Osteocondrosi

Dolore al sacro (Sacrodinia)

Succede che il dolore nella parte inferiore della colonna vertebrale sia causato da patologie degli organi pelvici (genitali, reni, intestino, ecc.) E aree adiacenti.

Ma quando la causa del dolore nella colonna vertebrale è il sacro stesso, è principalmente l'osteocondrosi, le malattie delle ossa, lo spostamento delle vertebre sacrali (spondilolistesi), il pizzicamento delle radici spinali, varie anomalie.

Ad esempio, i "malfunzionamenti" delle articolazioni sacro-iliache su entrambi i lati, come lo spostamento delle ossa pelviche, sono accompagnati dai seguenti sintomi:

  • sul lato sinistro - stitichezza, irregolarità nel lavoro del sistema cardiovascolare, polmoni, raffreddori frequenti,
  • sul lato destro - alterata circolazione del sangue nell'arto, accompagnata da dolore e crampi, disfunzioni dell'intestino, dello stomaco e del fegato sono possibili.

Data la varietà delle manifestazioni dei problemi dell'area sacrale, è facile presumere che una persona possa rivolgersi a vari specialisti per malattie di vari organi, senza sospettare che la colonna vertebrale debba essere trattata per prima.

A volte ci vuole molto tempo prima che venga trovata la vera fonte del dolore.

Altre cause di dolore

E viceversa: il dolore nell'area del sacro potrebbe non essere associato a questa sezione della colonna vertebrale. Succede che questa è una manifestazione di malattie degli organi interni.

Ad esempio, negli uomini, il dolore nella zona del sacro può causare prostatite cronica - dolore dolorante, rinunciando alla gamba, caratterizzata principalmente da localizzazione unilaterale.

In pazienti di sesso femminile

Ci sono varie patologie ginecologiche e condizioni che si fanno sentire come dolore nella spina dorsale nelle donne:

  • endometriosi esterna con localizzazione dietro la cervice o nella regione dei legamenti sacro-uterini (il dolore è ciclico, in aumento durante le mestruazioni),
  • parametrite posteriore cronica - una malattia che colpisce i legamenti del retto-uterino (il dolore aumenta durante l'esercizio),
  • retroversione dell'utero (deviazione uterina posteriore del corpo),
  • processi infiammatori o disormoni degli organi pelvici,
  • tumori che colpiscono l'utero o le ghiandole mammarie,
  • le mestruazioni (di solito dà in gambe, ha un carattere kolikooobrazny),
  • gravidanza - nella posizione occipitale del feto, quando la testa del bambino preme sul sacro della madre, o quando la posizione cambia in avanti.

Altre cause includono vene varicose e persino malattie mentali.

Tutti i pazienti

Tra i problemi che si osservano nei pazienti di entrambi i sessi, si segnalano le malattie oncologiche (cancro metastatico) che interessano i seguenti organi:

  • leggero,
  • rene
  • ghiandola tiroidea
  • tratto gastrointestinale.

Poiché inizialmente il problema oncologico è asintomatico, i pazienti lamentano di avere un dolore alla schiena in fondo e il dolore è doloroso, costante, non passa a riposo e diventa più intenso di notte.

Sono possibili anche infezioni gravi (ad esempio causate da patogeni della tubercolosi) che colpiscono l'area sacrale - si distinguono per il dolore cronico, che è aggravato dai movimenti e non scompare a riposo.

Con dolore, che si irradia alla schiena, c'è la possibilità di tromboflebiti delle vene iliache e pelviche.

Patologie spinali

Oltre alla lesione traumatica del sacro, tali patologie possono essere identificate, ad esempio:

  • l'osteoporosi (o l'osteomalacia) - diventa la causa della perdita della sostanza ossea, è asintomatica, ad eccezione del dolore lieve e sordo,
  • anomalie nello sviluppo della colonna vertebrale, in particolare la vertebra lombosacrale di transizione, si manifestano con dolori con movimenti incuranti, cadute su gambe, piccoli carichi,
  • spondilolistesi (spostamento delle vertebre nella direzione antero-posteriore),
  • processi patologici dei muscoli glutei.

Se il dolore nella colonna vertebrale inferiore (nell'osso sacro) è grave, specialmente quando si piega, si sollevano pesi, si alzano bruscamente e si diffondono anche nella parte bassa della schiena, nelle natiche, nelle gambe - è probabile un'ernia nella regione sacrale. Questa è una complicazione dell'osteocondrosi.

Sotto l'influsso di lesioni o di stress significativo (con attività fisica insufficiente o eccessiva, eccesso di peso) il disco intervertebrale degenerò, collassò e cadde nel lume del canale spinale o oltre.

Quando si schiaccia le radici spinali appaiono i seguenti sintomi:

  • rigidità degli arti inferiori,
  • indolenzimento peggio durante l'attività fisica
  • intorpidimento alle gambe
  • dolore lancinante alla gamba, alla coscia, al gluteo,
  • incontinenza di urina e feci,
  • disturbi sessuali.

L'ernia sacrale nel tempo può portare alla disabilità, quindi è molto importante iniziare il trattamento il prima possibile.

La diagnostica e l'esame di specialisti diversi aiuteranno a identificare il problema, valutare le condizioni di organi e tessuti.

L'accesso anticipato a un medico è una garanzia di recupero della salute attraverso la terapia conservativa e in un tempo più breve. Inoltre, il paziente sarà raccomandato dieta, ginnastica speciale e altri metodi di prevenzione e di restauro.

Una selezione dei miei materiali utili sulla salute della colonna vertebrale e delle articolazioni, che ti consiglio di guardare:

Guarda anche molti materiali aggiuntivi utili nelle mie comunità e account sui social network:

disconoscimento

Le informazioni contenute negli articoli sono destinate esclusivamente a informazioni generali e non devono essere utilizzate per l'autodiagnosi di problemi di salute o per scopi medici. Questo articolo non sostituisce il parere medico di un medico (neurologo, terapeuta). Si prega di consultare il medico prima di sapere esattamente la causa del tuo problema di salute.

Diagnosi del dolore al sacro

La tomografia computerizzata (TC) della colonna vertebrale lombosacrale e delle ossa pelviche aiuta ad eliminare la sacroileite o l'artrosi dell'articolazione sacroiliaca (articolazione). Inoltre, la tomografia computerizzata (CT) delle ossa pelviche e della colonna vertebrale lombosacrale consente di escludere la natura oncologica del paziente delle lesioni delle ossa pelviche o dei corpi vertebrali.

La risonanza magnetica degli organi pelvici viene assegnata alle donne per eliminare il dolore al sacro (sacrocchia) dall'infiammazione del tessuto circolatorio (parametrite), dall'indurimento dei legamenti sacro-uterini, ecc.

Trattamento della sacropenia

Il trattamento della sacropenia è mirato a trattare la malattia sottostante che causa dolore al braccio.

