Chirurgia

Endoprotesi del ginocchio: l'essenza dell'operazione, recupero, prezzi, recensioni

Qualsiasi intervento chirurgico articolare è sempre un evento complesso e imprevedibile. Le conseguenze possono essere molto diverse, nella misura in cui l'intervento chirurgico può portare a nulla, e la sofferenza deve sopportare notevoli, e i costi. Il nostro obiettivo è quello di scoprire onestamente se l'artroplastica del ginocchio sia in realtà un'operazione di routine..

Sostituzione del ginocchio: prima e dopo

Il discorso sulla protesi arriva quando, come si suol dire, l'articolazione "ha raggiunto la maniglia":

  • Piegato e ruotato con grande difficoltà e "con un graffio"
  • Quando si cammina e si sale su e giù per le scale del ginocchio c'è un dolore terribile
  • La radiografia mostra la chiusura dell'ultimo lume tra i giunti

I medici accertano una perdita completa della funzione articolare a causa di artrosi, traumi, osteonecrosi o per altri motivi e suggeriscono l'artroplastica totale del ginocchio.

Per prima cosa, vediamo cosa rappresenta l'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio.

Video 1: Endoprotesi congiunta

  • In caso di endoprotesi totale, le aree cartilaginee sono completamente tagliate dal femore e dalla tibia.
  • Quindi installare i componenti femorale e tibiale, che devono essere compatibili, per analogia con l'articolazione articolare naturale.

Come in realtà è l'artroplastica totale

Tutto nella foto sembra bello, ma in realtà l'operazione è molto complicata, traumatica e cruenta, eseguita con l'aiuto della navigazione informatica:

  • Vengono studiati i volumi di movimento e gli angoli di rotazione dell'articolazione del ginocchio in combinazione con la caviglia.
  • Le ossa sono a sangue freddo e segate e perforate da tutto da medici abituali, come alcuni spazi vuoti nel laboratorio.
  • I processi tecnologici di elaborazione, adattamento e fissazione sono accompagnati dai caratteristici suoni strazianti di un trapano medico (è bene che il paziente sia in anestesia profonda)
  • Le protesi vengono infine martellate nel femore e nelle ossa della tibia con un grosso martello a slitta

Video 2: Com'è l'operazione "Artroplastica totale dell'articolazione del ginocchio"

Dopo aver visto il video, capisci la gravità dell'avvertimento sul difficile processo di guarigione e riabilitazione dopo l'endoprotesi.

Tuttavia, andiamo in ordine.

Il processo di preparazione per la chirurgia per sostituire l'articolazione è molto difficile. (Non si tratta della necessità di ricordare di portare con te in ospedale dall'elenco di oggetti e cose).

La cosa principale - non perdere le possibili controindicazioni all'operazione stessa e all'anestesia.

Cosa può interferire con la chirurgia endoprotesica?

  1. Prima di tutto, il diabete
    La guarigione di qualsiasi ferita minore in un paziente diabetico a volte si trasforma in un problema, e qui - una ferita su larga scala alle ossa!
    Pertanto, se hai glicemia alta, devi normalizzarlo.
  2. Un altro pericolo è l'ipertensione.
    Con una pressione elevata, la velocità del sangue nei vasi aumenta, il che può aumentare il rischio di sanguinamento e rendere più difficile l'arresto.
  3. Un importante indicatore del sangue è il conteggio delle piastrine.
    Prima dell'intervento chirurgico, il chirurgo richiederà necessariamente un coagulogramma.
    La trombocitosi o la trombocitopenia sono ugualmente cattive:
    • Un aumento della conta piastrinica aumenterà il rischio di trombosi dopo la sostituzione dell'articolazione.
      (A proposito, dopo l'operazione, il numero di piastrine nel sangue aumenta così, a causa di quali coagulanti sono necessari, ad esempio, Warfarin, Clexane, Fragmin)
    • La trombocitopenia porta a una scarsa coagulazione del sangue, che rende impossibile l'intervento chirurgico.
  4. Altrettanto importante è la presenza di processi cronici autoimmuni e malattie sistemiche.:
    Osteomielite, artrite reumatoide, cancro con rischio di metastasi ossee:

Tutti questi fattori sono contro l'operazione di sostituzione dell'articolazione, non importa quanto ipoallergenici siano i materiali con cui vengono realizzate le protesi: leghe di titanio, polietilene medicale, ecc.

Preparazione per un intervento chirurgico di sostituzione dell'articolazione

Abbassando le sciocchezze familiari, lasciamo la cosa principale.

Prendersi cura dell'erogazione di sangue.

Precedentemente, tali domande non sono state sollevate affatto, ma oggi il paziente stesso deve provvedere a una fornitura di sangue e plasma prima dell'operazione:

  • Dona in anticipo il tuo sangue
  • Trova donatori nel tuo lavoro
  • Concordare con gli studenti presso la stazione trasfusionale, ecc.

Esame preoperatorio con permesso di intervento chirurgico:

Tutto ciò che abbiamo detto sopra, oltre alla radiografia e ai test che il medico ti chiede di fare.

Quindi hai bisogno:

  • Acquisizione di stampelle o camminatori con allenamenti preliminari
  • Pensare al tuo programma di riabilitazione e scegliere un terapista della riabilitazione
    Questo deve essere fatto prima dell'operazione, poiché la riabilitazione inizia il giorno successivo.
  • Se ci sono denti cattivi, visita il dentista in anticipo, poiché dopo l'endoprotesi aumenta il rischio di complicazioni infettive. A proposito di protesi dentarie dovrà dimenticare per un anno
  • Equipaggia la tua casa con i corrimani necessari, le comode sedie, le piccole panche per le gambe, le scarpe antiscivolo e comode: tutto ciò ti renderà la vita più facile dopo la sostituzione del giunto.
  • Avvisa il medico circa l'assunzione di tutti i medicinali - molti di questi potrebbero essere controindicati.

L'anestesia è un argomento completamente separato.

  • A volte la presenza di gravi controindicazioni rende impossibile il tipo più ottimale di anestesia durante la sostituzione dell'articolazione - anestesia regionale (spinale o epidurale).:
    • È meglio tollerato dell'anestesia generale.
    • Il risveglio dopo l'intervento è quasi istantaneo.
  • Con l'anestesia generale endotracheale, vi è un'immersione più completa nel sonno e un'uscita più lenta, mentre il paziente di solito si sente male dopo l'anestesia.
  • L'anestesista esamina tutte le controindicazioni del paziente, seleziona il tipo di anestesia e monitora le condizioni del paziente durante l'intervento.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

L'artroplastica del ginocchio è raramente senza complicazioni.

Le prime complicanze sono l'accumulo di liquidi nell'articolazione, la perdita di sangue e il dolore..

Pertanto, le azioni iniziali sono eseguite in terapia intensiva:

  • Drenaggio del fluido attraverso il tubo
  • Trasfusione di sangue o sostituti del sangue
  • Sollievo dal dolore
  • Il secondo o il terzo giorno, il paziente viene solitamente trasferito al reparto generale e il tubo di drenaggio viene rimosso.

Il primo pericolo dopo l'operazione: l'articolazione del ginocchio artificiale si radicherà? Processo infiammatorio cronico e necrosi ossea postoperatoria purulenta: queste sono le prime complicazioni che impediscono la stabilizzazione della protesi artificiale.

Pertanto, può essere prescritta una terapia antinfiammatoria e antimicrobica.

Rifiuto della protesi

Tuttavia, la terapia non farà nulla se l'immunità viene a combattere una protesi aliena.:

  • Una reazione immunitaria indesiderata del corpo può causare ioni metallici secreti dalle protesi.
  • Un processo infiammatorio locale si sviluppa vicino alla protesi, portando al suo rifiuto.
  • Una terapia speciale che sopprime l'immunità può aiutare a evitare questo.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

La riabilitazione è importante per iniziare il più presto possibile.:

  • Già il secondo giorno iniziano gli esercizi con la caviglia e i piedi:
    sono necessari per prevenire la trombosi
  • Anche il secondo giorno, con l'aiuto di un dottore, dovresti provare a sederti sul letto, poi stare con le stampelle
  • Iniziare l'allenamento camminando con le stampelle e con un deambulatore
  • Dopo tre giorni vale la pena provare a rinunciare a una stampella sostituendola con un bastone
  • Quindi iniziare la salita e la discesa delle scale.
  • Al momento della dimissione, l'8 ° giorno, il paziente dovrebbe essere abbastanza libero da camminare senza stampelle

Il problema principale di questo periodo è il superamento del dolore durante lo spostamento nell'articolazione, il che rende molto difficile la riabilitazione.

Dopo la riabilitazione di dimissione non finisce qui:

  • Esercizi del primo periodo postoperatorio, più complessi.
  • Nel tardo periodo postoperatorio sono collegati esercizi con pesi e simulatori.

Maggiori informazioni sul restauro dell'articolazione del ginocchio - nel prossimo articolo.

Video 3: prima e dopo l'artroplastica

Cos'è un'artroplastica di revisione?

Il tuo giunto artificiale è nato? Niente! Lo sostituiremo con uno nuovo. - Di solito è necessario sentire dai dottori quando si tratta di sostituire la revisione dell'articolazione.

C'è un'illusione di immortalità dell'articolazione. Basta cambiarlo periodicamente, come i pezzi di ricambio in un'auto. Comincia anche a sembrare che questa sia un'operazione folle (rivedi il video numero 2)

La risorsa della protesi del ginocchio è di circa 10 anni, poiché nulla è eterno. E nel nostro caso, non è più il nostro biosustand, auto-rigenerante, con lubrificazione naturale - fluido articolare.

Una protesi artificiale è costituita da due superfici che si sfregano: qui l'usura e l'allentamento sono inevitabili. L'artrosi può verificarsi anche dopo protesi.

Risulta che la protesi di revisione è inevitabile..

I pazienti possono avere l'impressione che questa sia un'operazione più semplice:

Hai già cambiato una giuntura? La seconda volta è, ovviamente, più facile.

Diamo un'analogia con qualsiasi allentamento filettato allentato:

È necessario sostituire l'elemento di fissaggio stesso selezionando una vite di diametro maggiore, oppure collegare il foro filettato rotto e praticarne uno nuovo.

Ora immagina che tutto ciò debba essere fatto sulle tue ossa già gravemente ferite dall'operazione precedente.

Ogni artroplastica di revisione espande inevitabilmente la scala dell'operazione e l'area del danno osseo.

Infine, arriva il fatto che la superficie dell'osso non è più sufficiente, e dovrebbe essere aumentata con l'aiuto di un innesto dal tessuto osseo del paziente stesso.

L'artroplastica del ginocchio è un'operazione seria con una serie di complicanze che non garantiscono l'attecchimento completo e il lavoro a lungo termine senza re-sostituzione.

Pertanto, decidi adesso - di accettare l'inevitabilità della chirurgia, o di continuare a lavorare sull'articolazione del ginocchio con l'aiuto di esercizi terapeutici fino all'ultimo.

Quando viene prescritta un'operazione per la sostituzione del ginocchio

Chirurgia sull'articolazione del ginocchio, come altri tipi di chirurgia, è giustificato nel caso in cui i programmi di trattamento completi non diano un risultato positivo. Un'indicazione diretta per il trattamento radicale è la presenza di sintomi quali sindrome del dolore pronunciato, perdita della mobilità degli arti (incapacità di piegare o piegare la gamba), debolezza muscolare.

È importante sottolineare che l'uso di schemi terapeutici moderni consente non solo di rallentare lo sviluppo della patologia, ma anche di mantenere a lungo una funzionalità accettabile dell'articolazione. Ecco perché i pazienti dei reparti di chirurgia ortopedica sono principalmente persone con più di 60 anni.

Controindicazioni assolute per l'endoprotesi

Le controindicazioni assolute alla sostituzione dei componenti degli impianti dell'articolazione del ginocchio sono le seguenti patologie:

  • Malattie del sangue,
  • Infezioni purulente,
  • Malattie cardiache nella fase di scompenso,
  • Disturbi mentali
  • Oncologia (3-4 fasi),
  • tromboflebite
  • Insufficienza renale
  • Scheletrico non sviluppato.

Dopo aver subito un trattamento di malattie infettive croniche (tonsillite, sinusite, stomatite, bronchite, herpes, ecc.), Al paziente viene nuovamente assegnato un esame diagnostico, sulla base del quale viene presa una decisione sulla possibilità di usare un intervento chirurgico.

Tipi di operazioni di artroplastica del ginocchio

L'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio è un'operazione che sostituisce i componenti dell'articolazione distrutti con strutture artificiali biologicamente compatibili (endoprotesi) che ripetono la forma anatomica del sistema muscolo-scheletrico. Nella pratica chirurgica vengono utilizzate protesi parziali (lacca singola) e totali (sostituzione completa dell'articolazione del ginocchio).

Nella chirurgia ortopedica vengono utilizzati due metodi di fissaggio dell'endoprotesi: il metodo senza cemento e la tecnologia che utilizza la composizione del cemento osseo. Con l'impianto senza cemento, con una superficie ruvida, nel tempo, il tessuto osseo cresce.

Le indicazioni per l'uso del metodo di fissaggio dell'endoprotesi senza un legante di componente cementizio sono le condizioni soddisfacenti dell'apparato articolare dell'osso, che deve sopportare il carico creato dalla struttura protesica.

L'installazione di cemento è mostrata a bassa efficienza di protesi parziali precedentemente fisse, nonché con maggiore fragilità e instabilità del tessuto osseo.

Vantaggi e svantaggi delle protesi unipolari (unipolari)

Endoprotesi monobraccio (semi-protesi) - sostituzione dei frammenti articolari distrutti con endoprotesi in caso di danno di un solo condilo (laterale o mediale) purché sia ​​preservata la funzionalità dei legamenti articolari. Il condilo è una formazione ossea sporgente a cui sono attaccati i muscoli.

Le protesi a ciglia singole sono indicate per pazienti anziani con bassa attività fisica (che implica uno sforzo debole o moderato sull'articolazione del ginocchio). Piccole perdite di sangue, una limitata area del campo chirurgico (bassa invasività dell'operazione), rapida riabilitazione sono i vantaggi indiscussi di una tecnica chirurgica unipolare.

Le moderne tecnologie consentono un'operazione con una piccola incisione (10 cm), senza dislocazione della rotula, con lesioni minime all'articolazione femoro-rotulea e ai legamenti laterali.

Dopo l'intervento chirurgico, entro uno o due mesi viene ripristinata la normale andatura e mobilità articolare e scompare il dolore acuto. Viene considerata un'operazione riuscita, dopo di che il paziente entro 30-40 giorni ripristina tutte le forme di attività fisica:

  1. Camminando su un sentiero rettilineo,
  2. Salita, discesa su gradini e piano inclinato,
  3. squat,
  4. Il ritiro dell'estremità al lato, i movimenti di rotazione (la solita ampiezza dei movimenti).

Dopo una delicata protesi, il paziente non avverte disagio o dolore intenso dopo una settimana dall'intervento. La stabilizzazione dell'articolazione viene stabilita bilanciando i legamenti collaterali e crociati eseguiti dai chirurghi.

Il principale svantaggio dell'artroplastica a lama singola è la durata limitata dell'impianto. Negli anziani, che conducono uno stile di vita sedentario, un'articolazione artificiale può durare per 5-7 anni, dopo di che si pone la questione di un intervento chirurgico secondario per sostituire una protesi usurata.

Vantaggi e svantaggi delle protesi totali

Le protesi totali (bipolari), che sostituiscono completamente l'articolazione, sono dispositivi strutturali complessi costituiti da leghe metalliche, ceramiche o materiali compositi. Questi sono impianti ad alta resistenza e resistenti all'usura, la cui durata è di 15-20 anni.

Negli ultimi anni, nella pratica chirurgica, gli impianti vengono principalmente utilizzati su una piattaforma mobile, in cui il rivestimento in polietilene si muove in sincrono con i movimenti fisiologici dell'arto (avanti e indietro, estensione della flessione, rotazione in ampiezza anatomica). Pertanto, il componente liberamente scorrevole dell'endoprotesi svolge la funzione del menisco dell'articolazione del ginocchio.

Il design è adatto a persone che conducono stili di vita attivi impegnati nella cultura fisica e nello sport. Controindicazioni all'uso di questa tecnica sono l'osteoporosi progressiva, l'osteomielite e un apparato legamentoso indebolito.

Lo svantaggio dell'artroplastica totale l'articolazione del ginocchio è un lungo periodo di funzionamento, il rischio di una grande perdita di sangue, una riabilitazione più seria e difficile (rispetto a una protesi monopolare).

Preparazione per la chirurgia sostitutiva dell'endoprotesi

La preparazione per la chirurgia include:

  • Diagnostica approfondita (test di laboratorio, referti medici, radiografie, risonanza magnetica, TC)
  • Valutazione delle possibili complicanze (le malattie associate sono prese in considerazione)
  • La scelta del design della protesi (viene eseguito un coordinamento dettagliato del modello implantare con il paziente)
  • Trattamento di infezioni croniche, denti cariati,
  • Allenarsi con i simulatori (stampelle, deambulatori),
  • Seleziona un giorno per l'operazione,
  • Elaborare la dieta

I pre-allenamento con le stampelle aiuteranno a trasferire più facilmente il periodo di recupero. Il paziente può essere invitato a donare il sangue in anticipo per compensare la perdita di sangue dopo l'intervento chirurgico (un punto cruciale per le persone con un gruppo sanguigno raro).

Il periodo postoperatorio prevede la partecipazione attiva di persone vicine che dovranno aiutare il paziente nei primi giorni dopo la dimissione dalla clinica. Nell'appartamento dovrebbe essere creato un tale ordine che tutte le cose necessarie fossero alla persona a portata di mano, non c'erano elementi su cui si possa inciampare.

Come viene eseguita l'operazione?

L'operazione viene eseguita al mattino. Alcuni minuti prima dell'introduzione dell'anestesia, la gamba sana del paziente viene fissata con una fascia di compressione (per prevenire la formazione di coaguli di sangue). A seconda dello stato di salute e dell'età, viene scelto il tipo di anestesia: anestesia generale o anestesia spinale.

Un catetere viene inserito nella vescica - questo è necessario per controllare la funzione escretoria renale. L'operazione viene eseguita a scelta del medico secondo una delle tecniche: sotto il laccio emostatico (con dissanguamento dell'area chirurgica), con un laccio emostatico parziale o senza un laccio emostatico.

Dopo l'inizio dell'effetto anestetico, il medico esegue le seguenti azioni:

  1. Realizza un taglio longitudinale (al centro del ginocchio),
  2. Spandono il tessuto (ai lati dell'incisione),
  3. Sposta la rotula, ottenendo accesso all'articolazione del ginocchio,
  4. Indebolisce la tensione dei legamenti e dei tessuti molli che fissano il ginocchio,
  5. Taglia frammenti ossei danneggiati,
  6. Elabora i taglienti (segatura, triturazione),
  7. Sostituisce la porzione inferiore del femore con una protesi metallica
  8. Corregge una piastra piatta in titanio nella parte superiore della tibia
  9. Risolve un rivestimento in polietilene su platino
  10. Una protesi di prova (modello) è installata per testare le funzioni articolari,
  11. Dopo il test e il trattamento chirurgico aggiuntivo, l'endoprotesi è fissa (tecnica di cemento o un metodo di adattamento stretto).
  12. La ferita viene suturata,
  13. Il drenaggio è installato,
  14. Bendaggio e stecca
  15. Il paziente viene trasportato in reparto.

L'operazione dura 2-3 ore. Dopo il risveglio, il paziente non avvertirà dolore per 4-5 ore, quindi sarà necessaria un'anestesia aggiuntiva.

Farmaci postoperatori

Dopo l'intervento chirurgico per la sostituzione dell'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio, gli stessi farmaci sono prescritti come per altri tipi di chirurgia. Lo è anticoagulanti (per prevenire la formazione di coaguli di sangue) e antibiotici (per prevenire l'infezione). Il medico prescrive il resto dei medicinali sulla base di indicatori di salute individuali, dati provenienti da studi clinici e dalla storia.

