Le ernie sono classificate in base al fattore eziologico e alla posizione della protrusione. Le ernie addominali o addominali sono abbastanza comuni tra i neonati e gli adulti con disturbi interni acquisiti e disturbi muscolari. Sporgenza dell'addome - ernia femorale e inguinale, nella parte superiore - epigastrica e difetti dell'apertura diaframmatica. La malattia è una protrusione degli organi interni dell'addome attraverso aree muscolari deboli sotto la pelle o in altre cavità, pertanto vengono rilasciate ernie esterne ed interne. Le sporgenze esterne costituiscono la maggior parte dei casi: il 75% e solo il 25% sono difetti interni. Oggi ci sono molte opzioni per classificazioni: anatomico, clinico, eziologico, e non molto tempo fa ci fu una classificazione endoscopica di ernie addominali.

La sistematizzazione stabilita divide le sporgenze addominali in base all'origine, alla presenza di complicanze, al decorso clinico, alla possibilità di suscettibilità dell'organo, sul luogo.

Classificazione anatomica

La classificazione, a seconda della posizione anatomica, divide l'ernia della parte superiore, sul lato destro, a sinistra e nella parte inferiore della parete addominale. Tali ernie possono essere sia esterne che interne. L'ernia epigastrica della parte superiore si trova sia interna che esterna: l'ombelicale si manifesta sempre esternamente, l'ernia inguinale e femorale nell'addome inferiore viene anche chiamata protuberanza esterna.

Anatomicamente, le ernie addominali interne ed esterne sono:

  • inguinale e femorale
  • ombelicale,
  • linea spigel,
  • linea bianca dell'addome,
  • sciatico e perineale,
  • esofagea-diaframmatica.

La frequenza del primo posto è la protrusione della parte superiore - il difetto diaframmatico, così come l'ernia ombelicale. Raramente diagnosticata ernia laterale sul lato sinistro o destro dell'addome.

A seconda del motivo

Etiologicamente, le protrusioni sono divise in congenite e acquisite e possono verificarsi nella parte superiore del peritoneo, a destra oa sinistra, per fluire sia internamente che esternamente. Tra i difetti congeniti, la protrusione ombelicale e l'inguinale sono più comuni. Separatamente, i difetti postoperatori si verificano nella parte in cui è stato eseguito l'intervento chirurgico.

La malattia acquisita si manifesta sullo sfondo dei seguenti fattori:

  1. Fattore traumatico: la rottura dei muscoli della parete addominale o danni al muscolo e al tessuto connettivo del diaframma può causare la comparsa di patologia nella porzione epigastrica superiore. La debolezza dei muscoli del canale inguinale in uomini o donne dopo aver subito un infortunio si conclude con una protrusione a sinistra o sul lato destro dell'inguine,
  2. Malattie interne e patologie muscolari: alcune malattie congenite sono accompagnate da una chiusura incompleta dell'anello ombelicale, debolezza muscolare, incluso il diaframma, che porta alla formazione di un difetto nell'addome sinistro o destro,
  3. Alta pressione intrauterina: si osserva con una varietà di malattie sistemiche e durante la gravidanza. Gli organi interni non sopportano la pressione e penetrano attraverso l'apertura diaframmatica, formando così una sporgenza della parte superiore della parete addominale.

Separatamente, emettono ernie esterne giganti dell'addome, che possono raggiungere diverse decine di centimetri, che è spesso associato a ignorare la malattia e alla paura di contattare uno specialista.

Ernia in un bambino

La comparsa di protuberanze erniali della parete addominale anteriore, specialmente nell'inguine e nella regione ombelicale, è la più caratteristica dei bambini.

Un'ernia inguinale in un bambino può svilupparsi sia nell'infanzia che nell'adolescenza, tuttavia l'incidenza di picco si verifica in età prescolare e in età precoce, nell'80-90% dei casi che si verificano nei ragazzi.

Secondo le statistiche, circa il 3% dei bambini sani a tempo pieno può nascere con un'ernia inguinale, ogni terzo dei quali durante l'infanzia o l'infanzia si sviluppa nei primi sei mesi di vita. Nei bambini prematuri, il rischio di protrusioni erniali è aumentato del 30% o più. E, di regola, solo con il 10% di tutti i casi di formazione di ernia in un bambino, i familiari soffrono della stessa patologia.

C'è una tendenza alla localizzazione prevalentemente a destra del processo, che si correla nelle seguenti proporzioni:

  • Lato destro - 60%,
  • Lato sinistro - 25%,
  • Bilaterale - 15.

La maggiore prevalenza di ernia inguinale nei ragazzi è dovuta alla discesa dei testicoli dalla cavità addominale, dove sono normalmente fino a 7 mesi di gestazione, dopodiché migrano allo scroto. Mentre passano lungo la parete addominale, escono dalla cavità addominale attraverso il canale inguinale. Dopo aver raggiunto l'obiettivo finale, si verifica l'obliterazione del processo vaginale formato del peritoneo.

Un'ernia in un bambino sembra un rigonfiamento o gonfiore all'inguine. Nei ragazzi, la protrusione causata dall'ernia può essere confusa con un tumore localizzato nello scroto.

Nella maggior parte dei casi, il rigonfiamento si osserva solo durante il pianto o la tensione. Per questo motivo, i genitori possono presumere che il suo aspetto abbia causato pianto, sebbene non sia affatto così.

Un'ernia inguinale in un bambino è soggetta a violazioni - una complicazione che fa sì che i vasi che sono responsabili di nutrire gli organi che sono entrati nella sacca erniaria causino un cross-clamp, causando cambiamenti necrotici.

A causa della diffusa insorgenza di questa complicanza, la maggior parte degli esperti raccomandano l'intervento chirurgico per stabilire il fatto di un'ernia (inguinale o ombelicale).

In caso di una condizione acuta, il bambino deve essere ricoverato in ospedale in un istituto specializzato, dove prende misure per alleviare il dolore e ottenere un effetto sedativo.

In futuro, il medico sta cercando di valutare se l'infrazione si è verificata o meno. Se la protrusione erniaria non funziona e vi sono segni di violazione, è necessario eseguire un'operazione urgente per svuotare il contenuto del sacco erniario. L'urgenza dell'operazione è dovuta all'ischemia intestinale, che si sviluppa quando i vasi del mesentere vengono bloccati nell'area dell'anello erniario, che può causare la necrosi della parete intestinale.

Se la protrusione erniaria viene ripristinata senza problemi, è comunque necessario eseguire l'operazione, poiché ciò può prevenire conseguenze negative.

Il metodo principale di anestesia per il trattamento chirurgico delle ernie in un bambino è l'anestesia generale.

Una caratteristica del trattamento dell'ernia nei bambini e nei neonati è l'assenza della necessità di rafforzare i punti deboli della parete addominale. Pertanto, per un esito positivo dell'operazione, vi è una sutura sufficientemente a tenaglia o annodata collocata nella regione dell'anello inguinale interno (all'ingresso del processo del peritoneo). Ora questa operazione viene solitamente eseguita per via laparoscopica.

L'ernia ombelicale si verifica in quasi ogni quinto bambino, essendo una delle condizioni chirurgiche più comuni.

La prematura, la sindrome di Down e la predisposizione familiare predispongono all'ernia ombelicale.

Le ernie ombelicali in un bambino sono manifestate da un'elevazione nell'ombelico, la cui dimensione può variare da un pisello a un susino. Di norma, questo tipo di ernia non è accompagnato dal dolore e si osserva meglio con il pianto o la tensione.

Secondo l'opinione generalmente accettata, la maggior parte delle ernie ombelicali pediatriche di solito si chiudono da sole, senza intervento chirurgico.In circa l'80-90% dei casi, le ernie ombelicali passano di 3 anni, ma per le grandi dimensioni questo periodo può arrivare fino a 11 anni.

L'ernia ombelicale che si verifica durante la pubertà, di norma, non è in grado di chiudersi spontaneamente.

L'operazione per le ernie ombelicali nei bambini è raramente eseguita, a causa del basso rischio di possibili complicanze.

Varietà della malattia

L'ernia può essere congenita e acquisita. Congenito si sviluppa durante l'infanzia, a causa di anomalie dello sviluppo. Per quanto riguarda l'acquisizione, il loro sviluppo è dovuto a un aumento dello sforzo fisico o alla debolezza della parete anteriore del peritoneo.

Sulla posizione allocare sporgenze esterne e interne. Localizzazione dell'esterno: inguinale (sporgenze oblique dirette), parete addominale anteriore (ombelicale, laterale, epigastrica, ernia sopralubolare), regione pelvica, lombare. Per quanto riguarda le ernie interne, possono essere intra-addominali e diaframmatiche.

Informazioni utili nell'articolo "Rimedi popolari per l'ernia ombelicale". La terapia può essere effettuata indipendentemente, ma previa consultazione con il medico.

Secondo il decorso clinico della patologia sono complicate, non complicate e ricorrenti. Non complicato, come già detto, non richiedono un intervento chirurgico, possono essere messi da parte. Ernia complicata a causa di vari fattori: la violazione, l'ostruzione intestinale, la suppurazione o l'infiammazione, non sarà possibile correggere.

Ernia negli adulti

Nella maggior parte dei casi, l'ernia negli adulti viene acquisita. In età giovane e matura, le ernie addominali esterne e interne sono più prevalenti, e in rari casi si osservano anche le ernie muscolari.

Tra le donne e gli uomini, le ernie inguinali indirette sono più comuni (50% delle ernie addominali). In secondo luogo sono l'ernia inguinale diretta, che rappresenta un quarto di tutte le ernie addominali.

L'intervento estensivo sulla cavità addominale, che inizia con un'incisione estesa, specialmente nella proiezione di punti deboli, e accompagnato dall'intersezione delle fibre muscolari, aumenta significativamente il rischio di formazione di protuberanze erniali postoperatorie.

Ernia negli uomini

Secondo le statistiche, le ernie negli uomini si verificano 5 volte più spesso rispetto alle donne. Ci sono alcuni prerequisiti per questo. Quindi, un grande effetto sull'alta prevalenza dell'ernia inguinale obliqua negli uomini ha una discesa intrauterina del testicolo nello scroto, che è un prerequisito naturale per la comparsa di un decorso patologico, che in seguito può portare agli organi addominali.

Negli uomini, l'ernia della linea bianca dell'addome può essere osservata all'età di 20-30 anni ed è associata a sovraccarico fisico sullo sfondo della debolezza congenita o acquisita del tessuto connettivo.

Negli uomini, vivendo un enorme sforzo fisico, quando si sollevano pesi, ci sono dischi intervertebrali erniati. La causa diretta dell'ernia vertebrale è il danneggiamento degli anelli fibrosi dei dischi intervertebrali.

L'ernia muscolare negli uomini nella maggior parte dei casi è causata da un trauma ed è molto rara. La sua presenza è possibile a causa della presenza di un caso fasciale rigido, il cui difetto porta a una sporgenza della massa muscolare nella direzione di minor resistenza. Nella maggior parte dei casi, le persone coinvolte nello sport soffrono di questo problema.

Ernia nelle donne

I tipi più comuni di ernia della parete addominale anteriore nelle donne sono il femorale e il cordone ombelicale. L'ernia femorale negli uomini è meno comune che nelle donne. Il canale femorale è normalmente assente, formando solo quando si forma un ciclo erniario. La predominanza di questa patologia tra la popolazione femminile è associata a una maggiore ampiezza della pelvi, che aumenta le dimensioni dei luoghi in cui è possibile l'ernia femorale.

Un tale evento nella vita di una donna come parto ha una forte influenza sulla formazione dell'ernia.Ciò è dovuto non solo allo stiramento della parete addominale anteriore sotto l'influenza di un utero allargato, ma anche ad un tremendo aumento della pressione intra-addominale durante il travaglio in modo naturale. Il tipo più frequente di ernia che si verifica durante il parto, è considerato l'ombelicale.

Ernia negli anziani

I cambiamenti legati all'età nel tessuto connettivo influenzano le sue caratteristiche come la forza e l'elasticità. Questo aumenta significativamente la suscettibilità delle persone anziane alla comparsa di ernie, nonché a un'alta frequenza di recidive dopo il loro trattamento chirurgico. Le ernie del GJ sono più comuni nella vecchiaia. Una caratteristica importante del quadro clinico dell'ernia negli anziani è il loro carattere lungo e familiare. Le persone si abituano a loro e per molto tempo non chiedono aiuto, e quindi, quando vanno in un istituto specializzato, spesso identificano i segni di violazione.

L'ernia intervertebrale ha un impatto significativo sulla qualità della vita nella vecchiaia, che si formano nella maggior parte dei casi in combinazione con l'osteocondrosi, i cui primi cambiamenti si osservano già nell'età adulta, ma le sue complicanze più gravi di solito cadono in età avanzata.

Sintomi di ernia addominale

Ci sono ernia addominale esterna e interna. Di norma, un esame esterno è di solito sufficiente per diagnosticare un'ernia esterna, mentre un'ernia interna richiede un esame più approfondito.

Nelle ernie esterne, i sintomi variano ampiamente e dipendono dalla sua forma (retratta, non gestita e strangolata).

Per comprendere la forma dell'ernia, il medico verifica il sintomo di uno "shock di tosse", che si manifesta con la pulsazione del sacco dell'ernia quando il paziente tossisce. A violazione la pulsazione non è osservata.

Con la sostituzione delle ernie addominali, indipendentemente dal luogo, i sintomi sono quasi gli stessi. Di regola, nei luoghi tipici o nel luogo di un precedente intervento chirurgico, si osserva un rigonfiamento simile a un tumore con un contorno arrotondato, consistenza strettamente elastica. Reclami di dolore nelle sporgenze erniali nelle fasi iniziali del processo di solito non accade.

Uno dei sintomi principali dell'ernia riducibile è la loro capacità di apparire spontaneamente durante la tensione, la tosse o la risata e una significativa diminuzione della posizione orizzontale.

Con un'ernia irriducibile, i sintomi cambiano leggermente, poiché è la fase successiva del processo patologico. La dinamica negativa può essere giudicata dall'apparizione di dolori tiranti precedentemente assenti nell'area dell'ernia, che sono capaci di irradiazione. La protrusione erniaria è fissa, la consistenza è elastica.

A differenza dell'ernia addominale riducibile, con una sporgenza non riducibile non scompare quando la posizione del corpo cambia o aumenta la pressione nella cavità addominale. Ci può essere una diminuzione dell'ernia, ma la completa scomparsa del rigonfiamento non si verifica, a causa della quale l'esame della porta dell'ernia è difficile.

Il pizzicamento di un'ernia porta a una condizione pericolosa che mette in pericolo la vita, che si manifesta con intossicazione, disturbi elettrolitici, un pattern di disidratazione, insufficienza cardiovascolare acuta ed è accompagnata da un alto rischio di peritonite. Per l'ernia contenuta è caratterizzata dalla presenza di dolore acuto nella zona della sua localizzazione, aggravata da un forte sforzo fisico e non calare a riposo. Dopo la necrosi della parete intestinale, il dolore può in qualche modo ridursi. Il paziente è irrequieto, pallido. L'ernia è fissa, la consistenza densa, tesa. Con un sintomo di uno shock per la tosse, non si ha pulsazione quando si tossisce.

La percussione dell'ernia addominale esterna, in alcuni casi, può aiutare a determinare la natura dei suoi contenuti. Dunque, se dentro la borsa hernial c'è un intestino pieno di aria, allora è determinato un timpanit.Se il contenuto dell'ernia è rappresentato da un grande volume di "acqua erniaria", una parte della vescica, o un epiploon strozzato, allora si nota l'ottusità.

Per le ernie interne, è richiesto un esame più complicato rispetto a quelle esterne, il che può essere spiegato dalla minore disponibilità di ernie per l'ispezione visiva. La presenza di ernie interne è causata dallo spostamento degli organi o delle loro parti oltre i limiti della loro normale localizzazione nelle tasche della cavità addominale, così come da fori fisiologici, che rendono difficile la loro valutazione durante un esame esterno.

Per le ernie interne, i sintomi non sono specifici. Di solito sono crampi in natura e sono accompagnati da una rottura nell'epigastrio. Le caratteristiche del dolore possono variare ampiamente ed essere kolikoobraznymi, noioso, crampi, convulso, insopportabile. La particolarità del dolore in caso di ernie interne è la possibilità del loro sollievo quando la posizione del corpo cambia.

Di solito, la comparsa di ernie interne è accompagnata da disturbi della motilità intestinale (costipazione, eruttazione, nausea, vomito e momenti di aumento della peristalsi).

Quando l'ernia è strangolata, i sintomi dipendono significativamente dal livello dell'ostruzione. Secondo il meccanismo di sviluppo, l'ostruzione intestinale è divisa in strangolativa (a causa della compressione dell'intestino) e ostruttiva (a causa di ostacoli meccanici alla promozione del cibo).

Le ernie interne possono essere accompagnate da processi adesivi negli organi addominali, che manifesteranno segni di ostruzione intestinale cronica.

I sintomi di ernia spinale

I sintomi di un'ernia sono determinati dalla sezione spinale in cui è stata formata, dalla sua direzione rispetto alla colonna vertebrale, dalla dimensione e dal grado di abbandono del processo.

Nelle fasi iniziali, la comparsa di dolori a breve termine nel processo patologico, che possono non essere osservati per lungo tempo, è caratteristica.

Ci sono tipi di ernia, a seconda della direzione in cui si formano:

  • ventrale,
  • mediale,
  • paramediana,
  • laterali,
  • foraminale.

I tipi più favorevoli di ernia nel piano prognostico sono ventrale, perché la loro formazione non porta alla compressione di vasi o nervi che si avvicinano.

Inoltre, le ernie laterali sono considerate favorevoli se compaiono nelle regioni toracica o lombare. Tuttavia, l'aspetto di questo tipo di ernia nella regione cervicale è irto di pizzicotti di nervi o arterie vertebrali.

L'ernia foraminale (dalla parola forame) può causare la compressione dei nervi spinali che attraversano i fori intervertebrali.

La formazione di protrusioni del disco mediale e paramediale provoca la compressione del midollo spinale, che è accompagnato da una varietà di sintomi, a seconda di quale dei percorsi o delle radici spinali sono interessati.

Con il progredire della malattia, i dolori diventano più lunghi e più intensi.

In futuro, la compressione dell'ernia dei nervi o dei vasi è accompagnata dall'acquisizione di un senso di intorpidimento delle dita, degli arti. I dolori diventano prolungati, doloranti in natura.

Nelle fasi successive, una compressione prolungata porta ad una completa perdita delle funzioni dei nervi da esse affetti, che si manifesta con paresi, paralisi e perdita di sensibilità nell'area di innervazione. Tuttavia, in alcuni casi, i sintomi di ernia della colonna vertebrale assomigliano ad altre malattie, manifestando vertigini, emicrania, minzione compromessa e sistema digestivo.

Con ernie di localizzazione cervicale, i seguenti sintomi sono stati osservati nei pazienti:

  • dolore al collo, che si irradia alla regione occipitale, viso, arti superiori,
  • paresi delle mani e sensibilità alterata
  • dolore al collo con movimenti della testa,
  • sensazione di formicolio
  • mal di testa che si estende dal collo verso le aree parietali e temporali,
  • lamentele di vertigini,
  • stati sincopali con movimenti bruschi della testa,
  • tinnito.