Con dolore severo, vengono prescritti analgesici, blocco (iniezione di farmaci nella cavità dell'articolazione sacro-iliaca (articolazione), canale spinale, nei punti trigger nei muscoli). La fisioterapia aiuta ad alleviare le condizioni del paziente (UHF, SMT accelera l'eliminazione di gonfiore, infiammazione, dolore, ripristino della gamma di movimento nella zona lombare e glutei), terapia manuale e riflessoterapia (agopuntura), terapia fisica.

Esistono diversi tipi di corsetti semirigidi lombosacrali. Tutti loro sono selezionati in termini di dimensioni e possono essere usati ripetutamente in caso di recidiva di dolore al sacro con sacropia. Indossare un corsetto lombosacrale semi-rigido aiuta a limitare la quantità di movimento nella colonna lombare. Questo aiuta a ridurre il dolore nell'area di infiammazione del sacro con la sacrionia e ad alleviare l'eccessiva tensione protettiva e lo spasmo dei muscoli della schiena e dei glutei. In un tale corsetto, il paziente può muoversi autonomamente a casa e per strada, sedersi in macchina e sul posto di lavoro. La necessità di indossare un corsetto scompare non appena il dolore al sacro passa.

Quali medici contattare se c'è dolore all'osso sacro:

Per il dolore al sacro sono necessari esami ginecologici, urologici e neurologici, nonché un esame ortopedico. La natura della lesione della colonna vertebrale viene stabilita usando la radiografia. Il trattamento è mirato alla malattia di base.

Medici che curano il dolore al sacro:
ginecologo
urologo
neurologo
traumatologo
ortopedico
urologo

hieralgia

Se vieni da noi, allora sei preoccupato per il dolore al sacro (Sacrodynia), ti aiuteremo a risolvere il problema di Sacrodia. Il sacro è un grande osso triangolare costituito da cinque vertebre. La parte superiore è in basso e la base è quindi in alto. L'osso sacrale si trova nelle cavità superiori delle ossa pelviche, alla base della parte inferiore della colonna vertebrale. La parte superiore è collegata alla parte bassa della schiena e la parte inferiore è collegata al coccige. Fino a 25-30 anni, il sacro, di norma, consiste di 5 vertebre, più tardi si riunisce in un unico osso. Le superfici frontali sono lisce e concave, rivolte verso la cavità pelvica, formando la cosiddetta superficie pelvica. Questa superficie ha la forma di 4 linee trasversali parallele, mantenendo tracce di fusione delle vertebre sacre. All'esterno, su ciascun lato, ci sono 4 fori che conducono al canale sacrale, attraverso il quale passano vari nervi spinali e vasi conduttori.

Lo spostamento e l'articolazione scorretta delle ossa pelviche di destra causano difficoltà nella circolazione sanguigna nell'intera gamba destra della persona, causando successivamente spiacevoli crampi e dolore muscolare. Inoltre, una persona si sente forte dolore nel gluteo e perde peso, poiché il fegato, l'intestino e lo stomaco sono danneggiati, appare la diarrea.

In uno spostamento simile e un'articolazione scorretta delle ossa pelviche sinistre, una persona spesso si raffredda, diventa obesa, è tormentata dalla stitichezza e il polmone e il cuore sono danneggiati.

Il dolore severo nel sacro è causato da un'ampia varietà di processi patologici negli organi della piccola pelvi e nelle aree adiacenti. In medicina, questo è chiamato sacrodinia.

Il dolore al sacro non può essere definito una malattia, è piuttosto un complesso di vari sintomi. Solo in rari casi, il dolore al sacro può essere causato dalla perdita del disco di collegamento, disturbi viscerali e neurologici e tumori maligni.

Se una persona è preoccupata per il dolore nell'area del sacro, allora questo, di regola, è forte, onnipotente, si intensifica al momento della seduta, sollevamento pesi, sollevamento acuto. Molte persone che non comprendono l'anatomia in dettaglio, confondono tale dolore con il dolore al coccige, nonostante il fatto che l'osso sacro sia più basso.

Le cause del dolore al sacro possono essere i primi segni o le conseguenze delle seguenti malattie:

  • Malattie ginecologiche nelle donne. Ad esempio, il dolore al sacro può verificarsi con una diagnosi come endometriosi esterna, la cui localizzazione è i legamenti sacro-uterino. Con questa malattia, il dolore diventa più forte durante le mestruazioni.
  • La parametrite posteriore è una malattia cronica in cui il dolore al sacro aumenta al momento dello sforzo fisico e porta al fatto che i legamenti uterini rettali si restringono in una persona.
  • Anomalie dello sviluppo delle divisioni vertebrali, il più delle volte con una vertebra lombosacrale. La natura della comparsa del dolore sacrale è improvvisa, si verifica dopo lo sforzo fisico sulla colonna vertebrale, così come quando il corpo è inclinato ai lati, con movimenti goffi e cadute accidentali sulle gambe.
  • La tromboflebite delle vene pelviche comporta spesso dolori dolorosi, che danno alla regione sacrale e alla schiena.
  • Durante la gravidanza, se il feto, che si trova nella cosiddetta posizione di schiena, esercita una pressione sull'osso sacrale nella parte posteriore della testa, si può anche osservare dolore al sacro.
  • Lesioni all'osso sacro. Tali pazienti spesso lamentano di dover assumere posizioni innaturali del loro corpo a causa del fatto che i muscoli sacro-vertebrali sono spasmi. Se una persona è a riposo per qualche tempo, il dolore scompare entro pochi giorni.
  • Malattie infettive, metaboliche e neoplastiche. I tumori maligni, come il seno, la prostata, i polmoni, i reni, il tratto gastrointestinale, il cancro, colpiscono quasi sempre la regione sacrale. Tale dolore non è eliminato dall'essere a riposo, non passa e ha un carattere doloroso, intensificando di notte.
  • Malattie metaboliche delle ossa (osteomalacia, osteoporosi). In tali casi, i pazienti perdono una porzione significativa della sostanza ossea senza alcun sintomo evidente. I pazienti con questa malattia lamentano spesso dolore sordo nel sacro, che è lungo, ma non intenso.
  • Lesioni infettive del sacro. Sono una conseguenza dell'infezione con stafilococco o l'agente eziologico della tubercolosi. Sulla base di dati clinici insufficienti, è inizialmente difficile da riconoscere. Tali pazienti spesso lamentano dolore cronico o subacuto nella regione sacrale, che aumenta durante il movimento e non scompare quando una persona è a riposo.
  • Malattie urologiche / ginecologiche. Nella regione pelvica può essere la comparsa di dolore oscuro nel sacro. Il rilassamento di alcune strutture che supportano l'utero, le vene varicose pelviche e il rigonfiamento delle appendici nelle ovaie può anche causare dolore, ma è necessario un attento studio del paziente. Inoltre, in molti casi non riconosciuti, si dovrebbe prestare attenzione alla presenza di malattie mentali.
  • Dolore durante le mestruazioni. Non sono chiaramente localizzati, hanno il carattere di una colica e tendono a diffondersi agli arti inferiori. Pertanto, ci può essere una sensazione di dolore al sacro.
  • Prostatite cronica Con questa malattia, il dolore al sacro potrebbe essere solo da un lato, irradiandosi ad una gamba, nei casi in cui la vescicola seminale del paziente sullo stesso lato è coinvolta nel processo della malattia.
  • Cancro alla prostata, con metastasi nella parte inferiore della colonna vertebrale. Questa è una causa abbastanza comune di dolore sacrale.
  • Con l'accumulo di massa fecale in una persona e l'esacerbazione della colite, l'ampolla del colon sigmoideo spesso si espande, a seguito della quale aumenta il dolore nelle regioni sacrali.