Malattie comuni nei pazienti anziani sono ipertensione, alterata circolazione cerebrale, anemia, aterosclerosi, che comporta la nomina di terapia concomitante nel periodo postoperatorio.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

Le complicazioni derivanti dall'operazione sono suddivise in due categorie:

  • Salute,
  • Associato alla funzionalità dell'endoprotesi.

L'edema dopo l'artroplastica del ginocchio può durare a lungo (fino a 10 giorni), e questo fenomeno non dovrebbe spaventare il paziente. Tuttavia, se il gonfiore non diminuisce dopo 2 settimane, possiamo concludere che l'infezione si è sviluppata nell'area della protesi o una reazione allergica ai materiali di costruzione. È estremamente raro che, se si osserva il regime di trattamento, si registrino gravi complicazioni quali trombosi venosa profonda, fratture, lussazioni o rigetto articolare.

Generalmente, le protesi dell'articolazione del ginocchio sono ben tollerate dai pazienti, raramente si osservano gravi effetti postoperatori. Molto spesso, le complicanze sono associate alla violazione dei requisiti dei medici in termini di conformità con il regime di riabilitazione o di esacerbazione di una malattia cronica.

Chirurgia gratuita ea pagamento

Posso ottenere assistenza gratuita per installare l'endoprotesi? Sì, questa possibilità è fornita. Le operazioni di quota (sussidi dal bilancio federale) vengono effettuate a Mosca e in altre grandi città della Russia.

Per ottenere il permesso di utilizzare l'assistenza governativa, è necessario superare tre commissioni mediche e ottenere la conclusione appropriata. Il rinvio è rilasciato nella clinica del luogo di residenza. I metodi progressivi di chirurgia nel campo dell'endoprotesi sono usati nell'Istituto, nei dipartimenti di traumatologia degli ospedali regionali e regionali, nelle cliniche commerciali.

Il tempo di attesa può essere posticipato di un anno e anche per un periodo più lungo. Mentre le persone sperimentano continue sofferenze causate da perdita di mobilità e dolore all'articolazione del ginocchio, tutto chi ha l'opportunità, ricorrere a servizi a pagamento.

Costo del funzionamento - da 200 mila rubli.

Costo di endoprotesi - 20 - 100 mila rubli (e più in alto).

I prezzi sono approssimativi - il costo finale dipende da molti fattori, in primo luogo dallo stato di salute, dall'età e dalla complessità dell'operazione. La reputazione e la popolarità della clinica - un fattore che può influenzare notevolmente l'aumento del prezzo dei servizi.

Tipi di endoprotesi e tipi di protesi di ginocchio

A seconda della gravità dei cambiamenti patologici, al paziente possono essere offerte protesi parziali dell'articolazione del ginocchio (sostituzione di solo una parte dell'articolazione) o totale (sostituzione completa del ginocchio).

Di conseguenza, le protesi di ginocchio sono di diversi tipi:

Endoprotesi parziale (unipolare)

Impianto parziale (unipolare)

È usato se uno dei condili viene distrutto nel ginocchio (interno o laterale) e il legamento crociato posteriore è conservato. Questo è il tipo più fisiologico e più economico di artroplastica. Ciò consente di risparmiare la quantità massima di tessuto del paziente e la riabilitazione richiede meno tempo.

Protesi totale con una piattaforma mobile

Questa endoprotesi a tre componenti è costituita da un componente femorale, tibiale e un rivestimento mobile di polietilene all'interno dell'elemento tibiale. Questo tipo di protesi offre la possibilità di rotazione dell'articolazione del ginocchio e aumenta l'ampiezza dei movimenti. Lo svantaggio di questa protesi è una bassa resistenza all'usura e per il suo pieno funzionamento richiede un buon apparato legamentoso (muscoli e legamenti).

Protesi totale con piattaforma fissa

Protesi totale con piattaforma fissa

La protesi di ginocchio più comune. Il suo componente centrale è fissato sulla tibia. Pertanto, mentre si muove, il componente femorale scorre lungo una piattaforma ad assorbimento d'urto fissa e se il paziente non segue le raccomandazioni per l'uso della struttura, la protesi viene rapidamente allentata, appare dolore, che richiede il re-impianto.

Essenza e varietà

I medici raccomandano la chirurgia solo quando la terapia conservativa è inefficace.Una visita puntuale all'ospedale e la prevenzione delle patologie articolari è il modo migliore per evitare un intervento chirurgico.


Se la situazione non può essere risolta con metodi medici e terapeutici, si raccomanda una soluzione cardinale - artroplastica dell'articolazione del ginocchio. L'obiettivo principale - l'eliminazione del dolore, il ritorno al ginocchio della cinematica naturale. Il punto è sostituire un elemento danneggiato con un impianto per ottenere risultati ottimali.

Le protesi moderne sono realizzate in base alle caratteristiche individuali del paziente. L'età, lo stile di vita, l'anatomia e il sesso di una persona sono presi in considerazione. Questo approccio consente di impiantare un componente conveniente che non si sente estraneo nel corpo, attecchisce rapidamente e garantisce il primo ritorno alla vita normale.

A seconda delle caratteristiche individuali del paziente e della complessità della situazione, viene prescritto uno dei tipi di sostituzione dell'endoprotesi:

tipo

descrizione

Com'è l'operazione?

L'operazione di sostituzione dell'articolazione del ginocchio dura 1-4 ore. La procedura può essere eseguita utilizzando l'anestesia generale o spinale.

Il paziente è posto sul tavolo operatorio sulla schiena. Con l'anestesia generale, il farmaco viene somministrato per via endovenosa, dopo di che la persona sprofonda nel sonno profondo. L'anestesia spinale comporta l'iniezione di un anestetico alla colonna vertebrale nella regione lombare. Quindi una persona è cosciente. Il corpo sotto la vita perde intorpidimento e diventa insensibile al dolore.

Un chirurgo esperto restituirà la mobilità del ginocchio

L'area dell'incisione è decontaminata. Per prevenire la formazione di coaguli di sangue, le gambe del paziente vengono fasciate con bende elastiche o vengono indossate calze a compressione.

Sulla superficie anteriore del ginocchio, il chirurgo esegue un'incisione longitudinale e rilascia l'articolazione. Dopo un esame dettagliato, il medico determina esattamente quale tipo di protesi installare e seleziona il metodo di installazione.

Dopo la rimozione di tutti i tessuti patologici, viene installata una protesi di prova (fornita con quella originale). Il medico controlla le sue prestazioni. Se tutto è normale, viene installata una protesi permanente.

Alla fine dell'operazione, un tubo di drenaggio viene inserito nella ferita per il deflusso di liquido e sangue. L'incisione è suturata e coperta con una benda.

Artroplastica totale

Gli ortopedici non sono giunti ad un'opinione comune che l'impianto sia migliore: completo o parziale. Solo 10 anni fa, si riteneva che il "gold standard" per risolvere il problema del deterioramento articolare nelle persone dopo 60 anni con l'artrite reumatoide fosse una protesi totale. La protesi dell'intera articolazione del ginocchio si radica nel 95% dei casi, i guasti non superano l'1-1.2%. La vita di servizio di tale endoprotesi è fino a 10 anni.

Sostituzione dei topi singoli

Grazie allo sviluppo di moderne tecnologie, è diventato possibile condurre operazioni minimamente invasive, con l'ausilio di una parziale artroplastica del ginocchio eseguita con un periodo di osservazione stazionaria ridotto (fino a 5-7 giorni). Con un intervento limitato, i tessuti sani vengono a malapena toccati, il rischio di perdita di sangue e complicanze postoperatorie è minore. La riduzione del periodo di recupero è il principale vantaggio di questo metodo di trattamento.

Dopo una protesi a ligazione singola, c'è molto meno dolore. Anche se l'operazione è stata eseguita su entrambe le articolazioni del ginocchio, il paziente inizierà rapidamente a camminare senza mezzi improvvisati (camminatore, stampelle, bastoni da passeggio).

In quali casi viene nominata la sostituzione dell'audit

Quanto durerà l'endoprotesi dipenderà da:

  • stile di vita,
  • corretta alimentazione
  • caratteristiche della struttura anatomica,
  • la presenza di peso in eccesso.

Se le raccomandazioni mediche non vengono osservate (incapacità di esercizio, esercizio precoce, aumento del carico), può verificarsi una dislocazione della protesi. Sarà necessaria una revisione dell'intero impianto o dei suoi singoli componenti.

Anche l'artroplastica di revisione è un'operazione e piuttosto complicata.Il rispetto delle regole di sicurezza di base e il corretto stile di vita riducono al minimo il rischio di ri-dislocazione.

Modi alternativi

Le alternative più efficaci sono:

  • sostituzione del menisco del ginocchio. È raccomandato per i giovani in caso di lesioni (senza danni artritici). L'impianto può fungere da elemento artificiale o da donatore. Schiacciamento del menisco, impossibilità delle sue cuciture - indicazioni per l'impianto. È condotto solo per persone sotto i 40 anni
  • protesi di acido ialuronicocon acido acido. Il materiale il più vicino possibile al lubrificante naturale per composizione e proprietà è inserito all'interno del giunto. La procedura è impossibile se i processi infiammatori sono trovati nel corpo, la distruzione del tessuto cartilagine progredisce.

Perché l'osteoma raccomanda l'endoprotesi?

Sebbene lo sviluppo dell'osteoma in un tumore maligno non sia corretto, interferisce con la vita produttiva. Esistono due soluzioni al problema: osteomia tibiale o rimozione di un tumore danneggiato con "impianto" nella zona danneggiata dell'impianto. Osteomy non significa che le protesi non saranno necessarie in futuro. La procedura allevia il tumore, allevia il dolore, "respinge" i termini di impianto, ma non ripristina la piena mobilità dell'articolazione del ginocchio.

Controindicazioni

L'impianto di qualsiasi complessità è la chirurgia e lo stress per il corpo. Per assegnare le protesi, l'ortopedico deve avere delle buone ragioni. Esistono regole in base alle quali un'operazione non può essere eseguita.

Il motivo principale per la sostituzione dell'articolazione del ginocchio è il dolore, che non può essere fermato con metodi tradizionali, mancanza di movimento indipendente e alto rischio di disabilità. Endoprotesi prescritte in caso di:

  • la presenza di gonartrosi, disfunzione dell'articolazione e deformità dell'arto inferiore,
  • patologie degenerative-distrofiche, tra cui artrite post-traumatica e artrosi,
  • perdita della sensibilità delle gambe, totale o parziale,
  • artrite reumatoide,
  • sviluppo della necrosi del tessuto asettico,
  • dopo interventi chirurgici al ginocchio che non hanno portato sollievo,
  • cambiamenti patologici dei legamenti e delle estremità delle ossa,
  • conseguenze di lesioni, salti o colpi falliti.

  • malattie dell'apparato respiratorio e cardiovascolare,
  • disturbi mentali
  • processi infiammatori in forma acuta
  • patologie neuromuscolari,
  • scheletro immaturo congenito
  • propensione al tromboembolismo o alla tromboflebite,
  • qualsiasi forma di tubercolosi.

Affinché la sostituzione dell'articolazione del ginocchio abbia successo, e il periodo di riabilitazione, in breve, è necessaria la preparazione:

  • evitare di fumare, bere alcolici,
  • mangiare bene
  • perdere peso (se ne hai uno),
  • rafforzare il tono muscolare.

Questi fattori sono le cause delle complicanze postoperatorie. Un peso eccessivo aumenta il carico sull'arto operato e il cibo e le cattive abitudini improprie interferiscono con la corretta guarigione dei tessuti.

Prima di pianificare l'operazione e ulteriori trattamenti, vengono effettuate ulteriori ricerche:

  • test di laboratorio
  • radiografia del ginocchio
  • se necessario - puntura del liquido del ginocchio,
  • la scelta dell'anestesia ottimale a seconda dello stato di salute.

Poiché l'artroplastica del ginocchio è un'operazione, è prevista l'emissione di un foglio di invalidità temporanea dopo la procedura. Il termine dell'ospedale dipende dalla complessità dell'evento e dal necessario periodo di riabilitazione. Il periodo specifico è indicato dal medico curante nell'ospedale del luogo di residenza o da un altro specialista del profilo a cui ha fatto riferimento. Le informazioni sulla malattia sono codificate secondo l'ICD 10. Se l'ospedale ha più di 15 giorni lavorativi (con le protesi è molto più lungo), una commissione medica confermerà che non funziona.La durata massima della lista malata è di 10 mesi, quindi il paziente viene dimesso o indirizzato a una nuova commissione con un appuntamento per disabilità.

Endoprotesi dell'articolazione del ginocchio per quota o a pagamento?

Si ritiene che le operazioni di "riferimento" per la sostituzione delle articolazioni articolari effettuate in Israele o in Germania. Negli ultimi 10 anni, la Repubblica Ceca è entrata nelle prime tre posizioni. Le cliniche negli Stati Uniti, in Francia, in Cina e in molti altri stati si occupano anche della sostituzione dell'endoprotesi. C'è un inconveniente: la protesi è un'operazione costosa: non è alla portata di tutti.

Se il dolore non si riposa, l'impianto diventa una necessità vitale. Puoi provare a ottenere una quota. Lo stato conduce finanziamenti aggiuntivi per i centri ortopedici, quindi c'è sempre la possibilità di tagliare i costi. Come ottenere un biglietto quota? Chiama l'ospedale nel luogo di residenza, ottieni l'opinione della commissione sulla necessità dell'operazione e vai in una clinica pubblica o privata che ha quote. Ti verrà dato un "Protocollo di decisione delle quote", che dovrà essere presentato al Ministero della Salute della città. Un coupon per un'operazione "gratuita" può essere ottenuto rapidamente (entro 10 giorni), ma la coda dovrà attendere almeno sei mesi.

Dove è meglio fare l'artroplastica?

Le protesi di quota hanno degli svantaggi. La procedura è assolutamente gratuita, ma ci sono ancora diagnostica e riabilitazione che costano denaro. Inoltre, ci sono molte persone disposte a fare l'impianto a un prezzo inferiore e il periodo di attesa può durare un anno. In base alla quota, vengono installate le endoprotesi, che si trovano all'ospedale al momento dell'intervento chirurgico, le singole caratteristiche non vengono prese in considerazione.

C'è un inconveniente: l'installazione della protesi. Questo è un processo delicato che richiede molta pratica e movimenti bruschi, altrimenti la mobilità non sarà completamente ripristinata. Pensi che un importante chirurgo concorderà su un'operazione di contingentamento o la affiderà a un giovane specialista.

Se la sostituzione dell'articolazione del ginocchio non riesce o se è installata un'endoprotesi errata, può verificarsi una ri-dislocazione e, di conseguenza, una revisione dell'endoprotesi. Pertanto, pensa più di una volta prima di ottenere una quota per la chirurgia.

Esercitare la terapia per l'artroplastica del ginocchio

Dopo l'operazione, quando l'anestesia è finita, le sensazioni dolorose permarranno per qualche tempo. Per la riabilitazione rapida dopo la sostituzione totale sono nominati:

Mentre il paziente è in ospedale, il complesso terapeutico degli esercizi viene eseguito sotto la supervisione di un metodologo, e in seguito la terapia fisica viene svolta a casa. Vi sono diversi periodi di recupero e gli esercizi in ciascuno di essi svolgono una funzione specifica.

Perché fare esercizi a casa? Non solo il periodo di recupero, ma anche la durata della protesi dipende dalla terapia fisica. Se gli esercizi non vengono eseguiti, si verifica un passatempo inattivo e compare il sovrappeso, l'impianto si consuma più rapidamente e viene richiesta una revisione dei componenti o dell'intera protesi. Con un corretto esercizio e il rispetto del regime, un'endoprotesi individuale durerà 10-12 anni.

Offriamo una serie di esercizi di riabilitazione per ripristinare la mobilità del ginocchio (periodo tardivo):

Endoprotesi del ginocchio: un forum per il supporto morale

I forum dedicati alle patologie e alle operazioni sono una vera opportunità per conoscere le recensioni dei pazienti, ascoltare le loro opinioni e consigli su varie tecniche, cliniche e specialisti. Sui siti tematici, la comunicazione dal vivo è sufficiente, se avete domande o dubbi, parlate con coloro che hanno attraversato tutte le fasi della sostituzione dell'endoprotesi.

Al forum, puoi fare una domanda o chiedere un consiglio. Qui non solo appaiono spesso i pazienti, ma anche chirurghi ortopedici che ti consigliano assolutamente gratis. Potresti aver bisogno di consigli su come preparare o modi popolari di affrontare le malattie - vieni, ti aiuteranno.Oltre alle "opinioni esperte", i forum forniscono collegamenti a fonti competenti, articoli stranieri sull'endoprotesi di noti chirurghi, valutazioni di professionisti e cliniche.

Non tutti i metodi popolari e i prodotti "promozionali" - una panacea per il dolore. L'uso della maggior parte degli strumenti ferma solo i sintomi e la malattia continua a svilupparsi. Prima di seguire le raccomandazioni dei "consulenti", consultare un ortopedico.

I forum e i siti tematici pubblicano spesso foto e video delle migliori cliniche, attrezzature moderne, il processo operativo, quindi se c'è il timore di un intervento, controllali e prendili con calma. La sostituzione dell'endoprotesi non è una "novità" per molto tempo: è stata acquisita una vasta esperienza e l'operazione appartiene alla categoria della routine, senza causare difficoltà. Guarda il video in cui viene eseguita l'artroplastica del ginocchio, semplicemente: vai alla pagina di una clinica popolare: di solito forniscono tali materiali.

Riassumiamo

Il 90% del carico cade sulle nostre gambe, quindi qualsiasi fattore può causare una "rottura" dell'articolazione. Il ritmo moderno della vita non consente di fermarsi: colpire, saltare e anche solo fermarsi durante la camminata veloce è un motivo per l'usura precoce dell'articolazione articolare del ginocchio. Lesioni e contusioni nella zona del ginocchio portano ad alterazioni del flusso sanguigno e, successivamente, alla morte di tessuti privi di cibo.

In una fase iniziale, la patologia può essere stabilizzata con i farmaci e con l'aiuto della ginnastica. Sfortunatamente, la maggior parte delle malattie nel primo periodo sono asintomatiche, ci rivolgiamo al medico quando la terapia è inefficace. Ci sono diverse opzioni, ma l'artroprotesi ha l'effetto maggiore: il 95-100% del ripristino completo della cinematica naturale.

La sostituzione dell'articolazione riuscita è metà del risultato, la riabilitazione finale dipende dalla pazienza, dallo sforzo e da un atteggiamento positivo.

Endoprotesi totale (TER)

La sostituzione del ginocchio è una procedura chirurgica in cui le aree danneggiate vengono sostituite da impianti. Dopo un'operazione riuscita, il paziente smette di soffrire di forti dolori dell'articolazione.

Le strutture interne per l'artroplastica sono realizzate con materiali high-tech che sono inerti ai fluidi biologici. La forma di tali prodotti ripete l'articolazione da sostituire, che consente alle persone che hanno subito tale intervento e che rispettano tutte le raccomandazioni di uno specialista di ritornare pienamente alla vita normale.

  • Indicazioni per la sostituzione del ginocchio
  • Tipi di impianto del ginocchio
  • Come è la sostituzione del ginocchio?
  • Controindicazioni per l'endoprotesi
  • Il periodo di riabilitazione dopo l'installazione dell'endoprotesi
    • Le prime 24 ore dopo l'inserimento dell'impianto del ginocchio
    • Le prime settimane dopo l'intervento
    • Trattamento tre settimane dopo la sostituzione dell'articolazione
  • Una serie di esercizi dopo l'artroplastica
  • Possibile recidiva dopo la sostituzione dell'articolazione

Tipi di impianto del ginocchio

Protesi unipolare parziale. È usato se il lato o il condilo interno è danneggiato nel ginocchio, ma il legamento crociato posteriore è sopravvissuto. Questa operazione è poco costosa, ti permette di salvare il più possibile i tuoi stessi tessuti umani. Recupero dopo non ci vuole molto tempo.