Sintomi di ernia vertebrale nel petto:

  • dolore alle costole o dietro lo sterno, nell'epigastrio e nell'ombelico,
  • sensazione di bruciore a livello delle scapole, dolore alla spalla,
  • debolezza muscolare negli arti inferiori,
  • disturbi del funzionamento dell'intestino e della vescica.

L'ernia vertebrale nella regione lombare appare:

  • Mal di schiena
  • Reclami di dolore nell'arto inferiore,
  • Arresto intorpidimento
  • Debolezza dei muscoli degli arti inferiori,
  • Disfunzione della vescica e dell'intestino durante la compressione della coda del cavallo.

Sintomi di ernia muscolare

L'ernia muscolare è caratterizzata dalla presenza di una elevazione a cupola nella zona della sua localizzazione, elastica con uno stato rilassato dei muscoli e densa con la loro tensione.

Anche caratterizzato dalla presenza di dolore, una caratteristica di cui è la localizzazione del dolore muscolare, non solo nel luogo del difetto, ma anche intorno ad esso.

Un aumento dei sintomi si verifica durante l'esercizio e si manifesta:

  • gonfiore dei tessuti nella posizione della protrusione erniaria,
  • limitazione dei movimenti degli arti a causa di dolore acuto e spasmo del muscolo danneggiato,
  • intorpidimento e formicolio nella zona interessata a causa della compressione del plesso nervoso.

Ernia muscolare

Normalmente, i muscoli sono avvolti in fasce - film forti di tessuto connettivo che formano un caso particolare. Quando appaiono punti deboli nella fascia, il successivo cambiamento nella lunghezza o larghezza dei muscoli localizzati più in profondità è accompagnato dal rilascio di tessuto muscolare oltre i limiti del caso.

La localizzazione più caratteristica in:

  • muscoli delle braccia
  • muscoli delle gambe,
  • muscoli nella parte bassa della schiena.

A seconda delle cause dell'evento, le formazioni erniali sono suddivise in acquisite e congenite.

Cause della protrusione muscolare acquisita:

  • rotture causate dallo sforzo fisico
  • operazioni che violano l'integrità delle fasce,
  • lesioni.

L'influenza dei fattori congeniti risiede nell'assottigliamento ereditario della fascia dei muscoli, che aumenta la probabilità di formazione di ernia anche con influenze esterne minori.

Ernia spinale

Esistono ernie vertebrali primarie e secondarie.

L'insorgenza di ernie primarie è dovuta a un forte sforzo fisico o lesioni a una colonna vertebrale sana, mentre la comparsa di ernie secondarie è associata alla degenerazione dei dischi intervertebrali.

La differenza nel carico e il grado di mobilità della colonna vertebrale influenza la frequenza delle lesioni spinali a un livello o un altro.

Nella maggior parte dei casi, un disco erniato si verifica sullo sfondo di cambiamenti degenerativi. Una manifestazione del loro esordio è il gonfiore del nucleo pulpare, dopo di che diminuisce. In futuro, il disco si appiattisce, accompagnato da una sporgenza dell'anello fibroso. L'aspetto delle rotture contribuisce all'uscita del nucleo polposo oltre il disco intervertebrale.

Tuttavia, l'ernia del disco può apparire senza modifiche precedenti, quando una distribuzione non uniforme del carico porta a fratture dell'anello fibroso che, con carichi ripetuti, predispone all'uscita del nucleo polposo attraverso di esse.

L'ernia del disco contribuisce a modificare le articolazioni intervertebrali, che è associata a una distribuzione non uniforme del carico su di esse, così come un deprezzamento svalutato.

A seconda della localizzazione del processo patologico, ci sono:

  • Ernia della localizzazione cervicale,
  • Ernia a livello del torace
  • Ernia della colonna lombare,

Ernia della colonna vertebrale toracica

L'ernia spinale nel torace si trova nel 31% di tutti i casi della malattia. Un evento più raro, confrontato con l'ernia della colonna lombare, è associato a un carico inferiore e alla mobilità nel torace. A questo punto, di solito si presentano come risultato di forti carichi assiali con dischi intervertebrali non modificati, e con carichi minori sullo sfondo dei loro cambiamenti patologici.

Ðåäêèå âèäû ãðûæ æèâîòà,

Ãðûæè ìå÷åâèäíîãî îòðîñòêàîáðàçóþòñÿ ïðè íàëè÷èè äåôåêòà â íåì. ×å­ðåç îòâåðñòèå â ìå÷åâèäíîì îòðîñòêå ìîãóò âûïÿ÷èâàòüñÿ êàê ïðåäáðþøèí-íàÿ ëèïîìà, òàê è èñòèííûå ãðûæè. Äèàãíîç ñòàâÿò íà îñíîâàíèè îáíàðó­æåííîãî óïëîòíåíèÿ â îáëàñòè ìå÷åâèäíîãî îòðîñòêà, íàëè÷èÿ äåôåêòà â íåì è äàííûõ ðåíòãåíîãðàôèè ìå÷åâèäíîãî îòðîñòêà.

Ëå÷åíèå. Ðåçåöèðóþò ìå÷åâèäíûé îòðîñòîê, ñøèâàþò êðàÿ âëàãàëèù ïðÿ­ìûõ ìûøö æèâîòà.

Áîêîâàÿ ãðûæà (ãðûæà ïîëóëóííîé ëèíèè)âûõîäèò ÷åðåç äåôåêò â òîé ÷àñòè àïîíåâðîçà áðþøíîé ñòåíêè, êîòîðàÿ ðàñïîëàãàåòñÿ ìåæäó ïîëóëóí­íîé (ñïèãåëèåâîé) ëèíèåé (ãðàíèöà ìåæäó ìûøå÷íîé è ñóõîæèëüíîé ÷à­ñòüþ ïîïåðå÷íîé ìûøöû æèâîòà) è íàðóæíûì êðàåì ïðÿìîé ìûøöû. Ãðû­æà ïðîõîäèò ÷åðåç àïîíåâðîçû ïîïåðå÷íîé è âíóòðåííåé êîñîé ìûøö æè­âîòà è ðàñïîëàãàåòñÿ ïîä àïîíåâðîçîì íàðóæíîé êîñîé ìûøöû æèâîòà â âè­äå èíòåðñòèöèàëüíîé ãðûæè (ìåæäó ìûøöàìè áðþøíîé ñòåíêè). ×àñòî îñ­ëîæíÿåòñÿ óùåìëåíèåì. Äèàãíîñòèêà òðóäíà, ñëåäóåò äèôôåðåíöèðîâàòü îò îïóõîëåé è çàáîëåâàíèé âíóòðåííèõ îðãàíîâ.

Ïîÿñíè÷íûå ãðûæèIn futuroÌåñòàìè eo âûõîäà ÿâëÿþòñÿ âåðõíèé E íèæíèé ïîÿñíè ÷ IUa òðåóãîëüíèêè ìåæäó XII ðåáðîì E ãðåáåøêîì ïîäâçäîøíîé êîñòè II ëàòåðàëüíîìó êðàþ øèðî ÷ àéøåé ìûøöû ñïèíû (m. Dorsi Latis-simus). Mantieni le tue mani libere e hai un sacco di soldi sul tuo computer. COME PRENDERE UNA CONFERMA E COMPOSIZIONE AMICHEVOLE.

| Ëå÷åíèå. Ãðûæåâûå âîðîòà ïðè îïåðàöèè çàêðûâàþò ïîÿñíè÷íîé ôàñöè­åé ñâåðõó èëè ÿãîäè÷íîé ôàñöèåé ñíèçó.

Çàïèðàòåëüíàÿ ãðûæà(Ãðûæà çàïèðàòåëûþãî îòâåðñòèÿ) âûõîäèò âìåñòå ñ ñîñóäèñòî-íåðâíûì IO ÷ EII (vasa obturatoria, n. Obturatorius) ÷ ADAC çàïèðà-òåëüíîå îòâåðñòèå IIA ãðåáåøêîâîé ìûøöåé (m. Pectineus) is ïîÿâëÿåòñÿ IA âíóòðåííåé ïîâåðõíîñòè âåðõíåé ÷ Anoe áåäðà. Termini di riferimento ai fini del rispetto dei requisiti del controllo interno. Questa è la pagina principale della pagina principale del sistema, la seconda volta per la parte principale del sistema.

 âåðõíåé ÷àñòè áåäðà ïîÿâëÿþòñÿ íåçíà÷èòåëüíîå âûïÿ÷èâàíèå, ñèëü­íûå áîëè, ïàðåñòåçèè, óñèëèâàþùèåñÿ ïðè îòâåäåíèè èëè ðîòàöèè áåäðà. Íåðåäêî äèàãíîç óñòàíàâëèâàþò òîëüêî ïðè óùåìëåíèè ãðûæè è ðàçâèòèè êèøå÷íîé íåïðîõîäèìîñòè.

Ëå÷åíèå. Êàê ïðàâèëî, ïðîèçâîäÿò ëàïàðîòîìèþ. Ãðûæåâûå âîðîòà ñëå­äóåò èñêàòü ïîä ëîáêîâîé êîñòüþ. Ãðûæåâîé ìåøîê è åãî ñîäåðæèìîå îáðà­áàòûâàþò ïî îáùèì ïðàâèëàì. Ãðûæåâûå âîðîòà çàêðûâàþò øâîì çà ñ÷åò ìåñòíûõ òêàíåé ñ ïîìîùüþ ëèîôèëèçèðîâàèíîé òâåðäîé ìîçãîâîé îáîëî÷­êè èëè ñèíòåòè÷åñêèõ ìàòåðèàëîâ.

Ïðîìåæíîñòíûå ãðûæè(avanti e indietro). Il þ ÿÿ ï ÿ ÿ ÿ þ þ þ á Çàäíÿÿ ïðîìåæíî-ñòíàÿ ãðûæà âûõîäèò ÷ adac ïðÿìîêèøå ÷ II-ìàòî ÷ IIA óãëóáëåíèå (excavatio rectouterina), ïðîõîäèò êçàäè îò ìåæñåäàëèùíîé ëèíèè ÷ adac ùåëè â ìûøöå, ïîäíèìàþùåé çàäíèé ïðîõîä, E âûõîäèò â ïîäêîæíóþ æèðîâóþ êëåò ÷ àòêó, ðàñïîëàãàÿñü ñïåðåäè EEE ïîçàäè çàäíåïðîõîäíîãî îòâåðñòèÿ. Il programma di sicurezza congiunta della hot line, che è la principale fonte di sicurezza. Canali luminosi di proprietà privata. Per il bene dello sviluppo delle risorse degli ossi TECNOLOGIE DI SVILUPPO POSIZIONALI SOFTWARE DI MANUTENZIONE SOFTWARE MANUTENZIONE MIGLIORATA TECNOLOGIE DI SVILUPPO SOFTWARE MANUTENZIONE PROPRIETÀ SOFTWARE MANUTENZIONE PROPRIETÀ SOFTWARE TECNOLOGIE MANUTENZIONE SOFTWARE

Ëå÷åíèå. Ïðîèçâîäÿò îïåðàòèâíîå çàêðûòèå ãðûæåâûõ âîðîò òðàíñïåðè-òîíåàëüíûì èëè ïðîìåæíîñòíûì äîñòóïîì.

Ñåäàëèùíûå ãðûæèìîãóò âûõîäèòü ÷åðåç áîëüøîå èëè ìàëîå ñåäàëèùíîå îòâåðñòèå. Ãðûæåâîå âûïÿ÷èâàíèå ðàñïîëîæåíî ïîä áîëüøîé ÿãîäè÷íîé ìûøöåé, èíîãäà âûõîäèò èç-ïîä åå íèæíåãî êðàÿ, íàõîäèòñÿ â òåñíîì êîí­òàêòå ñ ñåäàëèùíûì íåðâîì, ïîýòîìó áîëè ìîãóò èððàäèèðîâàòü ïî õîäó íåðâà. Ñåäàëèùíûå ãðûæè ÷àùå íàáëþäàþòñÿ ó æåíùèí. Ñîäåðæèìûì ãðû­æè ìîãóò áûòü òîíêàÿ êèøêà, áîëüøîé ñàëüíèê.

10.1.8. Îñëîæíåíèÿ íàðóæíûõ ãðûæ æèâîòà

Óùåìëåíèå ãðûæè ÿâëÿåòñÿ ñàìûì ÷àñòûì è îïàñíûì îñëîæíåíèåì, òðå­áóþùèì íåìåäëåííîãî õèðóðãè÷åñêîãî ëå÷åíèÿ. Âûøåäøèå â ãðûæåâîé ìå­øîê îðãàíû ïîäâåðãàþòñÿ ñäàâëåíèþ (÷àùå íà óðîâíå øåéêè ãðûæåâîãî ìåøêà) â ãðûæåâûõ âîðîòàõ. Óùåìëåíèå îðãàíîâ â ñàìîì ãðûæåâîì ìåøêå âîçìîæíî â îäíîé èç êàìåð ãðûæåâîãî ìåøêà, ïðè íàëè÷èè ðóáöîâûõ òÿ­æåé, ñäàâëèâàþùèõ îðãàíû ïðè ñðàùåíèè èõ äðóã ñ äðóãîì è ñ ãðûæåâûì ìåøêîì (ïðè íåâïðàâèìûõ ãðûæàõ).

Óùåìëåíèå âîçíèêàåò ÷àùå ó ëþäåé ñðåäíåãî è ïîæèëîãî âîçðàñòà. Íå­áîëüøèå ãðûæè ñ óçêîé è ðóáöîâî-èçìåíåííîé øåéêîé ãðûæåâîãî ìåøêà óùåìëÿþòñÿ ÷àùå, ÷åì áîëüøèå âïðàâèìûå. Óùåìëåíèå ïîÿâëÿåòñÿ íå òîëüêî ïðè äîëãî ñóùåñòâóþùåé ãðûæå, íî è ïðè òîëüêî ÷òî âîçíèêøåé. Óùåìèòüñÿ ìîæåò ëþáîé îðãàí, ÷àùå — òîíêàÿ êèøêà è áîëüøîé ñàëüíèê.

Ýòèîëîãèÿ è ïàòîãåíåç. Ïî ìåõàíèçìó âîçíèêíîâåíèÿ ðàçëè÷àþò ýëàñòè­÷åñêîå, êàëîâîå, ñìåøàííîå èëè êîìáèíèðîâàííîå óùåìëåíèå.

Ýëàñòè÷åñêîå óùåìëåíèå ïðîèñõîäèò â ìîìåíò âíåçàïíîãî ïîâûøåíèÿ âíóòðèáðþøíîãî äàâëåíèÿ ïðè ôèçè÷åñêîé íàãðóçêå, êàøëå, íàòóæèâàíèè. Ïðè ýòîì íàñòóïàåò ïåðåðàñòÿæåíèå ãðûæåâûõ âîðîò, â ðåçóëüòàòå ÷åãî â ãðûæåâîé ìåøîê âûõîäèò áîëüøå, ÷åì îáû÷íî, âíóòðåííèõ îðãàíîâ. Âîçâðàùåíèå ãðû­æåâûõ âîðîò â ïðåæíåå ñîñòîÿíèå ïðèâîäèò ê óùåì­ëåíèþ ñîäåðæèìîãî ãðûæè (ðèñ. 10.10). Ïðè ýëàñòè­÷åñêîì óùåìëåíèè ñäàâëåíèå âûøåäøèõ â ãðûæåâîé ìåøîê îðãàíîâ ïðîèñõîäèò ñíàðóæè.

Ðèñ. 10.10. Ýëàñòè÷åñêîå óùåìëåíèå ãðûæè.

Êàëîâîå óùåìëåíèå ÷àùå íàáëþäàåòñÿ ó ëþäåé ïîæèëîãî âîçðàñòà. Âñëåäñòâèå ñêîïëåíèÿ áîëüøîãî êîëè÷åñòâà êèøå÷íîãî ñîäåðæèìîãî â ïðèâîäÿùåé ïåòëå êèøêè, íàõîäÿùåéñÿ â ãðûæåâîì ìåøêå, ïðîèñõîäèò ñäàâëåíèå îòâîäÿùåé ïåòëè ýòîé êèøêè (ðèñ. 10.11), äàâëåíèå ãðûæåâûõ âîðîò íà ñîäåðæèìîå ãðûæè óñèëèâàåòñÿ è ê êàëîâîìó óùåìëå­íèþ ïðèñîåäèíÿåòñÿ ýëàñòè÷åñêîå. Òàê âîçíèêàåò ñìåøàííàÿ ôîðìà óùåì­ëåíèÿ.

Ðèñ. 10.11. Êàëîâîå óùåìëåíèå ãðûæè.

Ïàòîëîãîàíàòîìè÷åñêàÿ êàðòèíà.  óùåìëåííîì îðãàíå íàðóøàþòñÿ êðîâî- è ëèìôîîáðàùåíèå, âñëåäñòâèå âåíîçíîãî ñòàçà ïðîèñõîäèò òðàíññó­äàöèÿ æèäêîñòè â ñòåíêó êèøêè, åå ïðîñâåò è ïîëîñòü ãðûæåâîãî ìåøêà (ãðûæåâàÿ âîäà). Êèøêà ïðèîáðåòàåò öèàíîòè÷íóþ îêðàñêó, ãðûæåâàÿ âîäà îñòàåòñÿ ïðîçðà÷íîé. Íåêðîòè÷åñêèå èçìåíåíèÿ â ñòåíêå êèøêè íà÷èíàþò­ñÿ ñî ñëèçèñòîé îáîëî÷êè. Íàèáîëüøèå ïîâðåæäåíèÿ âîçíèêàþò â îáëàñòè ñòðàíãóëÿöèîííîé áîðîçäû íà ìåñòå ñäàâëåíèÿ êèøêè óùåìëÿþùèì êîëü­öîì.

Ñ òå÷åíèåì âðåìåíè ïàòîìîðôîëîãè÷åñêèå èçìåíåíèÿ ïðîãðåññèðóþò, íàñòóïàåò ãàíãðåíà óùåìëåííîé êèøêè. Êèøêà ïðèîáðåòàåò ñèíå-÷åðíûé öâåò, ïîÿâëÿþòñÿ ìíîæåñòâåííûå ñóáñåðîçíûå êðîâîèçëèÿíèÿ. Êèøêà äðÿáëàÿ, íå ïåðèñòàëüòèðóåò, ñîñóäû áðûæåéêè íå ïóëüñèðóþò. Ãðûæåâàÿ âîäà ñòàíîâèòñÿ ìóòíîé, ãåìîððàãè÷åñêîé ñ êàëîâûì çàïàõîì. Ñòåíêà êèø­êè ìîæåò ïîäâåðãíóòüñÿ ïåðôîðàöèè ñ ðàçâèòèåì êàëîâîé ôëåãìîíû è ïå­ðèòîíèòà.

Óùåìëåíèå êèøêè â ãðûæåâîì ìåøêå ÿâëÿåòñÿ òèïè÷íûì ïðèìåðîì ñòðàíãóëÿöèîííîé íåïðîõîäèìîñòè êèøå÷íèêà (ñì. "Íåïðîõîäèìîñòü êè­øå÷íèêà").

Êëèíè÷åñêàÿ êàðòèíà è äèàãíîñòèêà. Êëèíè÷åñêèå ïðîÿâëåíèÿ çàâèñÿò îò âèäà óùåìëåíèÿ, óùåìëåííîãî îðãàíà, âðåìåíè, ïðîøåäøåãî ñ ìîìåíòà íà­÷àëà ðàçâèòèÿ äàííîãî îñëîæíåíèÿ. Îñíîâíûìè ñèìïòîìàìè óùåìëåííîé ãðûæè ÿâëÿþòñÿ áîëü â îáëàñòè ãðûæè è íåâïðàâèìîñòü ñâîáîäíî âïðàâëÿâ­øåéñÿ ðàíåå ãðûæè.