Metodi diagnostici

Metodi diagnostici per Sacrodia

La base della diagnosi è un'eccezione, o viceversa, conferma della fonte del dolore nella regione sacrale - malattie degli organi pelvici e patologia nella regione sacrale lombare. La sacrodinia dovrebbe essere distinta dalle varie lesioni traumatiche di questa regione, così come da interruzioni articolari, tumori di localizzazione appropriata e osteomelite.

Eliminare queste malattie per stabilire la dignozasacrodinia aiuta la tomografia computerizzata. Alle donne viene inoltre assegnata la risonanza magnetica, mirata agli organi pelvici, per eliminare il dolore nell'area sacrale a causa di infiammazioni e fasci dei legamenti uterini sacrali, parametrite, ecc.

L'eliminazione di una malattia come la sacropenia si basa sul trattamento del dolore al sacro della malattia sottostante, causato dal dolore nella regione sacrale.

Se il paziente è forte dolore all'ano , gli viene assegnato il blocco del canale spinale e degli analgesici. Fisioterapia, terapia manuale e agopuntura, varie procedure di fisioterapia facilitano le condizioni del paziente.

Nel mercato libero ci sono i corsetti lombosacrali semirigidi, che sono selezionati individualmente per ciascun paziente. Possono essere utilizzati numerose volte in caso di esacerbazioni del dolore o della sua comparsa inaspettata dopo lo stadio di sollievo della sindrome. Indossare un corsetto del genere consente di limitare la quantità di movimento nella zona lombare, con conseguente rimozione di spasmi muscolari e sollievo dal dolore nella parte infiammata della regione sacrale.

Medici che dovrebbero essere avvicinati se sentite dolore al sacro

Quindi, se una persona sente dolore al sacro, allora ha bisogno di un complesso di esami: esame ginecologico / urologico, ortopedico e neurologico. È anche necessario effettuare una radiografia della colonna vertebrale senza fallo.

Il dolore al sacro viene trattato da medici come un urologo (o ginecologo), ortopedico, traumatologo e neurologo.

Video spiegazione del dolore al sacro

Sarkodiniya

Una condizione come la sacropenia non è una malattia indipendente, indica che ci sono sistemi nel corpo il cui lavoro è compromesso. La maggior parte delle persone non presta attenzione a questo sintomo, pensando che la "colonna vertebrale è schiacciata", mentre il corpo soffre di una grave malattia.

Com'è?

Il termine "Sacrodinia" è letteralmente tradotto come dolore nel sacro. Può verificarsi a un certo momento (dopo una salita mattutina, con un forte sforzo fisico, quando si solleva pesi, con un forte aumento) e quindi essere costante. Tutto dipende dalla natura e dalla gravità della malattia, che si manifesta con questo sintomo.

La natura del dolore può essere diversa e non è sempre possibile sospettare che questa sia la sacresia. Irradiazione alla parte bassa della schiena, scapola, nella regione interscapolare, collo o braccio è possibile. Alcune persone confondono con il dolore nella regione lombare, dal momento che una persona che non ha istruzione medica e non conosce l'anatomia umana non conosce l'esatta posizione del sacro e non può distinguere il lombare dal sacro. A volte confuso con il coccige.

Colonna vertebrale sacrale

Il sacro è un grande osso triangolare situato alla base della colonna vertebrale. Si forma dopo la fusione di cinque vertebre sacrali a 25 anni di vita umana. Il sacro è una spina tra la parte bassa della schiena e il coccige. Ha la forma di un cuneo, stretto verso il basso.

Alcune persone non sospettano nemmeno l'esistenza di un osso simile al sacro. Nel frattempo, svolge funzioni molto importanti - collega la colonna vertebrale con il bacino con l'aiuto dell'articolazione sacroiliaca. Tutti i nervi che innervano la parte inferiore del corpo e le arterie importanti passano attraverso il canale sacrale. Ma a causa del fatto che le vertebre sono cresciute insieme qui, e non ci sono dischi intervertebrali, e il sacro stesso è localizzato come un cuneo tra le ossa pelviche, questa sezione è abbastanza immobile e i carichi non cadono come nella parte bassa della schiena. Pertanto, la patologia del sacro è rara.

Molto spesso, il dolore in questo posto è associato a malattie degli organi interni situati nella regione pelvica o con disturbi circolatori. Inoltre, può esserci una patologia articolare alla giunzione del sacro con il coccige o nell'articolazione sacro-iliaca. A volte anche le sensazioni dolorose che si verificano nella colonna lombare si estendono in quest'area. La quinta vertebra lombare e il disco intervertebrale tra esso e il sacro sono particolarmente vulnerabili.

Il dolore al sacro viene spesso chiamato sacrodina o sacralgia. Questa non è una malattia, ma un complesso di sintomi che indicano alcune patologie di organi interni, articolazioni legamentose, dischi intervertebrali o legamenti circostanti. Spesso questo dolore è così grave che una persona non può né sedersi né stare in piedi. Ma a volte c'è un dolore dolorante costante. Non passa dopo il riposo, si intensifica durante la notte. Questo può indicare gravi patologie che richiedono un intervento immediato.

Ma anche se le sensazioni dolorose non sono forti e non interferiscono in modo particolare con la vita della persona, devi comunque prestare attenzione a loro. Dopotutto, un tale stato indica sempre qualche tipo di problema, dal quale è opportuno liberarsi immediatamente, in modo che le complicazioni non si sviluppino.

Patologia del sacro

Abbastanza raramente, ma ci sono ancora dolori associati a disturbi in questa parte della colonna vertebrale. Prima di tutto, sono causati da infortuni. Può essere una grave lesione al midollo spinale stesso, una distorsione o una articolazione lussata che collega l'osso sacro alle parti circostanti dello scheletro. Molto spesso, subito dopo la lesione, si verifica un dolore acuto. Se la lesione è stata lieve, il dolore scompare in pochi giorni. Un infortunio più grave può causare infiammazione e spasmi muscolari, che provocano il congelamento di una persona in una posizione forzata. Ma a volte le sensazioni dolorose compaiono solo pochi giorni dopo l'infortunio, quando le sue conseguenze si sviluppano.