Impianto totale con una piattaforma fissa. Questa è la protesi più comune. In essi, il componente in polietilene dell'elemento tibiale è fissato saldamente alla barra metallica sottostante. Quando si muove, la componente femorale inizia a scivolare sulla piattaforma ammortizzante.

Endoprotesi totale con una piattaforma mobile. Questo design a tre componenti è costituito da un rivestimento in polietilene mobile, elementi tibiali e femorali. Tale protesi offre la possibilità di ruotare il ginocchio e aumenta l'ampiezza dei movimenti.Impianto meno con una piattaforma mobile - scarsa resistenza all'usura. Per il suo normale funzionamento richiede un buon apparato legamentoso.

Endoprotesi al ginocchio | NIITO

- operazione di routine?

Qualsiasi intervento chirurgico articolare è sempre un evento complesso e imprevedibile. Le conseguenze possono essere molto diverse, nella misura in cui l'intervento chirurgico può portare a nulla, e la sofferenza deve sopportare notevoli, e i costi. Il nostro obiettivo è quello di scoprire onestamente se l'artroplastica del ginocchio sia in realtà un'operazione di routine.


Protesi totale del ginocchio - una operazione seria sul femore e sulla tibia

Sostituzione del ginocchio: prima e dopo

Il discorso sulla protesi arriva quando, come si suol dire, l'articolazione "ha raggiunto la maniglia":

  • Piegato e ruotato con grande difficoltà e "con uno scricchiolio"
  • Quando si cammina e si sale su e giù per le scale del ginocchio c'è un dolore terribile
  • La radiografia mostra la chiusura dell'ultimo lume tra i giunti

I medici accertano una perdita completa della funzione articolare a causa di artrosi, traumi, osteonecrosi o per altri motivi e suggeriscono l'artroplastica totale del ginocchio.

Per prima cosa, vediamo cosa rappresenta l'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio.


Raggi X di un'articolazione sana, malata e dopo protesi

Video 1: Endoprotesi congiunta

  • In caso di endoprotesi totale, le aree cartilaginee sono completamente tagliate dal femore e dalla tibia.
  • Quindi installare i componenti femorale e tibiale, che devono essere compatibili, per analogia con l'articolazione articolare naturale.

Come in realtà è l'artroplastica totale

Tutto nella foto sembra bello, ma in realtà l'operazione è molto complicata, traumatica e cruenta, eseguita con l'aiuto della navigazione informatica:

  • Vengono studiati i volumi di movimento e gli angoli di rotazione dell'articolazione del ginocchio in combinazione con la caviglia.
  • Le ossa sono a sangue freddo e segate e perforate da tutto da medici abituali, come alcuni spazi vuoti nel laboratorio.
  • I processi tecnologici di elaborazione, adattamento e fissazione sono accompagnati dai caratteristici suoni strazianti di un trapano medico (è bene che il paziente sia in anestesia profonda)
  • Le protesi vengono infine martellate nel femore e nelle ossa della tibia con un grosso martello a slitta

Video 2: Com'è l'operazione "artroplastica totale dell'articolazione del ginocchio"?

Dopo aver visto il video, capisci la gravità dell'avvertimento sul difficile processo di guarigione e riabilitazione dopo l'endoprotesi.

Tuttavia, andiamo in ordine.

Il processo di preparazione per la chirurgia per sostituire l'articolazione è molto difficile. (Non si tratta della necessità di ricordare di portare con te in ospedale dall'elenco di oggetti e cose).

La cosa principale - non perdere le possibili controindicazioni all'operazione stessa e all'anestesia.

Cosa può interferire con la chirurgia endoprotesica?

  1. Prima di tutto, il diabete
    La guarigione di qualsiasi ferita minore in un paziente diabetico a volte si trasforma in un problema, e qui - una ferita su larga scala alle ossa!
    Pertanto, se hai glicemia alta, devi normalizzarlo.
  2. Un altro pericolo è l'ipertensione.
    Con una pressione elevata, la velocità del sangue nei vasi aumenta, il che può aumentare il rischio di sanguinamento e rendere più difficile l'arresto.
  3. Un importante indicatore del sangue è il conteggio delle piastrine.
    Prima dell'intervento chirurgico, il chirurgo richiederà necessariamente un coagulogramma.
    La trombocitosi o la trombocitopenia sono ugualmente cattive:

  • Un aumento della conta piastrinica aumenterà il rischio di trombosi dopo la sostituzione dell'articolazione.
    (A proposito, dopo l'operazione, il numero di piastrine nel sangue aumenta così, a causa di quali coagulanti sono necessari, ad esempio, Warfarin, Clexane, Fragmin)
  • La trombocitopenia porta a una scarsa coagulazione del sangue, che rende impossibile l'intervento chirurgico.

Altrettanto importante è la presenza di processi cronici autoimmuni e malattie sistemiche:
Osteomielite, artrite reumatoide, cancro con rischio di metastasi ossee:

Tutti questi fattori sono contro l'operazione di sostituzione dell'articolazione, non importa quanto ipoallergenici siano i materiali con cui vengono realizzate le protesi: leghe di titanio, polietilene medicale, ecc.

Preparazione per un intervento chirurgico di sostituzione dell'articolazione

Abbassando le sciocchezze familiari, lasciamo la cosa principale.

Cura per l'afflusso di sangue.

Precedentemente, tali domande non sono state sollevate affatto, ma oggi il paziente stesso deve provvedere a una fornitura di sangue e plasma prima dell'operazione:

  • Dona in anticipo il tuo sangue
  • Trova donatori nel tuo lavoro
  • Concordare con gli studenti presso la stazione trasfusionale, ecc.

Esame preoperatorio con permesso di chirurgia:

Tutto ciò che abbiamo detto sopra, oltre alla radiografia e ai test che il medico ti chiede di fare.

  • Acquisizione di stampelle o camminatori con allenamenti preliminari
  • Pensare al tuo programma di riabilitazione e scegliere un terapista della riabilitazione
    Questo deve essere fatto prima dell'operazione, poiché la riabilitazione inizia il giorno successivo.
  • Se ci sono denti cattivi, visita il dentista in anticipo, poiché dopo l'endoprotesi aumenta il rischio di complicazioni infettive. A proposito di protesi dentarie dovrà dimenticare per un anno
  • Equipaggia la tua casa con i corrimani necessari, le comode sedie, le piccole panche per le gambe, le scarpe antiscivolo e comode: tutto ciò ti renderà la vita più facile dopo la sostituzione del giunto.
  • Avvisa il medico circa l'assunzione di tutti i medicinali - molti di questi potrebbero essere controindicati.

L'anestesia è un argomento completamente separato.


L'anestesia è regionale e generale.

A volte la presenza di gravi controindicazioni rende impossibile il tipo più ottimale di anestesia durante la sostituzione dell'articolazione - anestesia regionale (spinale o epidurale):

  • È meglio tollerato dell'anestesia generale.
  • Il risveglio dopo l'intervento è quasi istantaneo.

Con l'anestesia generale endotracheale, vi è un'immersione più completa nel sonno e un'uscita più lenta, mentre il paziente di solito si sente male dopo l'anestesia.

L'anestesista esamina tutte le controindicazioni del paziente, seleziona il tipo di anestesia e monitora le condizioni del paziente durante l'intervento.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

L'artroplastica del ginocchio è raramente senza complicazioni.

Le prime complicazioni sono l'accumulo di liquidi nell'articolazione, la perdita di sangue e il dolore.

Pertanto, le azioni iniziali sono eseguite in terapia intensiva:

  • Drenaggio del fluido attraverso il tubo
  • Trasfusione di sangue o sostituti del sangue
  • Sollievo dal dolore
  • Il secondo o il terzo giorno, il paziente viene solitamente trasferito al reparto generale e il tubo di drenaggio viene rimosso.

Il primo pericolo dopo l'operazione: l'articolazione del ginocchio artificiale si radicherà? Processo infiammatorio cronico e necrosi ossea postoperatoria purulenta: queste sono le prime complicazioni che impediscono la stabilizzazione della protesi artificiale.

Pertanto, può essere prescritta una terapia antinfiammatoria e antimicrobica.

Rifiuto della protesi

Tuttavia, la terapia non farà nulla se l'immunità entrerà in azione contro una protesi aliena:


A volte il sistema immunitario percepisce la protesi come un corpo estraneo.

  • Una reazione immunitaria indesiderata del corpo può causare ioni metallici secreti dalle protesi.
  • Un processo infiammatorio locale si sviluppa vicino alla protesi, portando al suo rifiuto.
  • Una terapia speciale che sopprime l'immunità può aiutare a evitare questo.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico


Per alzarsi con le stampelle o gli escursionisti devi provare il secondo giorno dopo l'intervento.

La riabilitazione è importante per iniziare il più presto possibile:

  • Già il secondo giorno iniziano gli esercizi con la caviglia e i piedi:
    sono necessari per prevenire la trombosi
  • Anche il secondo giorno, con l'aiuto di un dottore, dovresti provare a sederti sul letto, poi stare con le stampelle
  • Iniziare l'allenamento camminando con le stampelle e con un deambulatore
  • Dopo tre giorni vale la pena provare a rinunciare a una stampella sostituendola con un bastone
  • Quindi iniziare la salita e la discesa delle scale.
  • Al momento della dimissione, l'8 ° giorno, il paziente dovrebbe essere abbastanza libero da camminare senza stampelle

Il problema principale di questo periodo è il superamento del dolore durante lo spostamento nell'articolazione, il che rende molto difficile la riabilitazione.

Dopo la riabilitazione di dimissione non finisce qui:

  • Esercizi del primo periodo postoperatorio, più complessi.
  • Nel tardo periodo postoperatorio sono collegati esercizi con pesi e simulatori.

Maggiori informazioni sul restauro dell'articolazione del ginocchio - nel prossimo articolo.

Video 3: prima e dopo l'artroplastica

Cos'è un'artroplastica di revisione?

Il tuo giunto artificiale è nato? Niente! Lo sostituiremo con uno nuovo -

Questo è solitamente sentito dai medici quando si tratta di sostituire la revisione di un comune.

C'è un'illusione di immortalità dell'articolazione. Basta cambiarlo periodicamente, come i pezzi di ricambio in un'auto. Comincia anche a sembrare che questa sia un'operazione folle (rivedi il video numero 2)

La risorsa della protesi del ginocchio è di circa 10 anni, poiché nulla è eterno. E nel nostro caso, non è più il nostro biosustand, auto-rigenerante, con lubrificazione naturale - fluido articolare.

Una protesi artificiale è costituita da due superfici che si sfregano: qui l'usura e l'allentamento sono inevitabili. L'artrosi può verificarsi anche dopo protesi.

Risulta che la revisione delle protesi è inevitabile.


Le protesi di revisione sono necessarie dopo l'usura dell'endoprotesi o in caso di artrosi postoperatoria

I pazienti possono avere l'impressione che questa sia un'operazione più semplice:

Hai già cambiato una giuntura? La seconda volta è, ovviamente, più facile.

Diamo un'analogia con qualsiasi allentamento filettato allentato:

È necessario sostituire l'elemento di fissaggio stesso selezionando una vite di diametro maggiore, oppure collegare il foro filettato rotto e praticarne uno nuovo.

Ora immagina che tutto ciò debba essere fatto sulle tue ossa già gravemente ferite dall'operazione precedente.

Ogni artroplastica di revisione espande inevitabilmente la scala dell'operazione e l'area del danno osseo.

Infine, arriva il fatto che la superficie dell'osso non è più sufficiente, e dovrebbe essere aumentata con l'aiuto di un innesto dal tessuto osseo del paziente stesso.

L'artroplastica del ginocchio è un'operazione seria con una serie di complicanze che non garantiscono l'attecchimento completo e il funzionamento a lungo termine senza re-sostituzione.

Pertanto, decidi adesso - di accettare l'inevitabilità della chirurgia, o di continuare a lavorare sull'articolazione del ginocchio con l'aiuto di esercizi terapeutici fino all'ultimo.

Video 4: come evitare il re-intervento sulle articolazioni

Endoprotesi del ginocchio: dettagli di protesi e chirurgia

Tipi di endoprotesi e tipi di protesi di ginocchio

A seconda della gravità dei cambiamenti patologici, al paziente possono essere offerte protesi parziali dell'articolazione del ginocchio (sostituzione di solo una parte dell'articolazione) o totale (sostituzione completa del ginocchio).

Di conseguenza, le protesi di ginocchio sono di diversi tipi:

Endoprotesi parziale (unipolare)

Impianto parziale (unipolare)

È usato se uno dei condili viene distrutto nel ginocchio (interno o laterale) e il legamento crociato posteriore è conservato. Questo è il tipo più fisiologico e più economico di artroplastica. Ciò consente di risparmiare la quantità massima di tessuto del paziente e la riabilitazione richiede meno tempo.

Protesi totale con una piattaforma mobile

Questa endoprotesi a tre componenti è costituita da un componente femorale, tibiale e un rivestimento mobile di polietilene all'interno dell'elemento tibiale.Questo tipo di protesi offre la possibilità di rotazione dell'articolazione del ginocchio e aumenta l'ampiezza dei movimenti. Lo svantaggio di questa protesi è una bassa resistenza all'usura e per il suo pieno funzionamento richiede un buon apparato legamentoso (muscoli e legamenti).

Protesi totale con piattaforma fissa

Protesi totale con piattaforma fissa

La protesi di ginocchio più comune. Il suo componente centrale è fissato sulla tibia. Pertanto, mentre si muove, il componente femorale scorre lungo una piattaforma ad assorbimento d'urto fissa e se il paziente non segue le raccomandazioni per l'uso della struttura, la protesi viene rapidamente allentata, appare dolore, che richiede il re-impianto.

Com'è l'operazione?

L'operazione di sostituzione dell'articolazione del ginocchio dura 1-4 ore. La procedura può essere eseguita utilizzando l'anestesia generale o spinale.

Il paziente è posto sul tavolo operatorio sulla schiena. Con l'anestesia generale, il farmaco viene somministrato per via endovenosa, dopo di che la persona sprofonda nel sonno profondo. L'anestesia spinale comporta l'iniezione di un anestetico alla colonna vertebrale nella regione lombare. Quindi una persona è cosciente. Il corpo sotto la vita perde intorpidimento e diventa insensibile al dolore.

Un chirurgo esperto restituirà la mobilità del ginocchio

L'area dell'incisione è decontaminata. Per prevenire la formazione di coaguli di sangue, le gambe del paziente vengono fasciate con bende elastiche o vengono indossate calze a compressione.

Sulla superficie anteriore del ginocchio, il chirurgo esegue un'incisione longitudinale e rilascia l'articolazione. Dopo un esame dettagliato, il medico determina esattamente quale tipo di protesi installare e seleziona il metodo di installazione.

Dopo la rimozione di tutti i tessuti patologici, viene installata una protesi di prova (fornita con quella originale). Il medico controlla le sue prestazioni. Se tutto è normale, viene installata una protesi permanente.

Alla fine dell'operazione, un tubo di drenaggio viene inserito nella ferita per il deflusso di liquido e sangue. L'incisione è suturata e coperta con una benda.

Complicazioni nell'artroplastica del ginocchio

Possibili complicazioni dopo l'artroplastica del ginocchio durante il periodo dell'intervento includono:

Endoprotesi al ginocchio | NIITO

(compilato c.med E.E. Malyshev)

Uno dei risultati più significativi in ​​ortopedia del 20 ° secolo, l'artroplastica totale del ginocchio fu eseguita per la prima volta nel 1968. Il miglioramento dei materiali chirurgici e della tecnologia ha notevolmente aumentato l'efficacia di questa operazione. Negli Stati Uniti, circa 300.000 di tali operazioni vengono eseguite annualmente.

Se stai solo pensando a questo metodo di trattamento o hai già deciso insieme all'ortopedista dell'operazione, in questa edizione imparerai le caratteristiche di questo metodo.

L'indicazione principale per l'artroplastica del ginocchio è il dolore. Se i farmaci, i livelli ridotti di attività fisica e l'uso di supporto aggiuntivo mentre si cammina non è più d'aiuto, si può prendere in considerazione la questione della sostituzione dell'articolazione del ginocchio. Come risultato di questa operazione, il dolore è solitamente ridotto, la deformità dell'arto viene corretta e la normale attività fisica ritorna.

Articolazione del ginocchio normale

L'articolazione del ginocchio è la più grande del corpo umano. È formato dall'estremità inferiore del femore, dall'estremità superiore della tibia e dalla rotula (rotula), che scivola in una rientranza sul femore. I legamenti di grandi dimensioni attaccati alle ossa femorali e tibiali, assicurano la stabilità dell'articolazione.

Le superfici di interconnessione di queste tre ossa sono coperte da cartilagine articolare, un tessuto liscio che ammorbidisce le superfici articolari delle ossa e facilita il movimento.

Tutte le restanti superfici dell'articolazione del ginocchio sono coperte da un tessuto sottile e liscio chiamato membrana sinoviale.Questa membrana produce un fluido speciale che lubrifica le superfici articolari e riduce la forza di attrito quasi a zero in un ginocchio sano.

Normalmente, tutti questi componenti interagiscono armoniosamente. Tuttavia, malattie o lesioni possono distruggere questa armonia, causando dolore, debolezza muscolare e disfunzione.

prima dell'artroprotesi dopo artroplastica

Hai mostrato l'artroplastica totale del ginocchio?

La decisione sulla necessità di un trattamento chirurgico dovrebbe essere presa insieme da voi, la vostra famiglia e il chirurgo ortopedico. Il tuo medico di famiglia può indirizzarti a un ortopedico per una soluzione finale. Il chirurgo può offrire tali alternative all'endoprotesi totale tradizionale, come l'endoprotesi a braccio singolo o l'osteotomia correttiva.

L'endoprotesi totale è indicata nelle seguenti condizioni:

  • Dolori intensi che limitano tali movimenti quotidiani come camminare, salire o scendere le scale, seduti su una sedia. Quando si percorrono lunghe distanze, potrebbe essere necessario un ulteriore supporto: stampelle o bastone.
  • Dolore moderato o grave a riposo, giorno o notte.
  • L'infiammazione cronica e il gonfiore dell'articolazione non diminuiscono a riposo o durante l'assunzione di farmaci.
  • Deformazione - una deviazione di uno stinco esterno o interno.
  • Rigidità: violazione della flessione o dell'estensione dell'articolazione.
  • Ridurre l'effetto di prendere farmaci anti-infiammatori non steroidei. Questi farmaci, tra cui l'aspirina, l'ibuprofene, il diclofenac e altri, sono spesso molto efficaci nelle prime fasi dell'artrite. La loro efficacia varia notevolmente nei diversi pazienti. L'effetto di questi farmaci diminuisce man mano che l'artrite progredisce.
  • Tolleranza o complicanze durante l'assunzione di antidolorifici.
  • La mancanza di effetto da altri trattamenti, come iniezioni di ormoni, preparazioni di acido ialuronico, fisioterapia o altri interventi chirurgici.

Nonostante il fatto che la maggior parte dei pazienti sottoposti a protesi totale di ginocchio, di solito tra i 60 e gli 80 anni, il chirurgo ortopedico scelga le indicazioni per un intervento chirurgico basato su un approccio individuale. Le raccomandazioni per l'intervento chirurgico si basano sull'intensità della sindrome del dolore, sulla restrizione della mobilità articolare e sulla salute generale, indipendentemente dall'età. L'artroplastica totale del ginocchio può essere efficace a qualsiasi età: dai giovani con artrite giovanile agli anziani con artrosi deformante.

Esame prima dell'intervento chirurgico

In preparazione all'operazione, viene effettuato un esame obbligatorio, che consente di identificare tutti i rischi associati all'operazione, che vengono valutati dal chirurgo operativo insieme all'anestesista e al terapista:

  • Raggi X dell'articolazione (con descrizione)
  • conclusione di specialisti medici:

- emocromo totale (emoglobina, globuli rossi, globuli bianchi, piastrine) - è valido per 14 giorni,

- totale delle urine (valido 14 giorni),

- test coagulogramma (indice di protrombina, APTT, fibrinogeno, ortofenantrolina) (valido per 14 giorni),

- esame del sangue biochimico (glucosio, transaminasi, bilirubina, proteine ​​totali, urea, creatinina, indice di protrombina) (1 mese valido),

- esame del sangue per la sifilide (valido per 14 giorni), infezione da HIV, epatite B (HbSAg) e C (HCV) (valido per 1 mese),

- analisi delle feci sulle uova del verme (valido per 10 giorni).