Èíòåíñèâíîñòü áîëåé ðàçëè÷íàÿ, ðåçêàÿ áîëü ìîæåò âûçâàòü øîêîâîå ñî­ñòîÿíèå. Ìåñòíûìè ïðèçíàêàìè óùåìëåíèÿ ãðûæè ÿâëÿþòñÿ ðåçêàÿ áîëåçíåííîñòü ïðè ïàëüïàöèè, óïëîòíåíèå, íàïðÿæåíèå ãðûæåâîãî âûïÿ÷èâàíèÿ. Ñèìïòîì êàøëåâîãî òîë÷êà îòðèöàòåëüíûé. Ïðè ïåðêóññèè îïðåäåëÿþò ïðèòóïëåíèå â òåõ ñëó÷àÿõ, êîãäà ãðûæåâîé ìåøîê ñîäåðæèò ñàëüíèê, ìî÷åâîé ïóçûðü, ãðûæåâóþ âîäó. Åñëè â ãðûæåâîì ìåøêå íà­õîäèòñÿ êèøêà, ñîäåðæàùàÿ ãàç, òî îïðåäåëÿþò òèì-ïàíè÷åñêèé ïåðêóòîðíûé çâóê

Ðèñ. 10.12.Ðåòðîãðàäíîå óùåìëåíèå ãðûæè.

Ýëàñòè÷åñêîå óùåìëåíèå. Íà÷à­ëî îñëîæíåíèÿ ñâÿçàíî ñ ïîâûøåíèåì âíóòðèáðþøíîãî äàâëåíèÿ (ôèçè÷åñêàÿ ðàáîòà, êàøåëü, äåôåêàöèÿ). Ïðè óùåìëåíèè êèøêè ïðèñîåäèíÿþòñÿ ïðèçíàêè êèøå÷íîé íå­ïðîõîäèìîñòè. Íà ôîíå ïîñòîÿííîé îñòðîé áîëè â æèâîòå, îáóñëîâëåííîé ñäàâëåíèåì ñîñóäîâ è íåðâîâ áðûæåéêè óùåìëåííîé êèøêè, âîçíèêàþò ñõâàòêîîáðàçíûå áîëè, ñâÿçàííûå ñ óñèëåíèåì ïåðèñòàëüòèêè, îò­ìå÷àåòñÿ çàäåðæêà îòõîæäåíèÿ ñòóëà è ãàçîâ, âîçìîæíà ðâîòà. Áåç ýêñòðåííîãî õèðóðãè÷å­ñêîãî ëå÷åíèÿ ñîñòîÿíèå áîëüíîãî áûñòðî óõóäøàåòñÿ, íàðàñòàþò ñèìïòîìû êèøå÷íîé íåïðîõîäèìîñòè, îáåçâîæèâàíèÿ, èíòîêñèêàöèè. Ïîçäíåå ïîÿâëÿåòñÿ îòå÷­íîñòü, ãèïåðåìèÿ êîæè â îáëàñòè ãðûæåâîãî âûïÿ÷èâàíèÿ, ðàçâèâàåòñÿ ôëåãìîíà.

Óùåìëåíèå ìîæåò ïðîèçîéòè âî âíóòðåííåì îòâåðñòèè ïàõîâîãî êàíàëà. Ïîýòîìó ïðè îòñóòñòâèè ãðûæåâîãî âûïÿ÷èâàíèÿ íåîáõîäèìî ïðîâåñòè ïàëüöåâîå èññëåäîâàíèå ïàõîâîãî êàíàëà, à íå îãðàíè÷èâàòüñÿ èññëåäîâàíè­åì òîëüêî íàðóæíîãî åãî êîëüöà. Ââåäåííûì â ïàõîâûé êàíàë ïàëüöåì ìîæ­íî ïðîùóïàòü íåáîëüøîå ðåçêî áîëåçíåííîå óïëîòíåíèå íà óðîâíå âíóòðåí­íåãî îòâåðñòèÿ ïàõîâîãî êàíàëà. Äàííûé âèä óùåìëåíèÿ âñòðå÷àåòñÿ ðåäêî.

Ðåòðîãðàäíîå óùåìëåíèå (ðèñ. 10.12). ×àùå ðåòðîãðàäíî óùåì­ëÿåòñÿ òîíêàÿ êèøêà, êîãäà â ãðûæåâîì ìåøêå ðàñïîëîæåíû äâå êèøå÷íûå ïåòëè, à ïðîìåæóòî÷íàÿ (ñâÿçóþùàÿ) ïåòëÿ íàõîäèòñÿ â áðþøíîé ïîëîñòè. Óùåìëåíèþ ïîäâåðãàåòñÿ â áîëüøåé ñòåïåíè ñâÿçóþùàÿ êèøå÷íàÿ ïåòëÿ. Íåêðîç íà÷èíàåòñÿ ðàíüøå â êèøå÷íîé ïåòëå, ðàñïîëîæåííîé â æèâîòå âû­øå óùåìëÿþùåãî êîëüöà.  ýòî âðåìÿ êèøå÷íûå ïåòëè, íàõîäÿùèåñÿ â ãðû­æåâîì ìåøêå, ìîãóò áûòü åùå æèçíåñïîñîáíûìè.

Äèàãíîç äî îïåðàöèè óñòàíîâèòü íåâîçìîæíî. Âî âðåìÿ îïåðàöèè, îáíà­ðóæèâ â ãðûæåâîì ìåøêå äâå êèøå÷íûå ïåòëè, õèðóðã äîëæåí ïîñëå ðàññå­÷åíèÿ óùåìëÿþùåãî êîëüöà âûâåñòè èç áðþø­íîé ïîëîñòè ñâÿçóþùóþ êèøå÷íóþ ïåòëþ è îïðåäåëèòü õàðàêòåð âîçíèêøèõ èçìåíåíèé âî âñåé óùåìëåííîé êèøå÷íîé ïåòëå. Åñëè ðåòðî­ãðàäíîå óùåìëåíèå âî âðåìÿ îïåðàöèè îñòà­íåòñÿ íåðàñïîçíàííûì, òî ó áîëüíîãî ðàçîâüåò­ñÿ ïåðèòîíèò, èñòî÷íèêîì êîòîðîãî áóäåò íåê-ðîòèçèðîâàííàÿ ñâÿçóþùàÿ ïåòëÿ êèøêè.

Ïðèñòåíî÷íîå óùåìëåíèå (ðèñ. 10.13) ïðîèñõîäèò â óçêîì óùåìëÿþùåì êîëü­öå, êîãäà óùåìëÿåòñÿ òîëüêî ÷àñòü êèøå÷íîé ñòåíêè, ïðîòèâîïîëîæíàÿ ëèíèè ïðèêðåïëå­íèÿ áðûæåéêè, íàáëþäàåòñÿ ÷àùå â áåäðåííûõ è ïàõîâûõ ãðûæàõ, ðåæå — â ïóïî÷íûõ. Ðàñ­ñòðîéñòâî ëèìôî- è êðîâîîáðàùåíèÿ â óùåìëåííîì ó÷àñòêå êèøêè ïðèâîäèò ê ðàçâèòèþ äåñòðóêòèâíûõ èçìåíåíèé, íåêðîçó è ïåðôîðàöèè êèøêè.

Ðèñ. 10.13.Ïðèñòåíî÷íîå óùåìëåíèå ãðûæè.

Äèàãíîç ïðåäñòàâëÿåò áîëüøèå òðóäíîñòè. Ïî êëèíè÷åñêèì ïðîÿâëåíèÿì ïðèñòåíî÷íîå óùåìëåíèå êèøêè îòëè÷àåòñÿ îò óùåìëåíèÿ êèøêè ñ åå áðû­æåéêîé: íåò ÿâëåíèé øîêà, ñèìïòîìû êèøå÷íîé íåïðîõîäèìîñòè ìîãóò îò­ñóòñòâîâàòü, òàê êàê êèøå÷íîå ñîäåðæèìîå ñâîáîäíî ïðîõîäèò â äèñòàëüíîì íàïðàâëåíèè. Èíîãäà ðàçâèâàåòñÿ ïîíîñ, âîçíèêàåò ïîñòîÿííàÿ áîëü â îá­ëàñòè ãðûæåâîãî âûïÿ÷èâàíèÿ.  îáëàñòè ãðûæåâûõ âîðîò ïàëüïèðóåòñÿ íå­áîëüøîå ðåçêî áîëåçíåííîå ïëîòíîå îáðàçîâàíèå. Îñîáåííî òðóäíî ðàñïî­çíàòü ïðèñòåíî÷íîå óùåìëåíèå, êîãäà îíî áûâàåò ïåðâûì êëèíè÷åñêèì ïðîÿâëåíèåì âîçíèêøåé ãðûæè. Ó òó÷íûõ æåíùèí îñîáåííî òðóäíî ïðîùó­ïàòü íåáîëüøóþ ïðèïóõëîñòü ïîä ïàõîâîé ñâÿçêîé.

Îáùåå ñîñòîÿíèå áîëüíîãî âíà÷àëå ìîæåò îñòàâàòüñÿ óäîâëåòâîðèòåëü­íûì, çàòåì ïðîãðåññèâíî óõóäøàåòñÿ â ñâÿçè ñ ðàçâèòèåì ïåðèòîíèòà, ôëåã­ìîíû ãðûæ. Ïðè çàïóùåííîé ôîðìå ïðèñòåíî÷íîãî óùåìëåíèÿ â áåäðåí­íîé ãðûæå âîñïàëèòåëüíûé ïðîöåññ â îêðóæàþùèõ ãðûæåâîé ìåøîê òêàíÿõ ìîæåò ñèìóëèðîâàòü îñòðûé ïàõîâûé ëèìôàäåíèò èëè àäåíîôëåãìîíó.

Äèàãíîç ïîäòâåðæäàåòñÿ âî âðåìÿ îïåðàöèè. Ïðè ðàññå÷åíèè òêàíåé ïîä ïàõîâîé ñâÿçêîé îáíàðóæèâàþò óùåìëåííóþ ãðûæó ëèáî óâåëè÷åííûå âîñ­ïàëåííûå ëèìôàòè÷åñêèå óçëû.

Ñèìóëèðîâàòü óùåìëåíèå áåäðåííîé ãðûæè ìîæåò òðîìáîç âàðèêîçíî­ãî óçëà áîëüøîé ïîäêîæíîé âåíû ó ìåñòà âïàäåíèÿ åå â áåäðåííóþ. Ïðè åãî òðîìáîçå ó áîëüíîãî âîçíèêàåò áîëü è îïðåäåëÿåòñÿ áîëåçíåííîå óïëîòíåíèå ïîä ïàõîâîé ñâÿçêîé. Íàðÿäó ñ ýòèì ÷àñòî èìååòñÿ âàðèêîçíîå ðàñøèðåíèå âåí ãîëåíè. Ïðè òðîìáîçå âàðèêîçíîãî óçëà, êàê è ïðè óùåì­ëåíèè ãðûæè, ïîêàçàíà ýêñòðåííàÿ îïåðàöèÿ.

Âíåçàïíîå óùåìëåíèå ðàíåå íå âûÿâëÿâøèõñÿ ãðûæ. Íà áðþøíîé ñòåíêå â òèïè÷íûõ äëÿ îáðàçîâàíèÿ ãðûæ ó÷àñòêàõ ìîãóò îñ­òàâàòüñÿ ïîñëå ðîæäåíèÿ âûïÿ÷èâàíèÿ áðþøèíû (ïðåäñóøåñòâóþùèå ãðû­æåâûå ìåøêè). ×àùå âñåãî òàêèì ãðûæåâûì ìåøêîì â ïàõîâîé îáëàñòè ÿâ­ëÿåòñÿ íåçàðàùåííûé âëàãàëèùíûé îòðîñòîê áðþøèíû.

Îñíîâíîé ïðèçíàê âíåçàïíî âîçíèêøèõ óùåìëåííûõ ãðûæ — ïîÿâëåíèå áîëè â òèïè÷íûõ ìåñòàõ âûõîæäåíèÿ ãðûæ. Ïðè âíåçàïíîì âîçíèêíîâåíèè îñòðîé áîëè â ïàõîâîé îáëàñòè, îáëàñòè áåäðåííîãî êàíàëà, ïóïêå ïðè îá­ñëåäîâàíèè áîëüíîãî ìîæíî îïðåäåëèòü íàèáîëåå áîëåçíåííûå ó÷àñòêè, ñî­îòâåòñòâóþùèå ãðûæåâûì âîðîòàì.

Ëå÷åíèå. Ïðè óùåìëåíèè ãðûæè íåîáõîäèìà ýêñòðåííàÿ îïåðàöèÿ. Åå ïðîâîäÿò òàê, ÷òîáû, íå ðàññåêàÿ óùåìëÿþùåå êîëüöî, âñêðûòü ãðûæåâîé ìåøîê, ïðåäîòâðàòèòü óñêîëüçàíèå óùåìëåííûõ îðãàíîâ â áðþøíóþ ïî­ëîñòü.

Îïåðàöèþ ïðîâîäÿò â íåñêîëüêî ýòàïîâ.

Ïåðâûé ýòàï — ïîñëîéíîå ðàññå÷åíèå òêàíåé äî àïîíåâðîçà è îáíà­æåíèå ãðûæåâîãî ìåøêà.

Âòîðîé ýòàï — âñêðûòèå ãðûæåâîãî ìåøêà, óäàëåíèå ãðûæåâîé âî­äû. Äëÿ ïðåäóïðåæäåíèÿ ñîñêàëüçûâàíèÿ â áðþøíóþ ïîëîñòü óùåìëåííûõ îðãàíîâ àññèñòåíò õèðóðãà óäåðæèâàåò èõ ïðè ïîìîùè ìàðëåâîé ñàëôåòêè. Íåäîïóñòèìî ðàññå÷åíèå óùåìëÿþùåãî êîëüöà äî âñêðûòèÿ ãðûæåâîãî ìåøêà.

Òðåòèé ýòàï — ðàññå÷åíèå óùåìëÿþùåãî êîëüöà ïîä êîíòðîëåì çðå­íèÿ, ÷òîáû íå ïîâðåäèòü ïðèïàÿííûå ê íåìó èçíóòðè îðãàíû.

×åòâåðòûé ýòàï — îïðåäåëåíèå æèçíåñïîñîáíîñòè óùåìëåííûõ îð­ãàíîâ. Ýòî íàèáîëåå îòâåòñòâåííûé ýòàï îïåðàöèè. Îñíîâíûìè êðèòåðèÿìè æèçíåñïîñîáíîñòè òîíêîé êèøêè ÿâëÿþòñÿ âîññòàíîâëåíèå íîðìàëüíîãî öâåòà êèøêè, ñîõðàíåíèå ïóëüñàöèè ñîñóäîâ áðûæåéêè, îòñóòñòâèå ñòðàíãóëÿöèîííîé áîðîçäû è ñóáñåðîçíûõ ãåìàòîì, âîññòàíîâëåíèå ïåðèñòàëüòè÷å­ñêèõ ñîêðàùåíèé êèøêè. Áåññïîðíûìè ïðèçíàêàìè íåæèçíåñïîñîáíîñòè êèøêè ÿâëÿþòñÿ òåìíàÿ îêðàñêà, òóñêëàÿ ñåðîçíàÿ îáîëî÷êà, äðÿáëàÿ ñòåí­êà, îòñóòñòâèå ïóëüñàöèè ñîñóäîâ áðûæåéêè è ïåðèñòàëüòèêè êèøêè.

Ïÿòûé ýòàï — ðåçåêöèÿ íåæèçíåñïîñîáíîé ïåòëè êèøêè. Îò âèäè­ìîé ñî ñòîðîíû ñåðîçíîãî ïîêðîâà ãðàíèöû íåêðîçà ðåçåöèðóþò íå ìåíåå 30—40 ñì ïðèâîäÿùåãî îòðåçêà êèøêè è 10 ñì îòâîäÿùåãî îòðåçêà. Ðåçåê­öèþ êèøêè ïðîèçâîäÿò ïðè îáíàðóæåíèè â åå ñòåíêå ñòðàíãóëÿöèîííîé áî­ðîçäû, ñóáñåðîçíûõ ãåìàòîì, îòåêà, èíôèëüòðàöèè è ãåìàòîìû áðûæåéêè êèøêè.

Ïðè óùåìëåíèè ñêîëüçÿùåé ãðûæè íåîáõîäèìî îïðåäåëèòü æèçíåñïî­ñîáíîñòü ÷àñòè îðãàíà, íå ïîêðûòîé áðþøèíîé. Ïðè îáíàðóæåíèè íåêðîçà ñëåïîé êèøêè ïðîèçâîäÿò ðåçåêöèþ ïðàâîé ïîëîâèíû òîëñòîé êèøêè ñ íà­ëîæåíèåì èëåîòðàíñâåðñîàíàñòîìîçà. Ïðè íåêðîçå ñòåíêè ìî÷åâîãî ïóçûðÿ íåîáõîäèìà ðåçåêöèÿ èçìåíåííîé ÷àñòè ïóçûðÿ ñ íàëîæåíèåì ýïèöèñòîñòîìû.

Øåñòîé ýòàï — ïëàñòèêà ãðûæåâûõ âîðîò. Ïðè âûáîðå ìåòîäà ïëà­ñòèêè ñëåäóåò îòäàòü ïðåäïî÷òåíèå íàèáîëåå ïðîñòîìó.

Ïðè óùåìëåííîé ãðûæå, îñëîæíåííîé ôëåãìîíîé, îïåðàöèþ íà÷èíàþò ñî ñðåäèííîé ëàïàðîòîìèè (ïåðâûé ýòàï) äëÿ óìåíüøåíèÿ îïàñíîñòè èíôè­öèðîâàíèÿ áðþøíîé ïîëîñòè ñîäåðæèìûì ãðûæåâîãî ìåøêà. Âî âðåìÿ ëà-ïàðîòîìèè ïðîèçâîäÿò ðåçåêöèþ êèøêè â ïðåäåëàõ æèçíåñïîñîáíûõ òêàíåé è íàêëàäûâàþò ìåæêèøå÷íûé àíàñòîìîç. Çàòåì ïðîèçâîäÿò ãðûæåñå÷åíèå (âòîðîé ýòàï) — óäàëÿþò óùåìëåííóþ êèøêó è ãðûæåâîé ìåøîê. Ïëàñòèêó ãðûæåâûõ âîðîò íå äåëàþò, à ïðîèçâîäÿò õèðóðãè÷åñêóþ îáðàáîòêó ãíîéíîé ðàíû ìÿãêèõ òêàíåé, êîòîðóþ çàâåðøàþò åå äðåíèðîâàíèåì.

Íåîáõîäèìûì êîìïîíåíòîì êîìïëåêñíîãî ëå÷åíèÿ áîëüíûõ ÿâëÿåòñÿ îáùàÿ è ìåñòíàÿ àíòèáèîòèêîòåðàïèÿ.