Se una delle articolazioni sacro-iliache è danneggiata, la circolazione sanguigna viene disturbata da questo lato. Ciò causa dolore e crampi ai muscoli delle gambe, interruzione degli organi interni. Con questa patologia, le ossa pelviche possono muoversi o le radici nervose che passano attraverso qui possono essere alterate. Se questa articolazione è danneggiata a destra, la gamba destra è interessata, appare zoppia, ci sono irregolarità nel lavoro dello stomaco, dell'intestino e del fegato. Una persona perde peso, può sviluppare anemia, appare la diarrea. Nelle donne si sviluppano vari problemi ginecologici. Danni all'articolazione sacroiliaca sulla sinistra portano a stitichezza, diminuzione dell'immunità, compromissione del funzionamento del cuore e dei polmoni. Negli esseri umani, l'obesità può iniziare.

Il dolore al sacro può verificarsi anche a causa di patologie nella sua giunzione con la quinta vertebra lombare. Il più delle volte - è un'ernia del disco o uno spostamento vertebrale - spondilolistesi. L'osteocondrosi della colonna lombosacrale può essere anche la causa del sakrodinia. Questa malattia è caratterizzata non solo dalla comparsa del mal di schiena, ma anche da una forte restrizione della mobilità. Diventa difficile per il paziente eseguire azioni normali. Il mal di schiena costantemente, il dolore aumenta con il carico. Il sollievo arriva solo in posizione orizzontale durante il riposo.

Spesso ci sono sensazioni dolorose alla giunzione del sacro e del coccige. La causa di questa condizione può essere una vecchia lesione o un'infiammazione dell'articolazione. L'infortunio alla spina dorsale molte persone lasciano senza trattamento, il che porta alla formazione di callo o alla deposizione di sali. Dopo un po 'questo può causare dolore doloroso monotono in questo posto.

A volte ci sono malformazioni congenite della colonna vertebrale. Questo può essere sacralizzazione, lumbarizzazione, non accoppiamento degli archi vertebrali, meningocele. A volte queste patologie si trovano solo nell'età adulta. Allo stesso tempo, ci sono improvvise sensazioni dolorose durante lo sforzo fisico, protese in avanti o in movimenti goffi. E i dolori acuti e dolorosi, cronici e di bassa intensità, sono caratteristici dei disturbi metabolici. Malattie come l'osteoporosi o l'osteomalacia portano alla rarefazione della sostanza ossea. Questo si riflette in particolare nella colonna vertebrale, quindi il dolore si verifica durante lo sforzo.

Cause comuni

Molto spesso, il dolore al sacro è associato a patologie degli organi interni o del sistema circolatorio. Per questi motivi, si verifica con uguale frequenza nelle persone di entrambi i sessi. Questa relazione può essere spiegata dal fatto che il sacro è una parte della superficie posteriore del bacino. Molti importanti nervi e vasi che alimentano gli organi interni lo attraversano.

Varie malattie dell'intestino, sistema urogenitale, malattie croniche o infettive possono causare dolore al sacro. Pertanto, prima della nomina del trattamento, è stato necessario effettuare un esame completo per determinare la causa del dolore. Dipende da questo dipende dal trattamento prescritto.

  • Se appaiono coaguli di sangue nelle vene pelviche o iliache, spesso si verifica dolore alla schiena. Allo stesso tempo, l'osso sacro è particolarmente colpito.
  • La parametrite posteriore cronica è una lesione del legamento rettale. Questa patologia provoca dolore al sacro quando si cammina o un altro carico sulla colonna vertebrale.
  • A volte c'è una tale patologia come le vene varicose del bacino. Può svilupparsi come complicazione delle vene varicose degli arti inferiori o delle malattie ginecologiche nelle donne.
  • La regione sacrale può essere colpita dalla tubercolosi. I pazienti si lamentano di dolori doloranti, peggiori durante la notte. La diagnosi di questa causa è difficile, soprattutto se la tubercolosi stessa non è stata ancora rilevata.
  • Spesso il dolore al sacro si verifica a causa della sua sconfitta da stafilococchi o colibatteri. Allo stesso tempo, si sviluppa il dolore cronico, che aumenta con il carico.
  • L'infiammazione o la distensione dei muscoli dei glutei o dei legamenti sacro-iliaci si verifica dopo lesione, ipotermia o con maggiore sforzo.
  • La causa più comune di tale dolore sono le malattie infiammatorie degli organi genitali. Inoltre, si presentano principalmente nelle donne. Il dolore al sacro negli uomini appare meno frequentemente, più spesso dopo 40 anni a causa di patologie della ghiandola prostatica. Nel decorso cronico della prostatite, il dolore è doloroso, possono essere localizzati su un lato. Nel cancro alla prostata, il dolore è più pronunciato a causa del fatto che il tumore può spremere i nervi spinali.
  • A volte il dolore alla colonna lombare e al sacro è causato dall'espansione del colon sigmoideo. Ciò si verifica con costipazione prolungata dovuta all'accumulo di feci o alla colite.
  • Alcuni tumori maligni possono produrre metastasi ossee. Seno sacro particolarmente affetto da linfoma multiplo, mieloma, carcinoma polmonare o carcinoma mammario.
  • Ci sono anche casi in cui è impossibile determinare la causa della patologia. Tali dolori nel sacro sono chiamati stress. Si ritiene che sorgano a causa di sovraccarico psico-emotivo.

Dolore nelle donne

Secondo le statistiche, il più delle volte ci sono dolori al sacro nelle donne. Questo può essere spiegato dalla vicinanza dei loro genitali alla superficie posteriore del bacino. Inoltre, i legamenti uterini si attaccano all'osso sacro, quindi il dolore può diffondersi ad esso. Sì, e la struttura della colonna vertebrale nelle donne è più fragile, e può sopportare grandi carichi, specialmente durante la gravidanza. Le interruzioni ormonali svolgono anche un ruolo decisivo nell'aspetto della sacropenia.

Soprattutto le donne lamentano dolore al sacro e lombalgia durante le mestruazioni. Questo provoca dolore parossistico, diffondendosi in tutta la regione pelvica, talvolta irradiandosi ai fianchi. Diventano più potenti se una donna ha malattie infiammatorie degli organi genitali, dopo l'ipotermia o il sollevamento pesi, così come con l'endometriosi.

Varie patologie ginecologiche causano disagio nella regione sacrale. Il più delle volte si tratta di malattie infiammatorie degli organi genitali. Quando si verificano dolore nel basso addome, ma a volte la loro irradiazione si verifica nel sacro.

Oltre ai processi infiammatori, le seguenti patologie possono causare dolore:

  • retroversione dell'utero,
  • gonfiore dell'appendice,
  • endometriosi esterna,
  • parametrite posteriore,
  • cancro uterino
  • rilassamento dei legamenti utero-sacrali.