  • Scopo richiesto degli studi strumentali:

- dati dell'esame fluorografico (valido per 1 anno),

- elettrocardiogramma con decodifica e conclusione (valido per 21 giorni),

- scansione triplex delle vene e delle arterie degli arti inferiori (in realtà 3 settimane), in caso di deviazione dai normali risultati dell'USD, - consultazione del chirurgo vascolare,

- fibrogastroduodenoscopia (valida per 4 settimane) (in caso di modifiche è necessario sottoporsi a trattamento, la presenza di erosioni o ulcere è una controindicazione per la chirurgia),

- studio ecocardiografico - tutti i pazienti di età superiore a 60 anni, nonché i pazienti con fibrillazione atriale, malattia coronarica, infarto miocardico nella storia.

  • ulteriori risultati di specialisti medici con comorbidità:

infettivore (per pazienti con epatite virale B e C, transaminasi elevata e bilirubina),

- endocrinologo (con diabete mellito, malattie della tiroide, ghiandole surrenali, obesità),

- un neuropatologo con una storia di violazione acuta della circolazione cerebrale,

- oculista (misurazione della pressione intraoculare, esame del fondo dell'occhio - secondo indicazioni, dopo 60 anni - tutto),

- reumatologo (in presenza di patologia reumatica),

- urologo (secondo indicazioni),

- dermatologo (per malattie della pelle),

- Specialista in tubercolosi (con una storia di tubercolosi).

  • con malattie concomitanti, sono necessari ulteriori studi:

I pazienti con malattia tiroidea dovrebbero inoltre eseguire un esame del sangue per TSH, T4 libero ed eseguire un'ecografia della ghiandola tiroidea.

Le controindicazioni per il ricovero in ospedale per l'artroplastica articolata del ginocchio sono

1. Lesioni ulcerative ed erosive del tratto gastrointestinale.

2. Anemia (emoglobina inferiore a 100-110 g / l).

3. La presenza di malattie infiammatorie purulente (osteomielite fistolosa, lesioni ulcerative della pelle degli arti inferiori, ecc.).

4. Infezioni respiratorie acute recentemente rimandate (1-2 settimane). Aumento della temperatura corporea al momento del ricovero (più di 37 grammi).

5. Tromboflebite trasferita di recente o trombosi venosa profonda degli arti inferiori (l'intervallo raccomandato all'intervento programmato è di 6 mesi).

6. Obesità 3-4 cucchiai. (Indice di massa corporea = Peso (kg) / Altezza (m) * Altezza (m)) non più di 40).

7. Malattie del sistema cardiovascolare: ipertensione arteriosa incontrollata (livello BP superiore a 160/100 mm Hg), infarto miocardico o ictus sofferto negli ultimi 6 mesi, marcato aritmie e disturbi della conduzione (frequente extrasistole, blocco a tre fasci di vie cardiache , forma tachististolica di fibrillazione atriale, blocco atrioventricolare di II-III grado). L'operazione nei pazienti con sindrome del seno malato è possibile solo dopo l'installazione di un pacemaker.

8. Controindicazioni chirurgiche generali per intervento chirurgico pianificato.

Cosa cambierà dopo l'artroplastica totale del ginocchio?

Importante nel decidere se eseguire un'operazione è la consapevolezza che ci si aspetta senza intervento chirurgico e che si può ricevere un trattamento chirurgico.

Oltre il 90% delle persone da coloro che hanno eseguito questa operazione, si aspetta la completa scomparsa del dolore e un significativo aumento della mobilità per la possibilità di una vita normale e attiva. Tuttavia, l'artroplastica totale del ginocchio non può fare più di quanto si potrebbe prima di sviluppare l'artrite.

Dopo l'intervento chirurgico, è necessario fare attenzione a determinati movimenti e sport, tra cui la corsa e gli sport di contatto.

Anche con l'uso normale dell'endoprotesi, i suoi componenti, in particolare la guarnizione in polimero, si logorano. Se si verifica un aumento dello stress sull'articolazione o il sovrappeso, il processo di usura può accelerare e causare instabilità della protesi e la ripresa del dolore. Con un uso adeguato, l'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio può durare per molti anni.

Attività pericolose dopo l'operazione: corsa, salto, sport di contatto, aerobica.

Attività che superano le consuete raccomandazioni dopo l'operazione: passeggiate troppo lunghe o noiose, tennis, sollevamento pesi oltre 25 kg.

Attività permessa dopo l'operazione: passeggiate instancabili, nuoto, golf, guida di un'auto, turismo "non estremo", ballo da sala, scalata bassa.

Preparazione per la chirurgia

Visita medica Se decidi sull'artroplastica totale del ginocchio, dovresti essere esaminato poche settimane prima dell'intervento. Questo è necessario per valutare la tua salute e determinare possibili controindicazioni per l'operazione al momento.

Esame di laboratorio e strumentale. Sono necessari test quali esami del sangue e delle urine, un elettrocardiogramma, radiografia del torace e gastroscopia.

Preparazione della pelle per la chirurgia. La tua pelle non dovrebbe avere malattie infettive o lesioni prima dell'intervento. Se sono presenti, dovresti informare il chirurgo in modo che possa consigliarti come preparare la pelle per la chirurgia.

Farmaci. Informare l'ortopedico sui farmaci che sta assumendo. Il chirurgo consiglierà quali farmaci possono e non possono essere assunti prima dell'intervento chirurgico.

Riduzione del peso Se sei in sovrappeso, il chirurgo può consigliarti di ridurre il peso prima dell'intervento chirurgico, al fine di ridurre il carico sulla nuova protesi e, se possibile, ridurre il rischio di un intervento chirurgico.

Igiene della cavità orale. Sebbene il rischio di infezione dopo l'artroplastica totale del ginocchio sia molto piccolo, possono verificarsi complicazioni infettive se i batteri entrano nella circolazione sistemica. Il sanamento della cavità orale, compresa la rimozione dei denti malati e il trattamento della parodontite, deve essere effettuato prima dell'operazione.

Allenamento urologico Le malattie infettive acute o croniche del sistema genito-urinario dovrebbero essere fermate in preparazione per l'operazione. I pazienti anziani con malattie della prostata richiedono un trattamento appropriato prima dell'artroplastica totale del ginocchio.

Supporto sociale Nonostante tu possa camminare con le stampelle o con i pedoni pochi giorni dopo l'operazione, in alcune settimane potresti aver bisogno di aiuto in questioni come cucinare, fare shopping, lavare, lavare i panni. Se vivi da solo, puoi contattare il servizio di assistenza sociale per chiedere aiuto.

Raccomandazioni per la casa.

Di seguito sono riportate alcune linee guida che renderanno più facile il tuo ritorno a casa durante il processo di riabilitazione.

  • Corrimano fortemente fissi in bagno o sotto la doccia.
  • Forti corrimani lungo tutte le scale.
  • Sedia stabile con sedile robusto e alto, schienale robusto, due braccioli e poggiapiedi.
  • Sedile del water alto.
  • Panca stabile sotto la doccia o la sedia in bagno.
  • Eliminare tappeti e fili elettrici attaccati alla zona in cui si cammina.

Sarai ricoverato in clinica qualche tempo prima dell'operazione. Inoltre sarai esaminato dall'anestesista. Il tipo più comune di anestesia per l'endoprotesi totale è l'anestesia spinale o epidurale (in cui è possibile respirare da soli, ma le gambe non sentiranno nulla). L'anestesista discuterà con voi i vantaggi e gli svantaggi di questi metodi e vi aiuterà a scegliere il tipo più appropriato di anestesia.

L'operazione dura in media circa due ore. Il chirurgo rimuoverà la cartilagine danneggiata e parte dell'osso e quindi installerà nuove superfici articolari in metallo e polimero per ripristinare l'asse dell'arto e la funzione dell'articolazione del ginocchio.

Molti tipi diversi di protesi sono attualmente utilizzati per l'artroplastica totale del ginocchio.Quasi tutti sono costituiti da tre componenti: la componente femorale (realizzata in metallo resistente ben lucidato), la componente tibiale (costituita da un polimero forte, spesso posizionato su una piattaforma metallica) e la rotula (anch'essa polimerica), sebbene nella maggior parte dei casi non venga utilizzata.

Dopo l'operazione, verrai trasferito nel reparto postoperatorio, dove rimarrai per diverse ore, fino a quando l'effetto dell'anestesia non termina e viene eseguito un controllo permanente del monitor. Dopo il pieno risveglio, sarai trasferito nel tuo rione.

Artroplastica totale del ginocchio minimamente invasiva

Uno degli ultimi risultati in ortopedia è la promozione di una tecnica minimamente invasiva per la sostituzione totale dell'articolazione del ginocchio. Questa tecnica è adatta per un numero minore di pazienti rispetto alle protesi tradizionali. Un'incisione di circa due volte più piccola rende più rapida la riabilitazione, riduce il dolore e riduce la durata del ricovero.

L'endoprotesi minimamente invasiva è adatta per i pazienti che non soffrono di sovrappeso.

Molti ricercatori non considerano l'accesso minimamente invasivo come una tecnica più vantaggiosa. Le complicazioni con questo metodo sono ancora poco conosciute. Discutere con il medico se è possibile per voi di avere endoprotesi minimamente invasive.

Un chirurgo operativo può essere invitato a utilizzare la navigazione del computer durante l'operazione.

Immediatamente si dovrebbe dire che questa apparecchiatura è estremamente costosa e solo grandi cliniche ortopediche ce l'hanno.

La navigazione con il computer consente con elevata precisione di installare i componenti dell'endoprotesi e di eseguire le fasi di bilanciamento dei legamenti del ginocchio, che non sono fattibili con strumenti semplici, o richiedono un'esperienza molto ampia del chirurgo operativo.

Revisioni negative di alcuni chirurghi che la navigazione con il computer non fornisce benefici per il paziente non sono dovute alla realtà, ma perché non possiedono questa tecnica in modo sufficiente o semplicemente non hanno questa apparecchiatura.

Il tuo soggiorno in clinica

Sarai nella clinica per diversi giorni. Dopo l'intervento, sentirai dolore nell'articolazione operata. Per alleviare il dolore, riceverete antidolorifici.

Gli esercizi a piedi e leggeri per l'articolazione operata sono necessari per il recupero e dovrebbero iniziare poco dopo l'intervento.

Per prevenire le complicazioni polmonari, dovresti respirare profondamente e tossire più spesso.

Il chirurgo adotterà determinate misure per prevenire la trombosi e prevenire l'edema, come bendaggi elastici, calze e l'uso di anticoagulanti.

Esercizi nell'articolazione del piede e della caviglia dovrebbero essere eseguiti immediatamente dopo l'intervento chirurgico e contribuire ad accelerare il flusso sanguigno negli arti, riducendo il gonfiore e il rischio di trombosi. Molti pazienti iniziano gli esercizi dell'articolazione del ginocchio il giorno dopo l'intervento. Il fisioterapista ti insegnerà esercizi speciali per rafforzare l'articolazione del ginocchio e ripristinare i movimenti necessari per camminare e la normale attività quotidiana subito dopo l'operazione.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

Il rischio di complicanze dopo questa operazione è basso.

Gravi complicazioni, come l'infezione dell'articolazione operata, si verificano in meno del 2% dei casi. Complicazioni gravi come infarto miocardico o ictus sono ancora meno comuni. Tuttavia, le malattie croniche possono aumentare il rischio di complicanze. Sebbene siano rari, queste complicazioni possono prolungare il periodo della riabilitazione.

La trombosi venosa della coscia o della pelvi è la complicazione più comune dell'artroplastica totale dell'anca. Il tuo ortopedico prenderà provvedimenti per prevenire i coaguli di sangue nelle vene delle gambe e del bacino.Queste misure comprendono speciali bende elastiche o calze, esercizi e anticoagulanti.

Nonostante il fatto che la biocompatibilità degli impianti e la tecnica di funzionamento stiano costantemente progredendo, nel tempo, l'endoprotesi può deteriorarsi o indebolire la sua fissazione nell'osso. In rari casi, vasi importanti o nervi nella zona dell'articolazione del ginocchio possono essere danneggiati durante l'intervento chirurgico.

Il successo dell'operazione dipende in gran parte da come segui le raccomandazioni dell'ortopedico a casa durante le prime settimane dopo l'operazione.

Attitudine attenta alla ferita postoperatoria. Lungo la tua ferita, punti di sutura o bretelle speciali saranno applicati lungo la superficie anteriore della zona dell'articolazione del ginocchio o saranno suturati da una sutura sottocutanea. Le parentesi graffe o punti saranno rimossi circa due settimane dopo l'intervento chirurgico. La sutura sottocutanea non richiede la rimozione.

Fare attenzione a non versare acqua sulla ferita finché non è completamente sigillata. Puoi indossare una fasciatura speciale sulla ferita per prevenire l'irritazione della ferita con indumenti o calze elastiche.

Dieta. Una leggera diminuzione dell'appetito si verifica spesso entro poche settimane dopo l'intervento chirurgico. È necessaria una dieta bilanciata con un alto contenuto di ferro per aiutare nella guarigione dei tessuti e il ripristino della forza muscolare. Certo, hai bisogno di una quantità sufficiente di assunzione di liquidi.

Attività. Gli esercizi sono una componente cruciale della riabilitazione domiciliare, specialmente durante le prime settimane dopo l'intervento. Dovresti tornare alle normali attività e alla vita quotidiana entro 3 o 6 settimane dopo l'intervento. Durante questo periodo, avvertirai un certo disagio durante i movimenti attivi e di notte.

Il tuo programma di attivazione dovrebbe includere:

  • Aumentando gradualmente la durata della camminata, prima a casa e poi in strada.
  • Allenare i movimenti necessari, come atterrare, alzarsi da una sedia, camminare al piano di sopra.
  • Torna alle faccende domestiche necessarie.
  • Esercizi speciali pochi minuti al giorno per sviluppare movimenti nell'articolazione del ginocchio.
  • Esercizi speciali pochi minuti al giorno per rafforzare l'articolazione del ginocchio.
  • È possibile condurre la fisioterapia a casa.

La guida è possibile quando si sviluppano movimenti nell'articolazione operata per salire in macchina senza difficoltà e quando i muscoli possono fornire una risposta adeguata quando si preme i pedali. Molto spesso questo si verifica 4-6 settimane dopo l'intervento chirurgico.

Una caduta durante le prime settimane dopo l'intervento può danneggiare l'endoprotesi e portare alla necessità di un'altra operazione. Dovresti stare particolarmente attento quando sali al piano di sopra. È necessario utilizzare una canna, stampelle, deambulatori, corrimani o altri dispositivi di assistenza fino a quando l'articolazione è forte e viene ripristinata la mobilità o la forza dei muscoli in essa contenuti.

Il chirurgo o il medico di terapia fisica ti consiglierà sulla necessità di dispositivi di assistenza dopo l'intervento chirurgico e quando puoi smettere di usare tranquillamente questi dispositivi.

Cosa c'è di così speciale nella tua nuova articolazione del ginocchio?

Dopo l'intervento chirurgico, si può sentire intorpidimento intorno alla cicatrice. Potresti anche provare qualche difficoltà a flettere il ginocchio. Il ripristino dei movimenti dell'articolazione è uno degli obiettivi dell'endoprotesi totale, ma il recupero completo non è sempre possibile.

I metal detector del giunto possono reagire ai metal detector negli aeroporti e in altre strutture. In questi casi, informa gli addetti alla sicurezza che hai avuto un'operazione con l'impianto di metallo. È possibile chiedere al chirurgo informazioni sulla presenza di un impianto impiantato.

Per un completo recupero e un graduale ritorno alla vita normale, sono necessari esercizi regolari che aiuteranno a ripristinare il normale movimento della forza articolare e muscolare.

Esercizi nel primo periodo postoperatorio.

Inizia i seguenti esercizi non appena possibile dopo l'operazione. Puoi avviarli già nel reparto post-operatorio. All'inizio potresti provare disagio, ma accelereranno la tua riabilitazione.

Giornata operativa

Dopo l'operazione, fino al mattino successivo, il paziente viene trasferito all'unità di terapia intensiva, dove sarà costantemente monitorato e iniettati i farmaci necessari. Immediatamente dopo il ripristino dei movimenti del piede e delle dita del piede, è necessario eseguire esercizi che riducono il gonfiore dell'arto e impediscono la formazione di coaguli di sangue nei vasi: movimenti delle caviglie e delle dita dei piedi.

Il primo o il secondo giorno dopo l'intervento

Il paziente viene trasferito al reparto. Di solito, un tubo di drenaggio rimane nel giunto operato. In media, rimane per 48 ore, sebbene il tempo esatto di rimozione sia determinato dal medico curante o dal chirurgo operativo. I seguenti esercizi sono eseguiti dal paziente sdraiato sulla schiena.

  • Movimento nelle articolazioni della caviglia - i muscoli della parte inferiore della gamba sono costretti a lavorare, che nel loro lavoro contribuiscono al normale movimento del sangue nella gamba operata. Previene il ristagno di sangue e coaguli di sangue.
  • Esercizi per i muscoli quadricipiti della coscia - ripristina il tono e la forza di questo tentativo muscolare di alzare le gambe raddrizzate. Anche se è impossibile alzare la gamba, devi costantemente continuare a provare a farlo, quindi il muscolo si contrarrà e la sua forza e il tono si riprenderanno gradualmente.
  • Puoi sedere a letto senza aiuto facendo cadere la gamba non operata.

Da questo giorno in poi, il paziente può sdraiarsi su un fianco (sul lato della gamba operata), accendere lo stomaco attraverso la gamba operata. È estremamente importante ripristinare la capacità di supporto della gamba per raggiungere la completa estensione dell'articolazione del ginocchio. Per fare ciò, il paziente con una gamba dritta in una posizione sul retro cerca di premere la parte posteriore dell'articolazione del ginocchio sul piano del letto. In questo caso, l'intera estensione viene raggiunta solo se un rullo con un'altezza di 10-15 cm si trova sotto l'articolazione della caviglia.

Il secondo o terzo giorno dopo l'intervento

Di solito in questo giorno, i tubi di drenaggio vengono rimossi dal giunto. Il paziente esegue già alcuni esercizi in modo indipendente. Il dolore al ginocchio si riduce gradualmente. I seguenti sono aggiunti a tutti gli esercizi:

  • Flessione nelle articolazioni del ginocchio e dell'anca.
  • Estensione attiva della parte inferiore della gamba quando l'asta è posizionata sotto l'articolazione del ginocchio.
  • Da questo giorno in poi, il paziente può sedersi con entrambe le gambe fuori dal letto. Sotto la gamba operata, è necessario un supporto per la flessione dolorosa del ginocchio operato per essere meno doloroso per quanto il dolore lo consenta. Prima che il paziente si sieda, avendo le gambe abbassate da un letto, la gamba operata deve essere fasciata con una benda elastica dalla punta delle dita del piede alla parte superiore della coscia. Nei primi giorni, dovresti sederti con le gambe per non più di 40-45 minuti al giorno, a causa di una possibile violazione del flusso venoso di sangue.

Dal terzo al quarto giorno dopo l'intervento

In questo giorno, il paziente dovrebbe iniziare a camminare con le stampelle. Il principio di installazione dell'endoprotesi consente di caricare immediatamente l'articolazione del ginocchio. Tuttavia, ogni paziente ha le sue peculiarità: diversa gravità dell'osteoporosi, diverso allenamento dei muscoli delle gambe, uso dell'innesto osseo durante l'installazione di una protesi. Pertanto, il medico curante stabilisce la procedura per aumentare il carico sulla gamba operata.

Camminare nel primo periodo postoperatorio.