Ïðîãíîç. Ïîñëåîïåðàöèîííàÿ ëåòàëüíîñòü âîçðàñòàåò ïî ìåðå óäëèíåíèÿ âðåìåíè, ïðîøåäøåãî ñ ìîìåíòà óùåìëåíèÿ äî îïåðàöèè, è ñîñòàâëÿåò â ïåðâûå 6 ÷ 1 , 1%, â ñðîêè îò 6 äî 24 ÷ — 2 , 1%, ïîçæå 24 ÷ — 8 , 2%, ïîñëå ðåçåêöèè êèøêè ëåòàëüíîñòü ðàâíà 16%, ïðè ôëåãìîíå ãðûæè — 24%.

Îñëîæíåíèÿ ñàìîñòîÿòåëüíî âïðàâèâøèõñÿ è íàñèëü­ñòâåííî âïðàâëåííûõ óùåìëåííûõ ãðûæ. Áîëüíîé ñ óùåì­ëåííîé ñàìîïðîèçâîëüíî âïðàâèâøåéñÿ ãðûæåé äîëæåí áûòü ãîñïèòàëèçè­ðîâàí â õèðóðãè÷åñêîå îòäåëåíèå. Ñàìîïðîèçâîëüíî âïðàâèâøàÿñÿ ðàíåå óùåìëåííàÿ êèøêà ìîæåò ñòàòü èñòî÷íèêîì ïåðèòîíèòà èëè âíóòðèêèøå÷-íîãî êðîâîòå÷åíèÿ.

Åñëè ïðè îáñëåäîâàíèè áîëüíîãî â ìîìåíò ïîñòóïëåíèÿ â õèðóðãè÷åñêèé ñòàöèîíàð äèàãíîñòèðóþò ïåðèòîíèò èëè' âíóòðèêèøå÷íîå êðîâîòå÷åíèå, òî áîëüíîãî íåîáõîäèìî ñðî÷íî îïåðèðîâàòü. Åñëè ïðè ïîñòóïëåíèè â ïðèåì­íîå îòäåëåíèå íå âûÿâëåíî ïðèçíàêîâ ïåðèòîíèòà, âíóòðèêèøå÷íîãî êðî­âîòå÷åíèÿ, òî áîëüíîé äîëæåí áûòü ãîñïèòàëèçèðîâàí â õèðóðãè÷åñêèé ñòà­öèîíàð äëÿ äèíàìè÷åñêîãî íàáëþäåíèÿ. Áîëüíîìó, ó êîòîðîãî ïðè äèíàìè­÷åñêîì íàáëþäåíèè íå âûÿâëåíû ïðèçíàêè ïåðèòîíèòà èëè âíóòðèêèøå÷-íîãî êðîâîòå÷åíèÿ, ïîêàçàíî ãðûæåñå÷åíèå â ïëàíîâîì ïîðÿäêå.

Íàñèëüñòâåííîå âïðàâëåíèå óùåìëåííîé ãðûæè, ïðîèçâîäèìîå ñàìèì áîëüíûì, â íàñòîÿùåå âðåìÿ íàáëþäàåòñÿ ðåäêî.  ëå÷åáíûõ ó÷ðåæäåíèÿõ íàñèëüñòâåííîå âïðàâëåíèå ãðûæè çàïðåùåíî, òàê êàê ïðè ýòîì ìîãóò ïðî­èçîéòè ïîâðåæäåíèÿ ãðûæåâîãî ìåøêà è ñîäåðæèìîãî ãðûæè âïëîòü äî ðàç­ðûâà êèøêè è åå áðûæåéêè ñ ðàçâèòèåì ïåðèòîíèòà è âíóòðèáðþøíîãî êðîâîòå÷åíèÿ. Ïðè íàñèëüñòâåííîì âïðàâëåíèè ãðûæåâîé ìåøîê ìîæåò áûòü ñìåùåí â ïðåäáðþøèííîå ïðîñòðàíñòâî âìåñòå ñ ñîäåðæè­ìûì, óùåìëåííûì â îáëàñòè øåé­êè ãðûæåâîãî ìåøêà (ìíèìîå âïðàâëåíèå). Ïðè îòðûâå ïàðèå­òàëüíîé áðþøèíû â îáëàñòè øåé­êè ãðûæåâîãî ìåøêà ìîæåò ïðî­èçîéòè ïîãðóæåíèå óùåìëåííîé ïåòëè êèøêè âìåñòå ñ óùåìëÿþ­ùèì êîëüöîì â áðþøíóþ ïîëîñòü èëè â ïðåäáðþøèííîå ïðîñòðàíñò­âî (ðèñ. 10.14).

Âàæíî ñâîåâðåìåííî ðàñïîçíàòü ìíèìîå âïðàâëåíèå ãðûæè, ïîòîìó ÷òî â ýòîì ñëó÷àå ìîãóò áûñòðî ðàç­âèòüñÿ íåïðîõîäèìîñòü êèøå÷íèêà è ïåðèòîíèò. Àíàìíåñòè÷åñêèå äàííûå (íàñèëüñòâåííîå âïðàâëå­íèå ãðûæè), áîëü â æèâîòå, ïðè­çíàêè íåïðîõîäèìîñòè êèøå÷íèêà, ðåçêàÿ áîëåçíåííîñòü ïðè ïàëüïàöèè ìÿãêèõ òêàíåé â îáëàñòè ãðûæåâûõ âî­ðîò, ïîäêîæíûå êðîâîèçëèÿíèÿ ïîçâîëÿþò ïðåäïîëîæèòü ìíèìîå âïðàâëå­íèå ãðûæè è ýêñòðåííî îïåðèðîâàòü áîëüíîãî. Ïîçäíèå îñëîæíåíèÿ, íà­áëþäàåìûå ïîñëå ñàìîïðîèçâîëüíîãî âïðàâëåíèÿ óùåìëåííûõ ãðûæ, õàðàê­òåðèçóþòñÿ ïðèçíàêàìè õðîíè÷åñêîé íåïðîõîäèìîñòè êèøå÷íèêà (áîëü â æè­âîòå, ìåòåîðèçì, óð÷àíèå, øóì ïëåñêà). Îíè âîçíèêàþò â ðåçóëüòàòå îáðàçî­âàíèÿ ñïàåê è Ðóáöîâûõ ñòðèêòóð êèøêè íà ìåñòå îòòîðæåíèÿ íåêðîòèçèðîâàííîé ñëèçèñòîé îáîëî÷êè.

Íåâïðàâèìîñòü ãðûæè îáóñëîâëåíà íàëè÷èåì â ãðûæåâîì ìåøêå ñðàùåíèé âíóòðåííèõ îðãàíîâ ìåæäó ñîáîé è ñ ãðûæåâûì ìåøêîì, îáðàçî­âàâøèõñÿ âñëåäñòâèå èõ òðàâìàòèçàöèè è àñåïòè÷åñêîãî âîñïàëåíèÿ. Íåâïðàâèìîñòü ìîæåò áûòü ÷àñòè÷íîé, êîãäà îäíà ÷àñòü ñîäåðæèìîãî ãðûæè âïðàâëÿåòñÿ â áðþøíóþ ïîëîñòü, à äðóãàÿ îñòàåòñÿ íåâïðàâèìîé. Ðàçâèòèþ íåâïðàâèìîñòè ñïîñîáñòâóåò äëèòåëüíîå íîøåíèå áàíäàæà. Íåâïðàâèìûìè ÷àùå áûâàþò ïóïî÷íûå, áåäðåííûå è ïîñëåîïåðàöèîííûå ãðûæè. Äîâîëüíî ÷àñòî îíè áûâàþò ìíîãîêàìåðíûìè. Âñëåäñòâèå ðàçâèòèÿ ìíîæåñòâåííûõ ñïàåê è êàìåð â ãðûæåâîì ìåøêå íåâïðàâèìàÿ ãðûæà ÷àùå îñëîæíÿåòñÿ óùåìëåíèåì îðãàíîâ â îäíîé èç êàìåð ãðûæåâîãî ìåøêà èëè ðàçâèòèåì ñïàå÷íîé íåïðîõîäèìîñòè êèøå÷íèêà.

Êîïðîñòàç — çàñòîé êàëîâûõ ìàññ â òîëñòîé êèøêå. Ýòî îñëîæíåíèå ãðûæè, ïðè êîòîðîì ñîäåðæèìûì ãðûæåâîãî ìåøêà ÿâëÿåòñÿ òîëñòàÿ êèø­êà. Êîïðîñòàç ðàçâèâàåòñÿ â ðåçóëüòàòå ðàññòðîéñòâà ìîòîðíîé ôóíêöèè êè­øå÷íèêà. Åãî ðàçâèòèþ ñïîñîáñòâóþò íåâïðàâèìîñòü ãðûæè, ìàëîïîäâèæ­íûé îáðàç æèçíè, îáèëüíàÿ åäà. Êîïðîñòàç íàáëþäàåòñÿ ÷àùå ó òó÷íûõ áîëü­íûõ ñòàð÷åñêîãî âîçðàñòà, ó ìóæ÷èí — ïðè ïàõîâûõ ãðûæàõ, ó æåíùèí — ïðè ïóïî÷íûõ.

Îñíîâíûìè ñèìïòîìàìè ÿâëÿþòñÿ óïîðíûå çàïîðû, áîëè â æèâîòå, òîø­íîòà, ðåäêî ðâîòà. Ãðûæåâîå âûïÿ÷èâàíèå ìåäëåííî óâåëè÷èâàåòñÿ ïî ìåðå çàïîëíåíèÿ òîëñòîé êèøêè êàëîâûìè ìàññàìè, îíî ïî÷òè áåçáîëåçíåííî, ñëàáî íàïðÿæåíî, òåñòîîáðàçíîé êîíñèñòåíöèè, ñèìïòîì êàøëåâîãî òîë÷êà ïîëîæèòåëüíûé. Îáùåå ñîñòîÿíèå áîëüíûõ ñðåäíåé òÿæåñòè.

Ëå÷åíèå. Íåîáõîäèìî äîáèâàòüñÿ îñâîáîæäåíèÿ òîëñòîé êèøêè îò ñîäåð­æèìîãî. Ïðè âïðàâèìûõ ãðûæàõ ñëåäóåò ñòàðàòüñÿ óäåðæàòü ãðûæó âî âïðàâëåííîì ñîñòîÿíèè — â ýòîì ñëó÷àå ëåã÷å äîáèòüñÿ âîññòàíîâëåíèÿ ïå­ðèñòàëüòèêè êèøå÷íèêà. Ïðèìåíÿþò ìàëûå êëèçìû ñ ãèïåðòîíè÷åñêèì ðàñòâîðîì íàòðèÿ õëîðèäà, ãëèöåðèíîì èëè ïîâòîðíûå ñèôîííûå êëèçìû. Ïðèìåíåíèå ñëàáèòåëüíûõ ñðåäñòâ ïðîòèâîïîêàçàíî â ñâÿçè ñ ðèñêîì ðàç­âèòèÿ êàëîâîãî óùåìëåíèÿ.

Âîñïàëåíèå ãðûæè ìîæåò âîçíèêàòü âñëåäñòâèå èíôèöèðîâàíèÿ ãðûæåâîãî ìåøêà èçíóòðè ïðè óùåìëåíèè êèøêè, îñòðîì àïïåíäèöèòå, äèâåðòèêóëèòå ïîäâçäîøíîé êèøêè (ìåêêåëåâ äèâåðòèêóë è äð.). Èñòî÷íèêîì èíôèöèðîâàíèÿ ãðûæè ìîãóò áûòü âîñïàëèòåëüíûå ïðîöåññû íà êîæå (ôó­ðóíêóë), åå ïîâðåæäåíèÿ (ìàöåðàöèÿ, ññàäèíû, ðàñ÷åñû).

Ëå÷åíèå. Ïðè îñòðîì àïïåíäèöèòå â ãðûæå ïðîèçâîäÿò ýêñòðåííóþ àïïåíäýêòîìèþ, â äðóãèõ ñëó÷àÿõ óäàëÿþò èñòî÷íèê èíôèöèðîâàíèÿ ãðûæå­âîãî ìåøêà. Õðîíè÷åñêîå âîñïàëåíèå ãðûæè ïðè òóáåðêóëåçå áðþøèíû ðàñ­ïîçíàþò âî âðåìÿ îïåðàöèè. Ëå÷åíèå ñîñòîèò â ãðûæåñå÷åíèè, ñïåöèôè÷å­ñêîé ïðîòèâîòóáåðêóëåçíîé òåðàïèè. Ïðè âîñïàëèòåëüíûõ ïðîöåññàõ íà êî­æå â îáëàñòè ãðûæè îïåðàöèþ (ãðûæåñå÷åíèå) ïðîèçâîäÿò òîëüêî ïîñëå èõ ëèêâèäàöèè.

Ïðîôèëàêòèêà îñëîæíåíèé çàêëþ÷àåòñÿ â õèðóðãè÷åñêîì ëå÷åíèè âñåõ áîëüíûõ ñ ãðûæàìè â ïëàíîâîì ïîðÿäêå äî ðàçâèòèÿ îñëîæíåíèé. Íàëè÷èå ãðûæè ÿâëÿåòñÿ ïîêàçàíèåì ê îïåðàöèè.

Cos'è l'ernia addominale?

Un'ernia si manifesta in una protuberanza ben marcata della cavità addominale, che può formarsi in vari punti. L'ernia dell'addome consiste nell'uscire dalla sua naturale posizione degli organi interni insieme al peritoneo, senza strapparlo. Molto spesso, parte dell'intestino esce attraverso fori naturali o formati in modo anomalo dalla cavità addominale al tessuto adiposo sottocutaneo.

A seconda della posizione, ci sono diversi tipi di ernia che si verificano nella parete addominale anteriore:

Cause di ernia addominale

Tra le cause dell'inizio e dell'ulteriore sviluppo di un'ernia dell'addome, la principale è la violazione di una pressione equilibrata all'interno della cavità addominale. In questo caso, le pareti del peritoneo non possono resistere e gli organi iniziano a deformarsi, il che può portare alla formazione di un'ernia. Un altro fattore nella comparsa di un'ernia è il diradamento, l'indebolimento o l'allungamento della parete addominale, che può verificarsi dopo varie malattie, lesioni dell'addome e gravidanza. Predisposizione alla formazione di un'ernia può anche essere ereditata, ma ancora un ruolo importante in questo è giocato dallo stile di vita di una persona, età, peso e la costituzione generale del corpo. Contribuisce alla formazione di una dieta malsana da ernia, a un duro lavoro fisico, nonché a fattori che inducono una persona a spingere e affaticare spesso.

Questi fattori includono:

  • tosse cronica associata a malattia polmonare,
  • disfunzione intestinale
  • costipazione frequente e prolungata
  • obesità
  • difficoltà a urinare,
  • sollevamento frequente e altro.

Nei bambini durante l'infanzia, l'ernia può verificarsi a causa di pianto prolungato o pianto, risate prolungate o incontrollabili. Nelle persone anziane, l'ernia è più spesso formata da muscoli addominali atrofizzati. Nella maggior parte dei casi, non uno, ma diversi fattori contribuenti sono coinvolti nella formazione e nello sviluppo di un'ernia. Va notato che l'ernia non si verifica all'istante e la sua formazione richiede un certo tempo. E prima si va dal medico e si fa una diagnosi, più facile e veloce sarà il trattamento. Inoltre, la diagnosi di ernia in una fase iniziale riduce significativamente il rischio di complicanze.

Sintomi e stadi dell'ernia addominale

Un chiaro sintomo di un'ernia addominale è la scoperta di una protrusione piccola, non necessariamente dolorosa. Tale rigonfiamento può apparire occasionalmente e scomparire nel tempo. A questo stadio, il paziente, di regola, non avverte alcun ovvio inconveniente. Può essere presente una sindrome da dolore sordo acuto o lieve disagio.
Nella fase iniziale, quando l'uscita (il cosiddetto anello erniario) è piccola e i suoi bordi sono relativamente elastici, durante l'esercizio fisico compare un'ernia, tossendo, può essere rilevata solo in posizione eretta. In posizione orizzontale, il dolore e l'ernia stessa scompaiono. Tale ernia è chiamata riducibile. Se osservi sintomi simili, devi consultare immediatamente un medico.

Nelle fasi più avanzate, l'anello erniario si espande e anche più organi interni cadono nella borsa erniaria, la protrusione non scompare, tale ernia è definita irreparabile. A questo punto, di regola, c'è una sindrome di dolore piuttosto improvvisa, acuta e severa. Il paziente può deteriorarsi bruscamente, a volte si osservano nausea, stitichezza e vomito.

In uno stadio ancora più avanzato, potrebbe verificarsi un pizzicamento. Questo può accadere se i cappi intestinali si trovano nel sacco erniario. A causa della diminuzione dell'anello erniario, il flusso di sangue all'organo viene interrotto, il che porta a complicazioni ancora maggiori. Nel peggiore dei casi, può verificarsi la morte.

Diagnosi di ernia addominale

Di regola, l'ernia ha manifestazioni cliniche specifiche e non ci sono difficoltà nella diagnosi. Quando si esamina un paziente con sintomi di ernia con la palpazione, il medico determina accuratamente la posizione dell'anello erniario e il suo contenuto. Tuttavia, in alcuni casi, quando la diagnosi è resa difficile a causa delle piccole dimensioni dell'ernia, dell'obesità in un paziente o in altre circostanze, è prescritto un esame ecografico.

Trattamento di ernia addominale

L'unico modo efficace per curare un'ernia è un intervento chirurgico. Questa patologia si riferisce a malattie che non hanno uno sviluppo inverso, e la sua dimensione aumenterà solo a causa dell'atrofia crescente dei tessuti circostanti, che influisce negativamente sul risultato dell'operazione. Il trattamento conservativo, che prevede il riposizionamento dell'ernia e l'uso di bendaggi fissanti, non porterà alla guarigione, ma inibisce solo lo sviluppo dell'ernia. L'unica ernia che ha la possibilità di risolversi da sola è una piccola ernia ombelicale (di età inferiore ai cinque anni).

Chiedere assistenza medica al primo sospetto di un'ernia. L'operazione eseguita nelle prime fasi della malattia, offre maggiore efficienza e meno probabilità di complicanze e ricadute.

L'essenza dell'operazione risiede nel fatto che il paziente in anestesia generale sostituisce il sito di ernia con una specie di "patch" dall'allotrapianto moderno. Questo materiale, che si fonde con il tessuto, forma una struttura forte e, allo stesso tempo, mobile che chiude efficacemente il foro nella cavità addominale, non permettendo all'ernia di formarsi di nuovo. Il numero di recidive dopo le operazioni eseguite da questo metodo varia dall'1 al 2%.

Tale operazione dura da 30 minuti a 1,5 ore, e dopo poche ore al paziente è già permesso di muoversi indipendentemente. Lo scarico di solito si verifica un giorno dopo l'operazione, e in pochi mesi c'è un graduale ritorno della persona operata a una vita piena.

Classificazione clinica

Secondo il decorso clinico, ci sono ernie addominali esterne o interne primarie e ricorrenti. Rigonfiamento primario si verifica al momento di un forte aumento della pressione intrauterina senza precedenti malattie.I difetti ricorrenti riappaiono dopo rimozione conservativa o chirurgica nel punto di maggiore debolezza muscolare.

Spesso ci sono protrusioni ricorrenti postoperatorie che si verificano nel sito di incisione a sinistra o sul lato destro dell'addome.

Se possibile, la cancellabilità è assegnata riutilizzabile e non riducibile. Le sporgenze sostituibili nella posizione di riposo o con una leggera pressione sono posizionate, il che indica un flusso non complicato. Quando il rigonfiamento esterno non si instaura dopo l'esposizione esterna, ciò potrebbe indicare un pizzicamento dell'organo nel sacco erniario.