La causa più comune di dolore nella colonna vertebrale lombosacrale è la retroversione dell'utero. Questa patologia ha spesso una natura congenita, ma può verificarsi a causa di malattie infiammatorie, deboli muscoli pelvici e varie patologie ginecologiche. Questa anomalia è caratterizzata, più comunemente conosciuta come la "curvatura dell'utero", dalla posizione scorretta di questo organo. Si ritiene che l'utero possa muoversi durante il sollevamento pesi nell'infanzia o nell'adolescenza.

Il dolore al sacro durante la gravidanza si verifica più spesso in un periodo tardivo. Questo accade quando si gira il bambino quando viene posizionato nella posizione posteriore. Allo stesso tempo, il suo collo preme sul sacro della donna, causando dolore. Inoltre, un aumento del volume dell'addome causa una forte tensione muscolare e una distribuzione impropria del carico sulla colonna vertebrale. Raramente, ma ci sono ancora dolori anche nelle prime fasi della gravidanza. Sono associati a cambiamenti ormonali e altri che si verificano nel corpo di una donna.

Gravidanza multipla, il peso elevato del bambino, così come varie complicazioni spesso portano al fatto che il sacro fa male a una donna dopo il parto. Ciò accade a causa dello spostamento delle articolazioni in questa zona della colonna vertebrale a causa di eccessiva tensione durante il travaglio o posizione errata del feto.

prevenzione

Per liberarsi del dolore doloroso nel sacro, è necessario agire non sui sintomi, ma sulla loro causa. Dopotutto, solo eliminando la fonte del dolore, è possibile alleviare le condizioni del paziente. Per fare questo, evitare lesioni, ipotermia, proteggere il corpo dalle infezioni e curare le malattie croniche nel tempo.

Esercizi speciali aiuteranno a rafforzare i muscoli della schiena e prevenire lo sviluppo di patologie della colonna vertebrale. E le donne dovrebbero essere regolarmente esaminate da un ginecologo per prevenire lo sviluppo di malattie ginecologiche.

Il dolore al sacro può verificarsi in ogni persona. Questa condizione riduce notevolmente le prestazioni e la qualità della vita. Pertanto, è importante sapere quali cause possono portare a questa patologia al fine di evitarli.

Cause del dolore al sacro

Tra le cause più comuni di dolore sacrale sono le seguenti:

  • Lesioni. Questi includono lividi e vari tipi di danni muscolari nella parte sacrale.
  • Callo. Neoplasia può verificarsi a causa di molti anni di lesioni. È caratterizzato da depositi di sale e bassa mobilità dell'articolazione.
  • Anomalie nello sviluppo della colonna vertebrale (congenita, acquisita). Formazione anormale di una vertebra nella regione sacro-lombare. Sovraccarico fisico sulla colonna vertebrale, salti da un'altezza, girando il corpo di lato e movimenti improvvisi possono agire come fattori provocatori.
  • Osteocondrosi. Disturbi complessi nella cartilagine distrofica. Possibile danneggiamento di qualsiasi giunto. I dischi intervertebrali sono più comunemente colpiti.
  • Spondilolistesi. Si verifica a causa di un cambiamento nella posizione della quinta vertebra nella regione lombare.
  • Ginecologia e altri disturbi. Questi includono:

- cancro dell'utero,
- parametrite posteriore (il dolore è molto più evidente con carichi fisici),
- posizione errata dell'utero (inclusa omissione, prolasso e deviazione),
- Debolezza legamentosa nella regione sacro-uterina,
- endometriosi esterna (in particolare si manifesta nel periodo mestruale).

  • Le mestruazioni. Durante le mestruazioni, il dolore nella parte sacrale si verifica nella maggior parte del gentil sesso.
  • L'infezione. Tra questi ci sono la tubercolosi e i patogeni stafilococchi (accompagnati dalla formazione di pustole). Si consiglia di testare le infezioni.
  • Lesioni maligne e benigne (di solito fasi avanzate). Questi includono tumori polmonari, intestino, ghiandola tiroidea, stomaco, reni e ghiandole mammarie, nonché linfoma e mieloma.
  • Cancro alla prostata Oltre al disagio nel sacro, ci sono difficoltà con la minzione, c'è una sensazione di bruciore. Le manifestazioni sono tipiche degli uomini adulti.
  • Violazione dei processi metabolici. Questi includono l'osteoporosi (riduzione della densità ossea) e l'osteomalacia (mineralizzazione insufficiente del tessuto osseo).
  • prostatite (cronico, acuto). Deviazioni nella ghiandola prostatica possono portare a dolore al sacro. Quali sono i sintomi della prostatite, dire qui.
  • Gravidanza. I seguenti fattori sono responsabili della formazione del dolore:

    - ipertonicità dell'utero,
    - iperattività fetale (cambiamenti nella sua posizione),
    - lo spostamento del centro di gravità a causa del grande addome,
    - pressione esercitata dalla parte posteriore della testa.

  • Thrombophlebitis del bacino e trombosi venosa iliaca. Interventi chirurgici, processi infiammatori e il periodo postpartum possono contribuire al loro aspetto.
  • Lo stress. Lo stress psico-emotivo può anche causare dolore. Come sbarazzarsi dello stress: http://domadoktor.ru/132-lechenie-stressa.html.
  • Esecuzione di disturbi vascolari. La mancanza di nutrizione delle articolazioni provoca anche dolore sacrale.
  • Terminazioni nervose pizzicate. Potrebbe essere causa di lesioni.
  • Problemi intestinali Questi includono la colite cronica, il ristagno fecale, così come le deviazioni nel colon sigmoideo, inclusa la formazione di calcoli.
  • Eccessivo carico posteriore con una predominanza in basso.
  • La natura e localizzazione del dolore nel sacro

    La lombalgia può essere diversa. A seconda delle cause del disagio nell'area sacrale, si distingue la natura del dolore e la sua localizzazione.

      Dolore alla spina dorsale nelle donne:

    - durante le mestruazioni e l'ovulazione, il centro del dolore si trova nell'addome con un ritorno alla parte inferiore della schiena, dolore non intensivo e parossistico con possibilità di irradiazione alle gambe,
    - durante la gravidanza, il centro di gravità si modifica con un aumento del carico sulla sezione trasversale lombare, con l'avvicinarsi del travaglio il dolore tende all'intensificazione, possono verificarsi delle riprese,
    - in caso di patologie del piano ginecologico, il dolore è più spesso localizzato nel centro del sacro, con la loro possibile predominanza su un solo lato,
    - con endometriosi si formano dolori ciclici (in aumento durante il periodo mestruale),
    - quando parametrite c'è un aumento del dolore durante lo stress,
    - con disturbi uterini, il dolore appare anche nel sacro, specialmente con il tempo di inattività prolungato sulle gambe.