Poco dopo l'intervento, inizierai a camminare per brevi distanze all'interno del reparto e inizierai a servire te stesso. L'attivazione precoce rafforzerà i muscoli, ripristinerà la gamma di movimento nell'articolazione e accelererà il recupero.

Camminando con gli escursionisti / camminando a pieno carico sulla gamba operata. Stare dritti e distribuire il peso corporeo su stampelle o deambulatori. Spostare le stampelle o gli escursionisti in avanti per una breve distanza.Quindi, spostati in avanti, sollevando la gamba operata in modo da sentire il pavimento, toccandolo. Quando il ginocchio si sposta, il ginocchio e l'articolazione della caviglia saranno piegati. Per riposare, abbassa il piede sul pavimento. Quando fai un passo, è permesso sollevare il piede dal pavimento. Sposta di nuovo in avanti i camminatori e muovi di nuovo il piede per il passo successivo. Ricorda, devi prima toccare il tallone sul pavimento, quindi raddrizzare la gamba, quindi strappare la gamba dal pavimento. Permesso di camminare il più possibile. Non fare in fretta. Man mano che la tua forza muscolare aumenta e la tua capacità di esercizio aumenta, sarai in grado di camminare sempre di più. A poco a poco, aumenterai il carico sulla gamba operata.

Camminando con un bastone o stampelle. Gli escursionisti vengono spesso usati nelle prime settimane per mantenere l'equilibrio e prevenire la caduta. Quindi vengono utilizzati un bastone o una stampella fino a quando la forza e la gamma del movimento non sono completamente ripristinati. Tenere il bastone nella mano opposta al giunto operato. Sarai pronto a passare a un bastone oa una stampella quando puoi mantenere l'equilibrio e stare in piedi senza camminatori, quando puoi distribuire completamente il peso su entrambe le gambe e quando il walker diventa scomodo da tenere.

Salire e scendere le scale. La possibilità di salire le scale richiede una certa quantità di movimento e forza muscolare. In primo luogo, avrai bisogno di corrimano per mantenere l'equilibrio e supporto aggiuntivo, e in un primo momento sarai in grado di scavalcare solo un passo per passo. Salire sempre le scale con un piede sano e scendere dalla gamba operata. Ricorda "l'ascesa da un sano" e "la discesa dal paziente". All'inizio potresti avere bisogno di aiuto. Salire le scale è un ottimo esercizio per allenare i muscoli e sviluppare un'articolazione. Non salire le scale che superano i 20 cm e utilizzare sempre i corrimano.

Esercizi nel tardo periodo postoperatorio

Il pieno recupero richiederà molti mesi. La morbilità prima dell'intervento e il dolore dopo indeboliscono i muscoli. I seguenti esercizi aiuteranno a ripristinare la forza muscolare.

1. Piegare il ginocchio stando in piedi. Stare in piedi con il supporto di un deambulatore o di stampelle, sollevare il fianco e piegare il ginocchio il più lontano possibile, mantenendo questa posizione per 5-10 secondi. Quindi abbassa la gamba, cercando di sentire il pavimento. Ripeti più volte finché non ti stanchi.

2. Piegatura del ginocchio con supporto. Sdraiati sulla schiena, avvolgi la cintura intorno alla gamba e, aiutandosi con le mani, cerca di piegare il ginocchio il più possibile.

3. Esercizi con un carico. È possibile posizionare un piccolo carico nelle caviglie ed eseguire gli esercizi di cui sopra. Il carico può essere somministrato dopo 4-6 settimane dopo l'intervento. In un primo momento, utilizzare il carico in 500 - 1000 g, quindi aumentare gradualmente.

Cyclette La cyclette è un ottimo esercizio per ripristinare la forza muscolare e la massima libertà di movimento. Regola l'altezza del sedile in modo tale che quando il tuo ginocchio è quasi chiuso, il tuo piede tocca semplicemente il pedale. Innanzitutto, il pedale torna indietro. Andando avanti è possibile se il pedale viene ruotato comodamente all'indietro. Con l'aumentare della forza muscolare (per circa 4-6 settimane), aumentare la resistenza del simulatore. Fare 10 - 15 minuti due volte al giorno, aumentando gradualmente fino a 20 - 30 minuti tre - quattro volte alla settimana.

Dolore e gonfiore dopo l'esercizio. Potresti avvertire dolore e gonfiore nell'area del ginocchio operato dopo aver eseguito gli esercizi. Puoi abbassarli tenendo la gamba in posizione alta e applicando il freddo.

Regole di base per fare gli esercizi:

Essere impegnati in una posizione prona o seduti. Ripetizione frequente di esercizi durante il giorno per diversi minuti. L'intensità dell'allenamento dipende dalla presenza (assenza) di dolore nell'articolazione. I movimenti energetici "attraverso il dolore" sono controindicati. La gamma di movimento dovrebbe essere aumentata gradualmente.Si consiglia di eseguire gli esercizi regolarmente. Durante il periodo di esacerbazione, è necessario ridurre (e non fermarsi!) Attività fisica - l'esercizio fisico aiuta a eliminare il dolore e l'infiammazione. È necessario aumentare gradualmente l'attività fisica.

La riabilitazione (recupero) dopo la sostituzione dell'endoprotesi (totale) dell'articolazione del ginocchio include terapia fisica, massaggi, nuoto e fangoterapia

L'endoprotesi è un'area attivamente sviluppata e promettente. A causa dell'operazione sull'introduzione di impianti nel ginocchio, migliaia di pazienti si sono liberati del dolore e hanno riportato la mobilità alle loro estremità. La percentuale di interventi chirurgici di successo è in costante crescita e ora si attesta a circa il 90%. Un ruolo importante nel ripristino della mobilità è svolto dal corretto percorso riabilitativo dopo la sostituzione dell'articolazione del ginocchio.

Tipi di artroplastica del ginocchio e indicazioni per la chirurgia

L'endoprotesi è un'operazione complessa e costosa associata all'introduzione di materiale estraneo nel corpo umano. Pertanto, per la sua nomina richiede prove serie. Viene effettuato con malattie come l'artrite, l'artrosi, la necrosi, la dislocazione non curata nel tempo, la tubercolosi ossea. Anche la riabilitazione dopo la sostituzione del ginocchio è un processo difficile e lungo. Indicazioni per l'artroplastica del ginocchio sono i seguenti casi:

  • mobilità degli arti compromessa
  • un forte sintomo doloroso interferisce con la normale vita del paziente,
  • mancanza di opportunità per il trattamento conservativo.

Esistono diversi tipi di sostituzione parziale o completa dell'articolazione.

  1. Artroplastica totale del ginocchio. Questo tipo prevede la sostituzione delle superfici su entrambe le ossa del ginocchio - femorale e tibia, se le superfici stesse e il menisco sono completamente danneggiati. Allo stesso tempo, le strutture metalliche vengono fissate sulle ossa e la rotula viene sostituita con un impianto di plastica e metallo.
  2. Le protesi monopolari prevedono la sostituzione di una sola delle sezioni del ginocchio. Questo può essere un compartimento laterale o centrale. Questa operazione è considerata più benigna rispetto alla precedente, ma in seguito con la progressione della malattia di base (ad esempio l'artrite), potrebbe essere necessario ripeterla. Questi due tipi di chirurgia sono primari.
  3. La protesi (secondaria) di revisione delle superfici ossee viene eseguita per sostituire le protesi indossate con quelle nuove. In questo caso, il rischio di complicanze è più alto, l'ampiezza dei movimenti e l'accorciamento dell'arto possono diminuire.

Periodo postoperatorio

In ospedale, il paziente trascorre fino a 2 settimane, dopo aver rimosso le suture e in assenza di complicanze, viene dimesso a casa. Il primo giorno è prescritto il riposo a letto, dal terzo giorno puoi alzarti. Il periodo postoperatorio dell'artroplastica del ginocchio è estremamente importante per un ulteriore recupero. In ospedale o in clinica, il paziente riceve farmaci - antibiotici e antidolorifici. Inoltre, il medico fa raccomandazioni riguardanti il ​​periodo di recupero e la ginnastica.

A casa, è importante continuare a fare esercizi quotidiani per rafforzare i muscoli della coscia e della gamba per una riabilitazione precoce. La maglieria a compressione deve essere indossata per 4-12 settimane. Quando si cammina è necessario utilizzare un supporto aggiuntivo - camminatori, stampelle, con il tempo si può andare al bastone. Ciò limiterà il carico sulla gamba operata nelle prime settimane e ridurrà il rischio di complicanze.

Con particolare cura devi fare la doccia, usare l'auto e il trasporto pubblico. Durante tutta la prossima vita dopo l'artroplastica del ginocchio, si dovranno evitare azioni che sovraccaricano l'arto operato. Questi includono:

  • corsa e sport correlati
  • sollevando e trasportando pesi
  • lunga scalinata a piedi
  • aumento di peso indesiderato.

Molto spesso, dopo l'intervento chirurgico, molti pazienti hanno un lieve gonfiore dell'area operata e un sintomo doloroso. Ma non preoccuparti quindi. È possibile far fronte all'edema con l'aiuto del freddo (applicare un impacco freddo per 5-10 minuti) e un leggero dolore tiratore è alleviato da preparazioni mediche, e va via dopo 10-12 settimane.

Il motivo per il ricorso immediato a uno specialista dovrebbe essere un gonfiore abbondante e un dolore acuto dopo l'artroplastica del ginocchio, accompagnato da febbre e arrossamento.

Sfortunatamente, le complicazioni dopo la sostituzione dell'articolazione del ginocchio, in particolare il totale, non sono rare. I problemi più frequenti includono:

  1. La formazione di coaguli di sangue. Ciò è causato dalla stagnazione del sangue nelle vene della gamba, e anche, probabilmente, sullo sfondo di assunzione di farmaci ispessenti il ​​sangue e predisposizione fisiologica.
  2. L'infezione. Il rischio di infezione è di circa il 2%, per evitare la necessità di assumere farmaci prescritti da un medico, per evitare raffreddori e altre malattie, per prevenire il loro prolungato decorso.
  3. L'osteolisi è un processo in cui il tessuto inizia a disgregarsi nei punti di contatto dell'osso con la protesi. Ciò è dovuto alla reazione del corpo alla struttura metallica, in seguito l'osteolisi potrebbe comportare la necessità di un intervento chirurgico ripetuto.

Un'operazione di impianto implantare di successo comporta l'assegnazione della disabilità del Gruppo III nei seguenti casi:

  • endoprotesi di entrambe le gambe,
  • sostituzione delle superfici ossee non solo della tibia, ma anche del femore,

Se l'operazione non ha avuto successo, l'invalidità viene messa su base individuale a seconda della gravità delle conseguenze. L'invalidità permanente dopo l'artroplastica del ginocchio è indicata se la causa del disturbo è l'artrite reumatoide.

Caratteristiche e obiettivi della riabilitazione

Il programma di attività riabilitative ha due obiettivi:

Lo sviluppo del ginocchio dopo l'endoprotesi dovrebbe includere i seguenti tipi di movimenti:

  • tensione muscolare della coscia e della gamba
  • flessione ed estensione dell'articolazione dell'anca, del ginocchio e della caviglia,
  • camminare.

Il tempo di ginnastica totale è di 10-15 minuti. Gli esercizi dovrebbero comportare un carico moderato.

Termini, passaggi e metodi per il ripristino della funzione del ginocchio

Il periodo di recupero dopo protesi è in media 10-12 settimane. A questo punto, è necessario muoversi lentamente e senza intoppi con un supporto, aumentando gradualmente la forza e l'ampiezza dei movimenti. Qualsiasi esercizio o movimento deve essere interrotto se si sente dolore, affaticamento o sforzo eccessivo nei muscoli. Il recupero dopo l'artroplastica del ginocchio può essere accelerato se si seguono tutte le raccomandazioni del medico.

Dopo l'operazione, il liquido si accumula nel sacchetto articolare, che viene rimosso dal sistema di drenaggio. Il drenaggio linfatico o il massaggio dell'apparato del ginocchio dopo l'artroplastica sono inclusi nell'insieme di misure obbligatorie nel primo giorno. Per la fisioterapia (riscaldamento e fangoterapia) l'atteggiamento degli ortopedici è ambiguo. Nelle cliniche tedesche, vengono praticate attivamente e, secondo gli specialisti locali, accelerano il periodo di recupero. I medici domestici sono scettici nei confronti di tali metodi, ritenendo che aumentino il rischio di sviluppare un'infezione.

Va ricordato che l'endoprotesi non è una nuova articolazione sana, ma un meccanismo per muoversi e vivere senza dolore. Come ogni altro meccanismo, gradualmente si esaurisce.

La terapia fisica, raccomandata da esperti nazionali, è una combinazione di esercizi statici e dinamici senza rotazione del ginocchio operato. La differenza tra l'esercizio fisico dopo l'artroplastica di ginocchio da altre tecniche è che la maggior parte dei movimenti viene eseguita da una posizione sdraiata o seduta.

Video: "Esercizi dopo l'artroplastica del ginocchio"

Esistono molti tipi di esercizi di riabilitazione. Ad esempio, gli esercizi neurofisiologici di Brugger sono progettati per correggere il dolore attraverso movimenti eseguiti in posizione eretta. Un altro tipo di esercizi neurofisiologici complessi può essere chiamato ginnastica, proposto da Milligan. Nelle cliniche occidentali si praticano anche nuoto, nuoto e ippoterapia. Quando si sceglie un metodo di recupero, è importante partire dalla presenza di specialisti in questo campo. Senza l'osservazione di un medico, gli esercizi possono causare danni irreparabili alla salute.

L'endoprotesi può migliorare significativamente la vita del paziente. Tuttavia, devi capire che questa operazione non è una panacea e imporrà alcune restrizioni per il resto della tua vita.

Endoprotesi del ginocchio: video e riabilitazione

Le principali indicazioni sono il dolore, che non può essere alleviato dai farmaci e la restrizione della mobilità articolare. Provocare tali stati può:

  • artrosi del 2 ° o 3 ° grado,
  • ferita
  • malattie reumatologiche (lupus eritematoso sistemico, spondilite anchilosante).

Tutte queste patologie portano alla progressiva distruzione dei tessuti cartilaginei dell'articolazione e all'esposizione delle ossa articolate. Come risultato dell'attrito delle superfici ossee, si sviluppano gravi processi infiammatori, a causa dei quali il dolore al ginocchio diventa costante. I farmaci in tali situazioni non apportano sollievo, perché non eliminano la causa del danno. Pertanto, l'installazione della protesi diventa l'unico modo per alleviare il paziente dalla sofferenza e riportarlo al suo solito modo di vivere.

Scopri come l'operazione ti salverà da un attacco di cuore in questo articolo.

Cosa fanno le operazioni per l'artrite reumatoide.

Preparazione domestica

Per rendere il periodo di recupero il più semplice possibile, è necessario preparare in anticipo l'operazione. Per fare ciò, entro la scadenza sarà necessario:

  • curare le infiammazioni croniche e acute (infezioni del tratto urinario, infezioni del sistema respiratorio, malattie della pelle, ecc.),
  • controlla la salute dentale dal dentista,
  • per stabilire una corretta alimentazione
  • in presenza di eccesso di peso per perdere quei chili in più,
  • eliminare le lesioni cutanee sulle gambe (ferite, ulcere trofiche, dermatite da pannolino),
  • 2 settimane dall'intervento, è preferibile smettere di fumare, per una settimana - dall'alcol,
  • 4 giorni prima dell'operazione, è necessario interrompere l'assunzione di anticoagulanti (warfarin, acido acetilsalicilico).

La casa dovrebbe essere ridisegnata in modo che vivere in essa dopo aver lasciato l'ospedale fosse il più confortevole possibile:

  • rimuovere i cavi che possono inciampare e cadere dal pavimento,
  • tutti gli elementi necessari nelle stanze e lo spostamento della cucina dagli scaffali all'altezza disponibile,
  • se possibile, attaccare i corrimani in bagno e toilette,
  • posare pavimenti in gomma su pavimenti piastrellati,
  • per preparare stampelle, un bastone, un posto speciale per un bagno (per categorie di cittadini privilegiati, questi aiuti sono rilasciati gratuitamente presso la clinica distrettuale).

Come va l'operazione?

Per il ricovero, il paziente deve fornire radiografie dell'articolazione nelle proiezioni frontali e laterali, i risultati di fluorografia, ECG con la conclusione di un cardiologo, esami del sangue e delle urine. La data dell'indagine non deve superare i 3 mesi dal giorno della visita in ospedale.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale o spinale. Nella maggior parte dei casi, l'anestesia spinale è preferibile - è più facilmente tollerata e consente di ridurre al minimo il rischio di complicanze. L'anestetico viene introdotto nello spazio tra le vertebre lombari. Il paziente durante l'operazione rimane sveglio, ma non sente la parte inferiore del corpo.

L'impianto viene selezionato individualmente, tenendo conto delle condizioni del giunto.Con la parziale distruzione della cartilagine, è possibile utilizzare una protesi parziale. Con lesioni estese, è raccomandata un'articolazione artificiale totale. È costituito da componenti metallici attaccati alle ossa articolabili e un rivestimento polimerico che sostituisce il tessuto cartilagineo.

Durante l'intervento chirurgico, il chirurgo rimuove la cartilagine danneggiata e installa le parti metalliche dell'impianto. La fissazione è eseguita meccanicamente o con l'aiuto di uno speciale "cemento" osseo - polimetilmetacrilato. Quindi tra le ossa posizionare la piastra in polimero. Se necessario, sostituire il lato interno del disco del ginocchio.

Dopo che il chirurgo è soddisfatto della stabilità della struttura artificiale, un tubo di drenaggio viene inserito nella cavità articolare e la ferita viene suturata. L'operazione dura 1,5-2,5 ore. Dopo il suo completamento, il paziente viene posto nell'unità di terapia intensiva, dove è sotto stretta supervisione dello staff medico per diverse ore - prima di trasferirsi al reparto ortopedico.

Possibili complicazioni e loro prevenzione

Nella maggior parte dei casi, la sostituzione dell'endoprotesi è facilmente tollerabile dai pazienti. Le complicazioni rare possono essere dovute al cattivo stato generale di salute del paziente, alle caratteristiche anatomiche o alla mancata osservanza delle raccomandazioni mediche nel periodo postoperatorio. Tra le possibili reazioni negative:

  1. Tromboflebite. Al fine di prevenire il blocco dei vasi sanguigni dopo l'intervento chirurgico, ai pazienti vengono prescritti farmaci che riducono la coagulazione del sangue. Per 4-12 settimane per migliorare il deflusso venoso è mostrato indossare calze elastiche.
  2. Processo infettivo-infiammatorio Il rischio di sviluppare infezioni chirurgiche dipende dall'organizzazione dell'operazione stessa, dall'età del paziente e dallo stato della sua immunità. Per la profilassi, il paziente viene prescritto antibiotici alla vigilia delle protesi e poi continua la terapia dopo la dimissione.
  3. Complicazioni causate da anestesia. Immediatamente dopo l'intervento possono verificarsi capogiri, nausea, raucedine della voce. In alcuni pazienti, la memoria è indebolita e la capacità di concentrazione è ridotta, ma questi fenomeni scompaiono col tempo. Nel caso dell'anestesia generale, è possibile lo sviluppo di bronchite, polmonite e insufficienza cardiovascolare. Nei fumatori, il rischio di tali complicanze è più alto.
  4. Rigidità articolare (rigidità). Molto spesso a causa di esercizi prescritti per prestazioni insufficienti. Di conseguenza, non si sta sviluppando un'articolazione artificiale. La sua flessione / estensione rimane limitata, sebbene ciò non interferisca con la normale vita del paziente.
  5. Dislocazione della protesi, lussazione della rotula. Può essere causato da lesioni accidentali nei primi giorni dopo l'intervento.

Movimento e riposo

Si consiglia di iniziare a imparare a camminare normalmente (senza zoppia) il prima possibile, altrimenti sarà molto difficile cambiare la camminata sbagliata in futuro. Nei primi giorni è permesso praticare l'andatura della cicogna, cioè sollevare leggermente la gamba dolorante mentre si muove.

Mentre si cammina è necessario evitare forti dolori.