In presenza di complicanze ci sono difetti complicati e non complicati. La protrusione, che non si manifesta in alcun modo, è una condizione non complicata diversa da un disturbo anatomico, ma possono trasformarsi in complicati difetti. La protrusione complicata è caratterizzata dall'aggiunta di una serie di sintomi clinici associati alla disfunzione graduale dell'organo e alla sua ulteriore morte. Nel caso di un'ernia inguinale a sinistra oa destra, c'è un alto rischio di complicazioni e la comparsa di disturbi urinari, per quanto riguarda le donne e gli uomini.

C'è una teoria che un'ernia inguinale in un caso trascurato senza trattamento può causare infertilità maschile.

Le ernie epigastriche nella parte superiore dell'addome o difetti diaframmatici sullo sfondo della debolezza muscolare praticamente non compaiono fino al momento delle complicazioni, perché c'è il rischio di intrappolare parte dell'intestino o dello stomaco. Nel caso del pizzicamento la malattia è già considerata complicata, si manifesterà sotto forma di forte dolore nella parte superiore dell'addome, nausea e altre manifestazioni di intossicazione. L'ernia complicata si riferisce in ogni caso a malattie chirurgiche.

Forme atipiche

Ci sono anche rari tipi di ernia addominale, che occupa una posizione atipica nell'addome superiore a sinistra o sul lato destro. Tali malattie includono l'ernia del processo xifoideo, perineale, sciatico, otturatore.

Corso clinico di forme rare:

  1. Il rigonfiamento del processo xifoideo si forma in caso di difetti. I lipomi preperitoneali o le ernie vere possono penetrare attraverso l'apertura. La diagnosi viene effettuata in caso di formazione di un sigillo nell'area del processo xifoideo e della presenza di un difetto che può essere osservato sulla radiografia. Il trattamento di questo tipo di ernia è solo chirurgico,
  2. Chiusura: passa attraverso le membrane del canale di chiusura. La malattia si verifica più spesso nelle donne anziane e la protrusione è localizzata nella parte anteriore della coscia nella sua parte superiore,
  3. Le protuberanze perineali sono anteriori o posteriori. Il difetto anteriore ha origine dalla cavità vescicolare-uterina e penetra attraverso le labbra. La protrusione posteriore negli uomini si trova nella cavità vescicolare-rettale, nelle donne nel retto uterino. Il difetto passa attraverso la linea intersezionale al posto del difetto di debolezza muscolare, penetrando nelle depressioni ischiatico-rettali,
  4. Le protrusioni sciattiche penetrano attraverso l'apertura sciatica nel sito del difetto muscolare. Tale protrusione è in stretto contatto con il nervo sciatico, che può provocare la sua violazione, la diffusione del dolore.

Opzioni rari e comuni per l'ernia della parete addominale anteriore possono svilupparsi a qualsiasi età e asintomatici per lungo tempo. È possibile rilevare la malattia solo quando si esegue una diagnosi radiologica con un mezzo di contrasto. La ragione per consultare un medico dovrebbe essere anche un lieve difetto in qualsiasi parte dell'addome, dolore, in precedenza disagio disarmato.

Ernia bianca sull'addome

C'è anche un'ernia della linea bianca dell'addome. Il suo altro nome è il lipoma preperitoneale. Può essere sopra l'ombelicale, ombelicale e subelastico. In alcuni casi, una persona può avere contemporaneamente diverse aree patologiche. motivi:

1.L'indebolimento della parete addominale a causa di incisione chirurgica e drenaggio, traumi, infiammazioni, infezioni, chirurgia addominale, troppo spesso uno strato di grasso, invecchiamento, atrofia muscolare e metabolismo del collagene, con conseguente fascia solida trasformata in uno strato connettivo di tessuto sciolto.

2. Aumento della pressione intra-addominale dovuta a tosse cronica (ad esempio, fumatori e bronchiti negli anziani), stitichezza cronica, gravidanza tardiva, ascite, difficoltà a urinare (iperplasia prostatica benigna, fimosi), pianto frequente in un bambino, atletismo pesante e vomito frequente , tumori addominali.

3. predisposizione genetica, gravidanza grande e multipla.

La patologia è caratterizzata dalla protrusione del sacco erniario e dal suo contenuto attraverso difetti minori dell'aponeurosi. Il luogo predominante di comparsa della malattia è la parte superiore della linea bianca. Il più spesso l'evento di patologia è osservato in uomini con la presenza di peso in eccesso. Una caratteristica della malattia è la posizione della borsa e il cancello nella cicatrice postoperatoria.

In alcuni casi, l'ernia della linea bianca non si manifesta clinicamente per un lungo periodo, ad eccezione delle parti visivamente sporgenti, che non causano alcun dolore o fastidio durante la palpazione. Il dolore acuto si verifica quando i nervi sono strangolati o l'ernia stessa.

In alcuni casi, queste proiezioni possono essere un segno di altre gravi malattie degli organi interni, quindi è importante consultare un medico a tempo debito per un esame approfondito.

Sintomi e foto

Il sintomo principale di ernia addominale è l'occorrenza di un volumetrico, arrotondato, con una consistenza simile alla prova di educazione. Nella maggior parte dei casi, la patologia è quasi asintomatica e indolore. Quando il corpo adotta una posizione orizzontale, c'è una diminuzione della protrusione e, durante l'esercizio, un aumento.

Ernia strangolata particolarmente pericolosa, caratterizzata da compressione improvvisa o graduale dei contenuti. Disturbi della fornitura di sangue, necrosi - tutto questo può svilupparsi in caso di violazione prolungata.

Un'ernia strozzata è un'emergenza che richiede un ricovero immediato e un intervento chirurgico. I sintomi principali della patologia includono: sensazioni dolorose improvvise e acute nell'area di protrusione, tensione e indolenzimento.

Nella foto potete vedere come l'ernia ombelicale si è vista prima dell'intervento, subito dopo la rimozione e 2 mesi dopo l'intervento.

Se non ci sono controindicazioni, l'operazione per rimuovere un'ernia dell'addome è l'unica soluzione corretta.

Diagnosi di disturbo

La patologia può essere diagnosticata da un gastroenterologo o da un chirurgo endoscopista. Al fine di stabilire una condotta prescritta diagnosi accurata:

  • ultrasuono
  • Panoramica radiografia
  • laparoscopia,
  • tomografia computerizzata a spirale multistrato.

La terapia della malattia deve essere appropriata e eseguita solo da uno specialista. Secondo numerosi studi condotti nel campo della gastroenterologia, la terapia conservativa (senza chirurgia) per l'ernia addominale è inefficace.

Se viene rilevata una patologia non complicata, viene prescritta la riparazione di ernia di routine e il pizzicamento viene eseguito come un'operazione di rimozione di emergenza. Spesso, la chirurgia plastica è prescritta utilizzando il nostro tessuto o artificiale.

Esistono diversi tipi di trattamenti chirurgici per l'ernia addominale.

  • La chirurgia plastica con l'uso dei propri tessuti - i difetti della parete addominale anteriore sono suturati per prevenire il possibile sviluppo della diastasi del retto. Di norma, l'uso di questa tecnica lascia un'alta probabilità di recidiva (ri-formazione di parti sporgenti anormali).
  • La chirurgia plastica con l'uso di protesi - per eliminare i difetti del tessuto connettivo, nonché per eliminare la diastasi dei muscoli retti impongono una griglia di materiale sintetico. Quando si esegue questa tecnica, la probabilità di ernie ripetute è praticamente assente, e il materiale protesico è perfettamente percepito dal corpo del paziente. Questa operazione viene eseguita in anestesia generale.

È importante capire che solo per eliminare l'ernia in modo sufficientemente chirurgico. Ma per evitare un difetto estetico in modo che l'ombelico si trovi nel posto giusto, è necessario rimuovere la diastasi del muscolo retto dell'addome.

Nel periodo postoperatorio, è importante attenersi alle raccomandazioni del medico curante: ridurre al minimo lo sforzo fisico, indossare una benda, mangiare bene (seguire una dieta).

Trattamento senza chirurgia

Il trattamento conservativo, che in questo caso è l'uso di una benda, è prescritto solo quando è impossibile eseguire un intervento chirurgico. Indicazioni per indossare una benda: vecchiaia, esaurimento, gravidanza, presenza di patologie tumorali.

L'uso prolungato del dispositivo può causare il rilassamento del sistema muscolare e un aumento delle dimensioni dell'ernia. Per questo motivo, si consiglia di utilizzare una benda in rari casi.

Inoltre, prescrivere l'uso di fisioterapia, massaggi, agopuntura, iniezioni endovenose e intramuscolari, assunzione di pillole. Il trattamento non chirurgico è possibile solo nei casi in cui l'operazione non è accettabile. Le persone anziane, le donne incinte e anche in presenza di tumori maligni, l'operazione è severamente vietata.

Molte ricette popolari nell'articolo "Trattamento popolare dell'ernia addominale".

Prevenzione dell'ernia

A rischio, le persone in sovrappeso soffrono di stitichezza cronica, conducendo uno stile di vita sedentario. Al fine di prevenire lo sviluppo di questa spiacevole patologia nei bambini / donne / uomini consiglia:

  • condurre uno stile di vita moderatamente attivo, praticare sport (questo aiuta a mantenere il tono muscolare nella parete anteriore del peritoneo),
  • mangiare bene, mangiare più cibi contenenti fibre,
  • bere abbastanza acqua, almeno due litri al giorno,
  • monitorare tempestivamente i movimenti intestinali, per prevenire la stitichezza, includere nella dieta più verdure fresche, barbabietole bollite, bere più acqua pulita, eseguire semplici esercizi fisici.
  • le donne indossano una fasciatura di supporto durante la gravidanza - specialmente se si prevede un feto grande o un feto multiplo
  • i bambini si diffondono sullo stomaco dopo la guarigione della ferita ombelicale, per massaggiare, con gas in eccesso per usare il tubo di ventilazione, per somministrare acqua di aneto o preparazioni farmaceutiche consigliate dal pediatra.

Con le ernie non complicate, nel caso di un'operazione tempestiva, la prognosi è favorevole - il paziente si riprende completamente. Mancanza di trattamento, ignorando le manifestazioni della malattia è irto di cambiamenti irreversibili negli organi interni. In questo caso, purtroppo, non è sempre possibile salvare il paziente e salvargli la vita.

Ecco perché se sospetti un'ernia addominale, prendi un appuntamento con un gastroenterologo senza fallo.

Ernia addominale esterna

Ernia addominale esterna - una malattia comune. Sono osservati nel 3-4% della popolazione totale. Insieme con la disabilità del paziente, l'ernia è un pericolo per la sua vita a causa del verificarsi di complicazioni come incarcerazione, infiammazione del sacco ernia, ecc.

Eziologia e patogenesi dell'ernia addominale. Per il verificarsi di ernia sono importanti, sia fattori locali e generali. I fattori locali includono lacune deboli e prive di muscoli. I punti deboli o "punti erniari" della parete addominale comprendono il canale inguinale negli uomini, il canale femorale (area della fossa ovale della coscia), l'area dell'ombelico e la linea bianca dell'addome nelle donne, l'area della linea di Spigelian, l'area del Tri-triangolo, l'area del quadrilatero-Lesgaft di Greenfelt, l'area del foro dell'otturatore.

I fattori comuni sono divisi in predisposizione e derivata.I fattori predisponenti includono: ereditarietà, età, sesso, caratteristiche del corpo, grado di grasso, parto frequente, traumi alla parete addominale, cicatrici postoperatorie, paralisi dei nervi che innervano la parete addominale. Tutti questi fattori portano ad un indebolimento della parete addominale Tra le cause dell'ernia, è importante aumentare la pressione intra-addominale con una forte tosse, un forte sforzo fisico, costipazione, sollevamento pesi, parto difficile, difficoltà a urinare. I cambiamenti locali dovuti alla debolezza degli elementi tendinei nell'area dell'anello erniario potenzialmente anticipato sono anche fattori che contribuiscono alla comparsa di ernie.

La presenza di un'ernia contribuisce anche alla presenza di un processo vaginale non troppo cresciuto del peritoneo, alla perdita di peso corporeo con una diminuzione della quantità di tessuto adiposo. L'insufficienza congenita del tessuto connettivo contribuisce anche all'ernia. Come già notato, i siti di ernia del muro addominale deboli e favorevoli includono: l'area del canale inguinale, la fossa ovale sulla coscia, l'ombelico, sopra la regione ombelicale, l'aponeurosi della linea bianca dell'addome, ecc.

Il meccanismo di erniazione dipende dall'origine dell'ernia (congenita o acquisita). La ragione per la formazione di ernia congenita è il sottosviluppo della parete addominale nel periodo prenatale. Queste ernie includono ernie epigastrico-ombelicali, ernia del cordone ombelicale, non fusione del processo vaginale del peritoneo. Come risultato di un aumento della pressione intra-addominale, si verifica prima un'ernia, e poi si forma un sacco erniario.

In futuro, vi è un aumento graduale del sacco erniario, e come risultato dello sforzo fisico, gli organi interni penetrano nel sacco erniario, spingendo gli strati della parete addominale di fronte a lui. Il sacco erniario è formato da stiramenti e protrusione progressiva del peritoneo parietale. L'ernia che appare con il tempo tende ad aumentare, talvolta raggiungendo dimensioni enormi. Vie anziane e di vecchiaia a seguito dell'evoluzione correlata all'età del tessuto connettivo, si presentano condizioni ancora più favorevoli per un aumento delle ernie. Le anomalie congenite favoriscono anche il verificarsi di ernie a qualsiasi età.

Struttura e anatomia patologica di ernia. Le vere ernie esterne sono costituite dai seguenti elementi: l'anello erniario (1), il sacchetto erniario formato da un pezzo di peritoneo di parete (2), il contenuto della borsa erniaria, vale a dire organi interni che emergono nell'ernia (3), gusci di ernia costituiti da fascia e fibra (4). Sotto l'anello erniario si comprendono i punti deboli della parete muscolare aponeurotica dell'addome, attraverso la quale gli organi interni e il peritoneo parietale escono dalla cavità addominale.

L'orifizio erniario può verificarsi in qualsiasi congenita o acquisizione di una parete addominale indebolita. Tali luoghi includono crepe e canali naturali, che si estendono nello spessore della parete addominale o acquisiti, derivanti da lesioni, interventi chirurgici. I punti deboli congeniti sono i vasi, i nervi o alcuni organi (ad esempio, il cordone spermatico, il cordone ombelicale, ecc.) Che perforano la parete addominale o dove ci sono degli spazi tra i muscoli, la fascia e le aponeurosi. Succede e traumatico (compreso postoperatorio) il verificarsi della porta ernia. I tessuti aponeurotici muscolari che formano i bordi dell'anello erniario sono in uno stato di atrofia e degenerazione fibrosa, a causa della costante pressione di una protrusione erniaria crescente. La forma, le dimensioni del cancello e il grado di atrofia dei loro bordi aponeurotici muscolari sono di grande importanza per il quadro clinico della malattia. Ci sono ernie con un piccolo anello erniario (da 2 a 4 cm) e un'ernia con un grande cancello (il cui diametro è superiore a 4 cm).I canali naturali comprendono: il canale inguinale, il canale femorale, il canale ombelicale, le fessure: le fessure tra l'aponeurotico, che formano la linea bianca dell'addome, la linea semilunare (spigeliana), il foro dell'otturatore, le aperture sciatiche. Difetti negli strati aponeurotici muscolari o un canale che include un'apertura profonda, il canale stesso e un'apertura esterna o superficiale possono fungere da ernia. Il sacco erniario è una sporgenza del peritoneo parietale attraverso l'anello erniario. I vasi erniari sono congeniti o acquisiti. Nel sacco erniario distinguono la bocca, il collo, il corpo e il fondo. La bocca è l'ingresso della borsa erniaria dal lato della cavità addominale. Il collo è la parte stretta della borsa erniaria, che si trova nello spessore della parete addominale e collega la bocca con il corpo. Il corpo del sacco erniario è la parte più grande di esso. La parte distale del sacco erniario è chiamata il fondo. Le forme e le dimensioni dell'ernia sono diverse. Si osservano borse a camera singola, a più camere e doppie. Il sacco erniario può avere tasche addizionali, setti, formazioni cistiche. Nella fase iniziale della formazione di ernia, il sacco erniario ha una parete sottile, quindi quando si ingrandisce e come risultato di lesioni, traumi e infiammazioni, si ispessisce e si formano densità e calcificazioni della cartilagine. Nella zona del collo e del fondo del sacco erniario a causa di lesioni e infiammazioni, spesso si formano aderenze e aderenze agli organi contenenti il ​​sacco erniario. Questi cambiamenti nel sacco erniario possono contribuire alla violazione del contenuto dell'ernia in una delle cavità del sacco erniario. Un setto completo del sacco erniario con isolamento di un segmento può portare alla formazione di una cisti erniaria. Il sacco erniario è circondato da membrane ernarie, la cui natura e il numero in diverse ernie non sono le stesse, tessuto adiposo preperitoneale, fascia assottigliata, fibre muscolari (ad esempio m.cremaster), elementi del cordone spermatico. I gusci sono di solito facilmente separati dalla borsa erniaria in modo schietto, ma a volte, con l'esistenza a lungo termine di un'ernia, specialmente dopo l'applicazione di una benda o dopo le precedenti infiammazioni, le membrane risultano essere sfregiate l'una con l'altra e con una borsa erniaria.

Il sacco erniario può essere assente: 1) in ernie ombelicali embrionali, in esse è riempito con il cosiddetto guscio primitivo e amnion, 2) in ernie scorrevoli, 3) in ernie traumatiche false.

Il contenuto dell'ernia può essere quasi tutti gli organi interni mobili della cavità addominale, rilasciati nella borsa erniaria. Qualsiasi organo della cavità addominale (eccetto il pancreas) può trovarsi nel sacco erniario. Il più spesso nel sacco erniario ci sono organi mobili: cappi dell'intestino tenue, due punti, grande omento. Il contenuto del sacchetto è solitamente facilmente inserito nella cavità addominale. La superficie interna della borsa erniaria in risposta a traumi, altre irritazioni, infiammazioni o disturbi della circolazione sanguigna e linfatica rilascia facilmente la fibrina. Quest'ultimo provoca il verificarsi di aderenze della superficie interna del sacco erniario con gli organi in esso o le sue pareti tra loro. Quando le aderenze si formano tra il contenuto e gli organi e il sacco erniario, il suo contenuto diventa parzialmente o completamente non riducibile.

A causa della formazione di aderenze, il sacco erniario si trasforma più spesso in una formazione a doppia cavità, a più cavità o assume la forma di una "clessidra", nella sua parete ci sono le cisti. Spesso all'interno della borsa ci sono saltatori singoli o in loop, con i quali gli organi interni sono giuntati. Le aderenze degli organi interni con la sacca sono più spesso osservate nella bocca del collo della borsa e nel suo fondo.