  • Dolore al sacro con rinculo alla gamba a causa di crampi e dolori muscolari dovuti a disturbi circolatori, tale dolore è considerato il più grave ed è più comune nelle donne (soprattutto nella posizione).
  • Il dolore al sacro con rinculo nel coccige può essere prolungato, insopportabile e acuto, così come un carattere lamentoso o tirante (di solito un dolore post-traumatico). Puoi anche leggere un articolo sul dolore al coccige.
  • Il dolore al sacro con il rinculo nel gluteo è dolorante in natura, può essere aggravato da carichi, movimenti improvvisi e ipotermia.
  • Con le infezioni, il dolore non è particolarmente pronunciato, ma permanente.
  • Con tromboflebite, il dolore che si alza nella regione sacrale può anche essere dato nella parte posteriore.
  • Con i tumori, il dolore è costante, formato a causa delle metastasi ed è particolarmente forte al buio.
  • Con prostatite o adenoma, il dolore alla prostata è unilaterale con conseguente diffusione a tutta la parte inferiore della colonna vertebrale.
  • Con lo spostamento strutturale delle vertebre (spondilolistesi), il dolore risultante è dolorante in natura.
  • Nell'osteocondrosi, il dolore spesso si irradia alle gambe. E nella parte posteriore c'è tensione e rigidità, diventa difficile piegarsi. È possibile la formazione di ernia intervertebrale, in cui il dolore spinale è più evidente durante il giorno con un impatto nella zona inguinale e le gambe.
  • Quando escrescenze ossee sono dolori doloranti, di natura monotona con rari attacchi acuti.
  • Con patologie di sviluppo osseo si avverte dolore debole ma prolungato.
  • Quando i lividi possono aumentare il dolore, specialmente durante i carichi.
  • Trattamento del dolore al sacro

    Ci sono diversi modi per eliminare il dolore al sacro. I più efficaci sono i seguenti metodi di trattamento:

    • Antidolorifici.
    • Fisioterapia.
    • Agopuntura.
    • Terapia manuale
    • Massaggi.
    • Ginnastica terapeutica
    • Blockade.
    • Farmaci.
    • Terapia ad onde d'urto (terapia ad onde d'urto).
    • Acido ialuronico
    • Neuroadattamento.
    • Intervento chirurgico

  • L'anestesia è usata per il dolore intenso. Gli antidolorifici vengono somministrati per via endovenosa o intramuscolare. In rari casi, fai un blocco: i farmaci vengono iniettati dove devi fermare il dolore.
  • Le attività di fisioterapia possono alleviare l'infiammazione, il gonfiore e i sintomi delle principali malattie. I medici selezionano procedure complesse e raccomandano il loro uso regolare. Il risultato sarà il sollievo di alcuni segni e il ripristino della mobilità del sistema muscolo-scheletrico.
  • Il vecchio metodo di agopuntura viene spesso usato non solo per eliminare i sintomi del dolore, ma anche per rigenerare i tessuti e gli organi danneggiati. Grazie a questa procedura, i processi infiammatori scompaiono e i sedimenti vengono assorbiti. L'agopuntura contribuisce al rapido sollievo del dolore e ad un aumento della mobilità dei tessuti.
  • Uno specialista in vertebrologia esegue determinate manipolazioni manuali usando dispositivi che dipendono dal tipo di danno all'osso sacro. Eventi di questo tipo mirano a rimuovere le radici nervose schiacciate e le curvature nella regione sacrale, causate da lesioni o spostamento delle vertebre.
  • Il massaggiatore con l'aiuto dei movimenti del braccio direzionale aumenta il flusso di sangue verso l'area danneggiata, che aiuta ad alleviare l'infiammazione ed eliminare le tossine e altri prodotti estranei dal corpo.
  • Tutti gli esercizi fisici sono mirati allo stretching dei muscoli adiacenti all'area sacrale, che consente di alleviare il dolore. Esempi di esercizi:

    - sdraiati sulla schiena, piega le gambe e stringili con le mani, unisci il petto e fissa per qualche secondo senza sollevare la vita dal pavimento,
    - sdraiarsi sulla schiena, piegare una delle gambe e unire il petto senza perdere la vita dal pavimento e sistemarlo brevemente, ripetere con la seconda gamba,
    - mettiti in ginocchio, piega la schiena e abbassa la testa. Inalando l'addome e cedendo alla schiena, sollevando lentamente la testa e tirando indietro un po '.

  • Con l'aiuto del blocco, alleviano il dolore al posto dell'infortunio. Quindi vengono utilizzati farmaci antinfiammatori e antispastici e vengono iniettati farmaci appropriati nelle articolazioni e nei muscoli interessati attraverso una siringa sottile.
  • Medicamenti di vario tipo sono combinati con la fisioterapia. Iniezioni di farmaci fanno nella cavità intra-articolare o flebo per via endovenosa utilizzando blocchi.
  • Le onde acustiche influenzano attivamente i tessuti dei muscoli e delle ossa - le foche sono distrutte e le neoplasie sono trattate. Il metodo della terapia ad onde d'urto è efficace contro calcificazioni e depositi di sale, che ha un effetto benefico sullo stato dei tessuti.
  • Le iniezioni di acido ialuronico forniscono meccanismi protettivi - alleviare le articolazioni dalle formazioni del piano patologico e prevenirne la distruzione.
  • Il neuroadattamento avviene per mezzo di impulsi elettrici con forti infiammazioni di natura cronica ed edema tissutale. L'uso regolare della tecnica preverrà la distruzione del tessuto cartilagineo e ripristinerà la struttura nervosa.
  • L'operazione può essere prescritta per un difetto spinale, osteocondrosi, un tumore (terapia laser), ecc.

  • Alcuni interventi terapeutici possono essere molto utili in assenza o inutilità delle cure mediche. A casa, puoi provare a liberarti del dolore al sacro nei seguenti casi:

    • In gravidanza: benda di supporto, vitamine, ginnastica speciale, in rari casi anestetici.
    • Durante le mestruazioni: un massaggio speciale, ormoni.
    • In caso di lieve lesione: applicare freddo, mantenere la calma, farmaci antinfiammatori e anestetici, unguenti e supposte, terapia fisica e terapia fisica.

    Solo un medico determina il tipo di terapia efficace.

    Raccomandazioni per il dolore al sacro

    Con la comparsa di dolore al sacro, è consigliabile chiedere aiuto ai seguenti medici:

    • terapeuta (diretto allo specialista giusto),
    • neurologo (esamina lo stato dei tessuti spinali),
    • ginecologo (identifica problemi di natura cronica),
    • urologo (determina la patologia del sistema urogenitale),
    • ortopedico (cerca e tratta difetti ossei e del sistema locomotore),
    • traumatologo (stabilisce danni di vario genere).

    Per evitare la formazione di sintomi dolorosi nella sezione sacrale, dovresti seguire semplici consigli:

    • fare una diagnosi tempestiva
    • condurre il giusto stile di vita
    • fare esercizi fisici,
    • mangiare bene (minerali essenziali, vitamine, tra cui calcio (Ca) e vitamine del gruppo B),
    • fare a meno di movimenti bruschi (specialmente durante il periodo di intrattenimento),
    • se necessario, indossare un corsetto speciale (benda).

