella fase dello sviluppo embrionale, dopo la nascita vengono sostituite da un tessuto connettivo denso.

Attraverso la parte superiore dell'anello ombelicale passa la vena ombelicale, che, dopo la nascita, è anche soggetta a sostituzione con tessuto fibroso. Tuttavia, una vena di solito non è in grado di fornire la formazione di un'area così densa e ampia di tessuto connettivo come nella parte inferiore dell'anello. Inoltre, se c'è un sottosviluppo della fascia addominale, che normalmente dovrebbe rafforzare l'anello ombelicale, la sua parte superiore diventa un luogo potenzialmente favorevole per la formazione di ernie.

Come si forma un'ernia?

La patogenesi di qualsiasi protrusione erniaria si basa sulla discrepanza tra la forza della parete addominale e l'aumento della pressione nella cavità addominale, che contribuisce al deflusso di organi oltre i suoi limiti. I punti deboli diventano cancelli erniari.

Qual è la causa dell'emergenza dell'ernia ombelicale nei bambini?

  1. Prematurità.
  2. Peso ridotto
  3. Debolezza muscolare
  4. Costipazione.
  5. Tosse.
  6. Comportamento irrequieto, frequenti grida.

Quadro clinico e diagnosi

Ernia ombelicale - una formazione arrotondata nell'ombelico. Le dimensioni possono variare notevolmente. Di solito in posizione prona, quando il bambino è calmo e non piange, l'ernia scompare da sola. Puoi palpare un anello ombelicale aperto.

Quando il bambino è seduto o in piedi, quando sta gridando, causando così un aumento della pressione nella cavità addominale, l'ernia diventa nuovamente visibile.

Questa patologia non provoca sensazioni spiacevoli. Il problema principale è un difetto estetico. Tuttavia, non dimenticare il rischio sempre presente di violazione. Sebbene, se parliamo di ernia ombelicale, tra queste, questa complicanza è piuttosto rara.

Cosa succede se il bambino ha un'ernia?

Come viene trattata l'ernia ombelicale nei bambini? Funzionamento o metodi conservativi - che è preferibile? Proviamo a capirlo.

Immediatamente si dovrebbe dire che in circa il 60% dei casi il problema viene risolto indipendentemente nel processo di crescita e sviluppo del bambino. Sfortunatamente, questo non è sempre il caso.

Questo è un problema molto comune - l'ernia ombelicale nei bambini, il trattamento senza il quale la chirurgia è possibile e, inoltre, con la corretta attuazione delle raccomandazioni è abbastanza efficace. Certo, ad una certa età.

Come viene trattata l'ernia ombelicale nei bambini? L'operazione non è l'unico metodo. Dovrebbe iniziare con una cosa completamente diversa:

  1. Massaggio giornaliero e ginnastica. Il bambino deve essere messo sulla pancia. È meglio farlo prima di nutrirsi. Questa semplice azione consentirà ai gas che si sono accumulati per uscire dall'intestino e migliorare la digestione, il che significa che il bambino sarà meno preoccupato per le coliche intestinali. Inoltre, nella posizione prona, viene stimolato un aumento del tono dei muscoli della parete addominale anteriore, che è benefico per il trattamento dell'ernia ombelicale. Non meno efficace azione - tratti circolari intorno all'ombelico in senso orario.
  2. Fissazione del sacco erniario nello stato modificato.Non molto tempo fa, si raccomandava di sigillare l'ombelico con un nastro adesivo per diversi giorni, in modo che il contenuto dell'ernia rimanesse nella cavità addominale, senza sporgere. Tuttavia, l'intonaco adesivo tende ad irritare la pelle con un uso prolungato e generalmente causa sensazioni sgradevoli, il che significa che il bambino si preoccuperà costantemente. È molto più efficiente e confortevole per un bambino usare una benda speciale, che è una cintura elastica con un ispessimento opposto all'ombelico. Non è ampio, quindi non interferirà con il bambino per muoversi attivamente ed esplorare il mondo, si fissa con velcro, è facilmente rimosso e indossato, se necessario, può essere lavato. Bende moderne sono realizzate con materiali ipoallergenici, quindi non irritano la pelle, a differenza degli intonaci adesivi.
  3. Il nuoto aiuta anche a rafforzare i muscoli della parete addominale.

A che età viene eseguita l'operazione?