Clinica e diagnosi di ernia non complicata. I pazienti con ernia esterna non complicata, prima di tutto lamentano dolore nella zona dell'ernia, soprattutto sentito durante la sua formazione, e la presenza di sporgenza erniaria in una delle zone erniarie. Oltre all'area della protrusione erniaria, il dolore può essere localizzato nell'epigastrio, nella parte bassa della schiena. La protrusione erniaria appare quando si sfila o in una posizione verticale del paziente, scompare o diminuisce in posizione orizzontale dopo la sua riposizionamento manuale.Il dolore nell'area della sporgenza erniaria si verifica soprattutto durante lo sforzo fisico, la distensione addominale, la deambulazione prolungata, i movimenti improvvisi, la tosse, la stitichezza, i cambiamenti nella pressione barometrica e talvolta in connessione con l'adozione di cibo. Se l'ernia raggiunge dimensioni considerevoli e fuoriesce dalla cavità addominale, nausea, eruttazione e talvolta vomito, flatulenza e costipazione potrebbero unirsi. C'è una violazione della minzione nei casi in cui il contenuto della borsa erniaria è la vescica, l'uretere, il rene.

L'ernia si sviluppa lentamente. Inizialmente, un dolore formicolio si presenterà al posto dell'ernia formando durante lo sforzo fisico, camminando, correndo e sollevando pesi. Dopo un po ', appare una protuberanza che scompare nella posizione orizzontale del paziente e riappare durante lo sforzo fisico. La protrusione aumenta gradualmente, acquisisce una forma rotonda o ovale. Con un forte aumento della pressione intra-addominale, i pazienti avvertono un forte dolore nell'area dell'ernia formante, osservano l'improvvisa comparsa di una protrusione della parete addominale e dell'emorragia nei tessuti circostanti.

I principali segni obiettivi esterni non complicate (vpravimoy) ernie sono: gonfiore una localizzazione caratteristica di ernie ventrali collocano parete addominale, facile e veloce variabilità della forma e volume di questo gonfiore, gli strati esistenza in loco protrusione difetto musculoaponeurotic e fasciale della parete addominale, la presenza del fenomeno della tosse spingere, sentito dal dito inserito, ma il decorso della sporgenza dell'ernia nel difetto della parete addominale o nel canale dell'ernia.

Se un'ernia non complicata sporge facilmente nella cavità addominale senza un suono - il contenuto della ghiandola risulta essere, se con un brontolio, il ciclo intestinale è impostato.

Dopo il riposizionamento, la palpazione può essere utilizzata per scoprire i contorni dell'anello erniario, la loro dimensione, condizione (forza, lassità, tono) dei tessuti circostanti, la relazione dell'anello erniario con i gusci erniari e la borsa erniaria, l'adesione dell'adesione. La presenza nell'ernia dell'ansa intestinale è riconosciuta dalla superficie liscia e dalla consistenza morbida elastica della protrusione, la comparsa di un suono timpanico durante la percussione.

Alla palpazione determinare la consistenza del contenuto dell'ernia. La definizione di una consistenza elastoelastica dà motivo di pensare al ciclo intestinale, alla struttura lobulare e alla consistenza morbida - un grande omento.

Dopo che gli organi interni sono stati riposizionati nella posizione orizzontale del paziente, l'anello erniario è coperto da un dito, al paziente viene chiesto di allungare e determinare l'aspetto della protrusione erniaria. Quando una grande ernia viene riposizionata, si può avvertire un caratteristico rombo nell'intestino. Nella diagnosi è importante il sintomo di "shock da tosse", che viene determinato dopo la riduzione del contenuto dell'ernia. Dopo aver inserito un dito in una porta erniaria, suggerire di tossire per il paziente. Quando il paziente tossisce, il dito esaminatore sente le spinte del peritoneo sporgente e degli organi adiacenti. Auscultazione consente di determinare la natura del contenuto della borsa erniaria, come può essere definito chiaramente peristalsi cicli intestinali.

L'ernia può essere reversibile, parzialmente reversibile e irriducibile. Dai metodi strumentali di ricerca, la fluoroscopia e la radiografia gastrointestinale sono della massima importanza, soprattutto per le grandi ernie. Questi metodi sono particolarmente importanti nella diagnosi delle ernie del diaframma e delle ernie interne. In contrasto con l'intestino, la vescica aiuta nella diagnosi delle ernie scorrevoli. Il sospetto della presenza nell'ernia della parete vescicale (ernia scorrevole), che si verifica in presenza di eventi disurici, può essere confermata dalla cistoscopia o, ancora meglio, dalla radiografia di contrasto della vescica. Difficoltà nella diagnosi possono verificarsi in specie rare (otturatore, sciatico) o ernie interne.

Ernia non riducibile. Irriducibile è un'ernia quando il contenuto non può essere gettato nella cavità addominale. Questa condizione nasce dalla fusione di organi tra loro, con le pareti della borsa o come risultato del restringimento del collo. Con un'ernia non riducibile, spesso c'è dolore nella zona dell'ernia, disturbi gastrointestinali, costipazione prolungata. Lo sviluppo dell'irriducibilità è dovuto al trauma degli organi nel sacco erniario. Come risultato di un'infiammazione asettica, si verificano adesioni sufficientemente strette. L'irriducibilità può essere parziale, quando parte del contenuto dell'ernia si riduce alla cavità addominale e l'altra parte rimane irriducibile. Con il completo non attaccamento, il contenuto dell'ernia non viene ripristinato nella cavità addominale. Lo sviluppo dell'irriducibilità dell'ernia contribuisce al lungo indossare una benda. Le ernie ombelicali, femorali e postoperatorie sono più spesso incurabili. Abbastanza spesso, le ernie multicamerali sono irraggiungibili. A causa dello sviluppo di più aderenze e camere nel sacco erniario, un'ernia non riducibile è spesso complicata dalla violazione degli organi in una delle camere del sacco erniario o dallo sviluppo dell'adesivo NC nel sacco erniario. Con un'ernia irriducibile, la capacità lavorativa viene significativamente ridotta.

L'ernia non riducibile è raramente asintomatica. Un'ernia irriducibile è riconosciuta dal fatto che, da qualche tempo, secondo la paziente, ha smesso di soccombere alla riduzione, ma allo stesso tempo non provoca dolore o una violazione dell'amministrazione generale del corpo. Uno studio oggettivo rivela una formazione simile al tumore di diversa consistenza, che non penetra nella cavità addominale e nella posizione supina con una pressione addominale rilassata. Un'ernia irriducibile è a volte parzialmente sollevata, e durante lo sforzo può un po 'aumentare di dimensioni. L'anello erniario non è determinato. Con percussione, timpanite o opacità è determinato.

Ernia strangolata. Questa è un'ernia in cui un organo è schiacciato nel sacco erniario. L'infrazione da ernia di solito è il risultato di un'improvvisa compressione del contenuto erniario o alle porte della borsa erniaria, o tra le aderenze nella borsa erniaria, o all'ingresso della tasca naturale e acquisita nella cavità addominale. I cappi intestinali, un epiploon, le pareti di una borsa hernial, una copertura hernial, qualche volta solo un orlo libero di un cappio intestinale nella forma di infrazione «di muro» o «di Richter» sono esposti a infrazione. La violazione delle parti sedentarie del colon, in particolare del cieco, con ernia normale e "scorrevole", è quasi la stessa. A volte è interessato solo il mesentere. Quindi i disturbi circolatori si sviluppano in larga misura nel circuito intestinale, situato nella cavità addominale e invisibile nel sacco (ritenzione retrograda). Per un'ernia strozzata, è caratteristico un improvviso forte dolore al posto della protrusione erniaria e un aumento dell'ernia nel volume. La violazione è la complicazione più comune e pericolosa di un'ernia. Con questa complicazione di un'ernia come conseguenza della violazione del ciclo intestinale, si sviluppa un'immagine di ostruzione strangolata dell'intestino. Quando il Richter (parietale) incarcerazione del ciclo intestinale, ci sono solo sintomi locali - ernia dolorosa o irriducibile; , fecale, quando le anse intestinali, situate nel sacco erniario, vengono gradualmente riempite con abbondanti contenuti fecali. In caso di violazione elastica, un organo viene schiacciato da un'apertura ridotta che, durante la sua improvvisa espansione iniziale, ha perso una porzione dei visceri che non corrispondeva alle sue dimensioni. Nell'insufficienza fecale, la parte principale dell'ansa intestinale viene allungata e, aumentando di dimensioni, può comprimere l'estremità di uscita dell'intestino nell'anello erniario.Quando nuove porzioni del contenuto entrano nell'intestino che porta al ginocchio, si estende ancora di più e inizia a spremere non solo l'estremità di uscita dell'intestino, ma anche i vasi di alimentazione. Pertanto, un pizzico può verificarsi anche nell'ampio anello erniario. Vi sono anche violazioni dirette dell'ansa dell'intestino nel sacco erniario, infrazione retrograda quando due anelli si trovano nel sacco erniario e il terzo (anello medio) nella cavità addominale viene violato. C'è anche un'infrazione combinata.

Il pericolo significativo è la violazione parietale del cappio dell'intestino - l'ernia di Richter. Quest'ultimo si verifica spesso con ernie non riducibili. La coppetta di ernia si manifesta nell'età anziana e senile.

L'ernia femorale viene violata 5 volte più spesso di quella inguinale e ombelicale. Spesso, è interessata una piccola ernia con collo stretto e cicatrizzato del sacco erniario. Con le ernie monouso, questo è relativamente raro. La violazione non si verifica quando si verifica un'ernia. La violazione si verifica con ernie inguinali (43,5%), passerelle postoperatorie (19,2%), ernie ombelicali (16,9%), ernie femorali (16%), ernie della linea bianca dell'addome (4,4%).

Il TC e l'omento maggiore sono storditi, ma qualsiasi organo (vescica, ovaia, processo vermiforme, diverticolo di Meckel) può essere compromesso.

Violazione elastica si verifica all'improvviso, al momento di un forte aumento della pressione intra-addominale, durante lo sforzo fisico, tosse, tensioni e in altre situazioni. Nello stesso momento nella borsa hernial va più del solito, gli organi intra-addominali. Ciò si verifica a seguito di stiramento eccessivo della porta dell'ernia. Il ritorno dell'anello erniario nella sua posizione precedente porta alla restrizione del contenuto dell'ernia (Figura 4). In caso di violazione elastica, la compressione degli organi rilasciati nel sacco erniario avviene all'esterno.

Anatomia patologica. Molto spesso il circuito intestinale viene violato. Nel cappio strozzato dell'intestino, ci sono tre sezioni che subiscono cambiamenti disomogenei: la sezione centrale, che porta al ginocchio e al ginocchio uscente. I maggiori cambiamenti si verificano nel solco di strangolamento, il cappio che giace nel sacco erniario, e nel ginocchio risultante, nel ginocchio di uscita, sono meno pronunciati. Disturbi maggiori si verificano nella mucosa. Questo perché

le navi che alimentano la parete intestinale passano

strato submucoso Nella copertura sierosa i cambiamenti patologici si manifestano in misura minore e di solito si verificano più tardi. Nel ginocchio dell'Adduttore, i cambiamenti patologici nella parete intestinale e nella membrana mucosa sono osservati per 25-30 cm, nell'adduttore - a una distanza di circa 15 cm. Questa circostanza deve essere presa in considerazione quando si determina il livello di resezione dell'ansa aderente. Un'ernia strozzata è essenzialmente una delle varietà di ostruzione acuta dell'intestino dell'intestino.

Con una violenta e prolungata violazione e completa cessazione della circolazione sanguigna nelle arterie e nelle vene, si verificano cambiamenti patologici irreversibili nell'organo strozzato. Alla violazione della stasi venosa intestinale, a seguito del quale si verifica trasudazione nella parete intestinale, nel suo lume e nella cavità del sacco erniario (acqua erniaria). Con la rapida compressione dell'anello violento delle vene e delle arterie del mesentere dell'intestino, situato nel sacco erniario, la cancrena secca può svilupparsi senza l'accumulo di acqua erniaria. All'inizio dell'infrazione, l'intestino è cianotico, l'acqua erniaria è chiara. I cambiamenti patomorfologici nella parete intestinale progrediscono gradualmente nel tempo. L'intestino strozzato assume un colore blu-nero, la membrana sierosa diventa opaca e si verificano molteplici emorragie. L'intestino diventa flaccido, la peristalsi è assente, i vasi del mesentere non pulsano. L'acqua erniata diventa torbida, con un'ombra emorragica, un odore fecale.I cambiamenti necrotici emergenti nella parete intestinale possono essere complicati dalla perforazione con lo sviluppo di cellulite fecale e peritonite. Di conseguenza, NK aumenta la pressione intestinale, le pareti intestinali si estendono, il lume dell'intestino trabocca con contenuti intestinali, il che aggrava ulteriormente la circolazione del sangue senza di essa. Come risultato della sconfitta della membrana mucosa, la parete intestinale diventa permeabile ai microbi. La penetrazione dei microbi nella cavità addominale libera porta allo sviluppo della peritonite.

L'infiammazione dell'intestino secondo il tipo di ernia di Richter è pericolosa perché all'inizio non c'è ostruzione intestinale, e quindi il quadro clinico si sviluppa più lentamente, secondo un piano diverso. Per questo motivo, la diagnosi è resa più difficile e più tardi, che è piena di conseguenze disastrose per i pazienti.

Un certo pericolo è anche un'incisione retrograda di un'ernia (Fig. 5.).

Un'ernia strozzata può essere complicata da un flemmone erniario e, dopo il riposizionamento, dal sanguinamento intestinale, in periodi successivi dallo sviluppo di stenosi dell'intestino cicatriziale.

Clinica e diagnosi I sintomi clinici di un'ernia strozzata dipendono dalla forma della puntura, dall'organo strozzato, dal tempo trascorso dal momento dello strangolamento. I principali segni clinici di violazione sono il dolore improvviso al sito di una protrusione erniaria bruscamente intensa e dolorosa, un rapido aumento delle dimensioni della protrusione erniaria, l'irriducibilità dell'ernia, che era stata precedentemente liberata. trattamento di complicanze dell'ernia

I dolori sono di varia intensità. Il dolore acuto può causare collasso, shock.

All'atto di violazione di un cappio di un intestino l'immagine di strangolamento l'ostruzione di intestini, e abbastanza spesso e la peritonite versata si sviluppa, particolarmente quando il cappio necrotized di un intestino lascia l'anello restrittivo.

Il quadro clinico ha le sue caratteristiche in caso di abbuffate di vescica, ovaia, omento e altri organi.

Quando si esamina un paziente, viene rivelata una sporgenza erniaria fortemente dolorosa di consistenza densamente elastica, che non raggiunge la cavità addominale.

Va notato che nel caso di ernie a lungo irriducibili, il sintomo della scomparsa improvvisa della riduzione dell'ernia può essere oscurato. Un intestino strozzato può improvvisamente spostarsi dall'anello di incarcerazione nella cavità addominale libera, essendo già inviolabile, se si tenta di ridurre l'ernia strozzata, si può verificare uno spostamento nella profondità dell'intera protrusione erniaria, con compressione continua del contenuto dell'anello di contenimento non trattato. Tale contrazione "falsa" è estremamente pericolosa, la morte del contenuto di ernia progredisce e possono verificarsi trombosi vascolare e peritonite. A seguito dell'insorgenza dei segni di infrazione, si sviluppa un modello di ostruzione intestinale con le sue caratteristiche.

Va tenuto presente che a volte i cambiamenti locali nell'area di sporgenza erniaria possono essere minori e non attirano l'attenzione né del paziente né del medico. Un grave errore del medico sarà se lui, osservando solo i sintomi generali, non esaminerà tutte le posizioni delle ernie esterne in un paziente.

Lo shock per la tosse per sintomi è assente. La percussione della protrusione erniaria rivela una ottusità se la borsa erniaria contiene l'omento, la vescica e l'acqua erniaria. Se c'è un budello contenente un gas nella sacca erniaria, il suono della percussione può essere timpanico.

Con una violazione elastica, un improvviso e grave dolore nell'area della protrusione erniaria è causato dalla compressione dei vasi e dei nervi del mesentere dell'intestino strozzato.

La violazione si manifesta con segni di NK: dolore crampi associato a maggiore motilità intestinale, feci ritardate e gas, vomito. Durante l'auscultazione dell'addome si sente il rumore intestinale rinforzato.In un sondaggio, la radientoscopia dell'addome, vengono rilevati loop intestinali tesi con livelli orizzontali di liquido e gas sopra di loro (la "ciotola" di Kloyber). Un po 'più tardi, compaiono segni di peritonite.

Ci sono tre periodi del decorso clinico dell'ernia strangolata. Il primo periodo - dolore o shock, il secondo periodo - benessere immaginario, il terzo periodo - peritonite diffusa. Per il primo periodo è caratterizzata da dolore acuto, che spesso causa shock. In questo periodo, l'impulso diventa debole, frequente, la pressione sanguigna è ridotta, la respirazione è frequente e superficiale. Questo periodo è più pronunciato con violazione elastica. Durante il periodo del benessere immaginario, i dolori intensi diminuiscono leggermente, il che può essere fonte di confusione per il medico e il paziente sul presunto miglioramento nel corso della malattia. Nel frattempo, la riduzione del dolore non è spiegata dal miglioramento delle condizioni del paziente, ma dalla necrosi del ciclo intestinale strozzato.

Se il paziente non viene aiutato, le sue condizioni peggiorano drammaticamente, si sviluppa una peritonite diffusa, vale a dire arriva il terzo periodo. La temperatura corporea aumenta allo stesso tempo, l'impulso si accelera. C'è gonfiore, vomito con un odore fecale. Nell'area della protrusione erniaria, si sviluppa edema, compare iperemia della pelle e si verifica flemmone.

La diagnosi in casi tipici non è difficile e è effettuata sulla base di segni caratteristici: dolore improvviso, improvviso e irreparabilità di un'ernia precedentemente erniata. Nello studio del paziente nella regione inguinale rivelano (all'apertura esterna del canale inguinale) protrusione erniaria dolorosa, tesa, irriducibile. Alla violazione del cappio dell'intestino, i fenomeni di ostruzione di strangolamento dell'intestino si uniscono a questi sintomi.

Dovresti pensare alla possibilità di infrazione nell'apertura interna del canale inguinale (violazione parietale). A questo proposito, in assenza di protrusione erniaria, è necessario effettuare un esame digitale del canale inguinale e non limitarsi allo studio dell'anello inguinale esterno. Con un dito inserito nel canale inguinale, è possibile sondare un piccolo sigillo doloroso a livello dell'apertura interna del canale inguinale. Nella diagnosi di ernie strangolate spesso si fanno errori. A volte, le malattie urogenitali (orchite, epididimite), i processi infiammatori nei linfonodi inguinali e femorali o le metastasi tumorali a questi nodi, un ascesso inguinale nella regione inguinale, ecc., Vengono presi per violazione.

Insufficienza retrograda (vedi figura 5). L'infrazione retrograda è più spesso esposta a TC. Forse una violazione retrograda del colon, omento, ecc. La menomazione retrograda si verifica quando più anelli intestinali si trovano nel sacco erniario e i cicli intermedi che li connettono si trovano nella cavità addominale. Allo stesso tempo, il cappio intestinale contenuto non giace nel sacco erniario, ma nella cavità del peritoneo, cioè i cappi intestinali leganti che sono in una cavità addominale sono esposti a infrazione. I cambiamenti necrotici si sviluppano in misura maggiore e prima in questi cicli intestinali, situati sopra l'anello strangolato. Anse intestinali che si trovano nella borsa erniaria, mentre possono ancora essere vitali. A tale violazione il cappio intestinale contenuto non è visibile senza una laparotomia supplementare. Eliminando l'infrazione, è necessario rimuovere il cappio intestinale, assicurarsi che non vi sia alcuna infrazione retrograda e, in caso di dubbio, tagliare l'anello erniario, ad es. produrre hernioparotomy.