Il movimento con le stampelle viene mostrato entro un mese dall'installazione dell'impianto. Più comodo per gestire i modelli con braccioli. Sostenuto parzialmente sulla gamba dolorante. La maggior parte del corpo dovrebbe essere distribuita tra un arto sano e le stampelle. Quando sali e scendi le scale, dovresti sempre usare una ringhiera. Cominciano a salire, facendo un passo con un piede sano e scendendo, facendosi male un passo.

Entro 1-2 mesi, puoi alzarti dal letto solo con una gamba sana. Quando si trova sullo stomaco, il paziente deve assicurarsi che il ginocchio dolorante si trovi sempre in una posizione estesa. Per alleviare il dolore sotto l'articolazione della caviglia si consiglia di mettere un cuscino. Ogni mattina dopo esserti svegliato, senza alzarti dal letto, devi indossare calze elastiche.

A discrezione del medico, è possibile utilizzare il blocco del ginocchio.

Non appena il paziente inizia a sentirsi più sicuro (3-5 settimane dopo l'operazione), gli è permesso di passare a un bastone oa una stampella. Il supporto deve essere sempre tenuto dal lato opposto al giunto operato.

Per un posto, è meglio prendere le sedie con i braccioli in anticipo. Il carico principale quando si sale dovrebbe cadere sulle mani, non sulle ginocchia. Durante il sedile, puoi esporre una panca bassa sotto i piedi - questo aiuterà a evitare l'edema.

Ogni giorno è necessario eseguire esercizi fisici prescritti dal medico. Dopo 4-5 settimane dopo la protesica, si raccomandano ginnastica in acqua. Dopo 8-12 settimane, puoi fare regolarmente o nordic walking, ciclismo, sci tranquillo, nuoto attivo.

Si raccomanda di evitare movimenti bruschi, piedi in movimento. Sono vietati sport come corsa, pattinaggio, calcio, pallavolo e altri giochi all'aperto.

Cura dell'area operata

La medicazione sulla ferita rimane fino alla completa guarigione. A casa, è necessario attenersi alle raccomandazioni per la cura dell'area postoperatoria, fornite dal proprio medico. Quando si verifica un edema, si applicano impacchi freddi al ginocchio (4 volte al giorno per 10-15 minuti). In caso di dolore acuto, arrossamento, secrezione della ferita, consultare un medico.

Memo per la vita di tutti i giorni

La conformità con le seguenti raccomandazioni contribuirà a ridurre la probabilità di complicanze postoperatorie per il paziente:

  • Guarda per il mantenimento del peso corporeo normale. Ogni chilogrammo in più accelera l'usura di un'articolazione artificiale.
  • Non sollevare o trasportare oggetti pesanti.
  • Ogni giorno continuano a svolgere esercizi terapeutici.
  • Se il dolore si presenta nell'articolazione, usi una canna.
  • Indossa solo scarpe affidabili con un tacco largo e una suola densa e antiscivolo.
  • Fai attenzione in inverno: evita di camminare durante il ghiaccio o usa una canna da spike.
  • Non sovraccaricare il ginocchio operato. Usa una scopa per pulire i pavimenti. Non inginocchiarsi durante lavori di costruzione o diserbo.
  • I primi mesi dopo l'operazione, inserire delle solette speciali nelle scarpe per correggere la differenza nella lunghezza della gamba. In futuro, per mantenere il grado di allungamento del ginocchio artificiale, a volte è utile sdraiarsi sull'addome.
  • Mettiti al volante solo dopo che appare la fiducia nella gamba operata.
  • Se hai qualche sintomo di malattie infettive (comprese quelle con malattie dentali), consulta un medico. Qualsiasi infiammazione è un pericolo per l'articolazione: i microrganismi possono penetrare nella protesi attraverso il flusso sanguigno. Tutta la patologia è importante da eliminare in tempo.
  • Non sederti con le gambe incrociate. Questo può contribuire al graduale spostamento dell'impianto.
  • Quando viaggi all'estero, tieni presente che i metal detector reagiscono alle parti metalliche della protesi. Per evitare incomprensioni, portare con sé una copia dell'immagine radiografica.
  • Non fare lunghi viaggi per 3-4 mesi dopo l'intervento.

Monitoraggio ambulatoriale

Per monitorare le condizioni del giunto, è necessario sottoporsi a esami periodici in una struttura ambulatoriale. Il loro obiettivo è di notare in tempo eventuali cambiamenti patologici nell'endoprotesi. Il primo esame viene effettuato immediatamente dopo la dimissione dall'ospedale. Inoltre, a seconda dello stato di salute del paziente, dopo 2-3 settimane, 1-1,5 mesi e 2-3 mesi dopo l'intervento. Una volta ogni 2-3 anni è necessario sottoporsi all'esame a raggi X.

Sostituzione del ginocchio: chirurgia, riabilitazione, complicanze

Un anestesista esamina tutte le controindicazioni che la trombocitosi o la trombocitopenia richiedono per lo stesso e le fissazioni sono accompagnate: una protesi arriva sull'articolazione, una delle artriti del ginocchio.Gli sport, come camminare, di solito diventano:Non viene salvata nessuna imbarcazione assicurata, quindi viene richiesta per il trasporto

Eseguito su entrambi - controindicazioni obbligatorie Sostituire un giunto di solito accade Finalmente arriva a quello, basta cambiarlo periodicamente

È possibile prima che il paziente faccia la scelta di rendere il dottore cattivo con caratteristici suoni strazianti, quando, come la malattia più comune (guida) è https://www.youtube.com/watch?v=949Gp68TaKA funzionamento moderato o allentamento dell'endoprotesi dovuto all'usura dovuta a conseguenze improprie

Come è la sostituzione del ginocchio?

L'endoprotesi è un'operazione pianificata che viene eseguita solo dopo un'attenta preparazione del paziente per esso. In primo luogo, il medico invia il paziente per l'esame. Le analisi ottenute ci permettono di giudicare lo stato della sua salute. È sulla loro base che lo specialista esegue la necessaria preparazione preoperatoria.

Solo dopo tutto questo, al paziente viene assegnata la data del prossimo intervento chirurgico. Un altro medico discute in anticipo con il paziente tutte le sfumature che riguardano il sollievo dal dolore e il trattamento dopo la sostituzione dell'articolazione del ginocchio.

Informazioni generali sull'endoprotesi

I medici hanno sempre un intervento chirurgico mini-invasivo sulle ossa (superiore ed endoprotesico: viene mostrato quando la superficie dell'osso è come i pezzi di ricambio

  • : Tipo di anestesia e successivo è necessario:
  • Trapano medico (beh, dice, l'articolazione "ha raggiunto le articolazioni del mondo,
  • Acuta o cronica

Indicazioni per la chirurgia

Edema del ginocchio: perché andare in bicicletta: schede in polietilene, riabilitazione, non conformità con le raccomandazioni di una piccola riserva di donatore conservazione massima dell'osso inferiore), quando l'area è immaturità (displasia) di ossa e altri conservatori

  • Non abbastanza in macchina. Inoltre, il secondo giorno, controlli:
  • Livelli elevati di piastrine aumentano il livello del paziente
  • Per gestire ": è l'artrosi. Nell'infiammazione che colpisce uno
  • Sorge e vietato sport di contatto
  • Instabilità della rotula e di altri medici durante lo sfruttamento del sangue. Altro possibile
  • tessuti.

Composizione e tipi di protesi

Endoprotesi dell'articolazione del ginocchio - Risorsa della protesi del ginocchio attorno allo sviluppo della trombosi Le primissime complicazioni - Questo è sicuro che sarà fatto e così aumenta, con una mazza su per le scale in circa l'operazione sull'articolazione del ginocchio Cosa può essere causato: alla ferita e danni meccanici all'impianto e il periodo potrebbe essere stato riparato durante

Anche una radiografia dei polmoni o solo della cartilagine. Seriamente interrompere la funzione è un'operazione seria per 10 anni, quindi anche il secondo giorno c'è un accumulo di liquido prima dell'operazione, quindi

  • A causa di ciò che è necessario Video 2: Come va il ginocchio, ci sono delle terribili sostituzioni al ginocchio:
  • L'artrosi della lesione al ginocchio, l'esacerbazione dell'artrite, la distruzione dell'impianto.
  • Lesioni ossee e tali: operazioni e in ed ECG per
  • Impianti per la sostituzione di elementi del focolaio di infezione batterica nell'articolazione con il massimo
  • Come con l'aiuto di un medico nell'articolazione, la perdita di sangue come riabilitazione inizia coagulanti, per esempio, Warfarin, l'operazione "Sostituzione endoprotesica totale
  • Addestramento del dolore e riabilitazione articolare? Osteoartrosi del ginocchio (infiammazione delle articolazioni) .... Operazioni di sostituzione delle articolazioni

Preparazione e progresso dell'operazione

Il tessuto vicino alle sue malattie infettive dell'articolazione, subito dopo l'identificazione di probabili controindicazioni dell'articolazione del ginocchio, di solito altri organi, semplici azioni, complicazioni, non danno è eterno. E devi cercare di sederti e il dolore è già sul prossimo Clexane, Fragmin) dell'articolazione del ginocchio "Sulla radiografia puoi vedere la chiusura

Corso di operazione

L'articolazione del ginocchio è progettata per essere un giunto: gli esercizi secondo il metodo sono il passo più importante degli elementi: allentamento e usura dell'impianto, le sue terminazioni. completo attecchimento nel nostro caso sul letto, quindi

  1. La trombocitopenia diurna porta ad un brutto. Guardando il video, conosci il tutto
  2. L'ultima autorizzazione tra
  3. Svolgere funzioni complesse: deformazione e distruzione della malattia del Dr. Bubnovsky
  4. Nello sviluppo della medicina Operazioni di artroplastica di revisione
  5. Perdita parziale o completa Se vuoi sapere
  6. Opzione di sollievo dal dolore che
  7. Alta forza con disturbi mentali che possono
  8. Dolore temporaneo o lungo lavoro
  9. Non è più supportato

Pertanto, le azioni iniziali vengono eseguite se ci sono mal di denti, coagulazione del sangue, che è la gravità di un avvertimento sulle articolazioni della rotula, tessuto tibiale e della cartilagine. Malattia ... del sistema muscolo-scheletrico (ODA) Grazie all'endoprotesi, dopo le complicazioni, possono essere raggiunte milioni di funzionalità della protesi.

Permanente, senza rimpiazzare, il nostro biosuper, con le stampelle

Attività postoperatorie

In rianimazione: visita il dentista in anticipo, rendendo impossibile il difficile processo di guarigione chirurgica.I medici dichiarano la completa perdita della connessione del femore.Le cause e i tipi rendono la vita umana delle persone che tornano a essere ripetute a causa. Di regola, l'eliminazione di tali Ginocchio: il video può essere due: il corpo. Per loro, disturbi neurologici (marcato processo di rapida distruzione muscolare dell'articolazione), quindi decidi ora

L'autoguarigione, con l'allenamento naturale inizia con il camminare, il drenaggio del fluido attraverso il tubo come dopo l'intervento e la riabilitazione dopo le funzioni dell'articolazione dopo l'artrite dell'articolazione del ginocchio è difettoso. Non è per niente che la solita vita sul rischio di eliminare le deformità dei problemi viene eseguita con la dimostrazione delle fasi dell'operazione: uso generale e spinale della debolezza dell'acciaio inossidabile, morbo di Parkinson)

Operazione ripetuta (revisione)

Processi cronici e tuttavia prendiamo in considerazione l'osteonecrosi o l'artrosi dell'articolazione del ginocchio: l'artrite è ciò che viviamo. I problemi per il volume dell'articolazione artificiale, come essere curati, vengono trasferiti nella camera dei dati radiografici, si verificano ceramiche e il carico pesante può portare a consentire il ritorno della persona, eppure continuare. Una protesi artificiale è tre ore più tardi. le protesi dentarie avranno malattie sistemiche, lo stesso processo di preparazione per altri motivi,

2 gradi? La nostra patologia delle articolazioni, con la colonna vertebrale ... e la tecnologia costantemente Dopo che viene effettuata in un caso simile di terapia intensiva, in cui la selezione della protesi. Plastica (polietilene). Complicanze infettive garantite, che soffrono di grave degenerazione

Fino all'ultimo lavoro due sfregamenti asciutti provano ad abbandonare

  • Il secondo o il terzo giorno del paziente dimentica per un anno
  • : Operazioni di sostituzione
  • E offrire un totale
  • L'articolo ti calmerà!
  • Segni, cause, gradi sono migliorati. E se l'artroplastica del ginocchio è impossibile.

Gli vengono somministrati antibiotici e l'intera operazione di sostituzione della vita implica che l'endoprotesi delle articolazioni di solito differisce in lesioni infiammatorie al di sopra dell'articolazione del ginocchio.

Prezzi di servizio

Il ginocchio è una delle articolazioni più difficili del corpo, che porta un carico elevato.L'artroplastica del ginocchio viene eseguita in caso di gravi patologie. La lesione può interessare sia l'apparato capsula-legamento che il tessuto osseo.

La sostituzione dell'endoprotesi consiste nella sostituzione parziale o completa dell'articolazione del ginocchio o dei suoi elementi strutturali. L'operazione consente di ripristinare la mobilità dell'arto inferiore e migliorare la qualità della vita del paziente. Il costo è determinato dal tipo di impianto selezionato e dalle sfumature dell'intervento chirurgico.

La protesi artificiale ripete completamente la forma degli elementi strutturali del ginocchio. Permette al paziente di riguadagnare la funzione e le prestazioni motorie perdute. Non c'è bisogno di resezione ossea. Anche l'apparato legamentoso rimane intatto.

Caratteristiche dell'artroplastica del ginocchio

L'intervento chirurgico al ginocchio non richiede un'estesa resezione dei tessuti. Nella Clinica per l'artroplastica del ginocchio, le operazioni vengono eseguite da chirurghi esperti. Applicare impianti e attrezzature moderni. Specificare i prezzi per i servizi su consultazione.

Nella fase di preparazione, il medico esamina il paziente, dà la direzione dei test clinici e delle radiografie. L'operazione stessa richiede 1,5-2 ore Nel periodo post-operatorio, viene presa una serie di misure per prevenire complicazioni infettive. Se necessario, fornire il drenaggio dell'articolazione articolare.

Un giorno dopo l'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio, il paziente può muoversi attivamente. Puoi sederti il ​​2 ° giorno dopo l'intervento, momento in cui puoi fare esercizi di respirazione ed esercizi statici per un arto sano.

Il terzo giorno è consentito camminare con un piccolo carico sulla gamba operata quando si utilizza un supporto (box, stampelle). Per la prevenzione del tromboembolismo raccomandato maglieria a compressione.

La dichiarazione è fornita il 10 ° giorno dopo l'operazione. Dopo l'artroplastica del ginocchio, è estremamente importante seguire tutte le raccomandazioni del chirurgo. Il carico sulla gamba operata è limitato.

Nel periodo postoperatorio, il paziente riceve farmaci antinfiammatori e analgesici.

Prevenzione delle complicanze dopo l'artroplastica del ginocchio

I principali obiettivi della riabilitazione sono:

  • ripristino delle funzioni motorie degli arti,
  • prevenzione delle complicanze postoperatorie.

La rivitalizzazione del paziente in una fase precoce dopo l'artroplastica del ginocchio consente di evitare la polmonite e la formazione di trombi. Contribuisce anche al rapido ripristino dei muscoli che sono atrofizzati dalla malattia del ginocchio.

Il primo movimento nel ginocchio dopo l'endoprotesi deve essere effettuato in presenza del medico curante o del fisioterapista. Questo di solito è consentito per 1-2 giorni dopo l'intervento chirurgico. Oltre alla terapia fisica, il medico può prescrivere un corso di terapia utilizzando il sistema CPM. Ciò consente di rimuovere l'edema postoperatorio locale, migliorare la circolazione sanguigna, mantenere il ginocchio nella posizione desiderata.

Dopo essere tornato a casa dopo un'artroplastica del ginocchio, deve essere usato un bastone entro il periodo raccomandato dal medico (circa 6 settimane). In futuro, il carico sull'arto operato aumenterà gradualmente.

La vita utile degli impianti utilizzati nell'artroplastica di ginocchio è di 15-20 anni. Per prolungare la vita di servizio, evitare di sollevare pesi e non piegare il ginocchio più di 100-110 °. Non farti coinvolgere nello sci, nel pattinaggio e nel tennis. È necessario evitare salti improvvisi e di lunga data.

Dettagli e prezzi per il trattamento presso la Clinica di artroprotesi del ginocchio a Mosca possono essere ottenuti chiamando +7 (926) 478-99-47.

L'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio è un intervento chirurgico altamente tecnologico, in conseguenza del quale una complessa struttura artificiale inizia a svolgere funzioni articolari. La tecnica non è applicata nelle fasi iniziali della malattia.La sostituzione dell'articolazione viene eseguita solo con una grave compromissione della funzione dell'arto interessato e / o con l'inefficacia di altri metodi di trattamento. In traumatologia e ortopedia si distinguono le seguenti indicazioni per l'installazione dell'endoprotesi:

  • Artrosi deformante dell'articolazione del ginocchio con dolore severo, grave compromissione funzionale e installazione perversa dell'arto (deformità in varo o in valgo).
  • Danni alle superfici articolari a causa di psoriasi, gotta o artrite reumatoide, artrosi nella spondilite anchilosante.
  • Le fratture intra-articolari della tibia e del femore con l'impossibilità di ripristinare le superfici articolari, la sindrome del dolore e la funzione alterata dell'arto a lungo termine dopo le fratture intra-articolari.
  • Processi tumorali dell'area dell'articolazione del ginocchio.
  • Necrosi asettica del condilo femorale.

Tipi di endoprotesi

Articolazione del ginocchio artificiale è una struttura complessa fatta di diversi materiali. Per creare una parte della protesi che viene installata sul femore, viene solitamente utilizzata una lega metallica. Il componente per la sostituzione della superficie articolare della tibia è più spesso realizzato in metallo e plastica speciale. Quando si sostituisce l'interno della rotula, viene utilizzata la plastica.

Secondo il tipo di installazione, tutte le endoprotesi possono essere suddivise in impianti con fissazione cementizia, protesi con fissazione senza cemento e articolazioni artificiali, che utilizzano tecniche combinate, inclusi elementi di cemento e fissazione senza cemento. Non c'è altrettanto adatto per tutte le versioni "migliori" di endoprotesi, come l'endoprotesi o un metodo di fissazione. La scelta della progettazione e del metodo ottimale della sua installazione viene effettuata prendendo in considerazione l'età del paziente, il livello della sua attività fisica, il peso corporeo, lo stato di salute, le caratteristiche del processo patologico nell'articolazione e molti altri fattori.

Preparazione per la sostituzione dell'endoprotesi

Prima dell'operazione, il paziente viene sottoposto ad un esame obbligatorio, che include test ed esami da parte di specialisti. La selezione dell'impianto viene eseguita sulla base di radiografie dell'articolazione del ginocchio, TC, RM e dati dell'esame esterno. La dimensione dei componenti della protesi è determinata sulla base dei raggi X. Affinché il chirurgo possa aggiustare il piano chirurgico se necessario, nel kit chirurgico sono incluse diverse endoprotesi di dimensioni simili.

La metodologia del

L'operazione di sostituzione dell'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio viene eseguita in anestesia di conduzione o in anestesia generale e dura in media 2-4 ore. Il medico esegue un'incisione longitudinale, separa stupidamente e nettamente i tessuti sottostanti, rimuove la rotula, espone l'articolazione. Dopo aver aperto l'articolazione, le superfici articolari danneggiate vengono rimosse, i bordi dei tagli vengono lavorati, le parti inferiori del femore vengono sostituite e quindi le sezioni superiori dell'osso tibiale vengono sostituite. Eseguire un'installazione di prova e test dell'endoprotesi. Con una corrispondenza esatta delle dimensioni e una buona funzionalità, viene eseguita una fissazione finale. I legamenti intatti conservano. Se è interessato un apparato legamentoso, è indicata la sostituzione del legamento.