    Cause del dolore

    Il termine sacrodinia è tradotto direttamente come dolore nel sacro. La possibilità del loro aspetto è dovuta a patologie nella regione pelvica e nel tessuto muscolare circostante.

    Questo tipo di dolore non può essere considerato una malattia. Si riferiscono ai sintomi. Di tutte le cause di questi dolori, solo in rari casi è la perdita del disco che collega le vertebre, i tumori di origine maligna o vari disturbi vascolari. In altri casi, tali dolori appaiono per un altro motivo. La loro concentrazione si verifica nella regione sacrale, nei legamenti e nei muscoli delle sue guaine.

    L'insorgenza di dolore nell'osso sacro può verificarsi a seguito di alterazioni patologiche congenite o come conseguenza di vari danni meccanici.

    Dolore traumatico

    Come conseguenza di un certo tipo di lesione, il dolore può manifestarsi nella regione spinale inferiore, gli spasmi muscolari compaiono nel sacro. Per questo motivo, il paziente inizia a cercare una posizione del corpo che riduca il dolore. Le pose sono caratterizzate da una postura innaturale. A riposo, il dolore scompare e scompare dopo pochi giorni.

    Dolori articolari sacrali e lombari

    Il dolore nella regione sacrale, insieme alla sensibilità dolorosa alla schiena, è uno dei sintomi della malattia venosa, cioè la tromboflebite nella regione pelvica e iliaca.

    L'infiammazione pelvica o le interruzioni ormonali ad essa associate possono causare sensazioni dolorose simili nel sacro, nella zona lombare e sono caratterizzate da cambiamenti generali al lato peggiore della colonna vertebrale.

    La combinazione di dolore al sacro e al coccige

    Questo tipo di dolore può essere associato a patologie ossee associate a compromissione della composizione minerale del tessuto osseo - osteomalacia e osteoporosi. Queste malattie, di regola, si verificano senza sintomi particolarmente gravi e sono difficili da riconoscere.

    Le malattie associate alla trasformazione della materia ossea si verificano per lungo tempo e sono accompagnate da noiose sensazioni dolorose nel sacro e nel coccige.

    Anatomia dell'osso sacrale

    Le vertebre sacre numero 5, crescono insieme in un adulto in un osso singolo - l'osso sacro. La fusione delle vertebre sacrali avviene relativamente tardi: nel 18-25 ° anno di vita. Dopo 15 anni, inizia l'intreccio delle tre vertebre inferiori e, per 25, le due vertebre sacrali superiori. L'osso sacro negli uomini è più lungo, più stretto e più curvo che nelle donne.

    Le vertebre sacrali in un neonato non sono impiombate.

    In caso di vertebre sacrali incomplete con anomalie congenite dello sviluppo - la parte posteriore della bifida (spina bifida), sacralizzazione o lombalizzazione, si può scindere l'arco vertebrale con la formazione di meningocele o meningomielocele. Le superfici laterali del sacro hanno superfici articolari della forma a forma di orecchio (articolazioni a forma di orecchio), mediante le quali il sacro si articola con le stesse superfici delle ossa iliache.

    L'articolazione sacro-iliaca è un'articolazione sedentaria, che i medici chiamano spesso l'articolazione sacroiliaca.

    L'infiammazione dell'articolazione sacroiliaca (sacroileite) nella fase acuta causa dolore all'osso sacro (sacropenia).

    Dolore al sacro (Sacrodinia)

    hieralgia - questo è dolore all'osso sacro. Questo dolore al sacro può verificarsi con osteocondrosi della colonna vertebrale lombosacrale, spondilolistesi (instabilità spinale con spostamento dei corpi vertebrali), con sviluppo anomalo della colonna vertebrale lombo-sacrale - sacralizzazione, lombalgia, non contrazione delle vertebre (schiena bifida spina bifida).

    Inoltre, l'infiammazione del tessuto circolatorio (parametrite), l'indurimento dei legamenti sacro-uterini e altri processi patologici nelle aree adiacenti degli organi pelvici possono portare a dolore al sacro (sacropenia). Dolore frequente al sacro (Sacrodia) anche dopo manipolazioni e operazioni ginecologiche.
    I dolori sono aggravati dalla seduta, dall'aumento rapido, dalla piegatura in avanti del corpo, dal sollevamento pesi. Il dolore può anche essere dato alla parte bassa della schiena e al sacro allo stesso tempo.

    Le malattie ginecologiche degli organi pelvici nelle donne possono dare dolore all'osso sacro.

    Perché lo fa

    La sacro-sinia può essere una manifestazione della sconfitta di molti sistemi corporei. Questi includono:

    I nostri lettori raccomandano

    Per la prevenzione e il trattamento delle malattie delle articolazioni, il nostro lettore abituale applica il metodo sempre più popolare di trattamento SECONDARIO raccomandato dai principali ortopedici tedeschi e israeliani. Dopo averlo attentamente esaminato, abbiamo deciso di offrirlo alla vostra attenzione.

    • la colonna vertebrale,
    • tessuto muscolare
    • grasso sottocutaneo,
    • sistema nervoso, midollo spinale,
    • rene
    • utero, ovaie,
    • peritoneo pelvico.

    In alcuni casi, sono assenti altri sintomi oltre al dolore al sacro. Le malattie che possono caratterizzare Sacrodinia, possono essere diverse. Assegna questo:

    • osteocondrosi della colonna vertebrale lombosacrale,
    • spostamento dei corpi vertebrali e lo sviluppo della sua posizione instabile - spondilolistesi,
    • spondiloartrosi, spondilite,
    • coxartrosi,
    • scoliosi lombare,
    • lesioni alla natica
    • danno muscolare o infiammazione in esso,
    • malformazioni della colonna vertebrale e del tessuto osseo,
    • sviluppo anormale del tessuto nervoso o del midollo spinale,
    • processi infiammatori nel midollo spinale - mielite,
    • neurite, sciatica, neuromialgia,
    • compressione meccanica delle radici del midollo spinale e dei tronchi nervosi,
    • La sacrodina può essere di natura psicosomatica - con isteria, depressione, nevrastenia,
    • anomalie congenite degli organi genitali (utero "da bambini", curvatura dell'utero, aplasia, raddoppiamento del corpo dell'utero, utero monocorona o bicipite, ecc.),
    • tumori degli organi genitali - cistoma dell'ovaio, fibroma dell'utero, cancro della cervice uterina, utero o ovaie, tumori della ghiandola prostatica, ecc.,

    Chi dovrei contattare

    Se hai dolore al sacro, che ha una natura permanente o ricorrente, dovresti consultare un medico. Prima di tutto, ti rivolgi al tuo GP locale. Conduce un sondaggio costituito da un sondaggio, un'anamnesi e un esame fisico. Sulla base dei reclami ricevuti, il medico determina quale trattamento prescrivere o quale specialista inviare per un ulteriore esame.