La diagnosi impostato prima che l'operazione sia impossibile. Durante l'operazione, il chirurgo, dopo aver individuato due anse intestinali nel sacco erniario, deve, dopo aver sezionato l'anello incarcerante, ritirare il ciclo intestinale dalla cavità addominale e determinare la natura dei cambiamenti che si sono verificati nell'intero anello intestinale trattenuto.

Se l'infrazione retrograda durante l'operazione rimane non riconosciuta, allora il paziente svilupperà una peritonite, la cui fonte sarà il ciclo di legame necrotizzante dell'intestino.

Infrazione parietale (vedi figura 3). Tali pizzichi si verificano in un anello di pizzico stretto. Nello stesso momento solo la parte di una parete intestinale che è di fronte alla linea di un attacco di un bryzheyka è trattenuta.

La violazione parietale dell'intestino tenue è più spesso osservata con ernie femorali e inguinali, meno spesso con quelle ombelicali.A causa dell'insorgenza del disturbo circolatorio del sangue e della linfa, i cambiamenti distruttivi, la necrosi e la perforazione dell'intestino si verificano nella parte strangolata dell'intestino.

diagnostica presenta grandi difficoltà. L'ostruzione intestinale parietale è clinicamente diversa dall'ostruzione intestinale con il suo mesentere. Quando l'infrazione parietale non sviluppa shock. I sintomi di ostruzione intestinale possono essere assenti, poiché la permeabilità intestinale non è rotta. A volte c'è la diarrea. C'è un dolore costante al posto della protrusione erniaria. Qui puoi provare un po 'di dolorosa educazione. Il dolore non è pronunciato, poiché il mesenterio dell'intestino strozzato non è compresso. Le difficoltà diagnostiche sorgono specialmente quando l'infrazione è la prima manifestazione clinica dell'ernia che si è manifestata. Nei pazienti obesi (specialmente donne) non è facile sentire un lieve gonfiore sotto il legamento inguinale.

Se la condizione generale del paziente rimane inizialmente soddisfacente, allora peggiora progressivamente a causa dello sviluppo di peritonite, cellulite dei tessuti che circondano il sacco erniario.

Lo sviluppo dell'infiammazione nei tessuti che circondano il sacco erniario in pazienti con una forma trascurata di violazione parietale può simulare la linfadenite inguinale acuta o l'adenoflegmon.

La trombosi del nodo varicoso della grande vena safena al posto della sua confluenza con la vena femorale può simulare la violazione di un'ernia femorale. Quando la trombosi di questo sito, il paziente ha dolore e compattazione dolorosa sotto il legamento inguinale viene rilevato, ci sono vene varicose della gamba.

Aspetto improvviso e pizzicamento delle ernie. Una condizione simile si verifica quando la protrusione addominale (il sacco erniario preesistente) rimane sulla parete addominale nelle aree tipiche della formazione di ernia dopo la nascita. Più spesso, un sacco erniario nella zona inguinale è un processo vaginale non diviso del peritoneo.

L'improvvisa comparsa di un'ernia e la sua infrazione possono verificarsi a seguito di un brusco aumento della pressione intra-addominale durante lo sforzo fisico, tosse grave, tensioni, ecc.

Pazienti con una storia di nessuna indicazione di ernie preesistenti, protrusioni, sensazioni dolorose in luoghi caratteristici di localizzazione di ernia. Il sintomo principale delle ernie strozzate improvvisamente è il dolore acuto nei siti tipici dell'emergenza di ernia. Quando si esamina un paziente con tale dolore, è possibile determinare le aree più dolorose corrispondenti all'anello erniario. La sporgenza erniaria è una trama piccola, densa, dolorosa.

Diagnosi differenziale. Il pizzicamento di un'ernia si differenzia dall'infiammazione dei linfonodi, dei tumori ovarici e del cordone spermatico, dall'intestino rotante, da casi di "falsa" infrazione, quando l'essudato infiammatorio si accumula nel sacco erniario durante la peritonite, le metastasi tumorali. La diagnosi differenziale in quest'ultimo caso è particolarmente importante, dal momento che la malattia non diagnosticata degli organi addominali può portare a errate tattiche chirurgiche e alla morte del paziente. Nei casi dubbi durante la chirurgia, la cavità addominale viene esaminata utilizzando un laparoscopio inserito attraverso la borsa erniaria.

Prevenzione e trattamento dell'ernia addominale. Il principale metodo di trattamento delle ernie semplici e anche più complicate è operativo. Un'operazione tempestiva è l'unico mezzo affidabile per prevenire le violazioni, pertanto le controindicazioni dovrebbero essere seriamente giustificate. La lunga esistenza di un'ernia porta alla distruzione dei tessuti circostanti (specialmente la parete posteriore del canale erniario) e all'allungamento dell'anello erniario. A questo proposito, il trattamento chirurgico dei pazienti con ernia non dovrebbe essere ritardato per molto tempo. La chirurgia elettiva precoce è la misura più efficace per prevenire l'incarcerazione e la recidiva dell'ernia.

Il trattamento conservativo (bendaggio) può essere raccomandato solo a quei pazienti in cui l'operazione non può essere eseguita anche dopo una lunga preparazione preoperatoria. In altri casi, l'uso di una benda è inaccettabile, dal momento che il suo uso a lungo termine porta a lesioni e atrofia dei tessuti che circondano l'ernia, e contribuisce anche alla trasformazione dell'ernia in irriducibile.

Per la prevenzione dell'ernia, è necessario, per quanto possibile, eliminare tutte le cause che contribuiscono a un aumento sistematico della pressione intra-addominale. Il rafforzamento della parete addominale contribuisce a esercizi sportivi condotti sistematicamente. Evita l'obesità e la drastica perdita di peso.

Trattamento chirurgico dell'ernia non complicata. Il principio di funzionamento per le ernie non complicate consiste nell'eliminare il sacco erniario, aprirlo, rivederlo e resettare gli organi contenuti nella sacca erniaria nella cavità addominale. Il collo del sacco erniario è cucito e legato. La parte distale della borsa viene asportata. La plastificazione dell'anello erniario viene eseguita in vari modi: dalle semplici suture interrotte alle complesse tecniche plastiche. Per la plastica di grande orifizio erniario, vengono utilizzate strisce della fascia larga della coscia, strisce cutanee demitrite e materiali alloplastici.

Trattamento di ernia strangolata. L'unico trattamento per l'ernia incarcerata è un'operazione di emergenza - l'eliminazione dell'infrazione. Le fasi principali dell'operazione per le ernie strangolate sono le stesse dell'operazione pianificata. La differenza è la seguente: al primo stadio, i tessuti vengono sezionati in strati, esponendo il sacco erniario, aprendolo. Per evitare di far scivolare gli organi strozzati nella cavità addominale, vengono tenuti con un tovagliolo di garza. Quindi tagliare l'anello di presa, tenendo conto della relazione anatomica. Gli organi vitali sono forzati nella cavità addominale. Inammissibile è la dissezione dell'anello violento prima di aprire il sacco erniario. Se l'anello incisivo viene sezionato prima di aprire il sacco erniario, allora l'organo strozzato può scivolare nella cavità addominale. La dissezione della borsa erniaria viene eseguita con attenzione, in modo da non danneggiare i gonfiori intestinali rigonfi, stretti alla parete della borsa erniaria.

Per le ernie femorali, l'incisione viene effettuata medialmente dal collo del sacco erniario al fine di evitare danni alla vena femorale, che si trova sul lato laterale del sacco. Nelle ernie ombelicali, l'anello di presa viene tagliato nella direzione trasversale in entrambe le direzioni.

Lo stadio più cruciale dell'operazione dopo aver aperto il sacco erniario è determinare la vitalità degli organi strozzati. Quando viene aperto un sacco erniario, un liquido emorragico sieroso o sieroso (acqua erniaria) può fuoriuscire dalla sua cavità. Di solito è trasparente e inodore, nei casi di corsa, con cancrena dell'intestino, ha il carattere di essudato ichorous.

Dopo aver sezionato l'anello di presa e inserito la soluzione di novocaina dalla cavità addominale nell'intestino dell'intestino, quelle parti degli organi bloccati che si trovano sopra l'anello di presa vengono accuratamente rimosse senza stringere forte. Se non ci sono segni evidenti di necrosi, l'intestino strozzato viene irrigato con una soluzione isotonica di cloruro di sodio calda. I criteri principali per la vitalità dell'intestino tenue: il ripristino del normale colore rosa dell'intestino, l'assenza di strangolamento del solco e di ematomi sussidi, la conservazione della pulsazione dei piccoli vasi del mesentere e le contrazioni peristaltiche dell'intestino. Segni di non vitalità intestinale e indicazioni incondizionate per la sua resezione sono: colore scuro dell'intestino, ottusità della membrana sierosa, lassità della parete intestinale, assenza di pulsazioni dei vasi del mesentere, assenza di motilità intestinale e presenza di un sintomo di carta bagnata.

La presenza di profondi cambiamenti lungo il solco di strangolamento serve anche come indicazione per la resezione dell'intestino. La chiusura di tali solchi è considerata un evento rischioso.In caso di violazione parietale dell'intestino, con il minimo dubbio sulla redditività del sito che si trovava nell'infrazione, si raccomanda di eseguire una resezione dell'intestino. Le misure conservative, come, per esempio, l'immersione dell'area modificata nel lume intestinale, non dovrebbero essere fatte, perché quando una piccola area è immersa, se le suture sono tenute vicino ai bordi, possono facilmente divergere e se una più grande area dell'intestino viene immersa, la sua permeabilità diventa dubbia.

Se necessario, resezione dell'intestino non vitale. Indipendentemente dalla lunghezza dell'area modificata, la resezione deve essere effettuata all'interno, naturalmente, del tessuto sano. Rimuovere almeno 30-40 cm di adduttore e 15-20 cm della sezione di scarico dell'intestino. L'anastomosi viene applicata affiancata o end-to-end, a seconda del diametro della sezione prossimale e distale dell'intestino. La resezione dell'intestino, di regola, viene eseguita dall'accesso laparotomico. Quando il flemmone erniario, l'operazione inizia con laparotomia. Viene interrotto un cappio necrotizzato dell'intestino, viene applicata una anastomosi intestinale, la cavità addominale viene suturata, quindi l'intestino strozzato e il sacco erniario vengono rimossi, la ferita viene drenata.

Quando si raccomanda la violazione delle ernie scorrevoli per valutare la vitalità della parte del corpo che non è coperta dal peritoneo. Allo stesso tempo, c'è il pericolo di danneggiare l'OK o la vescica. Quando viene rilevata la necrosi, l'IC produce una laparotomia mediana e resetta la metà destra dell'OK con l'imposizione di anastomosi ileotrasversale. A un necrosis di una parete di una vescica fanno la sua risezione con imposizione di un epitsstostomiya.

L'epiploone ferito viene resecato da sezioni separate senza la formazione di un grosso moncone comune. Una legatura può scivolare fuori da un massiccio ceppo di omento, causando un pericoloso sanguinamento nella cavità addominale. Dopo di ciò, il sacco erniario viene isolato e rimosso con la cucitura del moncone con qualsiasi metodo. Nell'età anziana e senile non è consigliato allocare e rimuovere la borsa erniaria a tutti i costi. Basta selezionarlo solo sul collo e leggermente sopra, tagliare trasversalmente lungo l'intera circonferenza, legarlo al collo e lasciare la parte distale della borsa in posizione, ruotandola verso l'interno.

La fase successiva importante dell'operazione è la selezione del metodo di riparazione di ernia. In questo caso, la preferenza è data ai metodi più semplici di plastica. Per piccole ernie ostruttive inguinali in individui giovani, viene utilizzato il metodo Girard-Spasokukotsky-Kimbarovsky. Per le ernie inguinali dirette e complesse, vengono utilizzati i metodi Bassini e Postempsky.

Con un'ernia strozzata complicata da flemmone erniario, l'operazione inizia con una laparotomia mediana, che mira a ridurre il rischio di infezione della cavità addominale con il contenuto del sacco erniario. Durante una laparotomia, viene eseguita la resezione dell'intestino all'interno dei tessuti vitali. Le estremità dell'area resecata vengono suturate, ponendo una estremità all'estremità o al lato dell'anastomosi tra l'adduttore e i cappi retrattili. Allo stesso tempo, isolare la cavità del peritoneo dalla cavità del sacco erniario. Per questo, il peritoneo parietale viene sezionato intorno alla bocca del sacco erniario e otpreparovyu al lato di 1,5-2 cm. Dopo aver lampeggiato l'adduttore e i cappi di deviazione dell'intestino resecato vicino alla porta erniaria, tra le suture o le legature, intersecare le maglie dell'intestino resecato e rimuovere insieme una parte del loro mesentere . Quindi, il peritoneo viscerale viene cucito sulle estremità cieche dell'intestino strozzato situato nel sacco erniario e sui bordi del peritoneo parietale preparato, isolando così la cavità peritoneale dalla cavità del sacco erniario. La ferita della parete addominale viene suturata in strati strettamente. Dopo di ciò, un focus purulento viene trattato chirurgicamente, vale a dire flemmone erniario. Quando questa incisione è fatta tenendo conto delle caratteristiche anatomiche e topografiche della localizzazione della cellulite erniaria.

Dopo l'apertura e la rimozione dell'essudato purulento dalla borsa erniaria, l'anello erniario viene accuratamente inciso in modo da estrarre l'intestino strozzato e le sue estremità cieche dei segmenti dell'adduttore e dello scaricatore. Dopo la rimozione dell'intestino strozzato, la separazione della bocca e del collo del sacco erniario dall'anello erniario, viene rimosso insieme ai tessuti alterati. Ai bordi dell'anello erniario imporre diversi punti (la plastica non produce) al fine di prevenire l'eventazione nel periodo postoperatorio. Per completare il trattamento chirurgico di una messa a fuoco purulenta, la ferita viene drenata dal drenaggio perforato, le cui estremità vengono rimosse dalla ferita attraverso i tessuti sani.

Attraverso il tubo di drenaggio eseguire un lavaggio continuo a lungo termine della ferita con farmaci antibatterici, garantendo nel contempo un deflusso sufficiente di scarico dalla ferita. Solo un tale approccio al trattamento di un approccio suppurativo con il flemmone herniale rende possibile ridurre la mortalità e rendere la chiusura precoce della ferita usando suture secondarie ritardate o primarie. Nel periodo postoperatorio, la terapia antibiotica viene effettuata tenendo conto della natura della microflora e della sua sensibilità agli antibiotici.

L'esito dell'intervento chirurgico per le ernie strangolate dipende principalmente dai tempi della puntura e dai cambiamenti negli organi interni strozzati. Meno tempo è trascorso dal momento dell'infortunio all'operazione, migliore è il risultato dell'intervento chirurgico e viceversa. La mortalità durante il contenimento, ma tempestiva (2-3 ore dalla violazione) delle ernie operate non supera il 2,5%, e dopo le operazioni durante le quali è stato asportato l'intestino, è del 16%. Particolarmente grave è il risultato del flemmone erniario e della laparotomia. Il tasso di mortalità è del 24%.

Trattamento conservativo, ad es. È vietato il riposizionamento manuale forzato dell'ernia, è pericoloso e molto dannoso. Va ricordato che in caso di reposizione forzata di un'ernia strozzata, possono verificarsi danni all'ernia e al contenuto dell'ernia, fino alla rottura dell'intestino e del suo mesentere. In questo caso, il sacco erniario può spostarsi nello spazio preperitoneale insieme al contenuto trattenuto nel collo del sacco erniario, il peritoneo parietale nel collo del sacco erniario può staccarsi e il ciclo incontinente non vitale dell'intestino o della cavità preperitoneale affonderà nella cavità addominale.

Dopo la riduzione forzata, si osservano altre gravi complicazioni: emorragia nei tessuti molli, nella parete intestinale e nel suo mesentere, nella trombosi dei vasi mesenterici, nel distacco mesenterico dall'intestino, nella cosiddetta immaginaria o falsa riposizione.

È molto importante riconoscere in tempo la riposizione immaginaria dell'ernia. Dati anamnestici: dolore addominale, dolore acuto alla palpazione dei tessuti molli nell'area della porta dell'ernia, emorragie sottocutanee (un segno di riduzione forzata dell'ernia) - consentono di pensare alla riduzione immaginaria dell'ernia ed eseguire un'operazione di emergenza.

Trattamento conservativo, ad es. la riparazione dell'ernia senza chirurgia è considerata ammissibile solo in casi eccezionali quando vi sono controindicazioni assolute all'operazione (infarto miocardico acuto, grave incidente cerebrovascolare, insufficienza respiratoria acuta, ecc.) e se è trascorso il tempo minimo trascorso dall'incarcerazione. Le misure accettabili per questi casi includono il posizionamento di un paziente in un letto con bacino rialzato, somministrazione sottocutanea di promedolo, pantopon, atropina, applicazione locale del freddo nell'area della protrusione erniaria e infiltrazione di tessuto novocaine nell'area dell'anello lesionante. L'assenza dell'effetto delle misure elencate entro 1 ora funge da indicazione per l'intervento chirurgico in questi pazienti, ma il suo volume deve essere minimo, corrispondente alla condizione del paziente.La riposizionamento manuale è controindicato durante lunghi periodi di infrazione (oltre 12 ore), sospetta cancrena dell'intestino, infrazione parietale, con flemmone di cellule ernie. Se il paziente ha una riposizionamento spontaneo dell'ernia strozzata, deve essere immediatamente ricoverato nel reparto chirurgico. Con il riposizionamento spontaneo di un'ernia strozzata, l'intestino affetto può essere una fonte di infezione della cavità addominale, sanguinamento, ecc. Se si sospetta peritonite o emorragia interna, è necessario eseguire un'operazione di emergenza. Per il resto dei pazienti con un'ernia riposizionata spontaneamente, viene stabilita un'osservazione prolungata e senza sosta per individuare precocemente i segni di peritonite e sanguinamento interno.

Ernia della colonna lombare

L'ernia della colonna lombare è la più frequente ed è rappresentata nel 65% di tutti i casi della malattia. Ciò è dovuto al fatto che, con la sua mobilità relativamente elevata, è a questo livello che la colonna vertebrale subisce i maggiori carichi in qualsiasi occupazione, accompagnata da una camminata verticale.

Cause delle ernie della colonna vertebrale lombare:

  • Mantenere uno stile di vita dannoso (il fumo, la mancanza di esercizio fisico regolare e la malnutrizione contribuiscono in modo significativo alle condizioni del disco),
  • Con l'invecchiamento del corpo, i processi biochimici naturali provocano un'asciugatura graduale dei dischi, che può influire su caratteristiche come la resistenza e l'elasticità. Questo si manifesta con la perdita della capacità dei dischi intervertebrali di assorbire carichi,
  • Lesioni spinali,
  • Tecnica errata di esercizio fisico, che porta a un sovraccarico locale delle stesse sezioni dei dischi,
  • Con una cattiva postura, c'è una distribuzione disomogenea dei carichi sulla superficie dei dischi intervertebrali, in relazione alla quale, anche con movimenti abituali, le stesse porzioni della colonna vertebrale sono sovraccaricate con conseguente degenerazione dei dischi intervertebrali.

Questi fattori, combinati con l'usura quotidiana, portano alla comparsa di ernie spinali in quest'area.

Ernia inguinale

L'ernia inguinale per ragioni di accadimento è divisa in congenita e acquisita.