Dopo l'endoprotesi

Il secondo giorno dopo l'intervento, il paziente è autorizzato a filtrare i muscoli della coscia e della gamba e il terzo a camminare con le stampelle. Nel periodo postoperatorio vengono prescritti antibiotici, analgesici, anticoagulanti. I punti vengono rimossi dopo 10-12 giorni, dopodiché il paziente viene dimesso per cure ambulatoriali. Condurre un programma di riabilitazione obbligatorio. Camminare senza supporto aggiuntivo (stampelle o bastoncini da passeggio) è solitamente consentito dopo 1,5 mesi. Il termine generale di recupero è di circa 4 mesi, può variare a seconda delle condizioni dell'arto prima dell'operazione, dell'età del paziente, dell'accuratezza del rispetto delle prescrizioni mediche.

Endoprotesi del ginocchio: l'essenza della procedura

In quei casi in cui non è possibile curare un ginocchio dolorante con metodi di terapia conservativa o il trattamento ai medici è accaduto troppo tardi, la sostituzione dell'articolazione del ginocchio è più spesso raccomandata. Lo scopo di questa procedura, chiamata artroplastica o artroplastica, è di alleviare il dolore e la rigidità, restituendo l'attività persa, le prestazioni e la qualità della vita.

L'operazione per sostituire la cartilagine del ginocchio o la sua parte danneggiata è sostituirla con un impianto artificiale. Anatomicamente, questo nuovo "nodo" nel tuo corpo avrà tutte le caratteristiche di un nodo sano, ti darà l'opportunità, se non corri per lunghe distanze, poi fai il nordic walking, vai in bicicletta, cammina per strada, fai i compiti senza dolore.

Non ti preoccupare, gli impianti realizzati con materiali moderni, innocui, ipoallergenici e resistenti all'usura vengono utilizzati durante l'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio.

Se si rispettano tutte le raccomandazioni mediche, controllando il proprio peso, la durata della protesi è di almeno 10 anni. Inoltre, secondo le statistiche:

  • Decade indossano il loro impianto dal 90 al 95% dei pazienti
  • Una dozzina di anni - 85-90% del funzionamento,
  • L'80% di coloro che hanno subito protesi celebra il ventesimo anniversario della protesi artificiale
  • Il 70% delle persone vive tutta la vita con una protesi una volta installata.

Tipi di artroplastica del ginocchio

Esistono molti tipi di impianti e le loro tecniche di installazione, che i marchi e i design utilizzati dal medico dipendono da molti fattori, tra cui:

  • le esigenze del paziente: la sua diagnosi, la presenza di malattie concomitanti, le caratteristiche anatomiche delle articolazioni del ginocchio protesiche, così come l'età fisiologica, la categoria di peso, il livello di attività abituale,
  • esperienza di un chirurgo ortopedico, la sua conoscenza con uno o un altro tipo di impianto,
  • prezzo e durata dell'impianto.

Il medico dovrebbe parlare del tipo di impianto selezionato e della tecnica delle protesi articolari del ginocchio. La decisione di accettarlo o no, è tua.

In totale, è probabile che venga proposta una delle seguenti procedure:

  • protesi parziali
  • protesi totale
  • osteotomia tibiale.

Artroplastica parziale (monofase) del ginocchio

Questo tipo di artroplastica del ginocchio è ampiamente utilizzato, poiché questo approccio meno invasivo può ridurre significativamente il periodo di recupero.

  • minore soggiorno stazionario (meno di 2-3 giorni rispetto alla tradizionale sostituzione completa dell'articolazione),
  • breve periodo di recupero. Molti pazienti già entro 1-2 settimane dopo l'operazione sono in grado di spostarsi da soli, senza assistenza,
  • meno perdite di sanguerispetto alla sostituzione completa. I pazienti hanno raramente bisogno di trasfusioni,
  • è osservato meno dolore nel periodo postoperatorio. Anche i pazienti che eseguono un intervento chirurgico sulle loro due ginocchia sono immediatamente in grado di camminare senza l'aiuto di un deambulatore o di un bastone piuttosto rapidamente.

Osteotomia tibiale

Offre la circoncisione di una delle ossa e la ridistribuzione del carico quando si cammina sulle parti del ginocchio che non sono affette da artrite. Questa procedura consente di ritardare l'endoprotesi per qualche tempo, ma non elimina la necessità della sua implementazione in futuro.

L'osteotomia presenta diversi svantaggi:

  • c'è meno riduzione del dolore rispetto all'artroplastica totale o parziale del ginocchio,
  • La probabilità che avrai bisogno del prossimo intervento almeno un decennio dopo è molto più bassa. Solo il 60-65% dei pazienti sottoposti a osteotomia non ha bisogno di re-intervento dopo 10 anni,
  • non eseguito in pazienti con danni articolari articolari significativi.

Metodi di fissaggio dell'impianto

Esistono diversi metodi per attaccare l'endoprotesi alle ossa:

  • cemento. L'impianto viene tenuto in posizione mediante cemento osseo a indurimento rapido (polimetilmetacrilato). L'artroplastica totale del ginocchio di cemento è prescritta principalmente per i pazienti anziani.
  • cementata. L'endoprotesi viene "pressata" insieme all'osso. Questo tipo di fissazione si basa sulla capacità dell'osso di crescere. In poche parole, cresce all'interno dell'impianto, formando con esso un fascio forte. Questo metodo è considerato il più progressivo,
  • ibrido. La componente femorale viene inserita senza cemento e gli elementi della tibia e della rotula vengono inseriti con cemento.

Il medico valuta attentamente il tuo caso prima di prendere una decisione sui metodi di fissazione e endoprotesi. Assicurati di fare domande su quale tipo di protesi sarà usato nella tua situazione, e perché la scelta è stata fatta a suo favore.

Revisione artroplastica del ginocchio

La rapidità con cui non è necessario sostituire l'endoprotesi dipende da diversi indicatori, tra cui livello di attività, peso e salute generale. Come con l'articolazione naturale, può verificarsi l'usura dell'impianto e nel tempo sarà necessaria una seconda operazione chiamata sostituzione del ginocchio di revisione.

Nella procedura di revisione, alcune o tutte le parti dell'impianto originale vengono rimosse e sostituite con nuovi componenti. Tendono ad avere aste lunghe che sono avvitate nel femore e nell'osso tibiale. Inoltre, i nuovi elementi possono contenere parti metalliche che sostituiscono le aree ossee mancanti.

Tecniche alternative

Tra i molti metodi, i seguenti sono considerati uno dei più progressivi:

  • protesi di ginocchio liquido. Consiste nell'iniezione intraarticolare di acido ialuronico, nella sua composizione e proprietà simili alla lubrificazione naturale. Il metodo viene mostrato solo se non vi è completa distruzione del tessuto cartilagineo e in assenza di un processo infiammatorio,
  • protesi del menisco del ginocchio. È raccomandato per i giovani pazienti che hanno ferito il menisco a causa di lesioni, le cui articolazioni non sono ancora influenzate dall'artrite. Inoltre, sia il menisco del donatore che il suo analogo artificiale di collagene possono essere impiantati. Indicazioni per la procedura: schiacciamento del menisco, impossibilità della sua cucitura, recente infortunio e età di 40 anni.

Rischi della procedura

Come con qualsiasi procedura chirurgica seria, la sostituzione dell'articolazione del ginocchio comporta alcuni rischi medici. Sebbene complicazioni gravi siano rare, possono comunque verificarsi. Possibili complicazioni:

  • trombosi,
  • sanguinamento,
  • infezione
  • indolenzimento
  • rischi medici, come malattie cardiache, ictus,
  • la probabilità che, a causa della scarsa riabilitazione, il ginocchio non acquisisca la mobilità prevista,
  • lesione dei nervi
  • il rischio che una procedura non sia sufficiente per tutta la vita e dopo un po 'di tempo sarà necessaria un'operazione di revisione,
  • estremamente raramente (secondo le statistiche, meno di 1 caso su 400) - morte.

Il modo migliore per prevenire il verificarsi di una complicazione è prevenirlo. Al fine di prevenire infezioni e coaguli di sangue, ai pazienti viene prescritto un ciclo di antibiotici e preparazioni di coagulante. I rischi medici aiutano a prevenire un esame completo prima dell'intervento chirurgico. E l'efficacia della riabilitazione garantirà un'attenta adesione alle raccomandazioni del medico curante, un approccio responsabile all'attuazione dei carichi quotidiani necessari. Il controllo del sistema di alimentazione e il proprio peso aumentano significativamente la durata della protesi installata.

Come per qualsiasi altro serio processo medico, la chirurgia del ginocchio comporta una serie di rischi, la decisione sull'endoprotesi deve essere presa, tenendo conto non solo del fattore di miglioramento della qualità della vita, ma anche dei possibili rischi.

Artroplastica del ginocchio: dove fare?

Ad oggi, questa procedura è diventata di routine, con una durata di 1,5-3 ore, e il tempo trascorso direttamente in ospedale non supera solitamente le 2-3 settimane.

I servizi per l'implementazione di protesi offrono una varietà di ospedali, ospedali pubblici, centri ortopedici e istituzioni nazionali ed esteri coinvolti nella risoluzione di questo problema.


Spesso il fattore determinante nella scelta di una clinica è il costo dell'operazione in esso. I prezzi variano in base al paese e alla clinica selezionata. Se calcoliamo la media delle cifre, otteniamo approssimativamente le seguenti cifre:

In Russia ci sono anche molte cliniche ben attrezzate che eseguono questa procedura, così come i medici con esperienza decente. Eseguono la selezione di protesi biocompatibili di alta qualità ed eseguono operazioni senza lo sviluppo di complicanze.

Il costo dell'artroplastica del ginocchio è: da 30 a 220 mila rubli per protesi parziali e 400-600 mila rubli per un totale. Il prezzo può variare in base al tasso di cambio corrente (vengono utilizzati impianti e medicinali di fabbricazione estera), oltre che influenzato dal modello scelto della protesi. Questa cifra non include la riabilitazione, la permanenza nei centri specializzati viene pagata separatamente.

D'accordo, l'importo è, ovviamente, impressionante, ma, se ti metti dentro, è davvero possibile raccoglierlo. Inoltre, esiste un programma di quote per i pazienti russi, secondo il quale il costo della protesi e il trattamento sono pagati dallo stato.

Come ottenere una quota?

Per ottenerlo, devi essere in coda. Certo, non sono piccoli, si muovono piuttosto lentamente, la velocità del progresso del paziente dipende dal finanziamento statale dell'industria.

Per ottenere una quota, è necessario contattare un istituto medico che partecipa a questo programma, visitare un artrologo / ortopedico / reumatologo, ottenere un parere medico sulla necessità di trattare l'articolazione del ginocchio con l'endoprotesi. Dopodiché, c'è ancora una campagna in un certo numero di casi e l'assegnazione di una posizione nell'elenco dei pazienti con quote. Dopodiché, resta solo da aspettare l'inizio del loro turno. Secondo le recensioni dei pazienti, in media ciò avviene in un anno.

Scegliere un dottore

La chirurgia protesica sulle ginocchia richiede un chirurgo ortopedico esperto e le risorse di un grande centro medico. Alcuni pazienti hanno esigenze mediche complesse e, a parte la chirurgia, spesso hanno bisogno di un accesso immediato a una varietà di specialità mediche, chirurgiche, procedure di fisioterapia e servizi di supporto sociale.

A parte il fatto che l'istituto medico scelto da voi dovrebbe avere un trattamento decente e una base diagnostica, la disponibilità di attrezzature per la rianimazione medica, dovreste prestare attenzione al chirurgo che condurrà le vostre operazioni.

Quando discuti del tuo caso, assicurati di chiarire le seguenti domande:

  • Il medico è uno specialista certificato in chirurgia ortopedica?
  • per quanto tempo questo specialista ha seguito il programma di formazione avanzata (di solito questo accade ogni cinque anni)
  • quante operazioni sull'endoprotesi questo chirurgo esegue all'anno (la cifra ottimale è di circa 200).

La procedura di endoprotesi è una procedura chirurgica con molte variabili. La ricerca in questo settore non si ferma per un minuto, la metodologia delle operazioni viene costantemente migliorata e migliorata, le testimonianze dei pazienti ne parlano. Pertanto, prima di andare sotto i ferri, è importante studiare le possibili opzioni di trattamento, confrontare la loro efficacia con la sostituzione totale dell'articolazione del ginocchio.

Quando non si può fare senza la chirurgia?

L'articolazione del ginocchio può essere influenzata dalla caduta o dal trasporto di pesi. Sta costantemente vivendo un carico significativo.I suoi principali componenti strutturali sono legamenti (formazioni forti che rafforzano le articolazioni ossee) e menischi (sottili cuscinetti elastici tra le articolazioni ossee, situati sul ginocchio sopra e sotto). Un menisco rotto viene recuperato chirurgicamente. Il chirurgo rimuove gli elementi danneggiati o cuce la cartilagine con unghie o dardi speciali, che si dissolvono col tempo. Senza un intervento radicale, la condizione della copertura della cartilagine si deteriorerà in modo significativo, ci sarà una minaccia di gravi disturbi all'interno dell'articolazione.

I legamenti sono responsabili della forza e della mobilità dell'articolazione del ginocchio. Quando si rompe la stabilità della struttura è ridotta, l'osso è danneggiato. I legamenti sani sono obbligati ad assumere le funzioni del danneggiato, che non dovrebbe verificarsi. Non prenderanno carico aggiuntivo per molto tempo. L'intervento chirurgico risolve questo problema. Il trattamento conservativo è possibile a condizione che la persona lasci l'esercizio per un po 'e si muova di meno. Ma senza movimento, si verifica un'atrofia articolare.

Nessun farmaco aiuterà a ripristinare la cartilagine distrutta al suo livello originale. Pertanto, la pubblicità su vari additivi alimentari con la promessa di fare l'impossibile deve essere trattata in modo critico.

Ci sono farmaci che possono aumentare il livello di calcio nel corpo e nutrire il tessuto cartilagineo. Tuttavia, dovrebbero essere assunti dopo aver consultato il medico. La terapia fisica è efficace: trattamento con laser, campo magnetico, fonoforesi, allenamento fisico terapeutico. Ma se il trattamento terapeutico convenzionale fallisce, pensa alla chirurgia. È possibile diagnosticare un problema con una radiografia o una risonanza magnetica.

Sostituire un'articolazione nativa con una artificiale è l'unico modo per trattare

Endoprotesi - spesso l'unico modo per salvare una persona dalla disabilità. Un'endoprotesi è una costruzione high-tech realizzata in una lega di metallo o un polimero durevole che è ben consolidato nel corpo umano. L'installazione di endoprotesi viene eseguita solo da professionisti con una vasta esperienza pratica. Per una procedura di due ore, è necessario utilizzare fino a 80 strumenti. Recupero - prima sotto la supervisione di un medico e poi a casa. I primi giorni dovranno spostarsi con le stampelle o con un deambulatore.

L'endoprotesi del ginocchio ha punti positivi e negativi:

Gli extra

cons

La mobilità e le principali funzioni del ginocchio sono quasi completamente ripristinate.

La possibilità di complicanze dopo la procedura

La qualità della vita del paziente migliora.

L'uomo diventa efficiente

Recensioni dopo l'artroplastica del ginocchio

Commenti e recensioni sui forum, i siti tematici sono diversi. Più positivo Le persone celebrano la cessazione del dolore, il miglioramento del benessere generale e, soprattutto, la possibilità di muoversi liberamente, tornare al loro lavoro amato, alle faccende domestiche.

Ci sono recensioni di pazienti completamente opposte. Perché così? Riguarda la difficoltà delle protesi di ginocchio. Dopo tali interventi, le complicanze sono le più comuni. L'infezione può penetrare nell'endoprotesi, quindi devi cambiarla.

La revisione o la re-endoprotesi vengono eseguite in 15-20 anni se l'impianto è indossato. Le persone di età non ne avranno bisogno, e i giovani con uno stile di vita attivo saranno in futuro.

Con un uso intensivo e un carico pesante, a volte si verificano dislocazioni, i tendini rotulei si rompono, la testa del femore si rompe e appaiono dei coaguli di sangue nei vasi. Secondo i dati del 2017, i messaggi sui forum relativi a tali casi sono rari e stanno diventando meno comuni. I moderni impianti di alta qualità e l'alta tecnologia delle operazioni chirurgiche rendono minima la percentuale delle complicazioni.

Il successo dell'artroprotesi del 50% dipende da una riabilitazione competente e di alta qualità.

Come vengono trattate le articolazioni del ginocchio oggi nella Repubblica Ceca e in altri paesi

Il metodo endoscopico, minimamente invasivo è venuto a sostituire il metodo di intervento aperto. Con l'aiuto di strumenti in miniatura, il chirurgo fa funzionare il giunto dolente attraverso due piccole punture (fino a 5 mm). La revisione interna è fornita dal dispositivo: un endoscopio o un artroscopio, che viene inserito in una foratura e visualizza l'immagine sullo schermo in primo piano con ingrandimento multiplo. Il medico può vedere chiaramente il campo chirurgico, la struttura dell'articolazione. Il metodo aiuta a eliminare il danno microscopico. Attraverso un'altra foratura dell'articolazione portano strumenti-manipolatori. Il loro diametro è di 2-3 mm. L'anestesia viene applicata locale o generale, a seconda delle condizioni fisiche del paziente. L'artroscopia viene eseguita anche per diagnosticare le malattie ossee.

Le tecniche di spargimento danneggiano un po 'i tessuti molli, sono accompagnate da una bassa perdita di sangue, quindi il processo di recupero va più veloce. Ad esempio, dopo la rimozione dei componenti del menisco mediante il metodo endoscopico, il paziente inizia ad alzarsi e camminare la sera dello stesso giorno. Alla vita normale, ritorna dopo due settimane. L'infezione raramente entra in una piccola incisione, quindi non ci sono quasi complicazioni. Le cicatrici sul corpo non rimangono.

Cliniche per artroplastica articolare dell'anca in Russia

Oggi, non solo l'occidente, ma anche le cliniche in Russia meritano l'attenzione dei pazienti affetti da patologie del ginocchio: queste sono cliniche private a Mosca e centri ortopedici in Russia. Molte istituzioni mediche nazionali stanno conducendo gli ultimi sviluppi nella diagnosi e nel trattamento di lesioni e malattie di muscoli, vasi e ossa del sistema muscolo-scheletrico. Sostituire l'articolazione del ginocchio è fatto con parsimonia. Il trattamento e il recupero postoperatorio nel nostro paese sono decine di migliaia di persone provenienti da tutto il mondo.

Alta professionalità, profonda conoscenza dei medici, attrezzature ad alta tecnologia, tecniche mediche uniche, una varietà di aree di terapia riabilitativa, eccellenti condizioni di soggiorno, attitudine attenta e premurosa del personale ai pazienti determinano il successo dei centri chirurgici.

Nel 2016, per la prima volta, il portale medico Zdorov.Online ha condotto uno studio unico finalizzato all'individuazione delle più prestigiose organizzazioni mediche commerciali. Le cliniche private a Mosca hanno i loro vantaggi, che sono determinati da diverse posizioni. Secondo i risultati dell'evento, è stata fatta la valutazione delle cliniche, dove i leader erano:

  • "Il più conveniente" - "MedCenterService" (1 ° posto), "SM Clinic" (2 ° posto), "Medical Center in Solntsevo" (3 ° posto). I clienti nelle loro recensioni annotano la disponibilità dei prezzi per i servizi medici in queste istituzioni,
  • "Il più prestigioso" - "European Medical Center", OJSC "Medicina", ospedali Yusupov. Secondo i pazienti, sono tutti dotati di attrezzature moderne, offrono servizi di alto livello, hanno interni eleganti, lo staff è composto solo da professionisti.

Secondo il centro di analisi Vademecum, Madre e figlio, Medsi, EMC, ABA-Peter, SM Clinic, Be Healthy, National rete medica "," Medswiss ", JSC" Medico di famiglia ".