Quando viene diagnosticata un'ernia ombelicale nei bambini, il trattamento (compreso l'intervento chirurgico) deve essere eseguito in modo tempestivo e ad una certa fascia di età. Fino a 5 anni, ad esempio, si applicano solo i metodi conservativi sopra menzionati. L'operazione per rimuovere un'ernia ombelicale nei bambini viene eseguita all'età di oltre 5 anni. Questo sta parlando del trattamento chirurgico pianificato. Non bisogna mai dimenticare che qualsiasi ernia, anche un cordone ombelicale, può essere violato, creando la necessità di un'operazione di emergenza (naturalmente, quando si tratta di salvare vite, i limiti di età non vengono presi in considerazione).

7 anni - l'età media in cui l'operazione più comune dell'ernia ombelicale nei bambini. Puoi, ovviamente, più tardi. Ma è meglio eliminare il problema prima, perché con l'età cominciano a comparire nuovi interessi e hobby, che sono più difficili da rinviare per diversi giorni in ospedale. E l'operazione è permanentemente rimandata indefinitamente, mentre l'ernia può un giorno essere trattenuta e trasformata da un piccolo difetto estetico in una minaccia alla vita.

Quali tipi di procedure chirurgiche esistono?

Ci sono 2 gruppi di operazioni utilizzate nel trattamento delle ernie ombelicali:

  1. Tecniche di tensionamento quando l'anello erniario è chiuso con tessuti locali (operazioni di Mayo, Sapezhko, Lekser).
  2. L'uso di impianti artificiali (mesh) per chiudere il difetto nella parete addominale. L'operazione è indicata per il trattamento di grandi ernie e in età adulta, quindi questo metodo non sarà considerato in questo articolo.

Ernia ombelicale nei bambini: chirurgia Mayo

L'incisione è fatta nella direzione trasversale, al confine con l'ombelico. Trasversalmente, l'aponeurosi del retto dell'addome viene sezionata. Il sacco erniario viene aperto, i suoi contenuti sono immersi nella cavità addominale, i fogli del peritoneo parietale che formano le pareti del sacco sono cuciti.

Per rafforzare quest'area e prevenire la recidiva, viene creata una duplicazione (doppio strato) dell'aponeurosi, cioè i suoi fogli sono cuciti in modo che quello inferiore sia sopra quello superiore. Successivamente, la ferita viene suturata a strati. Il duplicato, quindi, si forma nella direzione trasversale.

Questa operazione è più spesso applicata dopo aver raggiunto l'adolescenza e in presenza di una grande ernia.

Operazione su Sapezhko

La tecnica per eseguire questa operazione è simile al metodo Mayo. La differenza sta nel fatto che il taglio e la formazione della duplicazione sono eseguiti in direzione longitudinale. Da un punto di vista estetico, questo può essere più estetico, ma questo metodo è inferiore in termini di forza all'operazione Mayo. La duplicazione in direzione trasversale è molto meno influenzata dalla pressione intra-addominale, il che significa che il rischio di recidiva dopo l'intervento di Mayo è più basso.

Come viene trattata l'ernia ombelicale nei bambini? Chirurgia Mayo e Sapezhko - metodi preferiti per gli adulti. Per eliminare l'ernia nei bambini piccoli, il metodo più comune di Lexer.

Ernia ombelicale nei bambini di 7 anni. Operazione di Lekser

Sotto la protrusione erniaria, viene praticata un'incisione a forma di mezzaluna. L'ernia viene ripristinata, una sutura della cordicella viene imposto sull'anello ombelicale e viene stretta, eliminando in tal modo l'anello erniario. La ferita viene suturata a strati.

Questo è esattamente il modo in cui un'ernia ombelicale viene trattata nei bambini. L'operazione, le cui revisioni sono abbastanza positive (piccola incisione, recupero veloce), è il metodo Lexer descritto sopra. Attualmente, tuttavia, la chirurgia meno traumatica sta guadagnando slancio.

Riparazione di ernia laparoscopica

Questo è il metodo più recente per rimuovere un'ernia ombelicale, oltre all'installazione di un impianto di rete, se necessario. In questo caso non sono necessarie grandi incisioni, tutte le manipolazioni vengono eseguite attraverso le forature della parete addominale con l'ausilio di strumenti speciali.

Questo metodo ha un'efficacia elevata, buoni risultati estetici e un rapido recupero del paziente dopo l'intervento chirurgico.

Loading...