Un tratto aperto non espanso, formato dallo stiramento del peritoneo a causa dell'abbassamento del testicolo dalla cavità addominale nel periodo prenatale, porta a una forma congenita. Di regola, tutte le ernie inguinali congenite sono considerate oblique.

L'inclinazione è chiamata questo tipo di ernia, quando il contenuto della cavità addominale esce attraverso la fossa inguinale laterale all'interno del canale inguinale e si trova all'interno del peritoneo con elementi del cordone spermatico o del legamento circolare dell'utero. Tuttavia, non tutte le ernie inguinali oblique sono congenite.

Le ernie inguinali diritte sono chiamate quando il processo è localizzato nell'area della fossa inguinale mediale per protrusione della sua parete posteriore. Sono predisposti al loro aspetto

gli anziani, a causa di cambiamenti legati all'età nel tessuto connettivo.

Ernia femorale

Le ernie femorali si verificano quando gli organi escono attraverso il canale femorale, che è assente allo stato normale. Ciò è possibile a causa della presenza di un punto debole in grado di formare un decorso patologico. Il più delle volte è confuso con un'ernia inguinale, la cui differenza principale è la sua localizzazione più alta (quella inguinale è più alta e quella femorale è più bassa del legamento chapdar).

Ernia ombelicale

Le ernie ombelicali si verificano sia nei bambini che negli adulti.

Tuttavia, nei bambini la ragione della loro formazione è dovuta alla lenta crescita eccessiva dell'anello ombelicale, durante il quale durante il periodo prenatale passano i vasi del cordone ombelicale, che sono responsabili dell'alimentazione e della respirazione del bambino. Qualche tempo dopo la nascita, si forma una cavità sotto il pulsante ombelicale, in cui i cappi intestinali cadono quando si sforzano o piangono.

Lo sviluppo dell'ernia ombelicale negli adulti è osservato, di regola, principalmente nelle donne dopo 40 anni ed è causato da cambiamenti nell'anello ombelicale durante la gravidanza.

Sotto l'azione di fattori avversi, la sua espansione si verifica con successiva atrofia dei tessuti circostanti, che provoca una diminuzione della resistenza della parete addominale anteriore a un aumento della pressione intra-addominale.

Ernia postoperatoria

L'ernia postoperatoria si sviluppa nel sito di un precedente intervento chirurgico e l'anello erniario è rappresentato da muscoli e tendini dispersi lungo la linea della cicatrice. Con questa eziologia, lo sviluppo della malattia predispone fattori locali (infezione della ferita, sutura anormale) e generale (esaurimento, vecchiaia, sepsi).

Ernia della linea lunare

L'incidenza di ernia della linea semilunare è inferiore all'1%. La loro localizzazione è osservata nella parte mediale del segmento che collega l'ombelico e la spina iliaca anteriore superiore, che è dovuta alla presenza di crepe nell'aponeurosi del muscolo addominale trasversale, di dimensioni variabili da 2 a 15 mm, in cui passano i vasi epigastrici inferiori ei nervi. Una caratteristica della malattia in questa posizione è la possibilità di ernie sia sopra che sotto l'aponeurosi dei muscoli addominali esterni.

Le sporgenze in questa posizione hanno dimensioni ridotte e pertanto la loro diagnosi è difficile. Nella dichiarazione della diagnosi aiuta a condurre l'esame strumentale (ecografia o TC). La violazione dell'area della linea semilunare è stata osservata nel 50-70% dei casi.

Nelle operazioni per rimuovere i rigonfiamenti della parete addominale in quest'area, è indispensabile rafforzare la parete con un impianto, che ridurrà significativamente il rischio di recidiva.

Ernia addominale interna

Le ernie interne si verificano quando la posizione degli organi interni viene modificata e quindi localizzata in tasche, fessure, difetti e cavità anatomiche. Questo può manifestarsi come un'interruzione del normale funzionamento degli organi spostati e la loro violazione con il successivo sviluppo dei processi di necrosi.

L'aspetto delle ernie addominali interne è possibile a causa delle peculiarità della sua struttura - gli organi sono fissati da legamenti o mesenteri, che consente loro di muoversi, e lo spazio tra loro forma tasche, cavità e crepe. Spostare gli organi nella cavità addominale può farli entrare in questi spazi, il che porta allo sviluppo della malattia. Le tasche patologiche, che sono la causa delle ernie interne, sono formate come risultato di operazioni, a causa dell'intersezione delle normali strutture dell'apparato legamentoso e delle aderenze.

Tipi di ernia interna, a seconda del luogo in cui appaiono:

  • organi addominali (si sviluppano, di regola, con sviluppo anormale degli organi addominali o come risultato di interventi chirurgici, quando gli spazi tra gli organi diventano porte ernarie),
  • diaframmatico (i buchi fisiologici nel diaframma oi suoi punti deboli diventano l'anello erniario),
  • inguinale interno (si sviluppa come obliquo, ma non si estende oltre l'anello inguinale esterno).

Cause di ernia interna:

  • violazione dello sviluppo di organi
  • caratteristiche individuali
  • chirurgia su organi interni,
  • ferita
  • attività fisica
  • obesità
  • gravidanza
  • costipazione.

Esame per ernie

Viene valutata la condizione della formazione erniaria nelle posizioni verticale e orizzontale. Nella posizione prona, la possibilità della sua riduzione è stimata e, con un risultato positivo di questo evento, viene condotto uno studio sull'anello erniario. Esamina la pelle sopra l'ernia, valuta i segni di infiammazione, chiarisce la durata del suo aspetto, l'intensità e la natura del dolore.

Un ruolo importante è svolto dalla tempestiva diagnosi di contraffazione dovuta al fatto che sviluppa stati potenzialmente letali.

Tre periodi sono clinicamente evidenti:

  • sensazioni di dolore
  • benessere immaginario,
  • infiammazione diffusa degli organi addominali.

La violazione è accompagnata non solo dalla necrosi della parete intestinale, ma anche dall'ostruzione di strangolamento. Il dolore è solitamente crampi e accompagnato da una motilità intestinale accelerata. C'è un ritardo di gas e feci, può verificarsi vomito. Come un esame strumentale del valore diagnostico ha una fluoroscopia di revisione della cavità addominale, dove è possibile vedere il "Kloyber's Bowls".

C'è anche una falsa infrazione, accompagnata dalla comparsa di essudato all'interno del sacco erniario, formato a causa del processo infiammatorio negli organi addominali. Da vera infrazione, questa condizione può essere distinta dal sintomo di un "colpo di tosse".

Un'ernia inguinale è differenziata dalla linfoadenite all'inguine o alla coscia.

L'ernia femorale si differenzia dalle forme acute e croniche di linfoadenite, dalle metastasi tumorali ai nodi del sistema linfatico, dall'espansione della grande vena safena con le vene varicose.

L'ernia ombelicale è facilmente diagnosticata, ma a volte è imitata dalle metastasi di un certo numero di tumori maligni, che si manifesta con piccoli consolidamenti palpabili nell'ombelico.

La protrusione della linea bianca causata dall'ernia non causa difficoltà nella diagnosi.

Esame di ernia vertebrale

L'ernia vertebrale è accompagnata da disturbi sensoriali, motori e riflessi. All'esame del paziente, vengono valutate le sindromi di tensione delle radici del midollo spinale per determinare il grado di compressione.

Nel valutare lo stato di ernia del disco, gli esami strumentali hanno una grande influenza sul contenuto informativo dell'esame:

  • radiologico (generale e funzionale),
  • mielografia e discografia (attualmente non utilizzata affatto),
  • Scansione TC
  • MRI
  • L'elettromiografia.

Una delle cause più comuni di ernia dei dischi intervertebrali è l'osteocondrosi. Di regola, le ernie in questa malattia sono combinate con altri segni di lesione della colonna vertebrale, che differiscono a seconda della localizzazione del processo patologico. Pertanto, la comparsa di segni di osteocondrosi rende possibile parlare della presenza di ernie.

A causa dello sviluppo più frequente di ernie nella colonna lombare, il segno più caratteristico della loro presenza è la comparsa di dolori lancinanti nella zona lombare o sacro, che sono chiamati lombodinia. Il dolore localizzato nella regione glutea e nella parte posteriore della gamba è chiamato sciatica.

Va notato che le manifestazioni cliniche delle ernie delle regioni lombari, toraciche e cervicali non sempre sono in correlazione con i risultati degli esami strumentali. Pertanto, per valutare con precisione la gravità del processo, nonché per ottenere informazioni quali il grado di compressione della colonna vertebrale, nonché i cambiamenti nel midollo spinale e nelle radici, uno spondilogramma regolare è integrato con TC o RM.

È possibile trattare un'ernia senza chirurgia?

Il trattamento di un'ernia della spina dorsale senza chirurgia è effettuato in mancanza di indizi per la sua realizzazione, e anche diventa l'unica opzione per assistere il paziente in casi quando effettuando una procedura chirurgica è irto di conseguenze più serie. Tuttavia, anche il trattamento sintomatico ha un effetto significativo sulla qualità della vita.

Il trattamento di un'ernia dell'addome senza la sua rimozione non sarà efficace, poiché in posti deboli con ogni aumento di pressione gli organi interni usciranno con la formazione di una ricaduta. Il ritardo è possibile solo in assenza di pregiudizi in relazione alla preparazione all'intervento chirurgico.

In caso di ernie muscolari, la chirurgia può essere evitata in quasi tutti i casi del loro aspetto, limitato al trattamento conservativo.

Tattica di trattamento di ernia intervertebrale

Un'ernia intervertebrale che si estende nel canale spinale o nei forami intervertebrali può manifestarsi con dolore, perdita di sensibilità o compromissione della funzione motoria, e pertanto i pazienti devono rivolgersi al medico.

L'ulteriore trattamento dell'ernia della colonna vertebrale dipende dalla gravità della situazione clinica - forse come trattamento sintomatico mirato a migliorare la condizione generale con l'eliminazione dei disturbi, oltre all'intervento chirurgico radicale, che consente di liberarsi dal substrato patologico alla base della patologia.

Nel periodo di esacerbazione delle denunce, il trattamento delle ernie spinali dovrebbe iniziare con la determinazione del grado di abbandono del processo.

Nelle fasi iniziali del trattamento, la colonna vertebrale viene scaricata, il che si ottiene stirando e mira a ridurre la pressione intradiscale.

Per alleviare i sintomi, si consiglia di assumere analgesici, farmaci antinfiammatori, diuretici, miorilassanti e sedativi. La terapia manuale, la chinesioterapia e i metodi di influenza fisioterapici vengono applicati con successo per eliminare i sintomi neurologici.

Uno dei principi più importanti del trattamento dell'ernia della colonna vertebrale durante un'esacerbazione è l'immobilizzazione con un corsetto o un'ortesi.

Alla fine del periodo acuto della malattia, in assenza di indicazioni urgenti per l'intervento chirurgico, si utilizzano metodi di trattamento conservativi per creare un sistema muscolare, migliorare i processi metabolici e assumere le vitamine B6, B12 per ripristinare le funzioni del sistema nervoso.

L'ernia intervertebrale richiede un intervento chirurgico per le seguenti indicazioni:

  • mancanza di dinamiche positive da trattamento conservativo a lungo termine,
  • la presenza di sindrome da compressione, accompagnata da cambiamenti nel midollo spinale, confermata dalla risonanza magnetica,
  • ernia vagante sequestrata (completamente separata dal nucleo pulpare):
  • dolore prolungato e severo.

Chirurgia per ernie del rachide cervicale e toracica

Le operazioni per le ernie del rachide cervicale vengono eseguite attraverso un approccio anteriore usando i metodi della decompressione anteriore e della fusione spinale fenestrata. È anche possibile utilizzare autografts e piastre di metallo.

In rari casi, quando le ernie intervertebrali della regione toracica sono in funzione, il disco intervertebrale viene rimosso attraverso l'accesso diretto o mediante toracoscopia. I difetti risultanti sono compensati dall'impianto.

Chirurgia per l'ernia della colonna lombare

Attualmente, le seguenti operazioni vengono eseguite più spesso per l'ernia della colonna lombare:

  • discectomia endoscopica,
  • microdiscectomia,
  • discectomia percutanea,
  • decompressione endoscopica di puntura.

La discectomia endoscopica per rimuovere un'ernia del disco salva il midollo spinale e le sue radici dalla compressione.

La microdiscectomia viene eseguita per rimuovere il disco interessato e differisce dalla discectomia endoscopica con meno traumi a causa dell'uso di microscopi speciali in anestesia generale.

L'esecuzione di una decompressione endoscopica di puntura durante un'ernia è mostrata in pazienti con un aumento del diametro del disco intervertebrale con la dimensione del nucleo polposo conservato. Lo scopo dell'operazione è creare spazio libero nel centro del disco.

Perché non si dovrebbe ritardare il trattamento dell'ernia della colonna vertebrale

La comparsa di un'ernia del disco nella maggior parte dei casi è parte di un lungo processo patologico, sebbene possa verificarsi con carichi significativi che causano la rottura dell'anello fibroso.

A questo proposito, il trattamento tempestivo dell'ernia della colonna vertebrale consente non solo di arrestare la progressione della malattia, ma nella maggior parte dei casi porta a un miglioramento significativo del quadro clinico.

In situazioni gravi, il trattamento chirurgico dell'ernia spinale può alleviare il paziente dal dolore e prevenire la perdita irreversibile delle funzioni del midollo spinale schiacciato e delle sue radici.

Chirurgia per ernie

Il trattamento di un'ernia dell'addome dipende dalla sua condizione al momento del rilevamento e consiste nello svolgimento dell'intervento chirurgico.

Se non vi è alcun ritegno, le azioni del chirurgo consistono nell'estrarre il contenuto del sacco erniario, che viene quindi immerso nella cavità addominale. Dopo questo, il sacco erniario viene rimosso e il punto debole viene rafforzato con i suoi stessi tessuti o con l'aiuto di protesi.

Quando un'ernia viene strangolata, il volume dell'intervento viene espanso rimuovendo le parti necrotiche degli organi interni. In caso di grave infiammazione nella zona di ernia, il punto debole viene rafforzato nel periodo a lungo termine, che è associato ad una diminuzione della probabilità di recidiva.

Modi di chirurgia:

Alcune fonti riportano che la chirurgia aperta per rimuovere un'ernia addominale esterna è più spesso accompagnata da recidive che con laparoscopia. Tuttavia, questa proposizione non è vera e la scelta di accesso dovrebbe essere determinata dalle capacità del medico e delle attrezzature con le attrezzature e i materiali necessari dell'istituto medico. Per quanto riguarda il rischio di recidiva con un livello altrettanto elevato di capacità del medico e la disponibilità di tutti i mezzi necessari, il tipo di chirurgia (aperta o laparoscopica) per l'ernia inguinale non gioca un ruolo importante, anche se molti chirurghi osservano che la precedente attività fisica del paziente e il dolore meno grave dopo laparoscopia interventi. È questo tipo di tecnologia operativa che è preferita nel caso di ernie inguinali bilaterali. Tuttavia, con ricadute in un gran numero di casi, non è possibile eseguire l'hernioplastica laparoscopica, che è associata alla presenza di alterazioni cicatriziali e aderenze causate dall'intervento precedente.

La scelta dell'accesso operativo è anche influenzata dall'essenza dell'intervento operativo. Ad esempio, nelle ernie ventrale, solo la plastica IPOM può essere eseguita per via laparoscopica. In questo caso, la protesi si trova nella cavità addominale, pertanto, per questo tipo di plastica, viene utilizzato solo un tipo specifico di impianto con rivestimenti barriera anti-adesivo.

Chirurgia dell'ernia muscolare

Il trattamento conservativo è indicato nei casi più lievi con l'aiuto di unguenti anti-infiammatori e restrizioni sull'esercizio fisico. È anche possibile l'uso di calze a compressione.

In assenza di effetto a seguito di un trattamento conservativo, è indicato un intervento chirurgico. La pinzatura della fascia precedentemente eseguita era spesso accompagnata da ricadute. A questo proposito, il trattamento chirurgico dell'ernia è attualmente nel rafforzare la fascia assottigliata con reti speciali.

Complicazioni di ernia dopo l'intervento chirurgico

La rimozione di un'ernia spinale può portare alle seguenti complicazioni:

  • processi cicatriziali e adesivi, che portano al restringimento secondario del canale spinale,
  • disfunzione degli organi pelvici,
  • infiammazione delle guaine spinali,
  • osteomielite, spondilite.

La rimozione dell'ernia addominale può essere complicata da:

  • infiammazione della cicatrice postoperatoria,
  • ricaduta,
  • processi infiammatori negli organi addominali a seguito di insufficiente valutazione del grado di ischemia,
  • dolore causato dal colpire le terminazioni nervose nella cicatrice.

Tasso di recidiva dopo la rimozione dell'ernia

La ricaduta è chiamata la ricomparsa della malattia dopo la sua eliminazione.

Ci sono i seguenti tipi di ernia ricorrente:

  • inguinali,
  • ombelicale,
  • diaframmatica,
  • intervertebrale,
  • articolare.

Sul lato dell'apparenza:

  • lato sinistro,
  • lato destro
  • a due vie.

Al momento della diagnosi:

La complicazione più frequente dopo che l'ernia addominale è stata rimossa è la sua ricomparsa, che è associata agli errori del chirurgo, allo sviluppo di processi infiammatori nell'area dell'intervento e ai carichi nel primo periodo postoperatorio.

Il tasso di recidiva dell'ernia addominale nel periodo postoperatorio precoce va dall'1 al 7% per l'inguinale obliquo, dal 4 al 10% per l'inguinale diretto. L'ernia inguinale ricorrente richiede il reintervento nel 30% dei casi.

Dopo l'intervento, l'ernia della colonna vertebrale si ripresenta nel 5-15% dei casi a causa di carichi costanti sui dischi intervertebrali e della complessità dell'intervento chirurgico.

Il trattamento conservativo per l'ernia addominale ricorrente è meno efficace che per la prima volta. Il suo obiettivo è quello di rafforzare i muscoli della parete addominale anteriore con ernie esterne dell'addome e la creazione di un corsetto muscolare con ernie della colonna vertebrale.

L'esecuzione di un intervento chirurgico per le recidive dell'ernia è difficile a causa delle aderenze dovute a precedenti interventi chirurgici. A questo proposito, è raccomandato un addestramento preliminare al fine di migliorare il trofismo tissutale e rafforzare le condizioni generali del corpo in assenza di indicazioni di emergenza per la chirurgia.

L'operazione per la ricorrenza di un'ernia della colonna vertebrale viene eseguita allo stesso modo di quella primaria.

Come il disco di ernia influisce sulla postura

Una delle principali manifestazioni di ernia vertebrale delle regioni cervicale, toracica o lombare è una sindrome del dolore pronunciata, costringendo i pazienti ad assumere una posizione forzata in cui il dolore è alleviato.

Di norma, l'ernia vertebrale si sviluppa nella maggior parte dei casi sullo sfondo dell'osteocondrosi, processi degenerativi nei dischi intervertebrali in cui portano a un cambiamento nella loro forma con lo sviluppo della scoliosi.

Il cambiamento nella postura di un'ernia del disco nell'osteocondrosi ha un effetto significativo attraverso la sindrome muscolo-tonica, che si manifesta con il meccanismo riflesso come conseguenza dell'irritazione dei recettori del dolore dell'apparato legamentoso della colonna vertebrale.

Guarda il video: Il mio medico - Ernia addominale: le nuove terapie (Dicembre 2019).