    Consultazione di quali specialisti potrebbero aver bisogno (a seconda della presunta malattia):

    • traumatologo,
    • chirurgo
    • reumatologo,
    • oncologo,
    • ginecologo o urologo,
    • neurologo,
    • uno psicologo.

    Spesso di fronte al problema del dolore alla schiena o alle articolazioni?

    • Hai uno stile di vita sedentario?
    • Non puoi vantarti della postura regale e cercare di nascondere la sua curva sotto i vestiti?
    • Ti sembra che questo presto passi da solo, ma il dolore si intensifica solo.
    • Molti modi provato, ma nulla aiuta.
    • E ora sei pronto per approfittare di ogni opportunità che ti darà una sensazione di benessere tanto attesa!

    Dolore da spostamento osseo

    Quando vengono spostati sul lato destro, i cambiamenti nelle funzioni si verificano nell'area della regione sacrale destra e iliaca. Il paziente sperimenta un dolore significativo nel sacro e nella gamba destra, dove si verificano disturbi circolatori. Allo stesso tempo, le condizioni generali del paziente possono deteriorarsi, il sistema gastrointestinale funzionerà, il paziente perderà peso. Per le donne arriva la minaccia di malattie nel campo della ginecologia.

    Con lo spostamento delle ossa a sinistra e un cambiamento nel funzionamento dell'articolazione sinistra del sacro e della regione iliaca, si avverte dolore nell'osso sacro e nell'estremità inferiore sinistra. Con tali cambiamenti, il paziente è spesso sovrappeso, soffre spesso di raffreddore, c'è il rischio di sviluppare malattie cardiache e polmonari

    ginecologia

    Il dolore sacrale può significare i sintomi di alcune malattie ginecologiche:

    • Parametritis posteriore in forma cronica. È caratterizzato dalla corrugazione del materiale legamentoso direttamente vicino al retto. Con l'aumentare del dolore fisico i sintomi diventano più pronunciati.
    • L'endometriosi è esterna, si manifesta nell'area della cervice nella parte posteriore e colpisce i legamenti adiacenti. I dolori sono ciclici e più pronunciati durante le mestruazioni.
    • Durante le mestruazioni, il dolore al sacro è molto simile alla colica. Si estendono anche alle gambe. La ragione è il problema dei legamenti intorno all'utero.
    • Quando si trasporta un bambino, una certa posizione può provocare una pressione sul sacro e, quando il feto viene capovolto, causare dolore.

    Patologia nella colonna vertebrale

    Il dolore non è costante, localizzato nelle aree del sacro e della zona lombare. Appaiono alla tensione fisica della parte vertebrale, quando si piega, o in vari giri goffi del corpo.

    Se la causa principale del dolore diventa un tumore, inizialmente il paziente non è in grado di collegarlo a particolari circostanze. Il dolore appare senza motivo apparente, la natura della sua manifestazione è dolorante, non si placa in uno stato statico, a volte diventa più forte di notte.

    Causato da malattie infettive

    Il dolore ha gravità acuta o costante. Non si indebolisce in una posizione statica e può diventare più pronunciato con movimenti incuranti. È provocato da malattie infettive del sacro o dalla sua distruzione da batteri in decomposizione o stafilococco. Tali cambiamenti patologici sono difficili da diagnosticare.

    Chi chiedere aiuto

    Se compaiono dolori al sacro, è necessario condurre studi completi nel campo dell'urologia, della ginecologia, della neurologia e dell'ortopedia. La condizione della colonna vertebrale viene esaminata usando i raggi X.

    I medici che dovrebbero essere consultati in caso di dolore alla colonna vertebrale, al sacro, alla zona lombare sono ginecologi, urologi, neurologi, traumatologi, ortopedici.

    Eventi medici

    Il trattamento della sacropenia inizia con la malattia di base, che viene diagnosticata ed è la causa principale del dolore.

    Se il paziente sta vivendo un dolore significativo, i farmaci vengono utilizzati un numero di analgesici, producendo il blocco per iniezione. Fisioterapia, procedure manuali, agopuntura, terapia fisica aiuta a eliminare l'edema e ripristinare l'attività motoria.

    Un corsetto semirigido viene utilizzato per limitare l'ampiezza del movimento e supportare la cintura muscolare. Viene selezionato in dimensioni e usato ripetutamente quando appaiono sensazioni dolorose. Il corsetto può essere indossato a lungo e applicato in modo indipendente secondo la raccomandazione di uno specialista.

    Con l'apparenza del dolore sacrale, prima di tutto, dovresti contattare gli specialisti e scoprire la causa principale. Il trattamento della sacropenia è direttamente correlato a misure terapeutiche per eliminare la malattia di base. Farmaci e terapia, prescritti da un medico per eliminare l'edema e ripristinare la libertà di movimento, aiuteranno ad alleviare il dolore.

    Trattamento del dolore al sacro (Sacrodia)

    Il trattamento della sacropenia è simile a quello dell'osteocondrosi della colonna lombosacrale in caso di esclusione della patologia ginecologica da parte degli organi pelvici.

    A seconda della gravità delle manifestazioni e delle cause del dolore al sacro con la sacrossia, il paziente può avere le seguenti azioni terapeutiche:

    • terapia farmacologica (FANS, analgesici, ormoni)
    • blocco - iniezioni di farmaci nella cavità dell'articolazione sacroiliaca (articolazione), nel canale spinale, nei punti trigger nei muscoli
    • terapia manuale (tecnica muscolare, articolare e radicolare)
    • fisioterapia (UHF, SMT, ecc.)
    • esercizi terapeutici
    • agopuntura

    Nel trattamento del dolore al sacro con la sakrodynia, l'eliminazione di gonfiore, infiammazione, dolore, ripristino del range di movimento nei muscoli dei lombi e dei glutei viene accelerata usando la terapia fisica.

    Indossare un corsetto lombosacrale semi-rigido aiuta a limitare la quantità di movimento nella colonna lombare. Questo aiuta a ridurre il dolore nell'area di infiammazione del sacro con la sacrionia e ad alleviare l'eccessiva tensione protettiva e lo spasmo dei muscoli della schiena e dei glutei.

    Indossare il corsetto sacroiliaco aiuta nel trattamento del dolore al sacro (sacrusa) e all'artrosi dell'articolazione sacroiliaca (articolazione).

    In un tale corsetto, il paziente può muoversi autonomamente a casa e per strada, sedersi in macchina e sul posto di lavoro. La necessità di indossare un corsetto scompare non appena il dolore passa nel sacro con Sacrodia.

    Esistono diversi tipi di corsetti semirigidi lombosacrali. Tutti loro sono selezionati in termini di dimensioni e possono essere usati ripetutamente in caso di recidiva di dolore al sacro con sacropia.

    Una variante del corsetto lombosacrale semi-rigido, che aiuta nel trattamento del dolore al sacro con la sacrossia.

    Guarda il video: Dolore all'Osso Sacro, a Cosa è Dovuto e i Rimedi più Efficaci (Marzo 2020).

    Loading...