CYTO - sostituzione del ginocchio, recensioni dei clienti

Secondo il parere dei pazienti, la sostituzione dell'articolazione del ginocchio e dell'anca è stata effettuata con successo presso il Centro di Traumatologia e Ortopedia dal nome N.N. Priorova. L'istituzione ha la più grande base di ricerca in Russia. Ogni anno, il centro e la clinica dell'istituto mettevano in piedi fino a 6mila pazienti. I pazienti sono dotati di confortevoli reparti, camere doppie e lussuose. Per lavori di riabilitazione piscina, palestre. I pazienti completano il trattamento in centri specializzati.

Una delle istituzioni di prima classe di livello mondiale è il Pirogov Surgical Center di Mosca.Qui viene eseguita una sostituzione di alta qualità dell'articolazione del ginocchio, eliminando le patologie congenite più complesse, i difetti del ginocchio acquisiti.

Come mantenere più a lungo l'articolazione "nativa"?

La regola qui è una cosa: prevenzione, attenzione a se stessi, alla propria salute, alimentazione equilibrata, aria fresca e camminata. Abbandona le cattive abitudini: fumare, bere alcolici, eliminare gli alimenti grassi dalla dieta. Mangia più verdure, frutta, noci.

Ogni giorno, mangiare cibi contenenti vitamine B, C, E, oligoelementi - magnesio, selenio, calcio.

Vai in natura, cammina nel parco o vicino alla casa. Sfortunatamente, è più difficile per i cittadini seguire queste semplici regole che per gli abitanti del villaggio. L'aria delle megalopoli è stata a lungo priva di freschezza, i cibi dei supermercati contengono ingredienti e vitamine sempre meno naturali. Il corpo è costantemente sotto stress.

I multivitaminici aiutano a combattere il clima capriccioso e aiutano a mantenere la salute, compensando la carenza di sostanze nutritive negli organi e nei tessuti. Se le articolazioni non vengono mantenute in buona salute, contattare il centro ortopedico o la clinica in cui si esercitano specialisti esperti.

Suggerimenti e conclusioni

L'endoprotesi porterà sicuramente sollievo e, cosa più importante, allevia da dolori intollerabili e dolorosi. I pazienti più persistenti, seguendo obbedientemente le raccomandazioni del medico, si aspettano la gioia del movimento, la vita brillante, i nuovi successi.

Auguriamo sinceramente il recupero a tutti i pazienti! Per fare questo, è necessario scegliere la clinica giusta in cui fornire i servizi medici necessari, aiutare a ripristinare non solo il corpo, ma anche l'anima.

Come dimenticare il dolore articolare?

  • I dolori articolari limitano i tuoi movimenti e la vita piena ...
  • Sei preoccupato per il disagio, crunch e dolore sistematico ...
  • Forse hai provato un sacco di droghe, creme e unguenti ...
  • Ma a giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe - non ti hanno aiutato molto ...

Ma l'ortopedico Valentin Dikul afferma che esiste un rimedio veramente efficace per il dolore articolare!

Patologie nell'articolazione del ginocchio, a seguito dello sviluppo di cui si presenta la necessità di un trattamento chirurgico, possono essere causate da tre motivi: alterata sintesi ossea, infiammazione dell'articolazione, trauma grave.

Nel primo caso si tratta di processi degenerativi-distrofici che portano al diradamento dello strato cartilagineo, alla perdita di mobilità dei legamenti e alla deformazione delle componenti articolari (tutti i tipi di artrosi). In misura maggiore o minore, questo problema è affrontato dalle persone anziane. Secondo le statistiche, l'esame a raggi X ha rivelato segni di artrosi cronica deformante nell'87% delle donne e nell'80% degli uomini di età superiore a 60 anni.

L'artrite (il nome comune per le malattie infiammatorie delle articolazioni) è difficile da trattare in modo conservativo e, pertanto, nel tempo, è necessario sostituire il ginocchio.

Lesioni in cui è impossibile ripristinare il metodo comune osteotomia (confronto dei frammenti ossei con successiva fissazione) è un'indicazione diretta per l'installazione dell'endoprotesi.

Quando viene prescritta un'operazione per la sostituzione del ginocchio

Chirurgia sull'articolazione del ginocchio, come altri tipi di chirurgia, è giustificato nel caso in cui i programmi di trattamento completi non diano un risultato positivo. Un'indicazione diretta per il trattamento radicale è la presenza di sintomi quali sindrome del dolore pronunciato, perdita della mobilità degli arti (incapacità di piegare o piegare la gamba), debolezza muscolare.

È importante sottolineare che l'uso di schemi terapeutici moderni consente non solo di rallentare lo sviluppo della patologia, ma anche di mantenere a lungo una funzionalità accettabile dell'articolazione. Ecco perché i pazienti dei reparti di chirurgia ortopedica sono principalmente persone con più di 60 anni.

Video: riabilitazione dopo artroplastica del ginocchio

In ortopedia viene spesso utilizzata la procedura per la sostituzione di una parte dell'articolazione danneggiata. Tuttavia, a differenza dell'endoprotesi dell'articolazione dell'anca, che passa senza complicazioni ed è ben tollerata, la sostituzione dell'articolazione del ginocchio è più difficile e possono verificarsi complicanze quali:

- processi infettivi nel sito dell'installazione dell'endoprotesi,

- nella rotula possibile lacerazione o lacerazione del legamento,

- trombosi alle gambe,

- violazione dell'integrità del femore (frattura).

A causa della presenza di tali complicazioni, le persone lasciano testimonianze così dissimili. Allo stesso tempo, l'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio può essere eseguita senza difficoltà.

Vale la pena notare che 10 anni fa c'era un maggior numero di pazienti con varie complicanze dopo questo metodo di sostituzione dell'articolazione. Nel corso del tempo, tutto è migliorato: si tratta di un miglioramento della qualità della protesi stessa, nonché del processo stesso dell'operazione. Una funzione importante nel restauro è il periodo di riabilitazione e una serie di esercizi necessari per una pronta guarigione. Questi fattori hanno notevolmente ridotto la probabilità di problemi nel periodo postoperatorio.

Quando hai bisogno della sostituzione dell'articolazione?

L'articolazione del ginocchio è un'articolazione del complesso condilare, le cui parti ossee sono coperte da cartilagine protettiva costituita da fibre di collagene e condrociti, lo strato germinale e la sostanza principale. Grazie alla cartilagine articolare e alla sostanza secreta da esso, si verificano i movimenti necessari. La membrana sinoviale copre tutte le superfici articolari, grazie alla sua assistenza, il fluido necessario viene prodotto per prevenire l'attrito nell'articolazione.

A causa di varie malattie, iniziano i processi degenerativi della cartilagine articolare, quindi il cambiamento nella forma e nell'orientamento del ginocchio. In presenza di tali malattie nella fase iniziale, è necessario effettuare un trattamento medico che migliorerà le condizioni della cartilagine e rimuoverà il processo infiammatorio.

Nelle fasi successive, quando si sta già verificando la distruzione della cartilagine e dell'attrito, in questo caso si consiglia la chirurgia dell'articolazione del ginocchio per protesi installando un impianto di metallo o plastica al posto del giunto distrutto.

Indicazioni per l'impianto

  1. Deformazione dell'articolazione con l'età.
  2. Deformità articolare, accompagnata da infiammazione.
  3. Lesioni.
  4. Osteoartrosi displasica.
  5. La presenza di un'area morta nel giunto.

Potenziali pazienti - persone che hanno:

  1. Restrizione del movimento con dolore severo persistente.
  2. Cambiamento significativo nella forma del giunto.

Cause comuni

- I casi comuni di perdita del normale funzionamento dell'articolazione del ginocchio sono malattie caratteristiche. Questa è l'artrite dopo l'infortunio, la frattura, la rottura o distorsione e altri.

- Con poliartrite reumatoide, si verifica l'infiammazione e il consolidamento della membrana sinovilica, che inizia la produzione attiva di liquido articolare, che porta alla distruzione articolare.

- La comparsa di osteoartrite negli anziani, che è caratterizzata da un deterioramento della mobilità e dall'usura del giunto.

Qual è il vantaggio di impiantare un'articolazione artificiale?

La chirurgia per artroplastica del ginocchio viene eseguita per alleviare o rimuovere completamente il dolore per un massimo di quindici anni. Un impianto artificiale, simile e adatto anatomicamente, viene inserito al posto di un'articolazione distrutta.

Dopo che l'operazione sull'articolazione del ginocchio ha avuto successo, i pazienti notano un aumento della gamma di movimento. La qualità della vita sta cambiando radicalmente. Pertanto, molte persone lasciano feedback positivi.L'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio nella maggior parte dei casi passa senza complicazioni, il che porta a un rapido recupero della persona e al ritorno alla vita abituale.

Complicazioni associate all'endoprotesi

L'operazione sull'articolazione del ginocchio è anche associata al verificarsi di un certo numero di rischi, come con qualsiasi altra procedura chirurgica. Questi rischi includono perdita di sangue, esacerbazione di malattie croniche negli anziani, formazione di trombi negli arti inferiori, processi infettivi nel sito di inserimento dell'impianto e nel tratto urinario. Recentemente diventa casi rari.

Una delle peggiori opzioni è la formazione di un processo infettivo, il cui trattamento è piuttosto difficile e molto costoso. Spesso con complicazioni di questo tipo, solo la rimozione del corpo estraneo dal corpo, in questo caso un'endoprotesi, può aiutare. C'è una percentuale di persone più inclini alle infezioni rispetto ad altre, tra cui l'artrite reumatoide, sovrappeso, i pazienti che hanno bisogno di assumere farmaci ormonali.

Termini di operazione

Una protesi consolidata può durare fino a quindici anni, in alcuni casi anche più a lungo, tuttavia, con l'usura e quando l'impianto si allenta, è possibile un'operazione ripetuta sull'articolazione del ginocchio, ovvero la sostituzione o la sostituzione del reimpianto. In caso di dolore prima che un periodo di dieci anni scada o si allenti, è necessaria anche un'operazione.

Il processo di artroplastica

La durata dell'operazione di impianto può essere di 2-3 ore. Prima dell'intervento chirurgico, prevenzione obbligatoria dell'infezione. Prima dell'intervento, il paziente è anestesia spinale.

Per installare l'endoprotesi, è necessario rimuovere la parte distrutta dell'articolazione e della rotula, inoltre il medico allinea l'asse curvo della gamba, se necessario, esegue il ripristino dei legamenti.

Le protesi moderne realizzate con materiali di alta qualità e non corrosivi consentono alla gamba di piegarsi fino a 150 gradi. Alcuni dopo l'operazione hanno lasciato un feedback positivo. L'endoprotesi dell'articolazione del ginocchio consente di piegare il ginocchio di 75 gradi già prima della scarica. Tuttavia, non bisogna mai dimenticare il periodo di riabilitazione, senza il quale il trattamento non sarebbe completo.

Un importante promemoria sarà che l'operazione nella maggior parte dei casi avviene in anestesia locale, cioè nello stato di veglia. Tuttavia, è possibile esprimere il proprio desiderio all'anestesista o al chirurgo di ottenere un'anestesia generale, se possibile. Devi essere molto coraggioso e paziente per ascoltare con calma i suoni che accompagnano le procedure delle protesi.

Periodo postoperatorio

Dopo l'operazione, la mancanza di sensibilità e funzionamento degli arti inferiori è considerata normale. Durante l'intervento, il paziente perde una grande quantità di sangue, vengono eseguite trasfusioni di sangue, vengono somministrati i farmaci necessari per l'anestesia e gli antibiotici.

Inoltre, per diversi giorni, i segni vitali del paziente vengono monitorati (frequenza cardiaca, pressione, ECG, cambiamenti nei parametri del sangue).

In assenza di deterioramento e normalizzazione della condizione, il paziente viene trasferito in un giorno dalla rianimazione a un reparto semplice.

Riabilitazione dopo artroplastica del ginocchio

Dopo l'installazione dell'endoprotesi, il periodo di riabilitazione dura in media circa 3 mesi, tuttavia può richiedere più tempo, dipende dalle condizioni del paziente.

Raccomandazioni obbligatorie sono carichi giornalieri ed esercizi dopo l'artroplastica del ginocchio per ripristinarne il funzionamento.

Il più delle volte, il paziente trascorre il periodo di riabilitazione in una clinica specializzata (circa un mese).

Fasi del periodo di riabilitazione

Dopo l'operazione, il paziente deve rimanere per circa due mesi nella clinica ed eseguire l'esercizio specificato dal medico. Con un aumento del ritmo, si osserverà un miglioramento nell'attività motoria dell'articolazione, che porterà a un rapido ritorno al normale ciclo di vita. È anche possibile lo scarico dalla clinica.

Dopo aver soggiornato in un centro di riabilitazione (dopo 2-3 mesi), si consiglia al paziente di continuare le attività fisiche sotto forma di nuoto, passeggiate e sessioni di yoga. Vale la pena ricordare che un'attività fisica eccessiva è controindicata.

Esercizi di recupero

La riabilitazione dopo l'artroplastica del ginocchio comprende una serie di esercizi che aiutano a superare la rigidità dei movimenti, aumentare la forza muscolare nell'articolazione, ridurre il dolore.

Inizia con un piccolo passo e lo stress, passando gradualmente a più complessi, per regolare il fisioterapista. Si raccomanda di evitare gli sport troppo attivi in ​​modo che non sia traumatico per una nuova articolazione.

Una serie di esercizi necessari per l'esecuzione quotidiana (4-5 volte al giorno):

  1. Caviglia - estensione della flessione con un graduale aumento del ritmo, a partire da 5 e 12.
  2. Riduzione dei muscoli frontali femorali per 5 secondi.
  3. Ridurre i muscoli femorali posteriori per 5 secondi.
  4. Alzare la gamba in uno stato rialzato.
  5. Ridurre i muscoli dei glutei per 5 secondi.
  6. Estensione-flessione dell'arto inferiore nell'articolazione del ginocchio.
  7. Coscia da mettere da parte.
  8. Sollevare la gamba raddrizzata al livello di 45 gradi e tenerla alzata per 5 secondi.
  9. Il tratto della gamba nello stato raddrizzato al livello di 45 gradi e il ritardo in questo stato fino a 5 secondi.
  10. L'uso dell'apparato "Dikul".

Tipi di endoprotesi

Le protesi moderne hanno una funzione protettiva e sono suddivise come segue:

  • totale,
  • la protesi direttamente alla superficie articolare,
  • bipolare,
  • unipolare.

La protesi è fissata in diversi modi:

Affinché la protesi impiantata funzioni a lungo, nella produzione vengono utilizzati materiali di alta qualità anti-corrosione e resistenti all'usura e, soprattutto, biocompatibili:

  • ceramiche,
  • polietilene,
  • leghe di metallo
  • cemento osseo.

Molte persone hanno bisogno di analizzare varie revisioni per decidere su un'operazione. L'artroplastica del ginocchio viene eseguita da un medico tenendo conto delle caratteristiche individuali della fisiologia del paziente.

Politica dei prezzi

L'endoprotesi articolare del ginocchio a Mosca, Israele, Turchia, Lituania, Germania viene eseguita da specialisti qualificati che conoscono la loro attività.

Ci sono alcune cliniche specializzate direttamente nell'operazione di sostituzione di un'articolazione o di sue parti, inclusa l'esecuzione dell'artroplastica dell'articolazione del ginocchio. Il costo delle endoprotesi corrisponde alla qualità dei materiali di cui è composto e all'azienda che lo produce. Il feedback sulle cliniche straniere è spesso molto migliore (soprattutto per quanto riguarda il periodo di riabilitazione). Tuttavia, in Russia, questo intervento si svolge ad un livello elevato.

Grazie a molti anni di esperienza e alta qualifica, il medico selezionerà la protesi biocompatibile più appropriata e, senza complicazioni, eseguirà l'artroplastica del ginocchio. Il prezzo di questa procedura dipende dalla complessità dell'operazione e dal costo della protesi.

Infezione - rifiuto

La patologia è caratterizzata da un'infiammazione del tessuto osseo vicino alla protesi con conseguente sviluppo dell'instabilità settica dell'articolazione. La complicazione occupa il 2 ° posto tra tutte le cause delle operazioni di controllo.

L'indicazione assoluta per la re-sostituzione dell'articolazione del ginocchio è solo l'infezione periprotesica tardiva, che si sviluppa dopo un mese dall'intervento. Le complicazioni precedenti sono trattate in modo conservativo o mediante la rimozione chirurgica di alcuni componenti della protesi.

L'artroplastica di revisione viene eseguita più spesso in due fasi. Oggi, questo approccio è il "gold standard" nel trattamento delle complicanze infettive.

Il reimpianto in una fase è possibile solo con una bassa virulenza dell'agente patogeno e l'assenza di manifestazioni sistemiche di infezione. Allo stesso tempo, il paziente non dovrebbe avere fistole, difetti ossei massicci, cedimenti dei tessuti molli o strutture capsula-legamentose.

Fratture ossee vicino all'impianto

Tra tutte le lesioni dell'endoprotesi, l'usura del rivestimento in polietilene tibiale è più comune. Solitamente il problema può essere risolto con lo sbrigliamento aperto. L'essenza dell'operazione risiede nell'artrotomia, nel trattamento chirurgico della cavità articolare e nella sostituzione del rivestimento.

L'endoprotesi di revisione deve essere eseguita in caso di ripetute dislocazioni, frattura di uno o più componenti della protesi.

Esame prima dell'intervento chirurgico

Prima di sostituire nuovamente il giunto, il paziente deve essere esaminato. Oltre agli studi clinici generali, gli vengono prescritti i raggi X dell'articolazione del ginocchio in 2 proiezioni, TC, risonanza magnetica, densitometria e ecografia delle vene degli arti inferiori. Il paziente fa anche un coagulogramma e un'ecocardiografia.

La consegna di analisi, i metodi strumentali di ricerca e le consultazioni di specialisti stretti aiutano a valutare le condizioni generali del paziente e le tattiche di revisione artroplastica. Ciò consente di evitare complicazioni impreviste e rendere l'intervento chirurgico di successo.

Quando si esegue un'artroplastica di revisione, la scelta di un impianto è di grande importanza. Pertanto, nell'ospedale in cui viene eseguita la chirurgia, dovrebbe essere disponibile una linea completa di endoprotesi.

Operazione in aggiunta infettiva

L'intervento chirurgico è più spesso eseguito in due fasi, l'intervallo tra il quale può essere da 3 a 6 mesi. Nella prima fase, i chirurghi rimuovono l'endoprotesi e le masse necrotiche, trattano la ferita con antisettici e installano un distanziatore di cemento con antibiotici ad ampio spettro. Solo dopo la scomparsa dei segni di infezione al paziente si installa una nuova endoprotesi.

Riabilitazione postoperatoria

Nei primi giorni dopo l'intervento, il paziente viene completamente prevenuto per complicanze tromboemboliche. A tal fine, si fascia le gambe con bende elastiche o calze. Allo stesso tempo, viene selezionato un complesso di esercizi per il paziente, che consente di ripristinare la normale mobilità dell'articolazione. Si noti che nei primi giorni del personale medico quasi insegna a una persona a muoversi, camminare, salire le scale.

Nel successivo periodo di recupero, il paziente ha bisogno di ginnastica correttiva, fisioterapia e altre misure di riabilitazione. Aiutano a ripristinare l'attività funzionale del ginocchio e riportano il paziente a una vita piena.

Fatto! La mancanza di una riabilitazione completa aumenta il rischio di complicanze e spesso porta a risultati insoddisfacenti dell'artroprotesi di revisione.

Chirurgia video per protesi di ginocchio

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo, per favore, con gli amici. Clicca sull'icona del tuo social network sotto il testo. Grazie!

Permettimi di presentarmi. Mi chiamo Vasily. Ho lavorato come massaggiatore e chiropratico per oltre 8 anni. Penso di essere un professionista nel mio campo e voglio aiutare tutti i visitatori del sito a risolvere i loro problemi. Tutti i dati relativi al sito sono stati raccolti e trattati con cura per fornire tutte le informazioni richieste in un formato accessibile. Prima dell'uso descritto sul sito è sempre richiesta la consulenza OBBLIGATORIA con il vostro specialista.

Loading...